Astronomia

Termine Astronomico *Mezzocielo*

Termine Astronomico *Mezzocielo*

Come si chiama il punto di intersezione del cerchio massimo passante per il polo nord celeste P e per lo Zenit Z, con l'equatore celeste? (Punto T in figura)

In italiano questo punto è chiamato "Mezzocielo" (traduzione automatica inglese), che si traduce in mezzo cielo, poiché si trova a metà strada tra lo Zenith e l'orizzonte per un osservatore in Italia ($phi circa 40^{circ}$).


Ho controllato diverse fonti. Laddove questo termine compare nei dizionari, viene tradotto con una definizione e non con una glossa (di solito se esiste una traduzione diretta in inglese viene fornita solo una glossa) Ad esempio https://en.wiktionary.org/wiki/mezzocielo intersezione del meridiano di un dato luogo con l'equatore celeste.

Concludo che gli astronomi di lingua inglese non hanno avuto il vantaggio della traduzione di una sola parola di mezzocielo.


Termini di astronomia

I termini di astronomia possono aiutarti a migliorare alcuni termini di osservazione delle stelle e la scienza dell'astronomia. Il nostro Glossario di astronomia contiene gli elementi essenziali di termini e definizioni accuratamente selezionati per rispondere a molte domande come:

  • Scopri la differenza tra un riflettore e un telescopio rifrattore.
  • Scopri la differenza tra una meteora e un meteorite.
  • Scopri le diverse fasi della Luna.

Dimensione angolare e distanza
La dimensione apparente di un oggetto nel cielo, o la distanza tra due oggetti, misurata come angolo. Il tuo dito indice tenuto a distanza di un braccio si estende di circa 1°, il tuo pugno di circa 10°.

Apertura
Il diametro della lente o dello specchio principale di un telescopio e l'attributo più importante del telescopio. Come regola generale, l'ingrandimento utile massimo di un telescopio è 50 volte la sua apertura in pollici (o il doppio della sua apertura in millimetri).

asterismo
Qualsiasi schema stellare prominente che non sia un'intera costellazione, come la Croce del Nord o l'Orsa Maggiore.

Asteroide (pianeta minore)
Un corpo solido in orbita attorno al Sole composto da metallo e roccia. La maggior parte ha un diametro di poche miglia e si trova tra le orbite di Marte e Giove, troppo piccola e lontana per essere vista facilmente con un piccolo telescopio. Alcuni si avventurano più vicino al Sole e attraversano l'orbita terrestre.

Unità Astronomica
La distanza media dalla Terra al Sole, poco meno di 93 milioni di miglia.

Visione Avvertita
Visualizzazione di un oggetto guardando leggermente di lato. Questa tecnica può aiutarti a rilevare oggetti deboli che sono invisibili quando li fissi direttamente.

Lente di Barlow
Una lente che viene inserita nel tubo di messa a fuoco per raddoppiare o triplicare efficacemente la lunghezza focale di un telescopio e, a sua volta, l'ingrandimento di qualsiasi oculare utilizzato con esso.

Buco nero
Una concentrazione di massa così densa che nulla, nemmeno la luce, può sfuggire alla sua attrazione gravitazionale una volta inghiottito. Molte galassie (inclusa la nostra) hanno buchi neri supermassicci al centro.

Luna Blu
Tradizionalmente, qualcosa che accade raramente o mai. Più recentemente, questo ha significato la seconda luna piena in un singolo mese di calendario.

Coordinate Celesti
Un sistema a griglia per localizzare le cose nel cielo. È ancorato ai poli celesti (direttamente sopra i poli nord e sud della Terra) e all'equatore celeste (direttamente sopra l'equatore terrestre). La declinazione e l'ascensione retta sono gli equivalenti celesti di latitudine e longitudine.

Circumpolare
Denota un oggetto vicino a un polo celeste che non scende mai sotto l'orizzonte mentre la Terra ruota e quindi non si alza né tramonta.

collimazione
Allineare gli elementi ottici di un telescopio in modo che puntino tutti nella direzione corretta. La maggior parte dei riflettori e dei telescopi composti richiedono una collimazione occasionale per produrre le migliori immagini possibili.

Cometa
Una "palla di neve sporca" di ghiaccio e detriti rocciosi, in genere di poche miglia di diametro, che orbita attorno al Sole in una lunga ellisse. Quando è vicino al Sole, il calore fa evaporare il ghiaccio nel nucleo per formare un coma (nube di gas) e una coda. Chiamate per i loro scopritori, le comete a volte fanno visite ulteriori dopo pochi anni o fino a decine di migliaia di anni.

Telescopio composto
Un telescopio con uno specchio nella parte posteriore e una lente nella parte anteriore. I modelli più popolari sono il telescopio Schmidt-Cassegrain (SCT) e il telescopio Maksutov-Cassegrain (comunemente chiamato "Mak").

Congiunzione
Quando la Luna o un pianeta appare particolarmente vicino a un altro pianeta o a una stella luminosa.

Costellazione
Un modello distintivo di stelle usato in modo informale per organizzare una parte del cielo. Ci sono 88 costellazioni ufficiali, che tecnicamente definiscono sezioni del cielo piuttosto che raccolte di stelle specifiche.

