Astronomia

Come si relazionano GHA dell'equinozio di primavera, GHA dell'oggetto astronomico e RA?

Come si relazionano GHA dell'equinozio di primavera, GHA dell'oggetto astronomico e RA?

Non ho idea di astronomia e ho bisogno di dati astronomici per scrivere un programma. Quello che ho imparato finora:

  • le coordinate celesti sono solitamente misurate relativamente all'equinozio di primavera alias meridiano del Primo punto dell'Ariete (che non si trova più in Ariete)
  • il GHA del primo punto dell'Ariete cambia costantemente

Stavo cercando i dati GHA dell'equinozio di primavera e mi sembra che questa versione dell'Almanacco personale e generata lo elenchi come "Ariete" (mi stava fuorviando).

me lo aspettavo
( GHA(oggetto) - GHA(v. equinozio) ) mod 24h = RA (oggetto)
come da questo articolo. Tuttavia ho trovato un programma che calcola la declinazione e l'ascensione retta e ho scoperto che la relazione è una sorta di inverso. Per esempio:

https://sv-inua.net/wp-content/uploads/2016/12/almanac2020.pdf

E l'output del programma:

La luna

JD 2458849.50, 2019 31 dicembre martedì 23h 58m 49.174s UT 2020
1 gennaio mercoledì 0h 00m 00.000s TDT nutazione dRA -1.043s dDec
-6,12" lon geometrico -13.866 deg, lat -4.894 deg, rad 2.6996e-003 au Longitudine geocentrica apparente 346.129 deg latitudine -4.894 deg
Distanza 63,319 Raggi terrestri Parallasse orizzontale 0d 54' 17,67"
Semidiametro 0d 14' 47,60" Allungamento dal sole 66,20 gradi,
Frazione illuminata 0,30 Fase 2,0 giorni prima del primo trimestre
Apparente: R.A. 23h 16m 38.283s Declinazione - 9d 58' 41.62"
Tempo siderale apparente locale 1h 54m 46.005s aberrazione diurna dRA
0.012s dDec -0.03" parallasse diurna dRA -104.977s dDec -2485.74" rifrazione atmosferica 0,033 gradi dRA 4.296s dDec 102.06" Topocentrico:
Altitudine 25,678 gradi, Azimut 224,447 gradi Topocentrico: R.A. 23 ore 14 minuti
57,615s Dic. - 10g 38' 25,32" transito meridiano locale 2019 31 dicembre martedì 21h 16m 02.396s UT salita 2019 31 dicembre martedì 15h 49m
26.475s UT set 2020 1 gennaio mercoledì 2h 50m 11.075s UT Visibile ore 11.0124

Quindi: 110 gradi 56,9 sec - 100 gradi 7,1 sec = 10 gradi 49,8 sec
che è l'inverso di R.A. quale programma elenca.

Ho un'idea sbagliata?


sto usando il Supplemento esplicativo all'Almanacco Astronomico 3a ed. come referenza. Il glossario ci dice che Greenwich Apparent Sidereal Time (GAST) è il GHA del vero equinozio della data, cioè "GHA(v. equinox)" nella tua equazione. A pagina 80 gli stati dell'equazione 3.14

angolo orario locale = tempo siderale apparente locale - ascensione retta apparente (3.14)

Se uno si trova sul meridiano di Greenwich, allora quell'equazione diventa

GHA = GAST - ascensione retta apparente (3.14a)

risolvendo per RA apparente,

RA apparente = GAST - GHA (3.14b)

Confrontando la tua equazione

( GHA(oggetto) - GHA(v. equinozio) ) mod 24h = RA (oggetto)

Quindi il tuo segno sembra essere invertito.

Ricerca dei valori utilizzando UT1 e il Multiyear Computer Interactive Almanac, arrotondando al secondo più vicino,

RA apparente 23 h 16 m 38 s GAST 6 h 40 m 29 s

Sostituendo nell'eq. 3.14a, GHA = 7 h 23 m 51 s


L'Ascensione Retta è misurata in ore (h), minuti (m) e secondi (s) ed è simile alla longitudine sulla Terra. Mentre la Terra ruota, le stelle sembrano sorgere a est e tramontare a ovest proprio come il Sole. Ad esempio, la costellazione di Orione ha un'Ascensione Retta (AR) di 4 ore, che è il punto in cui il centro della costellazione appare direttamente sopra la testa. La costellazione del Cancro ha un AR di 9 ore (9 ore). Se aspetti 5 ore, il Cancro sarà direttamente sopra la testa (9 ore - 4 ore). 0 ore AR è per convenzione l'ascensione retta del Sole il 21 marzo, l'equinozio di primavera.

La declinazione viene misurata in gradi (°), minuti d'arco (') e secondi d'arco (") ed è simile alla latitudine sulla Terra. Ci sono 60 minuti d'arco in un grado e 60 secondi d'arco in un minuto d'arco La declinazione misura la distanza in cui un oggetto si solleverà nel cielo ed è misurata come 0° all'equatore, +90° al Polo Nord e -90° al Polo Sud.


Planetario

Il Sole era "nella" costellazione dell'Ariete il primo giorno di primavera, altrimenti noto come equinozio di primavera. Dovremmo spiegare che mentre la Terra ruota intorno al Sole, quest'ultimo sembrerebbe viaggiare attraverso tredici costellazioni che compongono lo "zodiaco". L'astronomo greco Ipparco di Nicea (190-120 a.C.) introdusse il termine "Primo punto dell'Ariete" (o "Cuspide dell'Ariete") quando osservò che il Sole si trovava all'interno della costellazione dell'Ariete durante l'equinozio di primavera. Tuttavia, l'apparente posizione dell'equinozio di primavera del Sole si è spostata continuamente lungo l'eclittica di circa 1 grado ogni 73 anni a causa dell'oscillazione precessionale. L'oscillazione, causata principalmente dalle interazioni con il Sole e la Luna, fa sì che il polo del nostro pianeta descriva un cerchio di 47 gradi attraverso il cielo ogni 26.000 anni. Di conseguenza, le tredici costellazioni zodiacali "ospiteranno" tutte il punto dell'equinozio di primavera durante questo ciclo di 26.000 anni. Secondo l'astronomo Jean Meeus, il punto dell'equinozio di primavera ha attraversato il confine tra Ariete e Pesci nel 68 a.C. Ironia della sorte, questo cambiamento avvenne meno di un secolo dopo la morte di Ipparco. Da allora il punto dell'equinozio di primavera si è spostato verso ovest attraverso i Pesci. Nel 2597 d.C., l'equinozio di primavera si sposterà in Acquario il portatore d'acqua. O, per essere più precisi, attraverserà la regione rettilinea che l'Unione Astronomica Internazionale ha designato come "regione" dell'Acquario. Forse anche allora, gli astronomi continueranno a riferirsi all'equinozio di primavera come al "Primo punto dell'Ariete".

