Astronomia

La relazione tra il lato illuminato della luna e il sole

La relazione tra il lato illuminato della luna e il sole

Durante i diversi giorni in cui si vedono sia il sole che la luna, noto che l'asse del lato illuminato, illuminato, della luna non passa attraverso il sole, c'è un certo grado di deviazione. Perché?


Suppongo che tu intenda il illuminato lato della Luna (questo non era chiaro dalla domanda originale, ma l'ho modificato).

Supponiamo che ci sia una falce di luna visibile nel cielo durante il giorno. Traccia una linea retta tra le punte della mezzaluna, quindi traccia una linea retta perpendicolare attraverso il suo centro attraverso il cielo. Intuitivamente, quella linea dovrebbero passare attraverso il Sole. Stai dicendo che non è così e ti stai chiedendo perché.

In effetti, quella linea passa attraverso il Sole e quello che vedi è un'illusione ottica.

Se immagini il cielo come un emisfero perfetto, con te al centro, la geometria si abbinerà. Ma noi tendiamo a immaginarlo come una cupola appiattita, probabilmente perché l'orizzonte è ovviamente lontano, ma non abbiamo punti di riferimento per lo zenit quindi lo immaginiamo più vicino. Questa è (parte di) la fonte dell'"illusione della Luna", dove la Luna appare più grande quando è vicina all'orizzonte. In effetti, ha quasi la stessa dimensione angolare, ma poiché immaginiamo che sia più lontano, deve essere "più grande".

La stessa distorsione della geometria del cielo fa sembrare che l'asse del lato illuminato della Luna non punti direttamente al Sole.

La prossima volta che lo vedi, prova a sollevare un'asta diritta che interseca sia il Sole che la Luna. Penso che scoprirai che l'asta passa direttamente attraverso l'asse del lato illuminato della Luna.


Cos'è una luna crescente?

Come probabilmente avrai notato, la Luna ha un aspetto diverso da una sera all'altra. A volte vediamo una Luna Nuova, quando la Luna è avvolta nell'ombra. Altre volte, vediamo una luna piena, quando l'intera faccia della luna è illuminata. E, naturalmente, ci sono le molte fasi intermedie, in cui sono illuminate parti della Luna.

Questo è ciò che viene chiamato ciclo lunare, un periodo di 29 giorni e mezzo (noto anche come mese lunare) in cui la Luna diventa più luminosa e più fioca, a seconda del suo orientamento con la Terra e il Sole. Durante la prima metà di un mese lunare, quando la quantità di illuminazione sulla Luna aumenta, gli astronomi la chiamano “luna crescente”.


Fasi lunari

Mentre sediamo comodamente sul pianeta Terra, credendo istintivamente di essere il centro dell'universo, a volte è facile dimenticare che la realtà potrebbe non essere sempre come la vediamo noi umani. La meraviglia visiva ciclica delle fasi lunari, ad esempio, dà l'illusione che diverse quantità di luna siano illuminate man mano che il ciclo procede. E attraverso questo cambiamento, possono sorgere molte implicazioni. In effetti, la mitologia e la leggenda ci hanno fatto credere che la fase lunare dal nostro punto di vista possa avere effetti drastici sul nostro stesso marmo blu.

Può essere controintuitivo apprendere che le fasi lunari non sono in realtà niente di speciale. È semplicemente causato dal modo in cui noi vedere la luna – che è sempre semiilluminata dal Sole, proprio come la Terra (con una possibile eccezione di un'eclissi lunare totale, in cui la luna è completamente nell'ombra della Terra’). La luna, essendo bloccata in marea sul nostro pianeta, deve mostrare sempre lo stesso lato della luna, lasciando l'altro lato, il cosiddetto “lato oscuro” – a noi invisibile. Ma anche questo nome è fuorviante. Il lato oscuro della luna riceve tanta luce quanta ne riceve il “lato chiaro.” Se non lo facesse, non avremmo le nostre bellissime fasi lunari. Una luna nuova si verifica quando tutta la luce del Sole colpisce il “lato oscuro,” non lasciandone nessuna per il lato che ci è familiare.

Dal momento che la luna è sempre semi-illuminato, le fasi dipendono esclusivamente dalla nostra prospettiva di esso. Un quarto lunare, in cui la luna appare mezza illuminata, siamo semplicemente noi che la vediamo esattamente di lato. In una luna piena, vediamo la sua intera faccia illuminata. Le lune crescenti più stereotipate sono semplicemente la luna vista da un'angolazione in cui è illuminata una parte maggiore del “lato oscuro” dal nome scadente rispetto al lato chiaro. Non c'è davvero nulla di misterioso nel lato della luna che non vediamo mai, né c'è nulla di ultraterreno nelle fasi abbastanza prevedibili della luna.

Ma chissà – forse ci sono quelli che temono di guardare nel cielo notturno una volta ogni 29,5 giorni.


