Astronomia

Come si confronta l'illuminazione del cielo dal sole con quella della luna?

Come si confronta l'illuminazione del cielo dal sole con quella della luna?

Ho difficoltà a descrivere le domande, ma questo è il meglio che posso fare. Il sole illumina il cielo, fino a circa 18 gradi sotto l'orizzonte. La luna illumina anche il cielo, e mi chiedo, come si confronta l'illuminazione di una luna piena con quella del sole? Quanti gradi deve essere il sole sotto l'orizzonte per eguagliare l'illuminazione di una luna piena?

Spero di essere stato abbastanza chiaro. Grazie per eventuali risposte


La questione non è del tutto ben definita. È necessario specificare quale lunghezza d'onda viene considerata e in quale posizione nel cielo, poiché un cielo al crepuscolo ha un gradiente molto significativo di luminosità del cielo.

Un articolo di Patat et al. (2006) fornisce la luminosità del cielo nelle bande fotometriche UBVRI, allo zenit, con il Sole a una varietà di altitudini (anche sotto l'orizzonte). La figura 5 di questo articolo è riprodotta di seguito, mostra la luminosità del cielo zenitale misurata all'osservatorio del Paranal nella banda V (circa 550 nm). Le curve per le altre bande sono qualitativamente simili ma con numeri diversi sull'asse y. Le linee tratteggiate verticali mostrano dove il Sole si trova a 12 o 18 gradi sotto l'orizzonte (noto rispettivamente come crepuscolo nautico o astronomico).

Ora per completare una risposta alla domanda abbiamo bisogno di conoscere la luminosità del cielo notturno durante la luna piena. Di nuovo, questo non è completamente definito, poiché dipende da quanto sei vicino alla Luna.

Il cielo "scuro" a Paranal è di circa 21,6 mag/arcec$^2$ quando la luna è tramontata. Questa è la curva tratteggiata orizzontale nell'immagine. Un altro articolo di Patat (2014) discute il contributo della luna in funzione della lunghezza d'onda e della distanza angolare dalla Luna. Un numero ragionevole per la luna piena a 90 gradi (cioè la luna piena vicino all'orizzonte) è che la luminosità del cielo è aumentata di circa 1,5 mag nella banda V (ma di ben 3 mag nella banda B). Ovviamente, se ti avvicini alla Luna piena, il cielo diventa ancora più luminoso di così.

Usando questo numero e il grafico sopra, possiamo stimare una luminosità del cielo notturno di 20,1 mag/arcsec$^2$ (equivalente a una luna piena a 90 gradi) si raggiunge nella banda V quando il Sole si trova a circa 12,5 gradi sotto l'orizzonte (cioè molto vicino al crepuscolo nautico).

Se fai una stima simile per altre bande, allora arrivi a risultati che sono molto simili - forse 12 gradi sotto l'orizzonte per la banda B e 14 gradi sotto l'orizzonte per la banda I, presumibilmente perché la luce della luna non ha un effetto drasticamente diverso spettro alla luce solare (è un po' più rosso).

Avvertenze (almeno): la risposta dipenderà anche da quanto è lontana la Luna dalla Terra, dall'altitudine del sito di osservazione, dalla presenza di nuvole nel cielo, dalla densità delle particelle di dispersione nell'atmosfera e dalla altitudine della luna piena.


Come probabilmente saprai, la luna brilla solo di luce solare riflessa e ha un'albedo molto bassa. La sua luce è quindi solo una piccola frazione della luce del sole Anche la luce della luna piena varia, perché l'orbita leggermente ellittica della luna la avvicina alla Terra al perigeo che all'apogeo. La luce del sole illuminerebbe il cielo all'incirca nella stessa misura di una luna piena quando il sole è a circa 15 gradi sotto l'orizzonte.


Una foto perfettamente sincronizzata della stazione spaziale e della luna mette in prospettiva le conquiste umane

La Stazione Spaziale Internazionale ha le dimensioni di un campo da calcio. Ma una splendida immagine del fotografo spagnolo Dani Caxete lo mostra come una minuscola figura sminuita dalla luna, un promemoria sbalorditivo della magnificenza della natura e della persistenza delle conquiste umane.

L'immagine è nella rosa dei candidati per l'Insight Astronomy Photographer of the Year, un concorso annuale organizzato dal Royal Greenwich Observatory britannico. Caxete scrive:

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sfreccia sulla superficie scura del satellite naturale della Terra, la Luna, fotografata in pieno giorno. Splendente con una magnitudine di -3,5, la ISS è stata illuminata dal Sole ad un'altezza di 9º sull'orizzonte. Come la Luna, l'ISS riceve i raggi solari in modo simile durante le sue 15 orbite della Terra al giorno, rendendo possibile vederla quando il Sole è ancora alto. Questo è uno scatto reale, senza compositi o ritagli nel processo.

La vista della luna, la prima grande conquista dell'umanità nello spazio, accanto alla stazione spaziale, fa meravigliare dove la tecnologia ci porterà in futuro. Vedremo un giorno veicoli spaziali orbitare attorno alla Terra come vediamo i voli pubblicitari che attraversano il cielo? Un futuro insediamento sulla luna sarà visibile dalla Terra?

Ecco altri scatti mozzafiato dei finalisti del concorso.


Ciclo lunare:

Per prima cosa, dobbiamo considerare i parametri orbitali dell'unico satellite della Terra. Per cominciare, poiché la Luna orbita attorno alla Terra e la Terra orbita attorno al Sole, la Luna è sempre illuminata per metà da quest'ultimo. Ma dal nostro punto di vista qui sulla Terra, quale parte della Luna è illuminata – e la quantità in cui è illuminata – cambia nel tempo.

Quando il Sole, la Luna e la Terra sono perfettamente allineati, l'angolo tra il Sole e la Luna è di 0 gradi. A questo punto, il lato della Luna rivolto verso il Sole è completamente illuminato e il lato rivolto verso la Terra è avvolto nell'oscurità. La chiamiamo Luna Nuova.

Dopo questo, la fase della Luna cambia, perché l'angolo tra la Luna e il Sole sta aumentando dalla nostra prospettiva. Una settimana dopo una luna nuova, la luna e il sole sono separati da 90 gradi, il che influisce su ciò che vedremo. E poi, quando la Luna e il Sole si trovano sui lati opposti della Terra, sono a 180 gradi - 8211 che corrisponde a una Luna Piena.


4 risposte 4

32.000 - 100.000 lux è la gamma tipica di illuminazione fornita dal sole. Non devi guardare il sole, guardi il mondo che illumina. Lux è una quantità "per unità di area", non una quantità "per angolo solido". La variazione dei valori dipende principalmente dalla posizione del sole nel cielo - quando è basso, c'è una dispersione significativa della luce solare (più evidente intorno all'alba/tramonto quando il sole diventa rosso) che riduce l'intensità dell'illuminazione (vedi per esempio questa risposta precedente)

Ci sono tre unità di "luminosità" strettamente correlate.

Innanzitutto, c'è la candela - "la luce di una candela". Se guardi la luce di una sorgente da 1 cd su una sfera che ha un raggio di 1 m (area $4pi m^2$), ottieni $4pi$ lumen. Sulla superficie di quella sfera, l'intensità della luce (per unità di superficie) è di 1 lux. Se ingrandisci la sfera, avrai lo stesso numero di lumen (lumina?), ma l'illuminamento (lux, lumen/area) sarà minore.