L'oscillazione precessionale della Terra fa sì che il punto dell'equinozio di primavera migri intorno all'eclittica una volta ogni 26.000 anni. Questo punto era una volta in Ariete l'Ariete, da qui il termine "Primo punto di Ariete". Il punto dell'equinozio di primavera è ora in Pesci e alla fine del 26° secolo si sposterà nella regione dell'Acquario. Nota che il simbolo che designa il punto dell'equinozio di primavera è il segno zodiacale dell'Ariete.


La declinazione del sole, gli equinozi e i solstizi

Declinazione. La declinazione di un corpo celeste è la sua distanza angolare a nord oa sud dell'equatore celeste. La declinazione del Sole cambia da 23,5 o Nord a 23.5 o Sud e ritorno nel corso di un anno. La declinazione può essere riassunta come l'equivalente celeste della latitudine poiché è la distanza angolare di un corpo celeste a nord oa sud dell'equatore celeste.

L'equinozioes. Il Sole attraversa l'equatore celeste in due occasioni nel corso di un anno e queste occasioni sono conosciute come equinozi. Agli equinozi, in tutti i luoghi della Terra, le notti e i giorni sono di uguale durata (cioè 12 ore) da cui il termine equinozi (uguali notti). Poiché il Sole è sull'equatore celeste agli equinozi, la sua declinazione è ovviamente 0 o .

L'equinozio d'autunno si verifica circa il 22 settembre quando il Sole attraversa l'equatore celeste mentre si sposta verso sud dal 23.5 o Nord, il limite più settentrionale della sua declinazione.

L'equinozio di primavera si verifica intorno al 21 marzo quando il Sole attraversa l'equatore celeste mentre si sposta verso nord da 23,5 o Sud, il limite più meridionale della sua declinazione.

i solstizi. I tempi in cui il Sole raggiunge i limiti del suo percorso di declinazione sono noti come solstizi. La parola solstizio è presa da "solstitium", il latino per "il sole si ferma". Questo perché il movimento apparente del Sole sembra fermarsi prima che cambi direzione

Il solstizio d'estate (metà estate nell'emisfero nord) si verifica il 21 giugno circa, quando la declinazione del Sole raggiunge i 23.5 o Nord (il tropico del Cancro).

Il solstizio d'inverno (metà inverno nell'emisfero settentrionale) si verifica il 21 dicembre circa, quando la declinazione del Sole è 23.5 o Sud (il tropico del Capricorno).

Nota. La latitudine del tropico del Cancro è attualmente alla deriva verso sud a circa 0,5 '' all'anno mentre la latitudine del tropico del Capricorno si sta spostando verso nord alla stessa velocità.

Le date degli equinozi e dei solstizi varieranno leggermente durante il ciclo di quattro anni tra gli anni bisestili per il seguente motivo: ogni anno è lungo circa 365,25 giorni. Tuttavia, per comodità, il calendario gregoriano divide tre anni del ciclo in 365 giorni e il quarto (l'anno bisestile) in 366. Quindi, l'equinozio di primavera cade a volte il 20 marzo ea volte il 21 marzo. L'equinozio d'autunno cade a volte il 22 settembre ea volte il 23 settembre. Allo stesso modo, il solstizio d'estate di solito cade il 21 giugno, ma a volte cade il 20 giugno. Il solstizio d'inverno di solito cade il 21 dicembre, ma a volte cade il 22 dicembre.


Come si relazionano GHA dell'equinozio di primavera, GHA dell'oggetto astronomico e RA? - Astronomia

Il GP che vedete sulla piccola sfera in figura 15-5 corrisponde alla posizione delle stelle sulla sfera celeste. Le lettere GP stanno per posizione geografica e rappresentano un punto in cui una linea tracciata dal centro della terra al corpo interseca la superficie terrestre. La latitudine di un punto sulla sfera terrestre si misura dall'equatore verso nord o verso sud lungo i punti meridiani fino ad un massimo di 90. La declinazione di un corpo sulla sfera celeste si misura esattamente allo stesso modo dall'equatore celeste (equinoziale) verso nord o verso sud lungo il cerchio orario del corpo. La distanza polare è il numero di gradi, minuti e decimi di minuto d'arco tra il corpo celeste e il polo elevato. Il palo sopraelevato è quello sopra l'orizzonte in altre parole, quello con lo stesso nome della tua latitudine.

Dalla precedente descrizione segue che la distanza polare di un corpo la cui declinazione ha lo stesso nome (nord o sud) del polo elevato è sempre 90 meno la sua declinazione ( d ). La distanza polare di un corpo la cui declinazione ha un nome diverso da quello del polo elevato è sempre 90 più d .

La declinazione di qualsiasi stella di navigazione è elencata nell'Almanacco Nautico per ciascuna data. La declinazione di ciascun corpo del sistema solare è elencata per ogni ora GMT.

Finora hai appreso che un corpo celeste si trova sulla sfera celeste in base al suo angolo orario di Greenwich (corrispondente alla longitudine) e alla sua declinazione (corrispondente alla latitudine). Hai visto come si misurano entrambe queste coordinate e come, da esse, si può localizzare il GP di un corpo celeste sulla sfera terrestre.

Prima di approfondire l'astronomia nautica, probabilmente troverai utile imparare qualcosa sull'uso di un diagramma (chiamato diagramma temporale) del piano dell'equatore celeste. Questo non solo ti renderà più facile capire la discussione che ne segue, ma semplificherà anche la soluzione dei problemi di navigazione celeste.

Figura 15-7.-Individuare G nella posizione del diagramma temporale a 90 longitudine.

Nel diagramma temporale (fig. 15-6), l'osservatore si trova teoricamente al di fuori della sfera celeste, sopra il suo polo sud. Il diagramma è costituito da un cerchio che rappresenta l'equatore celeste. Il centro del cerchio è il polo sud celeste. La direzione antioraria è ovest. Il meridiano locale viene disegnato come una linea verticale, ponendo così il ramo superiore (M), che è l'arco di un meridiano celeste, tra i poli in alto del diagramma e il ramo inferiore (m) in fondo. Per evitare confusione, mostriamo il meridiano inferiore come una linea tratteggiata.

Localizzate il meridiano di Greenwich (G) tramite la vostra longitudine (simbolo l ). Se fossi a 90 W di longitudine, G apparirà sul diagramma 90 in senso orario da M perché sei in senso antiorario o ad ovest di G. Uno sguardo alla figura 15-7 confermerà questa posizione. Quello che fai veramente, quindi, è misurare da M verso Greenwich, la direzione a seconda che ci si trovi in ​​longitudine est o ovest.

Figura 15-8.-GHA del sole su un diagramma temporale.

Figura 15-9.-Individuare l'equinozio di primavera e una stella su un'ora diagramma.