La prima eclissi lunare del 2021 accadrà durante le prime ore del 26 maggio. Ma questo sarà un evento particolarmente super lunare, in quanto sarà una superluna, un'eclissi lunare e una luna rossa contemporaneamente.

Allora, cosa significa tutto questo? Cos'è una super luna? Una superluna si verifica quando una luna piena o nuova coincide con l'approccio più vicino della Luna alla Terra. L'orbita della Luna intorno alla Terra non è perfettamente circolare. Ciò significa che la distanza della Luna dalla Terra varia mentre gira intorno al pianeta. Il punto più vicino dell'orbita, chiamato perigeo, è circa 28.000 miglia più vicino alla Terra rispetto al punto più lontano dell'orbita.

Una luna piena che si verifica vicino al perigeo è chiamata superluna. Allora perché è super? La vicinanza relativamente ravvicinata della Luna la fa sembrare un po' più grande e più luminosa del solito, anche se la differenza tra una superluna e una luna normale è solitamente difficile da notare a meno che non si guardino due immagini affiancate. Come funziona un'eclissi lunare? Un'eclissi lunare si verifica quando l'ombra della Terra copre tutta o parte della Luna.

Questo può accadere solo durante la luna piena, quindi prima aiuta a capire cosa rende una luna piena. Come la Terra, metà della Luna è illuminata dal sole in qualsiasi momento. La luna piena si verifica quando la Luna e il Sole si trovano sui lati opposti della Terra. Ciò ti consente di vedere l'intero lato illuminato, che sembra un disco rotondo nel cielo notturno. Se la Luna avesse un'orbita totalmente piatta, ogni luna piena sarebbe un'eclissi lunare. Ma l'orbita della Luna è inclinata di circa 5 gradi rispetto all'orbita terrestre. Quindi, la maggior parte delle volte una luna piena finisce un po' sopra o sotto l'ombra proiettata dalla Terra.

Ma due volte in ogni orbita lunare, la Luna si trova sullo stesso piano orizzontale sia della Terra che del Sole. Se questo corrisponde ad una luna piena, il Sole, la Terra e la Luna formeranno una linea retta e la Luna passerà attraverso l'ombra della Terra. Ciò si traduce in un'eclissi lunare totale. Per vedere un'eclissi lunare, devi essere sul lato notturno della Terra mentre la Luna attraversa l'ombra.

Perché la luna sembra rossa? Quando la Luna sarà completamente coperta dall'ombra della Terra si scurirà, ma non diventerà completamente nera. Invece, assume un colore rosso, motivo per cui le eclissi lunari totali sono talvolta chiamate lune rosse o di sangue. La luce solare contiene tutti i colori della luce visibile. Le particelle di gas che compongono l'atmosfera terrestre hanno maggiori probabilità di disperdere lunghezze d'onda della luce blu mentre le lunghezze d'onda più rosse passano attraverso. Questo è chiamato scattering di Rayleigh, ed è per questo che il cielo è blu e le albe e i tramonti sono spesso rossi. Nel caso di un'eclissi lunare, la luce rossa può attraversare l'atmosfera terrestre e viene rifratta – o piegata – verso la Luna, mentre la luce blu viene filtrata. Questo lascia la luna con una pallida tonalità rossastra durante un'eclissi. Spero che tu possa andare a vedere questa super eclissi lunare. Quando lo farai, ora saprai esattamente cosa rende uno spettacolo così speciale.

Direttore, Abrams Planetarium, Dipartimento di Fisica e Astronomia, Michigan State University (The Conversation)


Che cos'è una luna nuova?

Per gli astronomi, una luna nuova significa niente luna! Per molte culture, tuttavia, la Luna Nuova ha un significato speciale. Scopri di più sulla Luna Nuova.

Che cos'è una luna nuova?

Una luna nuova è essenzialmente l'opposto di una luna piena. Durante una luna piena, vediamo il lato della Luna che viene illuminato dal Sole, dando alla Luna il suo aspetto luminoso e luminoso. Durante una Luna nuova, tuttavia, vediamo il lato della Luna che non è illuminato dal Sole, il che fa fondere la Luna con il cielo notturno scuro.

Quando la Luna è "nuova", si trova tra la Terra e il Sole. In altre parole, la Luna è in linea con il Sole e il Sole e la Terra sono sui lati opposti della Luna. (Nota che quando c'è la Luna perfettamente allineato di fronte al Sole, blocca il Sole, dandoci un'eclissi solare.)

La luna nuova segna l'inizio di un ciclo lunare. Ciò significa che c'è una Luna nuova circa una volta al mese, perché la Luna impiega circa un mese (29,5 giorni) per orbitare attorno alla Terra.

In effetti, la parola Luna condivide le sue origini con la parola latina metri, che significa misurare, e mestruazioni, che significa mese. La Luna è chiamata Luna perché è usata per misurare i mesi.

Quando è la prossima luna nuova?