Culmine
Il momento in cui un oggetto celeste attraversa il meridiano ed è quindi al suo punto più alto sopra l'orizzonte.

Adattamento al buio
La transizione degli occhi alla visione notturna, per vedere oggetti deboli. L'adattamento al buio è rapido durante i primi 5 o 10 minuti dopo aver lasciato una stanza ben illuminata, ma l'adattamento completo richiede almeno mezz'ora e può essere rovinato da un'occhiata momentanea a una luce intensa.

Declinazione (dicembre)
L'equivalente celeste della latitudine, che indica quanto lontano (in gradi) un oggetto nel cielo si trova a nord oa sud dell'equatore celeste.

Dobson ("Dob")
Un tipo di riflettore newtoniano, reso popolare dall'astronomo dilettante John Dobson, che utilizza una montatura in legno semplice ma molto efficace. I dob forniscono più apertura per dollaro rispetto a qualsiasi altro design di telescopi.

Doppia stella (stella binaria)
Due stelle che si trovano molto vicine e spesso orbitano l'una verso l'altra. I doppi della linea di vista sono una conseguenza della prospettiva e non sono fisicamente correlati. Molte stelle sono multiple (doppie, triple o più) legate insieme gravitazionalmente. Di solito tali stelle orbitano così vicine da apparire come un singolo punto di luce anche se osservate attraverso telescopi professionali.

brillare di terra
Luce solare riflessa dalla Terra che fa brillare debolmente la parte altrimenti oscura della Luna. È particolarmente evidente durante le fasi lunari sottili della luna.

Eccentricità
La misura di quanto un'orbita si discosta dall'essere circolare.

Eclisse
Un evento che si verifica quando l'ombra di un pianeta o di una luna cade su un secondo corpo. Un'eclissi solare si verifica quando l'ombra della Luna cade sulla Terra, che vediamo come la Luna che blocca il Sole. Quando l'ombra della Terra cade sulla Luna, provoca un'eclissi lunare.

Eclittica
Il percorso tra le stelle tracciato dal Sole durante tutto l'anno. La Luna e i pianeti non si allontanano mai dall'eclittica.

Allungamento
La distanza angolare della Luna o di un pianeta dal Sole. I pianeti interni di Mercurio e Venere si vedono meglio quando sono al massimo allungamento, e quindi sono più alti sopra l'orizzonte prima dell'alba o dopo il tramonto.

effemeridi
Un orario con coordinate celesti che indica dove si troverà nel cielo un pianeta, una cometa o un altro corpo in movimento rispetto alle stelle di sfondo. Il suo plurale è effemeridi (pronunciato eff-uh-MEHR-ih-deez).

Equinozio
Le due volte all'anno, vicino al 20 marzo e al 22 settembre, quando il Sole è direttamente sopra la testa a mezzogiorno visto dall'equatore terrestre. In una data dell'equinozio, giorno e notte hanno la stessa durata.

oculare
La parte di un telescopio in cui guardi. L'ingrandimento di un telescopio può essere modificato utilizzando oculari con lunghezze focali diverse lunghezze focali più corte producono ingrandimenti maggiori. La maggior parte degli oculari ha barilotti di metallo di 1 diameter pollici di diametro, altre dimensioni standard sono 0,965 e 2 pollici di diametro.

Campo visivo
Il cerchio del cielo che vedi quando guardi attraverso un telescopio o un binocolo. In genere, minore è l'ingrandimento, più ampio è il campo visivo.

cercatore
Un piccolo telescopio utilizzato per puntare il cannocchiale principale su un oggetto nel cielo. I cercatori hanno bassi ingrandimenti, ampi campi visivi e (di solito) mirini che segnano il centro del campo.

Lunghezza focale
La distanza (di solito espressa in millimetri) da uno specchio o da una lente all'immagine che forma. Nella maggior parte dei telescopi la lunghezza focale è approssimativamente uguale alla lunghezza del tubo. Alcuni telescopi utilizzano lenti e/o specchi extra per creare una lunga lunghezza focale effettiva in un tubo corto.

Rapporto focale (f/numero)
La lunghezza focale di un obiettivo o di uno specchio divisa per la sua apertura. Ad esempio, un telescopio con un obiettivo di 80 mm e una lunghezza focale di 400 mm ha un rapporto focale di f/5.

Galassia
Una vasta collezione di stelle, gas e polvere, tipicamente da 10.000 a 100.000 anni luce di diametro e contenente miliardi di stelle (da galaxias kuklos, greco per "cerchio di latte", originariamente usato per descrivere la nostra Via Lattea).

Gibboso
Quando la Luna o altro corpo appare più della metà, ma non completamente, illuminata (da gibbus, latino per “gobba”).

Istogramma
Un grafico del numero di pixel in un'immagine a ciascun livello di luminosità. È uno strumento utile per determinare il tempo di esposizione ottimale, l'istogramma di un'immagine correttamente esposta generalmente raggiunge il picco vicino alla metà dell'intervallo di luminosità disponibile e scende a zero prima di raggiungere entrambe le estremità.