La Figura 15-8 mostra un altro diagramma temporale su cui è indicato il GHA del sole. Il ramo superiore del cerchio orario del sole è mostrato come una linea continua. L'angolo, o arco, dell'equatore celeste tra il meridiano di Greenwich e il cerchio orario del sole è 90. Pertanto, GHA del sole in questo istante è 90. Ricorda, GHA è sempre misurato verso ovest da G.

Il GHA di una stella è misurato nella stessa direzione da Greenwich alla stella, tuttavia, poiché lo SHA entra nell'immagine qui, il tuo metodo per localizzare una stella sul diagramma temporale è in qualche modo diverso. Innanzitutto, è necessario individuare l'equinozio di primavera in base al suo GHA tabulato. Diciamo che il GHA dell'equinozio di primavera per il tempo della vostra osservazione è 45. Individuate l'equinozio di primavera a 45W da Greenwich, come mostrato nella figura 15-9. Il simbolo che ricorda un paio di corna di montone rappresenta l'equinozio di primavera.

Dall'Almanacco Nautico trovi lo SHA della star in questione. Sai già che lo SHA è misurato a ovest dall'equinozio di primavera (primo punto dell'Ariete). Tutto quello che devi fare qui è trovare lo SHA di questa stella e misurare lo SHA verso ovest dall'equinozio di primavera, quindi hai la stella situata sul diagramma temporale. Diciamo che è la stella Vega, il cui SHA è circa 81. La Figura 15-9 mostra Vega situata nel diagramma temporale.

È facile vedere qui che il GHA di Vega deve essere uguale al GHA dell'equinozio di primavera più lo SHA di Vega (o GHAVega, = GHAr + SHAVega. In questo esempio, il GHA di Vega è 81 più 45, o 126. Ora usiamo il diagramma temporale per spiegare altri fatti sull'astronomia nautica.


Il sistema di coordinate celesti.

In astronomia, abbiamo bisogno di un sistema di coordinate celesti per fissare le posizioni dei corpi celesti nella sfera celeste.

Esprimiamo la posizione di un astro nella sfera celeste in relazione alla sua distanza angolare nord o sud dell'Equatore Celeste e est o ovest del meridiano celeste che passa per il "Primo Punto di Ariete".

Declinazione. La declinazione di un corpo celeste è la sua distanza angolare a nord oa sud dell'equatore celeste. Le declinazioni delle stelle cambiano molto lentamente e possono essere considerate pressoché costanti fino a un mese alla volta. La declinazione del Sole cambia relativamente velocemente da 23,4333. o N. a 23.4333. o S. e ritorno nel corso di un anno. La declinazione della Luna è più difficile da prevedere perché la velocità di cambiamento è ancora più rapida di quella del Sole e l'andamento dei cambiamenti è meno uniforme. Anche le declinazioni dei pianeti cambiano rapidamente rispetto alle stelle.

La declinazione può essere riassunta come l'equivalente celeste della latitudine poiché è la distanza angolare di un corpo celeste a nord oa sud dell'equatore celeste.

Nota. La latitudine del tropico del Cancro è attualmente alla deriva verso sud a circa 0,5 '' all'anno, mentre la latitudine del tropico del Capricorno si sta spostando verso nord alla stessa velocità.

Il primo punto dell'Ariete è solitamente rappresentato dal simbolo del "corno di montone" mostrato a sinistra. Così come il meridiano di Greenwich è stato scelto arbitrariamente come punto zero per misurare la longitudine sulla superficie terrestre, il primo punto dell'Ariete è stato scelto come punto zero nella sfera celeste. È il punto in cui il Sole attraversa l'equatore celeste spostandosi da sud a nord (all'equinozio di primavera in altre parole). La cosa che confonde è che, sebbene questo punto si trovasse nella costellazione dell'Ariete quando fu scelto dagli antichi astronomi, a causa della precessione, ora si trova nei Pesci.

Nota. A causa della difficoltà di inserire nel testo il simbolo dell'Ariete lo sostituiamo con il carattere nel testo qui sotto

Ascensione Retta (RA). Viene utilizzato dagli astronomi per definire la posizione di un astro ed è definito come l'angolo tra il meridiano del Primo Punto dell'Ariete e il meridiano dell'astro misurato in direzione est dall'Ariete. RA non viene utilizzato nella navigazione astronomica, viene invece utilizzato l'angolo orario siderale.

Angolo orario siderale (SHA). Questo è simile ad AR in quanto è definito come l'angolo tra il meridiano del Primo Punto dell'Ariete e il meridiano dell'astro. Tuttavia, la differenza è che SHA è misurato verso ovest dall'Ariete mentre RA è misurato verso est. Ciò è illustrato nel diagramma seguente:

X è la posizione di un corpo celeste nella sfera celeste.

R è il punto in cui il meridiano del corpo incrocia l'equatore celeste. PXRP1 è il meridiano dell'astro.

è il Primo Punto dell'Ariete. P YP 1è il meridiano del Primo Punto dell'Ariete.

Il Angolo orario siderale è l'angolo PR. Ovvero l'angolo tra il meridiano passante per il Primo Punto di Ariete e il meridiano passante per l'astro misurato al polo P. Può anche essere definito come la distanza angolare R , ovvero la distanza angolare misurata verso ovest lungo l'Equatore Celeste dal meridiano del Primo Punto di Ariete al meridiano dell'astro.

Ascensione Retta può essere definito anche come l'angolo tra il meridiano del Primo Punto di Ariete e il meridiano dell'astro ma la differenza è che si misura in un orientale direzione dell'Ariete.

Da ciò possiamo concludere che

Nel Navigazione astronomica, ci avvaliamo della nostra conoscenza delle posizioni dei corpi celesti per aiutarci a navigare sulla superficie della Terra. Tuttavia, per farlo, dobbiamo prima mettere in relazione le loro posizioni nella sfera celeste con le posizioni sulla superficie terrestre. Il prossimo post di questa serie spiega come farlo.

Una trattazione più dettagliata di questo argomento può essere trovata in Astro Navigation Demystified’.


Tempo siderale

Tempo siderale. Anche se il tempo siderale è una misura più accurata della rotazione terrestre, normalmente usiamo il tempo solare per il cronometraggio perché il giorno siderale non è un'unità pratica da usare per noi. Il Tempo Siderale è invece importante perché ci permette di trovare l'angolo orario di una stella ed è quindi indispensabile se vogliamo usare le stelle per la navigazione.

Giornata Solare. Un Giorno Solare è l'intervallo di tempo tra due successivi transiti del Sole attraverso il meridiano direttamente opposto a quello dell'osservatore che è l'intervallo di 24 ore dalla mezzanotte alla mezzanotte successiva al meridiano dell'osservatore.