Dai un'occhiata al nostro Calendario delle fasi lunari per scoprire quando si verificherà la prossima Luna nuova.

Quando sorge la luna nuova?

La Luna Nuova sorge sempre vicino all'alba! Guarda la nostra pratica tabella su "Quando sorgerà la luna stanotte?"

Mentre la Luna nuova attraversa il cielo durante il giorno, sorgendo e tramontando all'incirca alla stessa ora del Sole, si perde nel bagliore solare. Guarda quando la Luna sorgerà e tramonterà nella tua zona!

La Luna nuova si illumina anche da dietro, mostrandoci il suo lato oscuro. È doppiamente invisibile. Le lune nuove generalmente non possono essere viste ad occhio nudo.

Un giorno o due dopo la luna nuova di ogni mese, una luna crescente molto sottile diventa sempre visibile a ovest dopo il tramonto. Potrebbe apparire più luminoso del solito.

E sette giorni dopo la luna nuova, la luna crescente raggiunge il suo stadio del primo quarto quando è illuminata al 50%. Scopri perché lo chiamiamo quarto di luna piuttosto che mezza luna.

Folclore della luna nuova

qui a L'Almanacco del Vecchio Contadino, la Luna Nuova è fortemente associata a Gardening by the Moon. Secondo questa pratica secolare, si dovrebbero piantare ortaggi che portano i raccolti fuori terra durante la luce, o la cera, della Luna: dal giorno in cui la Luna è nuova al giorno in cui è piena.

Osserviamo anche le fasi lunari per determinare molte festività in base al calendario lunare. Ad esempio, la data di Pasqua è determinata dalla fase lunare.

E, naturalmente, molti osservatori del cielo attendono con impazienza il ritorno della Luna nel cielo serale con il primo avvistamento della mezzaluna crescente uno o due giorni dopo. Questa mezzaluna molto sottile è sempre bassa nel crepuscolo serale.

Dopo l'assenza della Luna per alcuni giorni, è una specie di rinascita lunare. Pertanto, molte culture ruotavano le cerimonie attorno a quella prima apparizione della Luna nuova.

Per i musulmani, il suo avvistamento segna ufficialmente l'inizio di ogni mese. Il prossimo avvistamento imminente della giovane Luna segnerà la fine del sacro mese di digiuno del Ramadan.

Lato oscuro della luna

Spesso ci viene chiesto del lato "oscuro" della Luna. Non esiste un "lato" continuamente oscuro della Luna. Ogni parte della Luna ha sia il giorno che la notte a intervalli di mezzo mese. Scopri di più sul lato oscuro o lontano della Luna.

Un sorriso o l'arco di un arciere?

A volte ci viene chiesto quando la Luna "sorride". Solo a fine inverno (gennaio e febbraio) la luna crescente sembra un sorriso. Il resto dell'anno è più o meno illuminato sul lato destro, soprattutto in autunno. (La falce di luna non è mai orientata come un cipiglio).

Non sono belle le lune crescenti? Chi può resistere?

Leggi di più sulle lune crescenti nel mio articolo, "By the Light of the Slivery Moon".


Attività di Astronomia #2: Movimenti di Nonno Sole

Negli insegnamenti Anishinaabe, il Sole è chiamato il nostro Mishomis, o Nonno. Sun è anche conosciuto come giizis in Anishinaabemowin. Poiché la Terra ruota continuamente intorno a lui, Nonno Sole anticipa il mattino per dare luce e calore a tutta la creazione. Il Sole, la Luna e la Terra lavorano insieme per fornire il dono della vita. Queste tre entità si relazionano tra loro in modo familiare governando congiuntamente i sistemi del nostro pianeta.

Guardando un'alba o un tramonto, può sembrare che il Sole si muova intorno a noi, ma in realtà è il contrario! La Terra ruota attorno al Sole su un asse inclinato. Ruotando su un'inclinazione, questo fa sì che le aree della Terra sperimentino diversi livelli di luce solare durante tutto l'anno. Dove siamo nell'emisfero settentrionale, questo significa che sperimentiamo più ore di luce solare in estate e meno in inverno.

Quando Nonno Sole splende sulla Terra, ha tempo per riscaldarsi. Una volta che il Sole è tramontato, la Terra ha il tempo di raffreddarsi di nuovo. Uno dei motivi per cui sperimentiamo giornate più calde in estate è a causa delle prolungate esposizioni della Terra al sole. Un ottimo modo per conoscere il movimento di Nonno Sole è osservare le ombre create!

Tracciare le ombre di Nonno Sole

Carta, oggetto, utensile da scrittura

1. Trova una finestra in casa che sia esposta alla luce solare diretta.

2. Posiziona un giocattolo o un oggetto su una superficie vicino alla finestra, come un tavolo o un bancone.

3. Posiziona un pezzo di carta sul lato opposto di questo oggetto rispetto al sole, in modo da poter catturare l'ombra con la tua carta.

