Foto del sole

Vento solare. Il sole e i pianeti giganti

Vento solare. Il sole e i pianeti giganti

Niente di più spettacolare di un'immagine del vento solare. A causa delle altissime temperature della nostra stella e della sua forza gravitazionale, il plasma di cui è composta la corona solare, lo strato più esterno, non può essere contenuto. Ecco perché la corona si espande oltre l'orbita di Plutone, dando origine a un vento chiamato solare.

La sua esistenza è venuta alla luce dopo una teoria proposta dall'astrofisico solare Eugene Parker nel 1959. Questa teoria è stata confermata un paio di anni dopo dalle navi Lunik e Mariner 2. Il vento solare è principalmente composto da protoni ed elettroni. . Contiene anche una piccola parte dei nuclei di elio (4%) e alcuni elementi più pesanti (1%). Tra gli altri, azoto, ossigeno, neon, carbonio, magnesio o ferro.

La velocità del vento solare varia tra 300 e 1.200 chilometri al secondo. Per avere un'idea, la velocità massima raggiunta dai venti dagli uragani terrestri non supera i 250 chilometri all'ora. La velocità del vento solare è molto più veloce di quella del suono, quindi è un vento supersonico.

Fortunatamente, il vento solare non influisce molto sulla superficie della Terra. Uno dei suoi effetti è l'aurora boreale che può essere vista ai poli della Terra. Il campo magnetico del nostro pianeta lo protegge da una pioggia di protoni ed elettroni. A livello della magnetosfera, il vento solare produce danni, specialmente sugli oggetti che si trovano in quest'area, come i satelliti di comunicazione.

◄ Precedente
Nettuno da Tritone
Album: Foto della Galleria del sistema solare: il sole e i pianeti giganti


Video: E se al posto della luna ci fosse. . . . (Gennaio 2022).