Per riferimento, una lampadina da 100 W ha un'emissione di circa 1600 lumen se si desidera una "luce brillante come il sole" avresti bisogno di circa 2 kW - e avresti la stessa illuminazione a 1 m di distanza.

Poiché la potenza totale della luce solare per unità di superficie è di circa 1 kW (numeri tondi), ciò è in realtà notevolmente coerente (soprattutto considerando il fatto che una lampadina è più fredda della luce solare e quindi emette meno della sua radiazione nella parte visibile dello spettro )


La Luna ha un raggio di circa 1.740 km. È circa un quarto del raggio terrestre, il che significa che la Terra ha quasi 50 volte il volume della Luna.

Solo 12 persone, tutti uomini, hanno camminato sulla Luna. Gli ultimi di questi furono Eugene Cernan e Harrison Schmitt, dell'Apollo 17.

Tuttavia, nel settembre 2020, la NASA ha pubblicato il suo piano per il programma Artemis, che mirerà a far atterrare il prossimo uomo e la prima donna sulla Luna nel 2024.

Maggiori informazioni sul programma Artemis:


Luca 21:25 (YLT) "E vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra [ci sarà] l'angoscia delle nazioni con perplessità, mare e marosi ruggenti

Commentari per Luca 21

Commento di Matthew Henry su tutta la Bibbia (conciso)

Capitolo 21

Cristo loda una povera vedova. (1-4) La sua profezia. (5-28) Cristo esorta alla vigilanza. (29-38)

Versi 1-4 Dall'offerta di questa povera vedova, imparate che ciò che giustamente diamo per il sollievo dei poveri e il sostegno del culto di Dio, è dato a Dio e il nostro Salvatore vede con piacere tutto ciò che abbiamo da dare nei nostri cuori per il sollievo dei suoi membri, o per il suo servizio. Signore benedetto! i più poveri dei tuoi servi hanno due spiccioli, hanno un'anima e un corpo che ci convincono e ci mettano in grado di offrirti entrambi, quanto saremo felici che tu li accetti!

Versi 5-28 Con molta curiosità coloro che parlano di Cristo chiedono il momento in cui dovrebbe essere la grande desolazione. Risponde con chiarezza e pienezza, per quanto è stato necessario insegnare loro il loro dovere perché ogni conoscenza è desiderabile in quanto è per esercitarsi. Sebbene i giudizi spirituali siano i più comuni nei tempi del Vangelo, tuttavia Dio fa uso anche dei giudizi temporali. Cristo dice loro quali dure cose dovrebbero soffrire per amore del suo nome, e li incoraggia a sopportare le loro prove e ad andare avanti nel loro lavoro, nonostante l'opposizione che incontreranno. Dio starà al tuo fianco, ti possiederà e ti assisterà. Ciò si adempì notevolmente dopo l'effusione dello Spirito, mediante il quale Cristo diede ai suoi discepoli sapienza e parola. Anche se possiamo essere perdenti per Cristo, non lo faremo, non possiamo essere perdenti per lui, alla fine. È nostro dovere e interesse in ogni momento, specialmente in tempi pericolosi e difficili, garantire la sicurezza delle nostre anime. È con la pazienza cristiana che manteniamo il possesso della nostra stessa anima, e teniamo fuori tutte quelle impressioni che ci farebbero arrabbiare. Possiamo considerare la profezia davanti a noi come quelle profezie dell'Antico Testamento, che, insieme al loro grande oggetto, abbracciano o guardano a qualche oggetto più vicino di importanza per la chiesa. Avendo dato un'idea dei tempi per circa trentotto anni a venire, Cristo mostra a cosa sarebbero andate a finire tutte quelle cose, cioè la distruzione di Gerusalemme e la totale dispersione della nazione ebraica che sarebbe un tipo e una figura di La seconda venuta di Cristo. I giudei dispersi intorno a noi predicano la verità del cristianesimo e dimostrano che anche se il cielo e la terra passeranno, le parole di Gesù non passeranno. Ci ricordano anche di pregare per quei tempi in cui né la Gerusalemme reale, né quella spirituale, saranno più calpestate dai Gentili, e quando sia i Giudei che i Gentili saranno rivolti al Signore. Quando Cristo venne per distruggere gli ebrei, venne per redimere i cristiani che erano perseguitati e oppressi da loro e poi fece riposare le chiese. Quando verrà a giudicare il mondo, riscatterà tutto ciò che è suo dai loro problemi. I giudizi divini sono scesi così pienamente sugli ebrei, che la loro città è posta come esempio davanti a noi, per mostrare che i peccati non resteranno impuniti e che i terrori del Signore e le sue minacce contro i peccatori impenitenti si avvereranno , proprio come la sua parola era vera, e la sua ira grande su Gerusalemme.

Versi 29-38 Cristo dice ai suoi discepoli di osservare i segni dei tempi, dai quali possano giudicare. Li incarica di considerare vicina la rovina della nazione ebraica. Eppure questa razza e famiglia di Abramo non sarà sradicata, sopravviverà come nazione e sarà trovata come profetizzato, quando il Figlio dell'uomo sarà rivelato. Li mette in guardia dall'essere sicuri e sensuali. Questo comando è dato a tutti i discepoli di Cristo: Badate a voi stessi, che non siate sopraffatti dalle tentazioni, né traditi dalle vostre stesse corruzioni. Non possiamo essere al sicuro, se siamo carnalmente al sicuro. Il nostro pericolo è che il giorno della morte e del giudizio venga su di noi quando non siamo preparati. Per timore che, quando siamo chiamati a incontrare il nostro Signore, ciò sia il più lontano dai nostri pensieri, che dovrebbe essere più vicino al nostro cuore. Poiché così accadrà alla maggior parte degli uomini che abitano sulla terra, e pensano solo alle cose terrene, e non hanno conversare con il cielo. Sarà per loro terrore e distruzione. Qui vedi quale dovrebbe essere il nostro scopo, che possiamo essere ritenuti degni di sfuggire a tutte quelle cose che quando i giudizi di Dio sono all'esterno, potremmo non essere nella comune calamità, o potrebbe non essere quello per noi che è per gli altri . Mi chiedi come puoi essere ritenuto degno di stare davanti a Cristo in quel giorno? Coloro che non hanno mai cercato Cristo, vadano ora a Lui coloro che non sono mai stati umiliati per i loro peccati, inizino ora coloro che hanno già iniziato, vadano avanti e siano mantenuti umiliati. Veglia dunque e prega sempre. Veglia contro il peccato, veglia in ogni dovere e sfrutta ogni opportunità per fare il bene. Pregate sempre: saranno ritenuti degni di vivere una vita di lode nell'altro mondo, coloro che vivono una vita di preghiera in questo mondo. Che possiamo iniziare, impiegare e concludere ogni giorno prestando attenzione alla parola di Cristo, obbedendo ai suoi precetti e seguendo il suo esempio, affinché ogni volta che verrà siamo trovati a vegliare.