4. Traccia l'ombra dell'oggetto e registra l'ora in cui è stata tracciata.

5. Lascia il tuo oggetto e la carta lì e ogni ora circa, controlla il pezzo di carta e vedi se l'ombra si è mossa. In caso affermativo, traccia la nuova ombra e registra il tempo.

In che direzione si muove l'ombra? Come si collega questo ai movimenti della Terra intorno al Sole?

Se sei interessato a scaricare queste grafiche, ecco il link al file PDF!

Il programma Giizhigoong è sostenuto attraverso un fondo commemorativo istituito dalla famiglia di Adam Evans. Siamo orgogliosi di sostenere l'eredità dell'educazione scientifica nel campo dell'astronomia resa possibile grazie a questo finanziamento. Miigwech!


Come vediamo il sole e la luna?

Da quando l'uomo è apparso per la prima volta sulla terra, la luna è stata un mistero per lui. Anticamente era addirittura venerato.

La luna piena è sempre dalla parte opposta della terra rispetto al sole. Alle latitudini dove la maggior parte di.

La luna è molto importante per la terra in cui viviamo infatti se non fosse per la luna il mondo sarebbe.

La Luna è il satellite naturale della Terra. È considerato il quinto satellite più grande del solare.

Sì. La Terra gira intorno al sole, e se anche la luna non girasse intorno al sole non lo farebbe.

Una volta ogni 28 giorni ca. La luna orbita intorno alla terra. Quando la luna è dalla parte opposta.

Sì, perché tutti e 3 ruotano continuamente, e c'è una visuale su un lato della terra, e poi.

Quando è una luna nuova, vediamo il lato oscuro completo. Quando è una falce di luna, vediamo molto del buio.

Il "vedere" dei volti sulla luna e in vari modelli è chiamato "matrixing" e accade perché.

La terra sarebbe una roccia ghiacciata e senza vita attaccata al lato di una roccia molto più grande. Nell'oscurità. .


La luna ha un nucleo ricco di ferro con un raggio di circa 205 miglia (330 km). La temperatura nel nucleo è probabilmente di circa 2.420 a 2.600 F (1.327 a 1.427 C). Il nucleo riscalda uno strato interno di mantello fuso, ma non è abbastanza caldo da riscaldare la superficie della luna. Poiché è più piccola della Terra, le temperature interne della luna non salgono così in alto.

"Non è così caldo [come l'interno della Terra] perché la luna è più piccola e quindi anche la sua pressione interna è più piccola", ha detto lo scienziato planetario della NASA Renee Webber durante una chat online ospitata dalla NASA. "Le temperature sono probabilmente inferiori a quelle della Terra".


Come i Pink Floyd sono diventati la rock band di riferimento per gli scienziati spaziali

Nel marzo 1973, Roger Waters e Nick Mason furono intervistati sulla rivista rock britannica Zigzag. I Pink Floyd erano appena usciti Lato oscuro della luna. Alla domanda su cosa pensassero della loro musica descritta come "space rock", puoi quasi sentire Waters gemere mentre risponde: "Cristo! Non leggo quasi mai fantascienza... La gente ascolta Lato oscuro della luna e lo chiami 'space rock' solo perché ha la luna nel titolo…”

Nonostante Waters abbia rifiutato il tag, i Pink Floyd hanno avuto una forma passata. Nel Zigzag intervista, Waters ha ammesso a malincuore che, sì, avevano scritto tre canzoni che andavano bene: Imposta i controlli per il cuore del sole, Astronomy Domine e Lascia che ci sia più luce.

In effetti, Waters in seguito disse di aver preso in prestito il testo di Imposta i controlli... da un libro di antica poesia cinese piuttosto che da un romanzo di fantascienza. Detto questo, 1967 Astronomia Domine è iniziata con il suono del co-manager dei Pink Floyd Peter Jenner che recitava un elenco di pianeti e segni zodiacali attraverso un megafono con la sua migliore voce da maestro di scuola.

Nel frattempo, Lascia che ci sia più luce, una canzone scritta da Waters e pubblicata come singolo negli Stati Uniti nel 1968, si basava su una fiaba raccontata da uno dei roadie dei Floyd il cui padre sosteneva di aver visto un'astronave aliena atterrare a Mildenhall nelle paludi di Cambridge.

Certamente, negli anni '70, i Floyd stavano scrivendo canzoni su questioni più terrene ed emozioni umane. Ma, musicalmente, molti dei loro più grandi paesaggi sonori onirici (Echi e Brilla diamante pazzo per citarne solo due) evocava ancora la sensazione di fluttuare nello spazio, comodamente insensibile e piacevolmente disconnesso dal Pianeta Terra.