Inclinazione
L'angolo tra il piano di un'orbita e un piano di riferimento. Ad esempio, i satelliti della NASA in genere hanno orbite inclinate di 28° rispetto all'equatore terrestre.

librazione
Un leggero ribaltamento e inclinazione della Luna di settimana in settimana che mostra meglio le varie caratteristiche lungo il lembo. Le cause principali sono due aspetti dell'orbita della Luna: la sua forma ellittica e l'inclinazione all'eclittica.

Inquinamento luminoso
Un bagliore nel cielo notturno o intorno al tuo sito di osservazione causato dalla luce artificiale. Riduce notevolmente il numero di stelle che puoi vedere. È possibile utilizzare filtri speciali contro l'inquinamento luminoso con il telescopio per migliorare la visibilità degli oggetti celesti.

Anno luce
La distanza che la luce (che si muove a circa 186.000 miglia al secondo) percorre in un anno, o circa 6 trilioni di miglia.

arto
Il bordo del disco visibile di un oggetto celeste.

Ingrandimento (potenza)
La quantità di cui un telescopio ingrandisce il suo soggetto. È uguale alla lunghezza focale del telescopio divisa per la lunghezza focale dell'oculare.

magnitudo
Un numero che indica la luminosità di una stella o di un altro oggetto celeste. Maggiore è la grandezza, più debole è l'oggetto. Ad esempio, una stella di 1a magnitudine è 100 volte più luminosa di una stella di 6a magnitudine.

Meridiano
La linea immaginaria nord-sud che passa direttamente sopra la testa (attraverso lo zenit).

Oggetto più strano
Una voce in un catalogo di 103 ammassi stellari, nebulose e galassie compilato dal cacciatore di comete francese Charles Messier (mess-YAY) tra il 1758 e il 1782. Il catalogo Messier moderno contiene 109 oggetti.

Meteora
Una breve striscia di luce causata da un piccolo pezzo di materia solida che entra nell'atmosfera terrestre a una velocità tremenda (tipicamente da 20 a 40 miglia al secondo). Chiamata anche "stella cadente". Se il materiale sopravvive al viaggio attraverso l'atmosfera, si chiama meteorite dopo essere atterrato sulla superficie terrestre.

Pioggia di meteoriti
Un aumento dell'attività meteorica in determinati periodi dell'anno a causa del passaggio della Terra attraverso un flusso di particelle lungo l'orbita di una cometa attorno al Sole.

via Lattea
Un'ampia fascia leggermente luminosa che si estende nel cielo notturno, composta da miliardi di stelle nella nostra galassia troppo deboli per essere viste singolarmente. È invisibile quando il cielo è illuminato da luce artificiale o chiaro di luna.

Montare
Il dispositivo che supporta il tuo telescopio, gli consente di puntare a diverse parti del cielo e ti consente di tracciare gli oggetti mentre la Terra ruota. Una montatura robusta e priva di vibrazioni è importante quanto l'ottica del telescopio. La sommità di una montatura, o testa, può essere altazimutale (girando da un lato all'altro, su e giù) o equatoriale (che ruota parallelamente al sistema di coordinate celesti). Le montature "Vai a" contengono computer in grado di trovare e seguire automaticamente gli oggetti celesti una volta che le montature sono state allineate correttamente.

Nebulosa
latino per "nuvola". Le nebulose luminose sono grandi nuvole di gas incandescente, illuminate da stelle all'interno o nelle vicinanze. Le nebulose oscure non sono illuminate e sono visibili solo perché bloccano la luce delle stelle dietro di loro.

Obbiettivo
La principale lente o specchio di raccolta della luce di un telescopio.

Occultazione
Quando la Luna o un pianeta passa direttamente davanti a un pianeta o una stella più distante. Un'occultazione radente si verifica se il corpo di fondo non è mai completamente nascosto all'osservatore.

Opposizione
Quando un pianeta o un asteroide si trova di fronte al Sole nel cielo. In tali momenti l'oggetto è visibile tutta la notte, sorgendo al tramonto e tramontando all'alba.

Parallasse
L'offset apparente di un oggetto in primo piano rispetto allo sfondo quando cambia la prospettiva. In un dato istante, la Luna appare tra diverse stelle per gli osservatori in luoghi ampiamente separati sulla Terra. Gli astronomi calcolano direttamente la distanza di una stella vicina misurando i suoi incredibilmente piccoli cambiamenti di posizione (la sua parallasse) mentre la Terra orbita attorno al Sole.

Fase
La frazione della Luna o altro corpo che vediamo illuminata dalla luce del sole.

Planisfero (Ruota Stellare)
Un dispositivo che può essere regolato per mostrare l'aspetto del cielo notturno per qualsiasi ora e data su una mappa stellare rotonda. I planisferi possono essere utilizzati per identificare stelle e costellazioni ma non i pianeti, le cui posizioni cambiano continuamente.

Si ritiene che sia alimentato dall'accrescimento di materiale in buchi neri supermassicci nei nuclei di galassie lontane, rendendo queste versioni luminose della classe generale di oggetti noti come galassie attive.

Riflettore
Un telescopio che raccoglie la luce con uno specchio. Il riflettore newtoniano, progettato da Isaac Newton, ha un piccolo secondo specchio montato diagonalmente vicino alla parte anteriore del tubo per deviare la luce lateralmente e verso l'occhio.

