Universo

Resti di Supernova. Le stelle

Resti di Supernova. Le stelle

Questi delicati filamenti sono i residui di un'esplosione stellare nella Grande Nuvola Magellanica, una piccola galassia visibile nel cielo meridionale, situata a 160.000 anni luce di distanza, che accompagna la Via Lattea. Vengono dalla morte di una stella massiccia in un'esplosione di supernova, la cui luce fenomenale avrebbe raggiunto la Terra diverse migliaia di anni fa. Questo materiale filamentoso verrà infine riciclato per la costruzione di nuove generazioni stellari nella Grande nuvola di Magellano. Il nostro Sole e i nostri pianeti sono costituiti da simili residui di supernova che sono esplosi nella nostra galassia miliardi di anni fa.

Questa struttura ospita una stella di neutroni molto potente che può essere il resto centrale dell'esplosione. È molto comune per il nucleo di una stella che esplode come una supernova, godere di una nuova vita sotto forma di una stella di neutroni rotante, o pulsar, dopo aver sparso i suoi strati esterni. Nel caso di N49, non stiamo solo affrontando una semplice stella di neutroni che ruota ogni 8 secondi: ha anche un robusto campo magnetico mille miliardi di volte più potente del campo magnetico terrestre. Questa straordinaria caratteristica colloca questa stella nell'esclusiva classe di oggetti chiamati "magnetar".

Il 5 marzo 1979, questa stella di neutroni ha innescato un episodio storico di esplosione di raggi gamma che è stato rilevato da numerosi satelliti. I raggi gamma trasportano milioni di volte più energia dei fotoni visibili, ma l'atmosfera della Terra ci protegge bloccando quelli dallo spazio. Dalla stella di neutroni di N 49, l'emissione di raggi gamma è emersa più volte in seguito.

◄ PrecedenteAvanti ►
Supergiant rossoDisegno gigante rosso
Album: Foto della Galleria dell'Universo: Le stelle

Video: Le SUPERNOVAE della Via Lattea (Luglio 2020).