Inoltre, il 20 luglio 1969, i Pink Floyd si esibirono in uno studio televisivo della BBC, fornendo una jam strumentale a mano libera mentre la stazione trasmetteva filmati del primo sbarco sulla luna. Il programma della BBC, Omnibus: e se fosse solo formaggio verde?, comprendeva anche gli attori Dudley Moore, Ian McKellan, Michael Hordern e Judi Dench al fianco dei Pink Floyd.

"La programmazione era un po' più flessibile in quei giorni", ha detto David Gilmour Il guardiano nel 2009, “e se un produttore di un programma a tarda notte ne avesse voglia, farebbe qualcosa di un po' strano... Era una trasmissione in diretta, e c'era un gruppo di scienziati su un lato dello studio, con noi dall'altra.

"Stavano trasmettendo lo sbarco sulla luna e hanno pensato che per fornire un po' di pausa ci avrebbero mostrato il jamming", ha aggiunto. “Era solo circa cinque minuti. La canzone si chiamava Testa di luna - è un blues di 12 battute piacevole, atmosferico, spaziale". Testa di luna non è mai stato pubblicato ma, inevitabilmente, si può trovare online.

Nella memoria di Gilmour, tuttavia, segnò il punto in cui la musica di Floyd, e soprattutto i testi di Waters, iniziarono a cambiare: "Penso che sia stata una sorta di fine della nostra esplorazione nello spazio".

Tuttavia, il rapporto dei Pink Floyd con lo spazio non era ancora terminato. Diciannove anni dopo il primo sbarco sulla luna, i Floyd sono diventati il ​​primo gruppo rock a far suonare la loro musica nello spazio. Il 22 novembre 1988, i Floyd pubblicarono un album dal vivo, Delicato suono di tuono, registrato al Nassau Coliseum di New York durante il loro recente tour mondiale.

Sei giorni dopo, il 28 novembre, David Gilmour e Nick Mason hanno partecipato al lancio della navicella spaziale sovietica Soyuz TM-7 al cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. L'equipaggio, i cosmonauti Sergei Krikalyov e Alexander Vokov, ha portato con sé una copia su cassetta di Delicato suono di tuono (meno la scatola per motivi di peso).

I cosmonauti avevano richiesto l'ascolto dell'album mentre completavano la loro missione di attracco con la stazione spaziale Mir in orbita. Delicato suono di tuono è stato anche l'unico album dei Pink Floyd a ricevere un rilascio ufficiale in Unione Sovietica. "Dire che siamo entusiasti al pensiero di essere la prima rock band ad essere suonata nello spazio è un eufemismo", ha detto Gilmour.

Per quanto riguarda le grandi acrobazie pubblicitarie, ci potrebbero essere poche cose più grandiose di avere il tuo album riprodotto su un'astronave. All'epoca, i Pink Floyd volevano far conoscere la loro presenza ovunque nel mondo e ora nell'universo. Il tour in cui Delicato suono di tuono è stato registrato ha segnato il grande ritorno dei Pink Floyd, meno Roger Waters. Waters e i suoi ex compagni di band erano stati impegnati in un'aspra guerra di parole sull'uso del nome Floyd, con Waters che minacciava azioni legali e denunciava pubblicamente l'ensemble Gilmour, Mason, Wright come un falso e un falso.

Sfortunatamente per Waters, il suo nuovo album solista, Radio K.A.O.S., aveva venduto modestamente, e il suo recente tour lo ha trovato in difficoltà per riempire i teatri, mentre la sua ex band ha fatto il tutto esaurito negli stadi di calcio. I Pink Floyd hanno suonato il loro nuovo album nello spazio mentre Waters ha lottato per far suonare il suo sulla terra sembrava il colpo finale del coltello.

Dopo aver assaggiato le delizie di Brilla diamante pazzo, Vorrei che tu fossi qui e Noi e loro, i cosmonauti sovietici hanno lasciato la loro copia di Delicato suono di tuono sulla stazione spaziale Mir, e sono tornato a casa. La stazione è rimasta attiva fino al 2001, quando è iniziato un graduale processo di deorbitazione. Alla fine rientrò nell'atmosfera terrestre nel marzo di quell'anno, bruciando e frammentandosi nell'Oceano Pacifico meridionale vicino alle Figi, presumibilmente con la cassetta Floyd ancora a bordo.

Chiaramente, però, i Pink Floyd avevano stabilito un precedente come rock band "go to" per gli scienziati spaziali. Il 10 marzo 2004, la NASA ha usato la canzone dei Floyd Eclisse a partire dal Lato oscuro della luna per "svegliare" la sua sonda robotica, Opportunity, che era atterrata su Marte due mesi prima. Forse, quindi, il viaggio nello spazio dei Pink Floyd non sarà mai veramente finito.