Rifrattore
Un telescopio che raccoglie la luce con una lente. Il design originale mostrava arcobaleni drammatici, o "falsi colori", attorno a stelle e pianeti. La maggior parte dei rifrattori moderni sono acromatici, che significa "privo di falsi colori", ma questo design mostra ancora sottili frange viola attorno agli oggetti più luminosi. I migliori rifrattori prodotti oggi sono apocromatici, che significa "oltre acromatici". Usano tipi di vetro costosi ed esotici per ridurre i falsi colori a livelli quasi impercettibili.

Retrogrado
Quando un oggetto si muove nel senso inverso del movimento "normale". Ad esempio, la maggior parte dei corpi del sistema solare ruotano attorno al Sole e ruotano in senso antiorario visto dall'alto (a nord dell'orbita terrestre), quelli che orbitano o ruotano in senso orario hanno un movimento retrogrado. Questo termine descrive anche il periodo in cui un pianeta o un asteroide sembra tornare sui propri passi nel cielo a causa del cambiamento della prospettiva visiva causato dal movimento orbitale della Terra.

Ascensione Retta (R.A.)
L'equivalente celeste della longitudine, che indica quanto lontano (in "ore" di 15° di larghezza un oggetto si trova ad est della posizione del Sole durante l'equinozio di marzo.

Vedendo
Una misura della stabilità dell'atmosfera. La scarsa visibilità fa oscillare o sfocare gli oggetti se osservati in un telescopio ad alto ingrandimento. Il miglior seeing si verifica spesso nelle notti nebbiose, quando la trasparenza del cielo è scarsa.

Filtro solare
Materiale che consente una visione sicura del Sole bloccando quasi tutta la sua luce. I filtri adeguati dovrebbero coprire completamente l'apertura frontale di un telescopio e non dovrebbero mai essere attaccati all'oculare: vanno dal vetro usato dai saldatori a speciali pellicole di plastica. I filtri a luce bianca mostreranno le macchie solari, mentre i filtri idrogeno-alfa (Hα) lasciano passare una certa luce rossa che rivela i gas caldi in streaming del Sole.

Solstizio
Le due volte all'anno, intorno al 20 giugno e al 21 dicembre, quando il Sole è più a nord o più a sud nel cielo. Al solstizio d'estate il giorno è più lungo e la notte è più corta, e viceversa al solstizio d'inverno.

Stella
Un'enorme palla di gas che genera quantità prodigiose di energia (compresa la luce) dalla fusione nucleare nel suo nucleo caldo e denso. Il Sole è una stella.

Ammasso stellare
Un insieme di stelle orbitanti attorno a un comune centro di massa. Gli ammassi aperti in genere contengono poche centinaia di stelle e possono avere solo 100 milioni di anni o anche meno. Gli ammassi globulari possono contenere fino a un milione di stelle e la maggior parte ha almeno 10 miliardi di anni (quasi quanto l'universo stesso).

Stella diagonale
Specchio o prisma in un alloggiamento a forma di gomito che si attacca al focheggiatore di un rifrattore o di un telescopio composto. Ti consente di guardare orizzontalmente nell'oculare quando il telescopio è puntato direttamente sopra la testa.

Festa delle stelle
Un gruppo di persone che si riuniscono per vedere il cielo notturno. I club di astronomia spesso organizzano feste con le stelle per introdurre l'osservazione delle stelle al pubblico.

macchie solari
Una macchia scura temporanea sulla superficie del Sole che è una regione delle dimensioni di un pianeta di gas più fredda rispetto ai suoi dintorni. Le macchie solari possono essere visualizzate in sicurezza utilizzando un filtro solare.

Supernova
Una stella che finisce la sua vita in un'enorme esplosione. In confronto, una nova è una stella che perde in modo esplosivo i suoi strati esterni senza distruggersi.

Terminatore
La linea sulla Luna o su un pianeta che divide la parte luminosa e illuminata dal sole dalla parte in ombra. Di solito è la regione più emozionante e dettagliata della Luna da vedere attraverso un telescopio.

Transito
Quando Mercurio o Venere attraversano il disco del Sole, rendendo il pianeta visibile come un punto nero nella sagoma, o quando una luna passa attraverso la faccia del suo pianeta genitore. Il transito si riferisce anche all'istante in cui un oggetto celeste attraversa il meridiano e quindi è più alto nel cielo.

Trasparenza
Una misura della chiarezza dell'atmosfera: quanto è scuro il cielo di notte e quanto è blu durante il giorno. Quando la trasparenza è alta, vedi il maggior numero di stelle. Eppure le notti cristalline con una trasparenza superba spesso hanno un seeing scarso.

crepuscolo
Il tempo dopo il tramonto o prima dell'alba quando il cielo non è completamente buio. Il crepuscolo astronomico termina dopo il tramonto (e inizia prima dell'alba) quando il Sole si trova a 18° sotto l'orizzonte.

Trova unità di potenza
Un dispositivo per puntare il tuo telescopio che mostra il cielo come appare a occhio nudo, senza ingrandimento. Il tipo più semplice è un paio di tacche o cerchi che allinei con il tuo obiettivo. Altre versioni utilizzano un LED per proiettare un punto rosso o un cerchio su una finestra di visualizzazione.