Commento critico ed esplicativo su tutta la Bibbia

1. guardato in alto--Egli "si era seduto di fronte al tesoro" (Marco 12:41), probabilmente per riposare, poiché era rimasto a lungo in piedi mentre insegnava nel cortile del tempio (Marco 11:27), e "guardando in alto vide" --come nel caso di Zaccheo, non del tutto casualmente.
il ricco, &c.--"il popolo", dice Marco 12:41 "getta denaro nel tesoro, e molti ricchi in oriente molto", cioè in casse deposte in uno dei cortili del tempio per ricevere le offerte del popolo verso il suo mantenimento (2 Re 12:9, Giovanni 8:20).

2. due acari--"che fanno un centesimo" (Mc 12,42), la più piccola moneta ebraica. "Potrebbe averne tenuto uno" [BENGEL].

3. E ha detto--"ai suoi discepoli", che Egli "ha chiamato a sé" (Mc 12,43), per trarne una grande lezione futura.
più di . . . tutti--in proporzione ai suoi mezzi, che è lo standard di Dio (2 Corinzi 8:12).

4. della loro abbondanza--loro superfluo quello che avevano da risparmiare", o oltre ciò di cui avevano bisogno.
della sua miseria--o "volere" ( Marco 12:44 )--lei carenza, di quello che era Di meno di quanto i suoi desideri richiedessero, "tutta la vita che aveva". Marco (Marco 12:44) ancora più enfaticamente, "tutto ciò che aveva, tutta la sua sussistenza". Nota: (1) Come le offerte del tempio sono ancora necessarie per il servizio di Cristo in patria e all'estero, così "guardando in basso" ora, come allora "in alto", Me "vede" chi "ha gettato dentro" e quanto. (2) Lo standard di offerta encomiabile di Cristo non è la nostra superfluità, ma la nostra mancanza--non quello che non mancherà mai, ma quello che ci costa un vero sacrificio, e proprio in proporzione all'importo relativo di quel sacrificio. (Vedi 2 Corinzi 8:1-3).

Luca 21:5-38. LA PROFEZIA DI CRISTO SULLA DISTRUZIONE DI GERUSALEMME E GLI AVVERTIMENTI PER PREPARARSI ALLA SUA SECONDA VENUTA, SUGGERITE DA ESSO - I SUOI ​​GIORNI E LE SUE NOTTI DURANTE LA SUA ULTIMA SETTIMANA.

8. il tempo--del Regno, in tutta la sua gloria.
andare. . . no. . . dopo di loro--"Non vengo così presto" (2 Tessalonicesi 2:1 2 Tessalonicesi 2:2 ) [STIER].

9-11. non terrorizzato--(Vedi Luca 21:19 Isaia 8:11-14).
non finire a breve--o immediatamente, non ancora (Matteo 24:6, 13:7): cioè, "Il peggio deve venire prima che tutto sia finito".

10. Nazione, ecc.--Matteo e Marco (Matteo 24:8, 13:8) aggiungono: "Tutti questi sono l'inizio dei dolori", o dolori del travaglio, a cui vengono paragonate gravi calamità (Geremia 4:31, ecc.).

12. portato prima, &c.--Il libro degli Atti verifica tutto questo.

13. per una testimonianza--un'occasione per portare testimonianza.

18. non un capello. . . perire--Aveva appena detto (Luca 21:16) che dovrebbero essere Condannato a morte mostrando che questa preziosa promessa è molto al di sopra dell'immunità dal mero danno fisico, e fornendo una chiave per la giusta interpretazione del novantunesimo Salmo, e simili. Matteo aggiunge quanto segue (Matteo 24:12): "E poiché l'iniquità abbonderà, l'amore di molti", i molti o, i più - la generalità dei discepoli professati - "si raffredderanno". ma chi persevererà sino alla fine sarà salvato. Tristi illustrazioni dell'effetto dell'abbondante iniquità nel raffreddare l'amore dei discepoli fedeli che abbiamo nel Lettera di Giacomo, scritto su questo periodo a cui si fa riferimento, e da allora troppo spesso (Ebrei 10:38 Ebrei 10:39, Apocalisse 2:10). "E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo in testimonianza, e allora verrà la fine" (Matteo 24:14). Dio non manda mai giudizio senza previo avvertimento e non c'è dubbio che gli ebrei, già dispersi nei paesi più conosciuti, avevano quasi tutti ascoltato il Vangelo "come testimone", prima della fine dello stato ebraico. Lo stesso principio è stato ripetuto e si ripeterà a il fine.

20, 21. dagli eserciti--eserciti accampati, cioè assediati: "l'abominio della desolazione" (intendendo le insegne romane, come simboli di una potenza idolatra, pagana, impura) "di cui parla il profeta Daniele" (Daniele 9,27) "in piedi dove non dovrebbe» (Mc 13,14). "Chi legge [quella profezia] comprenda" (Matteo 24:15).
Poi . . . fuggire, &c.--EUSEBIUS dice che i cristiani fuggirono a Pella, all'estremità nord della Perea, essendo "profeticamente orientato" forse da qualche accenno profetico ancora più esplicito di questo, che sarebbe comunque il loro grafico.

23. guai a--"ahimè per."
con bambino, &c.--dalla maggiore sofferenza che avrebbe comportato come anche "fuga d'inverno e di sabato", contro la quale dovevano "pregare" (Matteo 24:20), l'uno come più gravoso per il corpo, l'altro all'anima. "Poiché allora ci sarà una tribolazione come non fu dall'inizio del mondo, né mai sarà" - linguaggio non insolito nell'Antico Testamento per tremende calamità, sebbene di questo si possa forse dire letteralmente: "E tranne quei giorni saranno abbreviati, nessuna carne si salverà, ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati» (Matteo 24:21 Matteo 24:22). Se non fosse stato per questo misericordioso "accorciamento", operato da un notevole concorso di cause, sarebbe perita l'intera nazione, nella quale sarebbe rimasto ancora un residuo da raccogliere in seguito. Qui in Matteo e Marco (Matteo 24:24, 13:22) ci sono alcuni particolari sui "falsi Cristi", che dovrebbero, "se possibile"--una clausola preziosa--"inganna gli stessi eletti." (Confronta 2 Tessalonicesi 2:9-11, Apocalisse 13:13).

24. Gerusalemme. . . calpestato. . . fino a, &c.--Implicando (1) che un giorno Gerusalemme cesserà di essere "calpestata dal Gentili" (Apocalisse 11:2), come allora dai pagani così ora dai non credenti maomettani (2) che questo avverrà al "completamento" dei "tempi dei Gentili", che da Romani 11:25 (tratto da questo) noi concludere per significare fino a quando i Gentili hanno avuto il loro tempo pieno di quel posto nella Chiesa in cui gli ebrei in il loro tempo avevano prima di loro—dopo di che, essendo gli Ebrei di nuovo "innestati nel loro proprio olivo", una Chiesa di Ebrei e Gentili insieme riempirà la terra (Romani 11:1-36). Che vista si apre!