Teotihuacan: Piramide del Sole & Il Mistero di Orione

W2-0006: Piramide del Sole dall'approccio occidentale La Piramide del Sole, o Piramide del Sole, è la più grande piramide di Teotihuacan ed era di gran lunga l'edificio più grande del Nuovo Mondo quando fu completata nel II secolo. Si pensa che ci siano voluti più di 100 anni per costruire e contenga oltre 1,1 milioni di metri cubi di mattoni di fango di adobe al suo interno. Il suo esterno trasandato è il risultato di una sporgenza in mattoni progettata per supportare oltre 60.000 metri quadrati di stucco – che un tempo era dipinto e decorato con murales. Alla sua base, la Piramide del Sole misura 223,5 me la sua vetta raggiunge i 71,2 metri di altezza (puoi vedere quasi le persone che stavano in cima nella fig. W2-0006). Alcune deviazioni dalla sua forma originale sono state causate dall'archeologia aggressiva condotta da Leopoldo Batres all'inizio del XX secolo e questo ha portato in particolare all'aggiunta di un quinto strato vicino alla vetta.

W1-0019: La Piramide del Sole dalla faccia trasandata La dimensione della Piramide del Sole è tale, che traccia immediatamente dei paralleli con la Grande Piramide di Cheope in Egitto. In effetti, quasi incredibilmente, la base della Piramide del Sole è praticamente identica per dimensioni a quella della Grande Piramide di Giza (che misura 230 m). E non è solo la dimensione della Piramide del Sole a trovare un accordo, poiché si trova anche in mezzo a un trio di piramidi che sembrano allineate in modo identico a quelle degli Altopiani di Giza. A Teotihuacan, queste piramidi sono conosciute come la Piramide della Luna (più a nord), la Piramide del Sole (al centro) e la Piramide di Quetzalcoatl. Inoltre, l'allineamento in entrambi i siti riflette chiaramente l'allineamento delle tre stelle della Cintura di Orione (vedi fig. W1-0011). Ciò ha portato ad alcune notevoli teorie sull'antico contatto transoceanico e sulla plausibile esistenza di un'antica super-razza che ha diffuso la conoscenza della geometria e dell'astrologia in tutto il mondo. Si pensa che questi super-umani siano registrati in opere d'arte preistoriche usando forme animali per descrivere le loro origini e la loro saggezza. Questo, si sostiene, spiega le molte divinità antropomorfe strane e spesso simili che si trovano in tutte le Americhe, in Egitto, in Mesopotamia, in India e in Estremo Oriente. W1-0011: L'allineamento di Teotihuacan, Orion e Giza Le somiglianze tra le piramidi di Teotihuacan e quelle di Giza sono innegabili, ma non sono identiche. La Piramide di Quetzalcoatl non è il grande quadrato che è visibile sulle immagini satellitari (come delineato nella fig. W1-0011). Questa grande piazza è una piazza conosciuta come la Ciudadela, e mentre la Piramide di Quetzalcoatl si trova all'interno della Ciudadela, misura un minimo di 60 metri attraverso la sua base. Tuttavia, la Ciudadela misura 233 m di fronte, pari a quella della Grande Piramide, e la Piramide del Sole originariamente misurava 215 m, che è identica alla Piramide di Chefren. Naturalmente, questi risultati identici non sono necessariamente il risultato del contatto, ed è molto più plausibile che entrambi i siti utilizzassero gli stessi calcoli simbolici. Per fare un esempio, se dividi il raggio della terra (6.371 km) per la lunghezza di un ciclo lunare (29,53 giorni) ottieni 215,74 km. Utilizzando tecniche simili, i ricercatori hanno decodificato una serie di collegamenti tra le strutture di Teotihuacan, gli oggetti celesti, la geometria e il tempo (ci sono molti libri su questo argomento).

Non è solo la dimensione della Piramide del Sole che sembra codificare la conoscenza, ma anche il suo allineamento alle 15.25 a nord del vero-est, il che significa che ha affrontato il tramonto l'11 agosto e il 29 aprile (dell'anno successivo ). Ci sono 260 giorni che separano questi due tramonti, il che equivale al numero di giorni nel Sacro-Calendario. Il sole poi continua a nord fino al Tropico del Cancro e ritorna 105 giorni dopo, e
W1-0010: Veduta aerea, a dimostrazione dello strano allineamento della piattaforma Adosado, è possibile che la piattaforma Adosada nella parte anteriore della Piramide sia stata progettata per puntare all'evento solstiziale, perché è considerevolmente inclinata con un angolo di circa 21º a nord di est. Questi allineamenti e misurazioni sacri si trovano non solo all'interno della Piramide del Sole, ma anche nella sua relazione con altre strutture. Ad esempio, durante il 3° secolo la Piramide della Luna misurava 87,15 m, che era circa il 40% delle dimensioni della Piramide del Sole. Tra il 29 aprile e l'11 agosto ci sono 105 giorni, ovvero il 40% di 260. Quindi la Piramide del Sole rappresentava il calendario rituale di 260 giorni e la lenta morte del sole verso il solstizio d'inverno e la sua resurrezione indietro a Teotihuacan, mentre la Piramide della Luna rappresentava il transito del sole a nord, al solstizio d'estate. Poiché la relazione è stata effettuata attraverso le dimensioni delle piramidi 8217 (cioè 87,5 m = 105 d e 215,8 = 260 d), siamo anche in grado di calcolare una lunghezza standard giornaliera, che è 83 cm (215,8 ÷ 260). Questa, si crede, è la lunghezza unitaria standard utilizzata dal popolo di Teotihuacano per costruire lì monumenti e si basava sulla lunghezza tra il cuore e la punta delle dita dell'uomo medio di Teotihuacano. Con questa misurazione in mente, l'altezza originale della Piramide dei Soli di 60 m sarebbe stata pari a 72 unità standard di Teotihuacano, che potrebbero riguardare la precessione degli equinozi, per cui l'asse terrestre si sposta di un grado ogni 72 anni.