Tempo Universale (UT)
Greenwich Mean Time, espresso nel sistema delle 24 ore. Ad esempio, le 23:00 UT sono le 19:00. Eastern Daylight Time (o 18:00 Eastern Standard Time). Gli astronomi usano il Tempo Universale per descrivere quando gli eventi celesti si verificano in modo indipendente dal fuso orario di un osservatore.

Stella variabile
Una stella la cui luminosità cambia nel corso di giorni, settimane, mesi o anni.

calante
L'illuminazione mutevole della Luna (o di un altro corpo) nel tempo. La Luna cresce, sempre più illuminata, tra le sue fasi nuova e piena, e cala, diventando meno illuminata, tra le sue fasi piena e nuova.

Ceretta
L'illuminazione mutevole della Luna (o di un altro corpo) nel tempo. La Luna cresce, sempre più illuminata, tra le sue fasi nuova e piena, e cala, diventando meno illuminata, tra le sue fasi piena e nuova.

Zenit
Il punto nel cielo che è direttamente sopra la testa.

Zodiaco
Greco per "cerchio di animali". È l'insieme di costellazioni situate lungo l'eclittica nel cielo, attraverso le quali si muovono il Sole, la Luna e i pianeti.


Bolide Astronomia Termini astronomiciide

Si ritiene che la parola bolide abbia le sue origini nella parola greca Bolis e abbia significati diversi per diversi tipi di scienziati. Può riferirsi a un oggetto fisico e in quel contesto significa “missile”.
Può anche significare lampeggiare o passare improvvisamente. Quindi cos'è in realtà un bolide?

L'Unione Internazionale di Astronomia non può raggiungere un accordo su cosa sia esattamente. È un meteorite gigante che esplode in un lampo di luce quando entra nell'atmosfera terrestre? È forse una cometa, con i gas e tutto ciò che si accende come si schianta sul pianeta?
Potrebbe essere l'uno o l'altro o anche entrambi!

Per i geologi, si riferisce a un gigantesco cratere formato dall'impatto di un corpo di origine extraterrestre, forse è un'astronave aliena! Nel sito Web dei servizi geologici degli Stati Uniti, hanno usato il termine bolide “per implicare che non conosciamo la natura precisa del corpo che impatta…se si tratta di un asteroide roccioso o metallico, o di una cometa ghiacciata” (http:// woodshole.er.usgs.gov/epubs/bolide/introduction.html Questa definizione li separa per i geologi dai crateri di origine vulcanica o da noti impatti di meteoriti come il Sunset Crater in Arizona.

Perché i bolidi sono importanti? Le persone dovrebbero preoccuparsi di loro? Con quale frequenza colpiscono la Terra?

Si ritiene che i bolidi abbiano avuto origine nello spazio esterno e abbiano influenzato drasticamente la storia del pianeta. Alcune persone credono che i bolidi siano stati responsabili dell'attuale forma dei continenti e di molte delle estinzioni di massa che si sono verificate in passato. Si ritiene che i dinosauri siano stati vittime di un bolide.

La National Aeronautics and Space Administration ha catalogato negli ultimi anni gli oggetti spaziali che potrebbero avere un impatto sulla Terra e causare problemi in futuro. Li identificheranno e, si spera, troveranno modi per alterare i loro percorsi, prevenendo la morte e la distruzione che i bolidi hanno causato lungo il percorso.

Naturalmente, questo può creare un problema poiché una volta identificato e avvicinato all'oggetto, impedendogli di colpire il pianeta, tecnicamente non è più un bolide. I bolidi sono oggetti non identificati che lampeggiano e formano crateri, ricorda! Sono come un UFO, se puoi identificarlo non è più non identificato e non è più un UFO. L'identificazione di un bolide, anch'esso sconosciuto, non lo renderà più sconosciuto.

Forse è proprio questo che sono i bolidi! Stanno schiantando astronavi aliene da altri pianeti che si smaterializzano all'impatto.
Perché gli scienziati non ci hanno pensato!


Calendario astronomico 2021: lune piene, piogge di meteoriti ed eclissi da tenere d'occhio quest'anno

Questo calendario astronomico del 2021 ha ogni luna piena, pioggia di meteoriti ed eclissi da aspettarsi quest'anno.

Dalla grande congiunzione alle comete impressionanti, il 2020 è stato pieno di entusiasmanti eventi astronomici, ma ce ne sono ancora di più all'orizzonte (e nel cielo notturno) per il 2021. Quest'anno, gli astronomi possono aspettarsi piogge di meteoriti, eclissi lunari, superlune , e persino un'eclissi solare totale. Per aiutarti a tenerne traccia tutti, abbiamo creato questo calendario astronomico con alcuni dei momenti salienti celesti del 2021, grazie alle informazioni raccolte dalla NASA, dall'American Meteor Society e dall'Almanacco di The Old Farmer.