28. redenzione--dall'oppressione del dispotismo ecclesiastico e della servitù legale mediante la totale sovversione dello stato ebraico e la ferma istituzione del regno evangelico ( Lc 21,31 ). Ma le parole sono di portata ben più ampia e preziosa. Matteo (Matteo 24:30) dice: "E allora apparirà il segno del Figlio dell'uomo in cielo", evidentemente qualcosa di distinto da Lui, menzionato subito dopo. Che cosa questo volesse significare, gli interpreti non sono d'accordo. Ma come prima che Cristo venisse a distruggere Gerusalemme, nell'aria si videro alcuni spaventosi presagi, così prima della Sua apparizione personale è probabile che qualcosa analogo sarà testimoniato, sebbene di quale natura sia vano congetturare.

32. Questa generazione- non "questa nazione", come alcuni la interpretano, che, sebbene ammissibile in sé, sembra qui molto innaturale. È piuttosto come in Luca 9:27.

34-37. sazietà e ubriachezza--Tutti gli eccessi animali, spegnendo la spiritualità.
se ne frega di questo

36. Guarda. . . pregare, ecc.: i due grandi doveri che in vista della prova sono costantemente imposti. Questi avvertimenti, suggeriti dalla necessità di prepararsi alle tremende calamità che si avvicinano, e al totale naufragio dello stato di cose esistente, sono il miglioramento generale dell'intero discorso, portando la mente in avanti verso il Giudizio e la Vendetta di altro genere e su una scala più grande e più terribile - non ecclesiastica o politica ma personale, non temporale ma eterna - quando tutta la sicurezza e la beatitudine si troveranno a giacere in poter “STARE DAVANTI AL FIGLIO DELL'UOMO” nella gloria della Sua apparizione personale.

37, 38. di giorno--di questa Sua ultima settimana.
dimora sul monte--cioè a Betania ( Matteo 21:17 ).


Come si confronta l'illuminazione del cielo dal sole con quella della luna? - Astronomia

Sia la Luna che Mercurio sono mondi senz'aria, virtualmente immutabili, che sperimentano temperature estreme. Il mercurio non ha un'atmosfera permanente, sebbene abbia un sottile involucro di gas temporaneamente intrappolato dal vento solare. Le principali caratteristiche della superficie della Luna sono il buio maria e il colore più chiaro altopiani. Le superfici sia della Luna che di Mercurio sono ricoperte di crateri di tutte le dimensioni, causati dall'impatto di meteoroidi. Gli impatti meteoritici sono la principale fonte di erosione sulle superfici di entrambi i mondi. Gli altopiani lunari sono più antichi dei maria e sono molto più fortemente craterizzati. La velocità con cui si formano i crateri diminuisce rapidamente con l'aumentare delle dimensioni del cratere.

Le alte temperature diurne e le fredde temperature notturne sulla Luna e su Mercurio derivano dall'assenza di una significativa conduzione di calore o di una copertura atmosferica sul pianeta. La luce solare colpisce le regioni polari sia della Luna che di Mercurio con un angolo così obliquo che le temperature sono molto basse, con il risultato che entrambi i corpi possono avere quantità di ghiaccio d'acqua vicino ai poli.

L'interazione di marea tra la Terra e la Luna è responsabile della Luna's orbita sincrona, in cui lo stesso lato della Luna è sempre rivolto verso il nostro pianeta. Il grande rigonfiamento equatoriale lunare indica probabilmente che la Luna una volta ruotava più rapidamente e orbitava più vicino alla Terra. La velocità di rotazione di Mercurio è fortemente influenzata dall'effetto marea del Sole. A causa dell'orbita eccentrica di Mercurio, il pianeta ruota non in modo sincrono ma esattamente tre volte ogni due orbite attorno al Sole. La condizione in cui la velocità di rotazione di un corpo è semplicemente correlata al suo periodo di orbita attorno a un altro corpo è nota come a risonanza spin-orbita.

La superficie della Luna è costituita da materiale roccioso e polveroso. Si ritiene che le rocce degli altopiani, che sono meno dense delle rocce del maria, rappresentino la crosta lunare. Si ritiene che le rocce di Maria abbiano avuto origine nel mantello della Luna. La polvere lunare, chiamata regolite, è costituita principalmente da roccia lunare polverizzata, mescolata con una piccola quantità di materiale proveniente dall'impatto di meteoriti. La prova dell'attività vulcanica passata sulla Luna si trova sotto forma di canali di lava solidificata chiamati rilli. Le caratteristiche della superficie di Mercurio hanno una sorprendente somiglianza con quelle della Luna. Il pianeta è fortemente craterizzato, proprio come gli altopiani lunari. Tra le differenze tra Mercurio e la Luna ci sono la mancanza di maria lunari di Mercurio, la sua ampia pianure intercratiche, e le grandi crepe, o scarpate, nella sua crosta. Le pianure sono state causate da estese colate laviche all'inizio della storia di Mercurio. Apparentemente le scarpate si sono formate quando il nucleo del pianeta si è raffreddato e si è ridotto, causando la rottura della superficie. Il percorso evolutivo di Mercurio è stato simile a quello della Luna per mezzo miliardo di anni dopo che entrambi si sono formati. Il periodo vulcanico di Mercurio terminò probabilmente prima di quello della Luna.

L'assenza di un'atmosfera lunare e qualsiasi attività vulcanica lunare odierna sono entrambe conseguenze delle piccole dimensioni della Luna. La gravità lunare è troppo debole per trattenere i gas e il vulcanismo lunare è stato soffocato dal mantello di raffreddamento della Luna poco dopo che vasti flussi di lava hanno formato il maria più di 3 miliardi di anni fa. La crosta sul lato vicino della Luna è sostanzialmente più spessa della crosta sul lato opposto. Di conseguenza, non ci sono quasi maria sul lato opposto della luna. Mercurio ha un grande cratere da impatto chiamato bacino del Caloris, il cui diametro è paragonabile al raggio del pianeta. L'impatto che lo ha formato apparentemente ha inviato violente onde d'urto intorno all'intero pianeta, piegando la crosta sul lato opposto.

La densità media della Luna non è molto maggiore di quella delle sue rocce superficiali, probabilmente perché la Luna si è raffreddata più rapidamente della Terra più grande e si è solidificata prima, quindi non c'era tempo sufficiente perché si verificasse una differenziazione significativa. La crosta lunare è troppo spessa e il mantello troppo freddo perché si verifichi la tettonica a placche. La densità media di Mercurio è considerevolmente maggiore, simile a quella della Terra, il che implica che Mercurio contiene un grande nucleo ad alta densità, probabilmente composto principalmente da ferro. La Luna non ha un campo magnetico misurabile, conseguenza della sua lenta rotazione e della mancanza di un nucleo metallico fuso. Il debole campo magnetico di Mercurio sembra essere stato "congelato" molto tempo fa, quando il nucleo di ferro del pianeta si è solidificato.

La spiegazione più probabile per la formazione della Luna è che la Terra appena formata sia stata colpita da un oggetto di grandi dimensioni (di dimensioni di Marte). Una parte del corpo colpito è rimasta indietro come parte del nostro pianeta. Il resto è finito in orbita come la Luna.

AUTO-TEST: VERO O FALSO?