Il calendario rituale di 260 giorni è stato utilizzato in tutta la Mesoamerica, ma non si sa da dove provenga il concetto e perché fosse di 260 giorni. Non era semplicemente un calendario rituale, ma un ingegnoso ingranaggio che si univa al calendario solare di 365 giorni per produrre un ciclo di 52 anni. prima di riallinearsi al primo giorno. Questo sistema significava che i lunghi cicli celesti potevano essere tracciati ed espressi semplicemente – che era vitale per i Teotihuacano poiché non avevano una forma di scrittura nota. I Maya, che avevano la scrittura, crearono un enorme terzo ingranaggio per produrre il "Conte Lungo" che offriva un ciclo di 5125 anni solari. W0968T : Stela C W0962T: Stela A Questo immenso ciclo di tempo era conosciuto come “Sun”, e due stele nella città Maya di Quirigua registrano il Quarto Sole come inizio l'11 agosto 3114 a.C. quando un Dio chiamato Itzamna pose tre focolari- pietre per creare una casa per l'umanità (clicca qui per leggere l'articolo completo). Queste tre pietre sono associate alle stelle di Orione e la data, l'11 agosto, è una delle due date in cui la Piramide del Sole affronta il tramonto per creare il periodo di 260 giorni. Ciò presenta la possibilità che Teotihuacan fosse percepito come il luogo in cui Itzamna collocò le tre pietre della creazione e che le tre piramidi siano il simbolo di queste tre pietre. Questo spiegherebbe anche perché le piramidi sono allineate con Orione e anche perché la Piramide del Sole si è bloccata l'11 agosto 3114 aC. Curiosamente, anche la prima dinastia egizia iniziò intorno al 3114 aC, con il leggendario re Menes che unì le corone dell'Alto e del Basso Egitto. Allo stesso modo in cui le misure delle piramidi sono uguali tra loro, è anche possibile che in questa data si sia verificato un evento globale o celeste di enorme significato, che è stato successivamente rinchiuso nei miti della creazione di entrambe le civiltà e rappresentato da Orione .

Quirigua si trova a oltre 1100 km da Teotihuacan, sul lato opposto della Mesoamerica. Tuttavia, i documenti nella vicina Copan suggeriscono che il primo sovrano di Quirigua fu spedito da Teotihuacan nel 425 d.C., insieme al primo sovrano di Copan. È quindi possibile che i miti della creazione di Teotihuacan siano stati trasmessi a Quirigua e poi attraverso le generazioni in cui si sono confusi con i miti dei Maya.
W4-0013: Disco della Morte Più vicini a casa, gli Aztechi, che si stabilirono a soli 50 miglia da Teotihuacan più di 600 anni dopo l'abbandono della città, credevano anche che Teotihuacan fosse al centro della storia della creazione. Hanno chiamato la città abbandonata Teotihuacan, che significa “Città degli dei”. Gli Aztechi credevano che ci fossero stati cinque Soli e che gli Dei dovessero sacrificarsi in vari modi per crearne uno. Il raccapricciante “Disco della Morte” che è stato trovato nella Piazza del Sole allude certamente a queste leggende, con il teschio che simboleggia la morte del dio che si è sacrificato, i raggi radianti che girano intorno alla sua testa per simboleggiare il sole, e la lingua si aprì per indicare che aveva bisogno di offrire sacrifici di sangue (fig. W4-0013). Ma prima che qualcosa potesse essere creato, lo spazio doveva esistere. Ciò accadde quando un dio chiamato Ometeotl si creò e poi diede alla luce quattro dei, conosciuti come i quattro Tezcatlipoca (aztechi) o Bacabs (Maya), che rappresentavano gli elementi spaziali (est, ovest, nord, sud) e i colori primari ( rosso, bianco, nero e blu – verde, il colore più sacro, rappresentava la vita e la fertilità). Sepolta nel cuore della Piramide del Sole c'è un'antica grotta che presenta quattro camere, che si aprono a ventaglio in egual modo per creare l'aspetto di un fiore. Un tunnel conduce da davanti alla Piramide del Sole per 130 m e si snoda in modo serpentino per creare l'aspetto di un cordone ombelicale o di un passaggio vaginale. Il risultato è un grembo simbolico della terra sepolto direttamente sotto la Piramide del Sole che si credeva fosse il luogo in cui nacquero i quattro Dei.