Prima di pianificare il tuo anno di osservazione delle stelle, ci sono alcune cose fondamentali da sapere su ciascuno di questi eventi. Probabilmente hai visto numerose lune piene durante la tua vita, ma sai cos'è una superluna? Le superlune si verificano quando la luna piena si verifica al perigeo, il punto in cui la luna appare più vicina alla Terra nella sua orbita. Le lune piene e le superlune sono facili da individuare ovunque tu sia, ma potresti voler andare da qualche parte con meno inquinamento luminoso per avere le migliori possibilità di vedere le stelle cadenti durante una pioggia di meteoriti.

Le eclissi lunari e le eclissi solari sono visibili solo in alcune parti del mondo e l'eclissi solare totale di quest'anno può essere vista solo in Antartide.

Vuoi portare la tua osservazione delle stelle al livello successivo? Investi in un telescopio o un buon binocolo, così potrai vedere ancora di più nel cielo notturno. 

Di seguito, trova le date di ogni luna piena (incluse due superlune), due eclissi solari, due eclissi lunari e cinque grandi sciami meteorici nel 2021. (Nota che le date seguenti sono secondo UT e che abbiamo elencato le previsioni massimo delle piogge meteoriche. Per alcune di queste piogge, potresti essere in grado di individuare alcune stelle cadenti prima e dopo quella data.)


Astronomia e relativi termini astronomici

L'astronomia si occupa delle posizioni, dei moti, delle distanze e delle condizioni fisiche e delle origini e dell'evoluzione dei corpi celesti che sono state menzionate in precedenza.

È diviso in aree come l'astrofisica, la meccanica celeste e la cosmologia ed è una delle più antiche scienze registrate con registrazioni osservative dell'antica Babilonia, Cina, Egitto e Messico.

Notevoli estensioni recenti dei poteri dell'astronomia per esplorare l'universo sono nell'uso di razzi, satelliti, stazioni spaziali e sonde spaziali mentre il lancio del telescopio spaziale Hubble in orbita permanente nel 1990 ha permesso di rilevare fenomeni celesti sette volte più distanti che da qualsiasi telescopio terrestre.

Lo sviluppo dell'astronomia può essere suddiviso in quattro periodi primari

  1. Astronomia antica, risalente ai primi contributi significativi delle prime civiltà all'Almagesto di Tolomeo.
  2. Astronomia medievale, dal declino della cultura alessandrina al Rinascimento.
  3. L'astronomia moderna, dalla rivoluzione copernicana ai giorni nostri.
  4. La nuova astronomia dell'astrofisica, principalmente un prodotto del XX secolo.

L'astronomia è la scienza dei corpi celesti come il sole, la luna e i pianeti, le stelle e le galassie e tutti gli altri oggetti nell'universo.

L'astronomia si occupa delle loro posizioni, movimenti, distanze e condizioni fisiche, nonché delle loro origini ed evoluzioni.

L'astronomia si occupa dell'origine, dell'evoluzione, della composizione, della distanza e del movimento di tutti i corpi e della materia sparsa nell'universo.

L'astronomia è considerata la scienza più antica registrata perché ci sono documenti che possono essere esaminati dall'antica Babilonia, Cina, Egitto e Messico.

Per quanto possiamo determinare, i greci furono i primi "veri astronomi" perché dedussero che la terra fosse una sfera e tentarono di misurarne le dimensioni. Un riassunto dell'astronomia greca si trova nell'Almagesto di Tolomeo di Alessandria, che contiene quasi tutto ciò che si conosce delle osservazioni astronomiche e delle teorie degli antichi.

L'Almagesto è anche descritto come un testo di astronomia scritto da Tolomeo nel II secolo d.C. che espone la sua visione dell'universo con la terra al centro circondata da sfere.

Il modello di Tolomeo di un universo centrato sulla terra ha influenzato il pensiero astronomico per oltre 1.300 anni.

Nel 1543, l'astronomo polacco Copernico dimostrò che il centro del nostro sistema planetario è il sole, non la terra e lo scienziato italiano Galileo fu il primo ad utilizzare un telescopio per lo studio astronomico, nel 1609-1610.

Il XVII secolo ha visto diversi sviluppi epocali come la scoperta di Johannes Kepler dei principi del moto planetario, l'applicazione di Galileo del telescopio all'osservazione astronomica e la formulazione di Isaac Newton delle leggi del moto e della gravitazione.

La più notevole estensione recente dei poteri dell'astronomia per esplorare l'universo è nell'uso di razzi, satelliti, stazioni spaziali e sonde spaziali, mentre il lancio del telescopio spaziale Hubble in orbita permanente nel 1990 ha permesso di rilevare i fenomeni celesti sette volte più lontano di qualsiasi telescopio terrestre.

—Compilato da informazioni che si trovano in "Astronomy", Encyclopædia Britannica
Estratto il 9 maggio 2010 da Encyclopædia Britannica Online.

"Astronomy", Scientific American Science Desk Reference John Wiley and Sons, Inc.: New York 1999 pagina 165

"Storia dell'astronomia", Enciclopedia Britannica William Benton, editore Chicago 1968 pagine 643-655.

La prima fotografia riuscita di un oggetto celeste fu la lastra dagherrotipica della luna scattata da John W. Draper (1811-1882) degli Stati Uniti nel marzo 1840.

La prima fotografia di una stella, Vega, è stata scattata dall'astronomo statunitense William C. Bond (1789-1859) nel 1850. L'astrofotografia moderna ora utilizza tecniche come dispositivi ad accoppiamento di carica (CCD) che formano immagini elettronicamente.