Giornata siderale. Un giorno siderale è l'intervallo tra due successivi transiti di una stella attraverso il meridiano dell'osservatore. Un Giorno Siderale è più breve di un Giorno Solare di circa 4 minuti ed è una vera misura del periodo di rotazione della Terra. Per comodità, il Primo Punto dell'Ariete è usato per contrassegnare il Giorno Siderale invece di una vera stella. Il Giorno Siderale è quindi definito come l'intervallo tra due successivi transiti del Primo Punto dell'Ariete attraverso lo stesso meridiano.Il Giorno Siderale inizia quando il Primo Punto dell'Ariete attraversa il meridiano.

Ora siderale locale è uguale all'angolo orario locale del primo punto di Ariete. Questo è abbreviato in Tempo siderale locale = LHA dell'Ariete.

Primo punto dell'Ariete. In astronomia, abbiamo bisogno di un sistema di coordinate celesti per fissare le posizioni di tutti i corpi celesti nella sfera celeste. A tal fine, esprimiamo la posizione di un astro nella sfera celeste in relazione alle sue distanze angolari dall'Equatore Celeste e dal meridiano celeste che passa per il "Primo Punto di Ariete". Questo è simile al modo in cui usiamo latitudine e longitudine per identificare una posizione sulla superficie terrestre in relazione alle sue distanze angolari dall'equatore e dal meridiano di Greenwich. Il Primo Punto dell'Ariete è solitamente rappresentato dal simbolo del 'corno d'ariete' mostrato di seguito:

Così come il meridiano di Greenwich è stato scelto arbitrariamente come punto zero per misurare la longitudine sulla superficie terrestre, il primo punto dell'Ariete è stato scelto come punto zero nella sfera celeste. È il punto in cui il Sole attraversa l'equatore celeste spostandosi da sud a nord (all'equinozio di primavera in altre parole).

Quindi il Primo Punto dell'Ariete è il punto di partenza dell'Anno Solare ed è anche il punto di partenza del Giorno Siderale.

La cosa che confonde il Primo Punto dell'Ariete è che, sebbene fosse nella costellazione dell'Ariete quando fu scelto dagli antichi astronomi, a causa della precessione ora si trova nei Pesci.

Angoli orari spiegati:

Angolo orario locale (LHA). Nella navigazione astronomica, abbiamo bisogno di conoscere la posizione di un corpo celeste rispetto alla nostra posizione. Nello schema sottostante:

LHA è l'angolo BNU sulla superficie terrestre che corrisponde all'angolo ZPX nella sfera celeste. In altre parole, è l'angolo tra il meridiano dell'osservatore e il meridiano della posizione geografica dell'astro (GP).

A causa della rotazione terrestre, il Sole percorre 15 o di longitudine in 1 ora e percorre 15 minuti d'arco in 1 minuto di tempo. Quindi l'angolo ZPX può essere misurato in termini di tempo e per questo motivo è noto come Angolo Orario Locale.

LHA è misurato verso ovest dal meridiano dell'osservatore e può essere espresso in termini di distanza angolare o tempo. Ad esempio, a mezzogiorno (GMT) il GP del Sole sarà sul meridiano di Greenwich (0 o ). Se l'ora nella posizione di un osservatore è di 2 ore e 3 minuti dopo mezzogiorno, la distanza angolare tra il meridiano di longitudine dell'osservatore e il meridiano di Greenwich deve essere (2 x 15 o ) + (3 x 15') = 30 o 45'. Poiché è mezzogiorno nella posizione dell'osservatore, la longitudine di quella posizione deve essere ad est del meridiano di Greenwich poiché la Terra ruota da ovest a est. Pertanto la longitudine dell'osservatore deve essere 30 o 45' Est e poiché LHA è misurata verso ovest dal meridiano dell'osservatore, anche LHA deve essere 30 o 45'. Tuttavia, va notato che mentre la Terra continua a ruotare verso est, il GP del Sole continuerà a spostarsi verso ovest, quindi l'LHA nella posizione dell'osservatore cambierà continuamente.

Angolo orario di Greenwich (GHA). Come discusso sopra, l'angolo tra due meridiani di Longitudine può essere espresso come angolo orario. L'angolo orario tra il meridiano di Greenwich e il meridiano di un corpo celeste è noto come angolo orario di Greenwich.

L'angolo orario locale tra la posizione di un osservatore e la posizione geografica di un corpo celeste può essere trovato combinando la longitudine dell'osservatore con il GHA.

Angolo orario siderale (SHA). SHA è l'angolo tra il meridiano che attraversa il Primo Punto dell'Ariete e il meridiano che attraversa l'astro misurato verso ovest dall'Ariete. L'Almanacco Nautico non elenca il GHA delle stelle, ma elenca invece il loro angolo orario siderale (SHA). Quindi, il GHA di una stella deve essere calcolato dal GHA dell'Ariete. Pertanto, lo SHA della stella deve essere aggiunto al GHA dell'Ariete per ottenere il GHA della stella.

Un'esposizione completa di questo argomento può essere trovata nel libro Astro Navigation Demystified.


Contenuti

Questa descrizione dell'orientamento del quadro di riferimento è alquanto semplificata, l'orientamento non è del tutto fisso. Un movimento lento dell'asse terrestre, la precessione, provoca una rotazione lenta e continua del sistema di coordinate verso ovest attorno ai poli dell'eclittica, completando un circuito in circa 26.000 anni. A questo si sovrappone un movimento più piccolo dell'eclittica e una piccola oscillazione dell'asse terrestre, la nutazione. [4]

Per fissare l'esatta direzione primaria, questi movimenti richiedono la specificazione dell'equinozio di una data particolare, nota come epoca, quando si dà una posizione. I tre più comunemente usati sono:

  • Equinozio medio di (un'epoca standard, solitamente J2000.0, ma può includere B1950.0, B1900.0, ecc.)
  • Equinozio medio di data
  • Vero equinozio di data

Una posizione nel sistema di coordinate equatoriali è quindi tipicamente specificata vero equinozio ed equatore di data, equinozio medio ed equatore di J2000.0, o simili. Si noti che non esiste una "eclittica media", poiché l'eclittica non è soggetta a piccole oscillazioni periodiche. [5]


Descrizioni dei sistemi di coordinate in STK

Le definizioni per i seguenti sistemi di coordinate sono valide per tutti gli organi centrali se non diversamente indicato.

Per espandere tutti gli argomenti, fare clic su />nella barra degli strumenti della Guida. Per comprimere tutti gli argomenti, fare clic di nuovo su />.

Quadro di riferimento celeste internazionale. Gli assi ICRF sono definiti come gli assi inerziali (cioè cinematicamente non rotanti) associati a un sistema di relatività generale centrato sul baricentro del sistema solare (spesso chiamato BCRF). L'IAU (International Astronomical Union) è l'autorità per la definizione dell'ICRF. L'ICRF è la migliore realizzazione di un telaio inerziale costruito fino ad oggi, e rappresenta quindi un miglioramento rispetto alla teoria alla base del telaio J2000. Sebbene i frame ICRF e J2000 stessi siano molto vicini, inoltre non sono identici, il frame J2000 ruota (molto lentamente) nel tempo rispetto al frame ICRF. I recenti cataloghi stellari e le effemeridi dei corpi celesti sono più spesso espressi in modo nativo rispetto al frame ICRF.