1. Il raggio laser può determinare la distanza dalla Luna con una precisione di pochi centimetri. SUGGERIMENTO

2. Mercurio e Terra hanno circa la stessa densità media. SUGGERIMENTO

3. La Luna ruota sul proprio asse circa una volta alla settimana. SUGGERIMENTO

4. Mercurio ha un'eccentricità orbitale molto piccola. SUGGERIMENTO

5. Né Mercurio né la Luna hanno un'atmosfera rilevabile. SUGGERIMENTO

6. Sia la Luna che Mercurio hanno basse temperature notturne di 250 K, ben al di sotto del punto di congelamento dell'acqua. SUGGERIMENTO

7. I telescopi sulla Terra potrebbero vedere gli astronauti e i lander lunari sulla Luna durante il Apollo missioni. SUGGERIMENTO

8. Mercurio ha poche regioni di flusso lavico come i mari lunari. SUGGERIMENTO

9. Il giorno solare di Mercurio è in realtà più lungo del suo anno solare. SUGGERIMENTO

10. Grandi crateri si formano frequentemente oggi sulla superficie della Luna. SUGGERIMENTO

11. Una certa attività vulcanica continua oggi sulla superficie della Luna. SUGGERIMENTO

12. I crateri di Mercurio sono più fitti dei crateri lunari. SUGGERIMENTO

13. Le scarpate si trovano solo su Mercurio, non sulla Luna. SUGGERIMENTO

14. La Luna ha un vasto nucleo di ferro. SUGGERIMENTO

15. A differenza della Luna, Mercurio è differenziato. SUGGERIMENTO

AUTO-TEST: COMPILA LO SPAZIO IN BIANCO

1. Il metodo più accurato per determinare la distanza dalla Luna è di _____. SUGGERIMENTO

2. Mercurio può essere visto solo poco prima di _____ o subito dopo _____. SUGGERIMENTO

3. Il raggio della Luna è circa _____ il raggio della Terra il raggio di Mercurio è circa _____ quello della Terra. (Dai le tue risposte come semplici frazioni, non decimali.) SUGGERIMENTO

4. Poiché la densità media della Luna è molto più bassa della densità media della Terra, possiamo dedurre che la Luna deve contenere meno _____. SUGGERIMENTO

5. Il nucleo di ferro di Mercurio contiene una frazione _____ della massa del pianeta rispetto al nucleo terrestre. SUGGERIMENTO

6. La temperatura diurna di Mercurio è più alta di quella della Luna perché è _____. SUGGERIMENTO

7. I _____ sulla Luna sono regioni scure, piatte, approssimativamente circolari di centinaia di chilometri di diametro. SUGGERIMENTO

8. I crateri sulla Luna e su Mercurio sono principalmente dovuti a _____. SUGGERIMENTO

9. La velocità di rotazione di Mercurio è stata misurata per la prima volta utilizzando _____. SUGGERIMENTO

10. Sebbene le temperature diurne di Mercurio siano sempre molto calde, potrebbe essere ancora possibile che abbia lastre di ghiaccio d'acqua al suo _____. SUGGERIMENTO

11. Il cratere prodotto dall'impatto di un meteoroide sulla Luna ha un diametro tipico circa _____ volte il diametro del meteoroide. SUGGERIMENTO

12. La crosta lunare è significativamente _____ rispetto alla crosta terrestre. SUGGERIMENTO

13. La roccia scura e densa della maria lunare originariamente faceva parte del _____ lunare. SUGGERIMENTO

14. Il _____ di Mercurio è circa 1/100 di quello della Terra e originariamente si pensava che non esistesse affatto. SUGGERIMENTO

15. Lo scenario più probabile per la formazione della Luna è una collisione tra la Terra e un _____. SUGGERIMENTO

REVISIONE E DISCUSSIONE

1. Perché Mercurio si vede raramente ad occhio nudo? SUGGERIMENTO

2. Utilizza il concetto di velocità di fuga per spiegare perché la Luna e Mercurio non hanno atmosfere significative. SUGGERIMENTO

3. Cosa significa dire che Mercurio ha una risonanza dell'orbita di spin 3:2? Perché Mercurio non si è stabilizzato in una risonanza dell'orbita di rotazione 1:1 con il Sole come la Luna ha fatto con la Terra? SUGGERIMENTO

4. Perché la superficie di Mercurio viene spesso paragonata a quella della Luna? Elenca due somiglianze e due differenze tra le superfici di Mercurio e della Luna. SUGGERIMENTO

5. Cos'è una scarpata? Come si pensa si siano formate le scarpate? Perché gli scienziati credono che le scarpate si siano formate dopo la fine della maggior parte dei bombardamenti meteoritici? SUGGERIMENTO

6. Qual è la principale fonte di erosione sulla Luna? Perché il tasso medio di erosione lunare è molto inferiore a quello della Terra? SUGGERIMENTO

7. Nomina due prove che indicano che gli altopiani lunari sono più antichi dei maria. SUGGERIMENTO

8. In contrasto con la Terra, la Luna e Mercurio subiscono temperature estreme. Perché? SUGGERIMENTO

9. In che modo la storia evolutiva di Mercurio è simile a quella della Luna? Come è diverso? SUGGERIMENTO

10. Descrivi la teoria dell'origine della Luna favorita da molti astronomi. SUGGERIMENTO

11. Poiché la Luna mantiene sempre una faccia verso la Terra, un osservatore sul lato vicino della luna vedrebbe la Terra apparire quasi stazionaria nel cielo lunare. Tuttavia, la Terra cambierebbe il suo aspetto mentre la Luna orbitava intorno alla Terra. Come cambierebbe l'aspetto della Terra? SUGGERIMENTO

12. Il posto migliore per puntare un telescopio o un binocolo sulla Luna è lungo la linea del terminatore, la linea tra gli emisferi chiari e scuri della Luna. Perché? Se ti trovassi sul terminatore lunare, dove sarebbe il Sole nel tuo cielo? Che ora del giorno sarebbe se ti trovassi sulla linea di terminazione terrestre? SUGGERIMENTO

13. Quale sarebbe il posto migliore per fare osservazioni astronomiche sulla Luna? Quale sarebbe il vantaggio di questa posizione rispetto alle posizioni sulla Terra? SUGGERIMENTO

14. Spiega perché Mercurio non viene mai visto in alto a mezzanotte nel cielo terrestre. SUGGERIMENTO

15. In che modo lo spessore variabile della crosta lunare è correlato alla presenza o assenza di maria sulla Luna? SUGGERIMENTO

I PROBLEMI

1. Quanto tempo impiega un segnale radar per viaggiare dalla Terra a Mercurio e ritorno quando Mercurio è nel punto più vicino alla Terra?

2. La massa della Luna è 1/80 di quella della Terra e il raggio lunare è 1/4 del raggio della Terra. Sulla base di queste cifre, calcola il peso totale sulla Luna di un astronauta di 100 kg con una tuta spaziale e uno zaino di 50 kg, rispetto al suo peso sulla Terra. SUGGERIMENTO

3. Sulla base dei dati presentati nel riquadro dei dati della Luna, verificare i valori forniti per il perigeo (distanza minima dalla Terra) e l'apogeo (distanza massima dalla Terra) della Luna e stimare il diametro angolare minimo e massimo della Luna, come visto dalla Terra. Confronta questi valori con il diametro angolare del Sole (o il diametro effettivo di 1,4 milioni di km), visto da una distanza di 1 A.U.

4. Il Telescopio Spaziale Hubble ha una risoluzione di circa 0.05"". Qual è la dimensione della più piccola caratteristica che può distinguere sulla superficie della Luna? Su Mercurio? Dai le tue risposte in metri.