La sua stella più brillante è la Capella di prima magnitudine, a circa 45 anni luce dalla Terra. Epsilon Aurigae è una stella binaria ad eclisse con un periodo di 27 anni, il più lungo del suo genere.

Sebbene le aurore siano solitamente limitate ai cieli polari, le fluttuazioni del vento solare occasionalmente le rendono visibili a latitudini più basse.

Le aurore sono causate ad altezze di oltre 100 chilometri o 60 miglia da un flusso veloce di particelle cariche da brillamenti solari e "buchi" a bassa densità nella corona del sole.

Causato dall'interazione tra il vento solare, il campo magnetico terrestre e l'alta atmosfera.

Un effetto simile si verifica nell'emisfero australe dove è conosciuto come l'aurora australis.

2. "Aurora boreale" o luci colorate nel cielo notturno vicino al polo magnetico terrestre nell'emisfero settentrionale della terra.

L'effetto si verifica quando frammenti di fotosfera brillano attraverso le valli ai margini della luna.

Prende il nome da Francis Baily (1774-1844), un astronomo britannico.

Johann Bayer era un avvocato e uranografo tedesco (cartografo celeste o qualcuno che mappa stelle, galassie e altri corpi celesti). È famoso soprattutto per il suo atlante stellare Uranometria, pubblicato nel 1603, che fu il primo atlante a coprire l'intera sfera celeste.

Ha introdotto un nuovo sistema di designazione a stella che è diventato noto come "designazione Bayer". Ha introdotto dodici nuove costellazioni per riempire l'estremo sud del cielo, sconosciuto all'antica Grecia e a Roma.

Secondo la teoria, al momento del Big Bang, l'intero universo è stato schiacciato in uno stato caldo e superdenso e l'esplosione ha proiettato il materiale compatto verso l'esterno, producendo l'universo in espansione.


Uomini saggi che guardano al cielo

Molnar crede che i saggi fossero, in effetti, astrologi molto saggi e matematicamente abili. Sapevano anche della profezia dell'Antico Testamento che un nuovo re sarebbe nato dalla famiglia di Davide. Molto probabilmente, stavano osservando i cieli per anni, aspettando gli allineamenti che avrebbero predetto la nascita di questo re. Quando identificarono una potente serie di presagi astrologici, decisero che era il momento giusto per partire alla ricerca del capo profetizzato.

Se i saggi di Matteo hanno effettivamente intrapreso un viaggio alla ricerca di un re appena nato, la stella luminosa non li ha guidati, ma ha solo detto loro quando partire. E non avrebbero trovato un bambino avvolto in una mangiatoia. Dopotutto, il bambino aveva già otto mesi quando hanno decodificato il messaggio astrologico che credevano predisse la nascita di un futuro re. Il presagio iniziò il 17 aprile del 6 a.C. (con il sorgere eliaco di Giove quella mattina, seguito, a mezzogiorno, dalla sua occultazione lunare nella costellazione dell'Ariete) e durò fino al 19 dicembre del 6 a.C. (quando Giove smise di muoversi verso occidente, si fermò brevemente e iniziò a spostarsi verso est, rispetto alle stelle fisse di sfondo). Per la prima volta che gli uomini sarebbero potuti arrivare a Betlemme, il bambino Gesù sarebbe stato probabilmente almeno un bambino.

Matteo scrisse per convincere i suoi lettori che Gesù era il Messia profetizzato. Dati gli indizi astrologici contenuti nel suo vangelo, deve aver creduto che la storia della Stella di Betlemme sarebbe stata una prova convincente per molti tra il suo pubblico.

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.


Lezioni elementari

I seguenti corsi forniscono una conoscenza descrittiva degli oggetti astronomici e dell'astrofisica. PHYSICS 15 , PHYSICS 16 e PHYSICS 17 sono per studenti non laureati in scienze e sono insegnati in sedi diverse da istruttori diversi e possono essere seguiti individualmente o in qualsiasi ordine.

Elenco dei corsi
Unità
FISICA 15Stelle e pianeti in un universo abitabile3
FISICA 16L'origine e lo sviluppo del cosmo3
FISICA 17Buchi neri e astrofisica estrema3

Osservatorio

The following courses allow students to use the on-campus Stanford Student Observatory, and are intended to familiarize students with observational methods and analysis of astronomical data. PHYSICS 50 is for general students, while PHYSICS 100 involves more advanced observations and is intended for students with a college level background in physics.

Course List
Units
PHYSICS 50Astronomy Laboratory and Observational Astronomy3
PHYSICS 100Introduction to Observational Astrophysics4

Advanced Undergraduate

The following courses are for students with a more advanced knowledge of basic physics and mathematics, and form the core courses for a concentration in astrophysics for Physics majors.