Il frame ICRF è realizzato dal suo algoritmo di trasformazione tra esso e il frame Earth Fixed. L'attuale algoritmo utilizza il modello di precessione P03, il modello di nutazione IAU2006 e l'angolo di rotazione terrestre (espresso come funzione lineare del tempo in UT1) ed è diventato operativo il 1 gennaio 2009. Al momento della stesura (gennaio 2009), non esiste documentazione disponibile da IERS (il Servizio Internazionale di Rotazione della Terra e Sistemi di Riferimento) per l'attuale modello operativo AGI utilizza un'implementazione basata sul codice disponibile da SOFA (Standards of Fundamental Astronomy), lo stesso codice utilizzato per produrre valori nell'Almanacco Astronomico. Il modello di nutazione IAU2006 e l'angolo di rotazione terrestre sono documentati da IERS nella sua nota tecnica n. 32, Convenzioni IERS 2003.

All'interno dei prodotti AGI, il termine "sistema di coordinate ICRF" non è limitato al sistema la cui origine è al baricentro del sistema solare --- piuttosto, il termine descrive un sistema di coordinate la cui origine è determinata dal contesto (cioè, per un corpo centrale, la sua posizione del centro di massa) i cui assi sono allineati con gli assi del BCRF. Infatti, l'IAU usa il termine GCRF per riferirsi al sistema con origine al geocentro (cioè la posizione del centro di massa terrestre) con assi paralleli al BCRF. [Si noti che "allineato" qui si riferisce a direzioni nello spazio euclideo, non in uno spazio curvo governato dalla relatività generale.]

Equatore medio ed equinozio medio dell'epoca J2000 (JD 2451545.0 TDB che è 1 gennaio 2000 12:00:00.000 TDB). Gli assi J2000 sono stati considerati gli assi inerziali meglio realizzati fino allo sviluppo dell'ICRF. Il frame J2000 è realizzato dall'algoritmo di trasformazione (noto anche come teoria FK5 IAU76) tra esso e il frame Earth Fixed. L'algoritmo utilizza la teoria della precessione IAU del 1976, il modello di Nutation del 1980 e il tempo siderale apparente di Greenwich (espresso in funzione del tempo in UT1), aggiornato dalla nota tecnica IERS n. 21 per includere un aggiustamento all'equazione del equinozi.

All'interno dei prodotti AGI, il termine "sistema di coordinate J2000" non è limitato al sistema la cui origine è al centro della Terra, piuttosto, il termine descrive un sistema di coordinate la cui origine è determinata dal contesto (cioè, per un corpo centrale, il suo centro di posizione di massa) i cui assi sono paralleli agli assi del sistema J2000 definito sulla Terra.

Definizione inerziale per tutti i corpi centrali tranne la Luna

Ciascun corpo centrale definisce il proprio frame inerziale calcolato come una rotazione costante dal frame ICRF. Sia la Terra che il Sole definiscono i loro frame inerziali come ICRF stesso (cioè nessuna rotazione) e non forniscono un frame aggiuntivo chiamato Inertial. Vedi la definizione Inerziale usata dalla Luna. Tutti gli altri organi centrali definiscono Inertial come il loro sistema TrueOfEpoch all'epoca del J2000. Pertanto, i telai inerziali per diversi corpi centrali non sono lo stesso telaio in generale.

Molte organizzazioni usano il termine Inerziale per riferirsi a un frame con una definizione diversa da quella utilizzata da AGI. AGI sconsiglia l'uso del frame inerziale per condividere i dati con altre organizzazioni o software, invece, dovrebbe essere utilizzato un frame più definitivo (ad esempio, ICRF, J2000).

Definizione inerziale per la Luna

Anziché utilizzare l'asse Z fisso per definire il frame inerziale, viene utilizzato l'asse Z IAU2003. L'asse Z inerziale si allinea con l'asse Z IAU2003 e l'asse X inerziale si allinea con il vettore che è il prodotto incrociato dell'asse Z ICRF e dell'asse Z IAU2003, valutato nell'epoca J2000. Questo frame è molto vicino al sistema TrueOfEpoch della Luna valutato all'epoca J2000.

Definizione fissa per tutti i corpi centrali tranne la Terra

Il Telaio fisso di un corpo centrale è il telaio in cui si esprime la sua topografia.

Per i pianeti gassosi (Giove, Saturno, Urano, Nettuno), il frame Fisso identifica invece il campo magnetico del pianeta. La Terra realizza il suo frame fisso dall'algoritmo di trasformazione tra esso e l'ICRF Earth's Moon realizza il suo frame fisso (per impostazione predefinita) come frame MeanEarth tutti gli altri corpi centrali realizzano i loro frame fissi utilizzando l'algoritmo di trasformazione e i parametri contenuti in Rapporto del gruppo di lavoro IAU/IAG sulle coordinate cartografiche e gli elementi di rotazione: 2009, BA Archinal et al., Celest. Mech Dyn Astr 109 (2), 101-135 (DOI: 10.1007/s10569-010-9320-4). L'algoritmo utilizza tre serie di Fourier che variano lentamente per rappresentare:

  • L'ascensione retta
  • Declinazione dell'asse di rotazione
  • La rotazione attorno all'asse di rotazione, dove si misurano l'ascensione retta e la declinazione rispetto al sistema ICRF al corpo centrale

I dati dei parametri per ogni ente centrale che utilizza questo modello sono contenuti in un file dei coefficienti di rotazione (ovvero un file con estensione .rot) nella directory dell'ente centrale in STKDataCentralBodies.

Definizione fissa per la Terra

La Terra realizza il suo telaio fisso dall'algoritmo di trasformazione tra esso e l'ICRF. La trasformazione include effetti di precessione, nutazione e rotazione, nonché correzioni di pole wander e frame.

Definizione TrueOfDate per tutti i corpi centrali eccetto Terra e Luna

L'asse Z si allinea con l'asse Z fisso e l'asse X si allinea con il vettore che è il prodotto incrociato dell'asse Z ICRF e dell'asse Z fisso, valutato in ogni momento.

Se il prodotto incrociato è zero, l'asse Y si allinea con il prodotto incrociato dell'asse Z fisso e dell'asse X ICRF.

Definizione TrueOfDate per la Terra

Vero Equatore e Vero Equinozio della data. La trasformazione tra MeanOfDate della Terra e TrueOfDate della Terra utilizza l'obliquità media, la nutazione in longitudine e la nutazione in obliquità, calcolata secondo il modello di Nutation 1980, quindi applica l'aggiornamento all'equazione degli equinozi. Per impostazione predefinita, i valori di nutazione si ottengono interpolando i valori contenuti nel file JPL DE anziché valutando direttamente il modello. L'asse TrueOfDate Z sarebbe l'asse di rotazione della Terra se il pole wander fosse ignorato, l'asse TrueOfDate X definisce il vero equinozio di primavera.