5. Qual era il periodo orbitale del Apollo 11 modulo di comando, in orbita a 10 km sopra la superficie lunare?

6. Qual è il diametro angolare del Sole, visto da Mercurio, al perielio?

7. Confronta l'effetto di marea gravitazionale del Sole su Mercurio con l'effetto di marea della Terra sulla Luna (vedi Sezione 7.6).

8. La velocità orbitale media di Mercurio intorno al Sole è di 48 km/s. Use Kepler's second law (see Section 2.4) to calculate Mercury's speed (a) at perihelion and (b) at aphelion. Convert these speeds to angular speeds (in degrees per day), and compare them with Mercury's 6.1°/day rotation rate.

9. Using the rate given in the text for the formation of 10-km craters on the Moon, estimate how long would be needed for the entire Moon to be covered with new craters of this size. How much higher must the cratering rate have been in the past to cover the entire lunar surface with such craters in the 4.6 billion years since the Moon formed? HINT

10. Assume that a planet will have lost its initial atmosphere by the present time if the average molecular speed exceeds one-sixth of the escape speed (see More Precisely 8-1). What would Mercury's mass have to be in order for it still to have a nitrogen (molecular weight 28) atmosphere? HINT

PROJECTS

1. Observe the Moon during an entire cycle of phases. When does the Moon rise, set, and appear highest in the sky at each major phase? What is the interval of time between each phase?

2. If you have binoculars, turn them on the Moon when it appears at twilight and when it appears high in the sky. Draw pictures of what you see. What differences do you notice in your two drawings? What color is the Moon seen near the horizon? What color is the Moon seen high in the sky? Why is there a difference?

3. Watch the Moon over a period of hours on a night when you can see one or more bright stars near it. Estimate how many moon diameters it moves per hour. Knowing the Moon is about 0.5° in diameter, how many degrees per hour does it move? What is your estimate of its orbital period?

4. Try to spot Mercury in morning or evening twilight. (Hint: As seen from the Northern Hemisphere, the best evening apparitions of the planet take place in the spring, and the best morning apparitions take place in the fall.)


Immagine astronomica del giorno

Discover the cosmos! Each day a different image or photograph of our fascinating universe is featured, along with a brief explanation written by a professional astronomer.

2005 July 13
Analemma of the Moon
Credit & Copyright: Rich Richins

Explanation: An analemma is that figure-8 curve you get when you mark the position of the Sun at the same time each day for one year. But the trick to imaging an analemma of the Moon is to understand that on average the Moon returns to the same position in the sky about 51 minutes later each day. So, if you photograph the Moon 51 minutes later on successive days, over one lunation or lunar month it will trace out an analemma-like curve as the actual position of the Moon wanders compared to the average -- due to the Moon's tilted and elliptical orbit. For this excellent demonstration of the lunar analemma, astronomer Rich Richins chose the lunar month containing this year's northern hemisphere summer solstice. The southernmost Full Moon rises at the lower right above the Organ Mountains in southern New Mexico, USA, with the New Moon phase at the upper left. The multiple exposure image required some digital manipulation, particularly to include thin crescent phases in daytime skies.


Thread: Black line crosses moon

I saw this last night (using binoculars, full moon so it was extremely clear):

A black line or thin deep black and rigidly straight shadow crossing the Moon in the direction from SE to SSW. Amazing! I can't figure out what it could have been since the line advanced till it sectioned the Moon then slowly disappeared from the same direction.

In addition the section seemed to reduce in size by the time the line had crossed, even though the line remained straight and wasn't warped at all. Strano.

This was around 19h30-35 GMT.

Discussioni correlate:

Of course it wasn't a cable, nor anything near me like that, nor anything trapped in or on the binoculars. I'm not stupid, you guys.

It advanced in a straight line like a very long arrow. Once the front part had reached the other edge of the Moon the line ran right across the visible surface, then started to disappear by the 'tail' end. An aeroplane, even very high up, should have had visible lights against the contrasting night sky, yet there were none to be seen (and I'm very used to seeing aeroplanes). I suppose it's possible that the angle prevented me from perceiving the lights though. But why would the line have been so long I ask myself?

I've never seen anything like it before and if it were merely an aeroplane then I should have noticed this many times before on nights when the Moon is full.

Sorry I asked anyhow. I'll now go off and buy some chocolate to cheer myself up.

Originariamente inviato da Numsgil

The hand of time rested on the half-hour mark, and all along that old front line of the English there came a whistling and a crying. The men of the first wave climbed up the parapets, in tumult, darkness, and the presence of death, and having done with all pleasant things, advanced across No Man's Land to begin the Battle of the Somme. - Poet John Masefield.

Last night I saw something similar to what moonwolf described. atleast what was described is the closest thing I've been able to find online. Last night was very foggy here (Bay Area, Ca) so the moon was very hazy.It was also big and bright since the full moon was daybefore yesterday.
Went out to have a smoke and noticed a black line, or shadow of some kind, going across the moon left to right at the very top. Then the line started moving down. It wasn't quite as slow as you would expect, say, a cloud to move. But it was a solid black stripe. It moved down passing over the moon completely. Then it seemed to stop moving down at all and I could see light from the moon bouncing off if it. It seemed to move to the left, or east away from the beach and the reflection of the moons light faded.

But I have no clue what 'it' was. I've never seen a cloud like that before. I've never really seen anything like that before. Would be interested in the scientific explanation of anyone is familiar.
Grazie

Originariamente inviato da MoonWolf Of course it wasn't a cable, nor anything near me like that, nor anything trapped in or on the binoculars. I'm not stupid, you guys. Originariamente inviato da marcutio

hi
on the evening of 25 dec 2010 i saw a vertical black line which went right across the visible moon and passed slowly from left to right.

did anyone else witness this or have a reasonable explanation?

Originariamente inviato da colstev

hi
on the evening of 25 dec 2010 i saw a vertical black line which went right across the visible moon and passed slowly from left to right.

did anyone else witness this or have a reasonable explanation?

I like the Contrail theory. Contrails are more common than people think.

Jets (and even turboprops) do naturally leave contrails. From the engines heating up cold air and humidifying suspended water particles which will then form contrails, to lowering air pressure sharply over the wings causing visible vortexes. These are 2 different effects that look similar but will be produced from different parts of an aircraft. (vortexes from the wings, especially but not exclusivley from the wing tips, and contrails from about 20 to 100 feet behind the engine exhausts). Variations in the presence, thickness and persistence of these effects come about through variation in air temperature, humidity, air pressure, dewpoint, windspeed and altitude.

Here's a nice shot I got with a quick google search. looks like a fairly high magnification with good lighting. No idea of the aircraft's altitude.

Originariamente inviato da musicalaviator

Here's a nice shot I got with a quick google search. looks like a fairly high magnification with good lighting. No idea of the aircraft's altitude.

Originariamente inviato da musicalaviator

Here's a nice shot I got with a quick google search. looks like a fairly high magnification with good lighting. No idea of the aircraft's altitude.