Course List
Units
PHYSICS 160Introduction to Stellar and Galactic Astrophysics3
PHYSICS 161Introduction to Cosmology and Extragalactic Astrophysics3

Diplomato

Course List
Units
PHYSICS 260Introduction to Stellar and Galactic Astrophysics3
PHYSICS 261Introduction to Cosmology and Extragalactic Astrophysics3
PHYSICS 262General Relativity3
PHYSICS 269Neutrinos in Astrophysics and Cosmology3
PHYSICS 301Astrophysics Laboratory (Not offered 2020-21)3
PHYSICS 312 (Not offered 2020-21)3
PHYSICS 361Cosmology and Extragalactic Astrophysics (Not offered 2020-21)3
PHYSICS 362The Early Universe (Not offered 2020-21)3
PHYSICS 366Statistical Methods in Astrophysics2
PHYSICS 368 (Not Offered 2020-21)2

Emeriti: (Professors) Peter A. Sturrock, G. Leonard Tyler, Robert V. Wagoner

Professors: Tom Abel (Physics, SLAC), Steve Allen (Physics, SLAC), Roger Blandford (Physics, SLAC), Pat Burchat (Physics), Blas Cabrera (Physics), Sarah Church (Physics), Kent Irwin (Physics, SLAC), Steven Kahn (Physics, SLAC), Chao-Lin Kuo (Physics, SLAC), Bruce Macintosh (Physics), Peter Michelson (Physics), Vahé Petrosian (Physics, Applied Physics), Roger W. Romani (Physics), Risa Wechsler (Physics, SLAC)


Astronomical Term *Mezzocielo* - Astronomy

You have requested a machine translation of selected content from our databases. This functionality is provided solely for your convenience and is in no way intended to replace human translation. Neither SPIE nor the owners and publishers of the content make, and they explicitly disclaim, any express or implied representations or warranties of any kind, including, without limitation, representations and warranties as to the functionality of the translation feature or the accuracy or completeness of the translations.

Translations are not retained in our system. Your use of this feature and the translations is subject to all use restrictions contained in the Terms and Conditions of Use of the SPIE website.

Mezzocielo: an attempt to redesign the concept of wide field telescopes

R. Ragazzoni, 1,2,3 M. Dima, 1,3 C. Arcidiacono, 1,3 D. Magrin, 1,3 S. Di Rosa, 2 S. Zaggia 1

1 INAF - Osservatorio Astronomico di Padova (Italy)
2 Univ. of Padova (Italy)
3 ADaptive Optics National Lab. (Italy)

SUBSCRIBE TO DIGITAL LIBRARY

50 downloads per 1-year subscription

25 downloads per 1 - year subscription

Includes PDF, HTML & Video, when available

Mezzocielo (or "half of the sky") is a concept for a new class of telescopes where a full spherical optical surface is made by filling with a liquid a structure built up with spherical lenses and almost covering an entire sphere. Lenses of the same class of existing ones can be arranged, for example like the faces of a dodecahedron, in order to build up a sphere in the 1 to 4m class in diameter. Liquid with low refractive index and high transparency are available in the electronic and cooling industry and made up devices with strong high order spherical aberrations but consistently identical over basically any direction in the sky simultaneously. An ensemble of moving correctors or a hemispherical array of the same kind of devices can feed a number of detectors lying in the range of the ten of thousands, making modern CMOS the only, today, viable solution to such a kind of futuristic facility.

© (2020) COPYRIGHT Society of Photo-Optical Instrumentation Engineers (SPIE). Downloading of the abstract is permitted for personal use only.


Astronomy is our hobby! Dedicated to the fun of astronomy at all levels from beginner to expert, casual viewing to scientific research. We welcome everyone interested in astronomy. Find out more about us.

MAS General Meetings
All MAS meetings at the Observatory are CANCELED.
We still have meetings, but the are for Our members and done via Zoom video.

Public Open House
Due to the COVID-19 situation, our Public Nights at the observatory for 2021 have been delayed until September. Tentatively, our first open house is on September 10th.


MAS Observatory occupies 3 acres at 18850 W Observatory Rd in New Berlin, WI 53146

We are pleased to announce we have established a tentative Open House schedule for this year. Please check back in the coming months for possible changes.

September 10, 7:00-10:00PM

1 Ottobre, 6:30-9:30PM

October 29, 6:00-9:00PM



For sky updates:


Other Terms — Otros términos

albedo — el albedo
astronaut — el/la astronauta
astronomy — la astronomía
Big Bang — el Big Bang, la gran explosión
crater — el cráter
dark matter — la materia oscura
eclipse — el eclipse
full moon — el plenilunio, la luna llena
gravitational field — el campo gravitatorio
gravity — la gravedad
light year— al año luz (los años luz in plural)
magnetic field — el campo magnético
new moon — la luna nueva
nuclear fusion — la fusión nuclear
orbit — la órbita
red shift — el corrimiento al rojo, el desplazamiento hacia el rojo
revolution — la revolución
solar flare — la erupción solar
spacecraft — la nave espacial
space probe — la sonda espacial
space shuttle — el transbordador espacial, la lanzadera espacial
space station — la estación espacial
telescope — el telescopio
theory of relativity — la teoría de la relatividad
twinkling (of stars) — el centellear
vacuum of space — el vacío del espacio
wormhole — el agujero de gusano (This is an example of a calque.)
zodiac — el zodiaco, el zodíaco


Guarda il video: Progetto Telescopio Newton 300 f5 - 18 - Alluminatura dello specchio (Dicembre 2021).