Astronomia

Una vita al carbonio

Una vita al carbonio

Il carbonio è l'elemento chimico che sostiene tutta la vita sulla Terra. In natura ci sono 92 elementi chimici nel loro stato naturale. Cioè 92 diversi tipi di atomi. Sono i piccoli pezzi che si combinano tra loro per formare tutta la materia conosciuta. Gli atomi si combinano per formare molecole e le molecole si uniscono per formare la materia. Tutto ciò che vediamo intorno a noi è formato con solo quei 92 elementi. Compresi noi stessi.

Il 95% del corpo degli esseri viventi è composto da soli quattro elementi: carbonio, ossigeno, idrogeno e azoto. Di questi, il carbonio è il più importante. Senza di esso, il DNA non potrebbe essere formato. Proteine, carboidrati, vitamine e grassi sono anche composti del carbonio.

Il carbonio è un elemento molto abbondante nel Cosmo. Gli atomi di carbonio si uniscono formando lunghe catene che servono come base per la costruzione di altre molecole più complesse. Questa funzione per collegare le molecole è ciò che ha permesso l'evoluzione agli organismi viventi. Nella terra primitiva c'era un'eccellente combinazione di grandi quantità di carbonio e acqua, che erano decisive per l'origine della vita. Il carbonio è la base chimica della vita.

Si è sempre pensato che la vita potesse essere solo basata sul carbonio. Quando cerchiamo la vita fuori dalla Terra, assumiamo sempre che sarà composta dagli stessi tipi di atomi dei nostri. Tuttavia, alla fine del 2010, la NASA ha annunciato di aver scoperto un nuovo modo di vivere basato sull'arsenico. Sarebbe un batterio che vive a Mono Lake, in California. Ma, un anno dopo, i risultati sono ancora inconcludenti. Non è che vive nell'arsenico, ma che la sua vita e il suo DNA si basano sull'arsenico anziché sul carbonio. Se confermato, aprirebbe le porte a nuovi modi di vita finora sconosciuti.

Anche nella ricerca della vita extraterrestre. Fino ad ora, coloro che cercavano la vita al di fuori del nostro pianeta si sono concentrati solo su aree in cui il carbonio è abbondante, poiché la vita senza di essa è inimmaginabile.

Il carbonio, come l'acqua, segue un ciclo. Il ciclo del carbonio unisce tutti gli esseri viventi con la Terra, in un fragile equilibrio. La Terra contiene una quantità di carbonio che non varia nel tempo. Si trasforma solo da una fase all'altra e da alcuni esseri viventi ad altri. Come per l'acqua, ogni atomo di carbonio che oggi compone il nostro corpo, in precedenza faceva parte di molti altri esseri viventi.

Attraverso la fotosintesi, le piante trasformano l'energia della luce solare in carboidrati. Incorporano carbonio dall'atmosfera nei loro tessuti. Quando gli animali li mangiano, lo incorporano nella catena alimentare. Attraverso i rifiuti e la respirazione, parte del carbonio ritorna nell'atmosfera e nella terra. Il resto tornerà quando quell'essere vivente muore e si decompone.

L'uso di idrocarburi e combustibili fossili da parte dell'uomo spezza l'equilibrio del ciclo del carbonio. L'anidride carbonica ritorna nell'atmosfera ad un ritmo molto più alto del suo tasso naturale. Si accumula, produce l'effetto serra e può causare o accelerare un cambiamento climatico. Si accumula anche negli oceani, rendendoli più acidi. La Terra ha già vissuto queste situazioni in passato e ha portato a grandi estinzioni.

La differenza è che, questa volta, è in nostro potere evitarlo.

◄ PrecedenteAvanti ►
Teoria della panspermiaAcqua e vita