Astronomia

Prove per l'omogeneità dell'universo

Prove per l'omogeneità dell'universo

I cosmologi presumono che l'universo sia omogeneo su larga scala e, in particolare, che le parti non osservabili siano simili all'universo osservabile. A quanto ho capito, una ragione importante per questa ipotesi è semplicemente qualcosa sulla falsariga di "hey, sarebbe davvero strano e sorprendente se il nostro angolo di universo si rivelasse speciale". Anche se questo mi sembra molto ragionevole, mi chiedevo quali altri motivi (se ce ne sono) abbiamo per l'ipotesi. È, per esempio, previsto dal modello del big bang?


Nel modello standard del big bang, l'omogeneità è un presupposto, quindi non può prevedere l'omogeneità. L'omogeneità non è un requisito del modello e in effetti è possibile costruire "modelli di big bang non omogenei" - sebbene debbano ancora essere coerenti con l'evidenza osservativa di un alto grado di omogeneità su larga scala all'interno dell'universo osservabile.

L'ovvia evidenza osservativa dell'omogeneità su larga scala (e, naturalmente, nell'universo osservabile) è la levigatezza del fondo cosmico a microonde (CMB). Il CMB è molto, molto uniforme - con perturbazioni (escluso il dipolo su larga scala) a livello di 1 parte in $10^5$.

Possiamo dire molto poco sull'universo inosservabile, poiché è... inosservabile. E poiché è inosservabile, non ha alcuna influenza su di noi e non può influenzare l'utilità del Modelli usiamo per spiegare l'universo osservabile.

NB: il big bang è solo un modello di come funziona l'universo, con parametri regolabili tra cui materia oscura, densità di energia del vuoto e omogeneità, non una teoria.