On the 20th January 2011 at approx 07.30am-07.40am,in the county of Hampshire,South UK,
We had a very large full moon and there was a tinge of orange in colour,I noticed a black line sim to that of a pencil line move from the base of the moon toward the top then it went over the moon top and vanished this took aprox 20 seconds to complete its journey!
I never mentioned this but my husband then said "What was that black line thats just gone over the moon"
so he saw it as well,i then told him what Id seen also!

Does anyone know what this was??

It wasnt a plane trail,it wasnt a wire and it defo wasnt our imagination!!
Jilly :-D

Originariamente inviato da SkinWalker Originariamente inviato da JILLY73HANTS Originariamente inviato da MoonWolf

I saw this last night (using binoculars, full moon so it was extremely clear):

A black line or thin deep black and rigidly straight shadow crossing the Moon in the direction from SE to SSW. Amazing! I can't figure out what it could have been since the line advanced till it sectioned the Moon then slowly disappeared from the same direction.

In addition the section seemed to reduce in size by the time the line had crossed, even though the line remained straight and wasn't warped at all. Strano.

This was around 19h30-35 GMT.

This was NOT something passing over your binoculars my friend and I saw it too!

It was March 19th right? Where were you in the world when you saw it? We were looking out if my brother's bedroom window (open) in the South East of London at around half past 7. We saw the exact same thing. A black line appeared over the moon, and then, fairly slowly, passed accross it and out of sight. The 'end' or 'tip' of it seemed to linger at the edge for a few seconds extra as well, before it passed out of sight. We thought it looked something like a pencil in shape, with a point at the end.

We both saw it at the same moment, and were viewing with the naked eye, no magnification or cameras. It was strange man! I'm glad somebody else saw it. I've just been scouring you tube but can't seem to find anything of it. Very interesting!

Uhhh, no the original post is from Mar 12, 2009

This time of year, my prime suspect would be a flock of geese.

Originariamente inviato da MoonWolf

I saw this last night (using binoculars, full moon so it was extremely clear):

A black line or thin deep black and rigidly straight shadow crossing the Moon in the direction from SE to SSW. Amazing! I can't figure out what it could have been since the line advanced till it sectioned the Moon then slowly disappeared from the same direction.

In addition the section seemed to reduce in size by the time the line had crossed, even though the line remained straight and wasn't warped at all. Strano.

This was around 19h30-35 GMT.

Me and my wife also saw it yesterday night here in Switzerland !

A thin vertical line, very black, very sharp, nothing comparable to a plane, cloud, trail, etc. Disappeared after 10-20 seconds.

A total eclipse is forecasted for tonight, could it be some kind of early manifestation ? What do you think ?

It is a contrail, and it happens all the time.

See the following link. Remember that these photo's are taken with magnification so the detail shown will be greater than what your naked eye will see.

The lines appear black since the moon is brighter than any reflected light off the contrail. The line disappears when the contrail dissipates, which is why it disappears in the same direction as it was formed in. Direction of the line does not have any bearing since the plane can cross the moon in any direction. "Bottom" of the moon is not down, in the Northen hemisphere it would be south. So a plane travelling south to north would bisect the moon "bottom" to "top".

Thanks for taking the time to reply, I'm sure there's a logical explanation and it may well be a contrail as you suggest. It's disturbing though that not one picture of the site looks like what we have seen, which was thinner and sharper, but as you say it may be because of the camera.

Another thing annoys me. If it was a contrail, it had to be very far away because I could see and recognized easily other nearby contrails in the sky that night and this line was a lot thinner. If it was indeed far away, the real distance flight by the plane so that the line crossed entirely the moon as seen from my position must have been long. How come then that the line disappeared entirely in 10-20 seconds ? If the wind was strong or the conditions where fulfilled for the trail to dissipate very quickly, then the end of the trail should have been erased before the plane had time to fully "cross" the moon from my perspective, see what I mean ?

BTW, the full eclipse last night was beautiful

Contrails exhibit a number of different behaviours as they form and dissapate, depending on the temperatur and humidity of the environment. Sometimes they last mere seconds, sometimes they become permanent clouds. Sometimes they expand, sometimes they remain very thin. Sometimes they twist, sometimes they remain straight as a pencil line. Sometimes they form, sometimes they don't.

I find it fascinating to watch them.

Originariamente inviato da JILLY73HANTS

On the 20th January 2011 at approx 07.30am-07.40am,in the county of Hampshire,South UK,
We had a very large full moon and there was a tinge of orange in colour,I noticed a black line sim to that of a pencil line move from the base of the moon toward the top then it went over the moon top and vanished this took aprox 20 seconds to complete its journey!
I never mentioned this but my husband then said "What was that black line thats just gone over the moon"
so he saw it as well,i then told him what Id seen also!

Does anyone know what this was??

It wasnt a plane trail,it wasnt a wire and it defo wasnt our imagination!!
Jilly :-D

I once got an effect like this, and it look me ages to figure out what had happened.
Now I can repeat it everytime.

My small telescope has a shiny metal tripod, and if I use a tourch to check anything it can reflect a bright line into my eyes.
If the then look at the moon this turns into a dark line where the eye is less sensertive to light.

Not saying this is what you saw, but it spooked me at the time.

There are many single engine jets. The contrails can persist for seconds, minutes, hours, or seed an overcast sky depending on the atmospheric conditions at that altitude, so the jet can be long gone while the contrail is still there.

As a meteor observer, I spend many hours watching the whole sky during dozens of nights a year. I've learned a lot about how contrails behave, enough to make me curious enough that I pay special attention to them during the day whenever I go outside as well.

Originariamente inviato da MAZBAZ

An airplane that flies overhead and then disappears over the horizon (or vice versa) will leave a vertical contrail.

A line that goes from the horizon to directly overhead is a vertical line.

Hi all, I saw this on Tuesday evening 6th February 2012 from Preston Lancashire UK, about 5.50pm, a straight black line moving across the moon from a SW to NE diagonal direction. I moved steadily and took about 15 seconds maybe and then was gone. It had been a really foggy day and still was at this time so there was a thick like light haze around the moon but none of the shadow was on this just on the moon. My son was with me and saw it too. It was a very clear full moon you could see the all the craters or 'face' on it really clear, looked it up and it was actually the day before a full moon.
I'm not into aliens and UFO's so I'd love to know what it was, the line was thickish like a pencil width and had very clear straight edges not like a cloud or plane contrail and it moved steadily kind of like something scanning or you'd think possibly like the shadow of a plane wing but it didn't look anything like a plane wing it was just a line and there was no shadow in the light around the moon. Possibly could have been the shadow of the line of a satelite wing? but big enough to cover the whole moon? Really odd, I don't know much about physics and how things can cast shadows like that, does anyone know what it might have been?

I have been reading other posts and looking at some of the picture links, is it possible to get a contrail line shadow that has very straight edges and is a dark black line that does not fade and is the same width all along till it passes? it was a thick black line so would it have to have been the shadow of something near the moon or near the earth? Help


How does the illumination of the sky from the sun compare to that of the moon? - Astronomia

Solar energy is created deep within the core of the Sun. It is here that the temperature (15,000,000° C 27,000,000° F) and pressure (340 billion times Earth's air pressure at sea level) is so intense that nuclear reactions take place. This reaction causes four protons or hydrogen nuclei to fuse together to form one alpha particle or helium nucleus. The alpha particle is about .7 percent less massive than the four protons. The difference in mass is expelled as energy and is carried to the surface of the Sun, through a process known as convection, where it is released as light and heat. Energy generated in the Sun's core takes a million years to reach its surface. Every second 700 million tons of hydrogen are converted into helium ashes . In the process 5 million tons of pure energy is released therefore, as time goes on the Sun is becoming lighter.

