Astronomia

Paradosso di Fermi

Paradosso di Fermi

A metà degli anni '50, il fisico Enrico Fermi poneva una domanda ai suoi colleghi: "Dove sono?" Tutti hanno capito che si riferiva ad altre civiltà extraterrestri. La tua domanda continua oggi senza risposta.

Il paradosso di Fermi è la contraddizione tra l'elevata probabilità di non essere soli nell'Universo e l'assenza di qualsiasi traccia di vita extraterrestre.

La Terra non sembra avere nulla di speciale perché la vita si sia evoluta in essa. È un pianeta normale di un normale sistema solare, in una galassia normale. Nell'universo ci sono milioni di pianeti con le stesse caratteristiche della Terra. La vita deve essersi evoluta in molti altri luoghi.

In un certo momento e luogo, dovevano esserci civiltà molto più avanzate delle nostre. L'universo ha quasi 14.000 milioni di anni. È abbastanza tempo per gli abitanti delle prime stelle per sviluppare la tecnologia necessaria per esplorare e colonizzare la galassia. Pensa solo a ciò che abbiamo realizzato in meno di 200.000 anni, da quando è nata la nostra specie.

Anche se fossero scomparsi, sarebbe rimasta qualche traccia. I segnali radio e le onde possono viaggiare attraverso lo spazio anche milioni di anni dopo la scomparsa di una civiltà.

È possibile che siamo ancora all'inizio della nostra esplorazione dello spazio, ed è per questo che non abbiamo trovato nulla. Siamo a malapena mezzo secolo. Sebbene i nostri progressi siano stati importanti. Basterebbe trovare la scia di una sola civiltà, delle tante che devono esistere o che sono esistite.

Per una civiltà molto più avanzata della nostra, le grandi distanze interstellari non sarebbero un problema. Potrebbe raggiungere velocità vicine a quella della luce. O usa scorciatoie come wormholes, che predissero la teoria della relatività di Einstein.

Potremmo anche trovare qualche traccia di vita extraterrestre e ignorarla. Pensiamo sempre a forme di vita simili alle nostre. La vita basata sulla molecola di carbonio, che vive su un pianeta roccioso e ha bisogno di acqua liquida per sopravvivere. Ma forse nel Cosmo ci sono modi di vita così diversi dai nostri che non siamo nemmeno in grado di riconoscerli.

Il paradosso di Fermi fu formulato in un momento in cui la società era ossessionata dalla vita extraterrestre. Era il tempo di più avvistamenti di UFO nella storia, di storie di fantascienza e cospirazioni sugli alieni che erano tra noi. Gli alieni sembravano essere ovunque. Ma la realtà è che restiamo soli.

Col passare del tempo, l'energia oscura fa sì che l'universo si espanda sempre più velocemente. Le galassie sono sempre più distanti tra loro e le nostre possibilità di trovare la vita là fuori diminuiscono. Ora, nel 21 ° secolo, la riflessione di Fermi è ancora valida: dove sono?

◄ PrecedenteAvanti ►
Equazione di DrakeCome cercare la vita extraterrestre

Video: Dove Sono Gli Alieni? - Paradosso di Fermi (Settembre 2020).