Definizione TrueOfDate per la Luna

L'asse Z si allinea con l'asse Z fisso e l'asse X si allinea con il vettore che è il prodotto incrociato dell'asse Z ICRF e dell'asse Z fisso, valutato in ogni momento. Il frame TrueOfDate è molto vicino all'equatore lunare medio e al nodo di data IAU (Lunar Constants and Model Document, JPL D-32296, settembre 2005). Se il frame fisso della Luna fosse impostato per utilizzare il frame IAU2003, i due frame sarebbero identici.

Il sistema TrueOfDate ha valutato in un'epoca specificata, piuttosto che in un dato momento. Questo frame non ruota rispetto al frame ICRF.

Definizione MeanOfDate per tutti i corpi centrali eccetto Terra e Luna

Lo stesso calcolo di TrueOfDate tranne per il fatto che quando viene calcolato l'asse Z del frame fisso, tutti i termini oscillatori nelle formule per l'ascensione retta e la declinazione vengono ignorati.

Definizione MeanOfDate per la Terra

Equatore medio ed equinozio medio della data. La trasformazione tra J2000 e MeanOfDate viene calcolata utilizzando una sequenza di rotazioni di Eulero. Gli angoli di rotazione sono calcolati utilizzando polinomi cubici del tempo oltre l'epoca J2000 in JED secondo la teoria degli angoli e dei tassi di precessione dell'IAU del 1976, come si trova nella circolare n. 163 dell'Osservatorio navale degli Stati Uniti. L'asse Z MeanOfDate è l'asse di rotazione medio della Terra, il MeanOfDate L'asse X definisce l'equinozio di primavera medio

Definizione MeanOfDate per la Luna

L'asse Z si allinea con l'asse Z IAU2003 e l'asse X si allinea con il vettore che è il prodotto incrociato dell'asse Z ICRF e dell'asse Z IAU2003, valutato in ogni momento. Tuttavia, quando si calcola l'asse Z IAU2003, i termini oscillatori vengono ignorati.

Definizione MeanOfEpoch per tutti i corpi centrali eccetto la Terra

Il sistema MeanOfDate valutato in un'epoca specificata, piuttosto che in un dato momento. Questo telaio non ruota rispetto al telaio Inerziale.

Definizione di MeanOfEpoch per la Terra

Il sistema MeanOfDate della Terra valutato in un'epoca specificata, piuttosto che in un dato momento. Questo frame non ruota rispetto al frame J2000.

Solo sistema di terra

Equatore vero ed equinozio medio della data. Questo è un frame intermedio associato alla trasformazione dagli assi MeanOfDate della Terra agli assi TrueOfDate della Terra. L'asse Z di TEMEofDate è allineato con l'asse Z di TrueOfDate, l'asse X di TEMEofDate è vicino (ma non identico) all'asse X di MeanOfDate.

Il frame fisso valutato in un'epoca specificata, non in un dato momento. Questo telaio non ruota rispetto al telaio Inerziale.

Solo sistema di terra

Equatore vero ed equinozio medio dell'epoca. Il frame TEMEofDate della Terra valutato in un'epoca specificata piuttosto che in un dato momento. Il frame non ruota rispetto al frame J2000.

Solo sistema di terra

Questi assi sono stati considerati gli assi inerziali meglio realizzati fino allo sviluppo di J2000. Questi assi sono associati al catalogo stellare FK4 e alla sua teoria che modella l'equatore medio e l'equinozio medio. L'epoca è l'inizio dell'anno besseliano 1950, corrispondente al 31 dicembre 1949 22:09:46.866 o JD 2433282.4234591. Gli assi B1950 sono realizzati da un offset di rotazione costante dagli assi J2000, utilizzando una formula disponibile dal Supplemento esplicativo all'Almanacco Astronomico.

Solo sistema lunare

Sistema degli Assi Principali (PA). Il frame degli assi principali è allineato con gli assi di inerzia principali con l'asse Z lungo l'inerzia massima e l'asse X lungo l'inerzia minima. (Questo è a volte indicato come l'asse della cornice della figura). Il frame PA è sviluppato in concomitanza con lo sviluppo delle effemeridi per la Luna: quindi, il frame dipende dal file JPL DE sorgente utilizzato. Il frame PA 430 viene definito mediante l'utilizzo del file JPL DE430. Il frame PA 430 è realizzato in base a una trasformazione dal frame ICRF basato sugli angoli di Eulero forniti come parte del DE430 se DE430 è specificato a livello di applicazione come sorgente di effemeridi planetarie. Se l'applicazione è configurata per utilizzare una versione DE diversa, il frame 430 PA viene realizzato come una rotazione costante dal frame MeanEarth.

Il DE430 è l'attuale effemeridi di default.

Solo sistema lunare

Sistema degli Assi Principali (PA). Il frame degli assi principali è allineato con gli assi di inerzia principali con l'asse Z lungo l'inerzia massima e l'asse X lungo l'inerzia minima. (Questo è a volte indicato come l'asse della cornice della figura). Il frame PA è sviluppato in concomitanza con lo sviluppo delle effemeridi per la Luna: quindi, il frame dipende dal file JPL DE sorgente utilizzato. Il frame PA 421 viene definito mediante l'utilizzo del file JPL DE421. Il frame PA 421 è realizzato in base a una trasformazione dal frame ICRF basato sugli angoli di Eulero forniti come parte del DE421 se DE421 è specificato a livello di applicazione come sorgente di effemeridi planetarie. Se l'applicazione è configurata per utilizzare una versione DE diversa, il frame 421 PA viene realizzato come una rotazione costante dal frame MeanEarth.

Solo sistema lunare

Sistema degli Assi Principali (PA). Il frame degli assi principali è allineato con gli assi di inerzia principali con l'asse Z lungo l'inerzia massima e l'asse X lungo l'inerzia minima. (Questo è a volte indicato come l'asse della cornice della figura). Il frame PA è sviluppato in concomitanza con lo sviluppo delle effemeridi per la Luna: quindi, il frame dipende dal file JPL DE sorgente utilizzato. Il frame PA 403 viene definito mediante l'utilizzo del file JPL DE403. Il frame PA 403 è realizzato in base a una trasformazione dal frame ICRF basato sugli angoli di Eulero forniti come parte del DE403 se DE403 è specificato a livello di applicazione come sorgente di effemeridi planetarie. Se l'applicazione è configurata per utilizzare una versione DE diversa, il frame 403 PA viene realizzato come una rotazione costante dal frame MeanEarth. Il frame dell'asse principale associato alle effemeridi DE405 è essenzialmente identico al frame 403 PA.

