Universo

Nebulosa a matita Nebulose della nostra galassia

Nebulosa a matita Nebulose della nostra galassia

I resti di una stella esplosa migliaia di anni fa creano un'immagine astratta nella nostra galassia, come si vede nella foto scattata dal telescopio spaziale Hubble della Nebulosa Matita. Conosciuta come NGC 2736, la Nebulosa Matita fa parte del residuo della supernova Vela, scoperto da Sir John Herschel nel 1840 e la cui forma lineare le ha dato quel nome popolare. La forma della nebulosa suggerisce che fa parte di un fronte d'urto di una supernova che ha incontrato una regione di gas denso, che ha fatto brillare la nebulosa.

L'immagine mostra grandi strutture filamentose, piccoli "nodi" luminosi e chiazze di gas diffuso. La regione catturata in questa immagine è lunga 3/4 di un anno luce. Il residuo della supernova Vela è lungo circa 114 anni luce e dista 815 anni luce dal Sistema solare.

L'esplosione di una supernova ha lasciato un impulso nel cuore della regione di Vela. Sulla base della velocità con cui questo oggetto sta rallentando la sua rotazione, gli astronomi ritengono che l'esplosione avrebbe potuto avvenire 11.000 anni fa. La stella che è morta come una supernova avrebbe potuto essere 250 volte più luminosa di Venere e sarebbe stata visibile agli osservatori nell'emisfero meridionale in pieno giorno. Se l'età dell'evento è corretta, ciò significherebbe che l'esplosione iniziale ha spinto materiale dalla stella a 35 milioni di km all'ora. Con l'espandersi del residuo di supernova, la velocità dei suoi filamenti è diminuita. La nebulosa dell'immagine si sposta ora a circa 640.000 km / h.

◄ PrecedenteAvanti ►
Nebulosa della CarinaLa nebulosa del cigno
Album: Foto della Galleria dell'Universo: Nebulose della nostra galassia

Video: LE NEBULOSE PLANETARIE (Settembre 2020).