Le grotte erano percepite come uteri terreni in tutta la Mesoamerica e questo trova eco nella leggenda Nahua di Chicomoztoc. Questa leggenda che afferma che le varie culture di lingua nahuatl del Messico centrale e degli altopiani discendono tutte da una grotta leggendaria (chiamata Chicomoztoc).
HTC-1: diagramma dall'Historia Tolteca-Chichimeca La ricerca su questa leggenda va avanti da secoli e un codice nahuatl del XVI secolo intitolato Historia Tolteca-Chichimeca, presenta un diagramma delle Sette Grotte, sepolte sotto una montagna, tra pianure dell'altopiano piene di cactus. This diagram of Chicomoztoc presents an exact likeness to the flowering cave network found beneath the Pyramid of the Sun, but with seven caves instead of four. This flowering image (as you can see in fig HTC-1 ) presents an uncanny likeness to a womb, complete with vaginal passage and external genitalia. With the tradition of Chicomoztoc passing via oral tradition for over 1000 years, with many cultures (including the Aztec) wanting to be associated with the cave in order to validate their legitimacy to rule, it would not surprising if the number of caves had been expanded from 4 to 7 to incorporate additional tribes. However, there are a further three caves buried beneath the Pyramid of Quetzalcoatl that makes the cave count seven. If these caves were used by elite families as spiritual birthing centres to associate their own children with divinity, then there is a very high probability that seven Lord’s were born in the caves of Teotihuacan and did create Seven Tribes as they expanded Teotihuacan’s territory. We know that Lord’s were despatched from Teotihuacan to Tikal, Copan and Quirigua in the 4 th and 5 th centuries and that their lineages were still highly revered in the 9 th and 10 th centuries when these cities collapsed – so it is highly likely the same happened in Central Mexico.

Certainly the caves played a crucial part in symbolism of the Pyramid of the Sun, and the link to birthing rituals or the birth of the Gods may be evidenced in the four burials that were found beneath its foundation – three of which featured adults holding children. The caves also appear to be the reason for the pyramid being built on this spot, for archaeologists also found the remains of three older structures and a plaza wall buried beneath the Pyramid of the Sun’s foundations.
INAH-TEO-1: Jade Mask © INAH This demonstrates that it was a sacred location long before the pyramid was built and was possibly indicates the presence of a culture that pre-dates the Teotihuacano. Evidence of an older culture may have been uncovered in the form of a ceremonial jade mask that was also found buried beneath the Pyramid of the Sun (fig. INAH-TEO-1 ). Measuring 11cm tall and carved in exquisite 3-dimensional form, the mask strikes familiarity with the works of the Olmec and the Maya. The Olmec had mysteriously disappeared by 400 BC , but are renowned for utilizing jade in this way. The Maya were beginning to come to prominence when the Olmec disappeared, leading many to speculate that the Olmec were assimilated into the Mayan culture. Jade could only be found in the Motagua Valley, close to the modern border between Guatemala and Honduras – deep in Mayan territory. So the mask is almost certainly indicative of early trade, or the presence Olmecs or Mayans, prior to the Pyramid of the Sun being erected and Teotihuacan being founded. This connection would eventually go full-circle, with Teotihuacan being instrumental in the founding of Quirgua and Copan to industrialise the extraction and trade of the jade from the Motagua Valley.

W2-0012: View from Pyramid of the Moon The last piece of this vast monument’s symbolism is perhaps seen as you look due south from the Pyramid of the Moon, for in the distance a huge mountain outlines the Pyramid of the Sun, as though it was deliberately built to reflect the sacred landscape and create a true south axis in conjunction the Pyramid of the Moon (see fig. W2-0012 ). This final piece of coded symbolism cements the Pyramid of the Sun as one of the most impressive and esoteric monuments to world history ever constructed. It also raises huge questions of who could have built such a monument. According to archaeologists, the Pyramid of the Sun was the first monumental building to be erected at Teotihuacan and the rest of the city was organised around it. Without any steady development, either within in the city or its surrounding environment, it really does seem as though the gods landed at Teotihuacan with a predetermined plan to build a monumental city dedicated to the fundamental principles of the universe. Perhaps this isn’t far from the truth, for the evidence of an Olmec or Mayan presence, combined with a belief that this was the spot that time began, could hint that the Mayan’s, influenced by Olmec beliefs, despatched a Great Lord to find the spot where time began. Armed with centuries of Olmec knowledge, this Great Lord may have been tasked with constructing the Pyramid of the Sun and other monuments to record the origins of time, and then build an entire city to reflect the heavens – essentially creating a City of the Gods.


Guarda il video: I movimenti della luna (Dicembre 2021).