Solo sistema lunare

Sistema Medio Terra/Asse Polare (ME). La cornice lunare preferita per associare la topografia lunare e localizzare le caratteristiche della superficie. Il frame Mean Earth è realizzato come una rotazione costante dal frame PrincipalAxes associato alla versione del JPL/DE specificata a livello di applicazione. La rotazione, tra il telaio ME e PA è leggermente diversa per le diverse realizzazioni del telaio PrincipalAxes. I valori per la rotazione per diverse versioni di file DE sono contenuti in STKDataCentralBodiesMoonMoon.cb. Per impostazione predefinita, il file DE 430 viene caricato in modo che il frame MeanEarth sia definito come una rotazione dal frame PrincipalAxes_430.

Solo sistema lunare

Questi assi sono realizzati utilizzando l'algoritmo di trasformazione e i parametri contenuti nel "Rapporto del gruppo di lavoro IAU/IAG sulle coordinate cartografiche e gli elementi di rotazione: 2009," B.A. Archinal et al., Celest. Mech Dyn Astr 109 (2), 101-135 (DOI: 10.1007/s10569-010-9320-4). I parametri sono identici al precedente rapporto “Report of the IAU/IAG Working Group … 2000”, pubblicato nel 2002.

Solo sistema lunare

L'asse X è allineato con la direzione verso la Terra dalla Luna. L'asse Z è allineato con il vettore del momento orbitale della Luna, calcolato utilizzando la posizione relativa e la velocità della Luna rispetto alla Terra.

Solo sistema solare

Il sistema eclittico medio valutato all'epoca J2000. Il piano eclittico medio è definito come la rotazione del piano XY J2000 attorno all'asse X J2000 dall'obliquità media definita utilizzando la teoria FK5 IAU76. Nello strumento Vector Geometry, questo sistema è elencato come SunMeanEclpJ200.

Solo sistema solare

Un sistema eclittico definito come la rotazione degli assi ICRF attorno all'asse x ICRF dal valore FK5 IAU76 dell'obliquità media all'epoca J2000.0 (cioè 84381.448 arcsec). Il piano XY è il piano dell'eclittica.

Solo sistema solare

Il vero sistema eclittico, valutato in ogni dato momento. Il vero piano dell'eclittica è definito come la rotazione del piano XY di J2000 attorno all'asse X di J2000 dall'obliquità vera definita utilizzando la teoria FK5 IAU76.

Kit di strumenti di sistema (STK) ,  v 12.2  Ultimo aggiornamento della guida: giugno 2021


Sistemi ELIOCENTRICI e GEOCENTRICI

L'ascensione retta (simbolo α, abbreviato RA) misura la distanza angolare di un oggetto verso est lungo l'equatore celeste dall'equinozio di primavera al cerchio orario che passa attraverso l'oggetto. Il punto dell'equinozio di primavera è uno dei due in cui l'eclittica interseca l'equatore celeste.

La declinazione (simbolo δ, abbreviato dec) misura la distanza angolare di un oggetto perpendicolare all'equatore celeste, positiva a nord, negativa a sud.

In astrodinamica:[15]
Le posizioni dei satelliti artificiali della Terra sono specificate in coordinate equatoriali geocentriche, note anche come inerziale equatoriale geocentrico (GEI), inerziale centrato sulla Terra (ECI) e sistema inerziale convenzionale (CIS), che sono tutti equivalenti per definizione al geocentrico astronomico cornici rettangolari equatoriali, sopra. Nel frame equatoriale geocentrico, gli assi x, yez sono spesso indicati rispettivamente con I, J e K, oppure la base del frame è specificata dai vettori unitari , e .
Il Geocentric Celestial Reference Frame (GCRF) è l'equivalente geocentrico dell'International Celestial Reference Frame (ICRF). La sua direzione primaria è l'equinozio di J2000.0 e non si muove con precessione e nutazione, ma è altrimenti equivalente ai sistemi di cui sopra.
coordinate equatoriali eliocentriche[modifica]
In astronomia esiste anche una variante rettangolare eliocentrica delle coordinate equatoriali, designata x, y, z, che ha:
L'origine al centro del Sole.
Il piano fondamentale nel piano dell'equatore terrestre.
La direzione primaria (l'asse x) verso l'equinozio di primavera.
Una convenzione destrorsa, che specifica un asse y 90° a est nel piano fondamentale e un asse z lungo l'asse polare nord della Terra.


Come si relazionano GHA dell'equinozio di primavera, GHA dell'oggetto astronomico e RA? - Astronomia

AlmSun - Composito astronomico

Compendio astronomico è un programma astronomico-geografico, educativo, che oltre al calcolo dei fenomeni astronomici di base su il Sole, Luna, Pianeti, Stelle in modo accessibile ci porta alla conoscenza nel campo dell'astronomia e in parte anche della geografia. Qualcuno potrebbe dire: ci sono così tanti programmi diversi, inoltre gratuiti che contano esattamente la stessa cosa, quindi perché dovremmo crearne un altro? La risposta è semplice. Io come amante dell'astronomia non ero soddisfatto da nessuno di loro. Nessuno ha tutto in un unico posto e nessuno ha tutto ciò di cui ho bisogno. Quando ne ho trovato uno, si è scoperto che la sua precisione è quantomeno discutibile e la velocità non è soddisfacente. Nel mio programma c'è tutto ciò di cui ho bisogno. Ho usato lì algoritmi, secondo la teoria DE404, e se il programma sarà integrato con effimeri universalmente accessibili, pubblicati dalla NASA/JPL DE406, DE422 o DE431 quindi possiamo godere della perfetta accuratezza negli anni 4713BC - 10999.
Un ulteriore vantaggio del programma è il suo valore educativo. La materia proveniente dal campo dell'astronomia e della geografia viene riconosciuta in modo diverso, più accessibile e comprensibile. Qual è la posizione attuale del sole? Da cosa dipende? Qual è la lunghezza del giorno e quando sorge e tramonta il sole, e da cosa dipende? Perché il crepuscolo in prossimità dell'equatore è più corto? Dove e quando ci sono le notti bianche? Quali sono i fusi orari? Come appare Saturno adesso ed è visibile? La Pasqua dipende davvero dalla prima luna piena di primavera? È possibile una situazione in cui la luna non tramonta affatto? È possibile una situazione in cui il sole sorge due volte nello stesso giorno? È possibile rispondere a queste e ad altre domande giocando a questo programma molto divertente.

  • Sole
  • Luna
  • Pianeti
  • Sunsim
  • Eclisse
  • Stelle
  • Asteroide
  • Comete
  • Appuntamento
  • Posizione geografica
  • Fuso orario e i parametri del luogo di osservazione, ovvero l'altitudine dell'osservatore, la temperatura ambiente e la pressione atmosferica.