The chromosphere is above the photosphere. Solar energy passes through this region on its way out from the center of the Sun. Faculae and flares arise in the chromosphere. Faculae are bright luminous hydrogen clouds which form above regions where sunspots are about to form. Flares are bright filaments of hot gas emerging from sunspot regions. Sunspots are dark depressions on the photosphere with a typical temperature of 4,000°C (7,000°F).

The corona is the outer part of the Sun's atmosphere. It is in this region that prominences appears. Prominences are immense clouds of glowing gas that erupt from the upper chromosphere. The outer region of the corona stretches far into space and consists of particles traveling slowly away from the Sun. The corona can only be seen during total solar eclipses.

The Sun appears to have been active for 4.6 billion years and has enough fuel to go on for another five billion years or so. At the end of its life, the Sun will start to fuse helium into heavier elements and begin to swell up, ultimately growing so large that it will swallow the Earth. After a billion years as a red giant, it will suddenly collapse into a white dwarf -- the final end product of a star like ours. It may take a trillion years to cool off completely.

Sun Statistics
Mass (kg)1.989e+30
Mass (Earth = 1)332,830
Equatorial radius (km)695,000
Equatorial radius (Earth = 1)108.97
Mean density (gm/cm^3)1.410
Rotational period (days)25-36*
Escape velocity (km/sec)618.02
Luminosity (ergs/sec)3.827e33
Magnitude (Vo)-26.8
Mean surface temperature6,000°C
Age (billion years)4.5
Principal chemistry

* The Sun's period of rotation at the surface varies from approximately 25 days at the equator to 36 days at the poles. Deep down, below the convective zone, everything appears to rotate with a period of 27 days.

  • Hinode Animations
  • STEREO: Feb. 25, 2007 eclipse movie.
  • SOHO - Halo Mass Ejection Event.
  • SOHO - Halo Mass Ejection Event - Zoomed Out.
  • SOHO - Explosive Coronal Mass Ejections from the Sun.
  • SOHO-6 Comet at 2-6 solar radii from the Sun.
  • Solar Magnetic Field Map
  • Man's Fascination of the Sun.
  • The Sun's interior, photosphere, and corona.
  • Sun's magnetic field, prominences, solar wind, aurora.
  • Corona Animation of Solar Prominences.
  • 1993-1994 animation of the Sun as seen in soft x-rays.
  • 1994 Eclipse.
  • A QuickTime movie (15 Mbyte) of the above eclipse.
  • A 3d movie of convection. (Courtesy of Andrea Malagoli)

Sun Prominence
This image was acquired from NASA's Skylab space station on December 19, 1973. It shows one of the most spectacular solar flares ever recorded, propelled by magnetic forces, lifting off from the Sun. It spans more than 588,000 km (365,000 miles) of the solar surface. In this photograph, the solar poles are distinguished by a relative absence of supergranulation network, and a much darker tone than the central portions of the disk. (Courtesy NASA)

Comet SOHO-6 and Solar Polar Plumes
This image of the solar corona was acquired on 23 December 1996 by the LASCO instrument on the SOHO spacecraft. It shows the inner streamer belt along the Sun's equator, where the low latitude solar wind originates and is accelerated. Over the polar regions, one sees the polar plumes all the way out to the edge of the field of view. The field of view of this coronagraph encompasses 8.4 million kilometers (5.25 million miles) of the inner heliosphere. The frame was selected to show Comet SOHO-6, one of seven sungrazers discovered so far by LASCO, as its head enters the equatorial solar wind region. It eventually plunged into the Sun. (Courtesy ESA/NASA)

Eclipse From STEREO Spacecraft
This is a frame from the Feb. 25, 2007 movie of the transit of the Moon across the face of the Sun. This sight was visible only from the STEREO-B spacecraft in its orbit about the sun, trailing behind the Earth. NASA's STEREO mission consists of two spacecraft launched in October, 2006 to study solar storms. The transit started at 1:56 am EST and continued for 12 hours until 1:57 pm EST. STEREO-B is currently about 1 million miles from the Earth, 4.4 times farther away from the Moon than we are on Earth. As the result, the Moon appeared 4.4 times smaller than what we are used to. This is still, however, much larger than, say, the planet Venus appeared when it transited the Sun as seen from Earth in 2004. (Courtesy NASA)

The Unquiet Sun
This sequence of images of the the Sun in ultraviolet light was taken by the Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) spacecraft on February 11, 1996 from its unique vantage point at the "L1" gravity neutral point 1 million miles sunward from the Earth. An "eruptive prominence" or blob of 60,000°C gas, over 80,000 miles long, was ejected at a speed of at least 15,000 miles per hour. The gaseous blob is shown to the left in each image. These eruptions occur when a significant amount of cool dense plasma or ionized gas escapes from the normally closed, confining, low-level magnetic fields of the Sun's atmosphere to streak out into the interplanetary medium, or heliosphere. Eruptions of this sort can produce major disruptions in the near Earth environment, affecting communications, navigation systems and even power grids. (Courtesy ESA/NASA)

A New Look at the Sun
This image of 1,500,000°C gas in the Sun's thin, outer atmosphere (corona) was taken March 13, 1996 by the Extreme Ultraviolet Imaging Telescope onboard the Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) spacecraft. Every feature in the image traces magnetic field structures. Because of the high quality instrument, more of the subtle and detail magnetic features can be seen than ever before. (Courtesy ESA/NASA)

X-Ray Image
This is an X-ray image of the Sun obtained on February 21, 1994. The brighter regions are sources of increased X-ray emissions. (Courtesy Calvin J. Hamilton, and Yohkoh)

Solar Disk in H-Alpha
This is an image of the Sun as seen in H-Alpha. H-Alpha is a narrow wavelength of red light that is emitted and absorbed by the element hydrogen. (Courtesy National Solar Observatory/Sacramento Peak)

Solar Flare in H-Alpha
This is an image of a solar flare as seen in H-Alpha. (Courtesy National Solar Observatory/Sacramento Peak)

Solar Magnetic Fields
This image was acquired February 26, 1993. The dark regions are locations of positive magnetic polarity and the light regions are negative magnetic polarity. (Courtesy GSFC NASA)

Sun Spots
This image shows the region around a sunspot. Notice the mottled appearance. This granulation is the result of turbulent eruptions of energy at the surface. (Courtesy National Solar Observatory/Sacramento Peak)

1991 Solar Eclipse
This image shows the total solar eclipse of July 11, 1991 as seen from Baja California. It is a digital mosaic derived from five individual photographs, each exposed correctly for a different radius in the solar corona. (Courtesy Steve Albers, Dennis DiCicco, and Gary Emerson)

1994 Solar Eclipse
This picture of the 1994 solar eclipse was taken November 3, 1994, as observed by the High Altitude Observatory White Light Coronal camera from Chile. (Courtesy HAO, NCAR)


Guarda il video: Gerhana matahari (Gennaio 2022).