Il programma dispone di un database di circa 2000 grandi città del mondo, che puoi chiamare in qualsiasi momento e vedere dal vivo come cambia il fenomeno calcolato in base al luogo di osservazione.
È importante sottolineare che la filosofia della modifica dei dati in questo programma non consiste nel cercare una posizione specifica nel database, fare clic su OK e osservare i cambiamenti. Tutti i risultati sono calcolati online al momento della ricerca della posizione specificata. Nel programma non c'è nemmeno una chiave per calcolare! Tutti i dati vengono calcolati online modificando qualsiasi parametro: posizione geografica, data, ora o temperatura o pressione del luogo di osservazione.

  • pulsante Adesso - l'ora corrente è impostata.
  • Pulsante 00h tempo alle 0:00
  • Pulsante 12h ora alle 12:00
  • Ambientazione Ora attuale fa sì che d'ora in poi tutti i parametri vengano calcolati online in base all'ora corrente. L'ora corrente è presa dall'ora impostata sul computer.
  • Ambientazione l'ora inizia fa in modo che al momento dell'aggancio di questa impostazione tutti i parametri vengano calcolati in linea, ma dall'ora impostata in precedenza.
  • Pulsante > il cosiddetto slider, consente di cambiare l'ora in modo alternativo. L'ora può quindi essere modificata con l'uso del cursore ogni minuto, ora, giorno, mese, anno, secolo e millennio.

L'ora e i dati possono essere modificati anche scrivendo direttamente o modificando con l'uso di frecce. Tutti i dati, ovvero anno, mese, giorno, ora, minuto, secondo sono strettamente correlati. Ad esempio, se cambiamo il secondo dal valore di 59 aumentandolo di uno, allora il secondo assume il valore di 00 e il minuto aumenta di uno. Una simile correlazione di dati avviene durante la posizione geografica.

L'ora può essere modificata anche direttamente con il mouse, in AstroClock.

Nella scheda descrittiva c'è anche il pannello Tempo, e in esso si calcola il Tempo Universale UT, Julian Date JD, tempo dinamico terrestre TDT, e deltaT.

Emendamento delta T (tempo dinamico terrestre TDT - tempo universale UT) per gli anni 1620-2017 è secondo le osservazioni. Per i restanti anni, il delta T è approssimato. Il valore di Delta può essere sempre modificato. Questo può essere fatto in due modi. Per il momento aggiungendo modifiche o in modo permanente inserendo gli opportuni valori misurati per gli anni corrispondenti.

La correzione permanente delta T per gli anni 2014-2040 può essere effettuata cliccando sul pulsante "C". Qui oltre al grafico delta T per gli anni 1600-2100 possiamo inserire il valore corretto in ms.

Nel programma è anche possibile impostare permanentemente delta T = 0. Quindi tutti i calcoli vengono eseguiti per il tempo TDT. Questa opzione può essere utile ad esempio nel caso in cui si voglia confrontare le effemeridi calcolate con tabelle professionali, che diano i valori del tempo TDT.

  • Stephenson, F. R. e L. V. Morrison, "Cambiamenti a lungo termine nella rotazione della Terra: dal 700 a.C. al 1980 d.C.", Philosophical Transactions of the Royal Society of London Series A 313, 47-70 (1984)
  • Borkowski, K. M., "ELP2000-85 e la relazione Tempo Dinamico - Tempo Universale", Astronomia e Astrofisica 205, L8-L10 (1988)
  • Chapront-Touze, Michelle e Jean Chapront, Tavole e programmi lunari del 4000 a.C. all'8000 d.C., Willmann-Bell 1991
  • Stephenson, F. R. e M. A. Houlden, Atlas of Historical Eclipse Maps, Cambridge U. Press (1986)

L'ora corrente può essere modificata mediante l'impostazione diretta di UT o TDT nel formato tradizionale o nel formato della data Julain JD.

Puoi anche inserire l'output della somma aritmetica.

  • Longitudine : 0 .. 360
  • Latitudine : -90 .. 90
  • Data : -4713 .. 8000, ma praticamente non ci sono restrizioni, e l'unica cosa che può apparire è il problema con la precisione dei calcoli.

Tutti i formati sono accettati
esempio :
np.
51.51222
-0.06500

e. occorrenza il cambio dell'ora insieme alla regola dell'ora legale

Imposta località - Base principale

Nel database principale AlmSun ha 8 mila luoghi geografici nel mondo che contiene informazioni sul numero di fuso orario e regola modificabile dell'ora legale. I luoghi geografici sono ordinati in base al paese. Puoi vedere la mappa illustrativa.


Base pratica - Base di città con posizioni geografiche.

In ogni fase dei calcoli, puoi sempre chiamare il database e verificare online come cambiano i parametri calcolati a seconda di che punto del mondo ci troviamo. Il fatto che la posizione geografica non venga impostata una volta, e vi sia la possibilità di cambiare la posizione geografica durante i calcoli, è un punto di forza del programma. Il database contiene 2035 posizioni geografiche e oltre alle coordinate geografiche, contiene anche informazioni sul numero di fuso orario del luogo e le informazioni se nel luogo è presente o meno il cambio dell'ora legale. Tutte queste informazioni vengono prese in considerazione quando attiviamo "auto" nella finestra del fuso orario.
L'esempio seguente mostra la posizione geografica di due zone, ma il fuso orario, pur tenendo conto del cambio di orario, è 3.

Ogni città prelevata dal database sarà memorizzata nel programma con le informazioni sul numero di fuso orario attribuito e se c'è un cambio di orario.
Quando la funzione "auto" non è selezionata, durante la selezione della città, nel programma principale sotto forma di anteprima, viene visualizzata l'ora che si trova attualmente nella città. Durante la selezione della città dal database, vengono visualizzate anche le informazioni sul numero di fuso orario assegnato e se c'è un cambio di orario (1- si verifica, 0 non si verifica).
L'esempio seguente mostra una selezione della città di Delhi, nel caso in cui in precedenza la città operativa fosse Varsavia nell'ora legale (zona = 2).

E il bocconcino di notizie. Capodanno in Europa (prima zona) 31.12.2009 alle 11:00. Nella città di Londra Kiritimati, sulle Line Islands hanno già salutato il nuovo anno. Lo dimostra lo 0:00+ ("+" indica il giorno successivo).

Se qualcuno ha bisogno di un piccolo indizio sul fatto in quale parte del nostro globo è valida la zona, può utilizzare una mappa illustrativa delle zone.

Nella finestra del database è possibile impostare solo preferiti. Quindi il database mostrerà solo le posizioni geografiche, che sono state precedentemente aggiunte ai nostri preferiti.

C'è anche la possibilità di creare l'intero database. Può essere richiamato facendo clic sul pulsante "Il mio database".

I dati a base vengono introdotti con l'uso del pulsante "Aggiungi". Se la posizione geografica non proviene dal database originale delle città, il programma richiede il nome.

La posizione geografica a "My Base" può essere aggiunta anche dalla finestra di base delle più grandi città del mondo.

Le posizioni di "La mia base" possono essere modificate, eliminate e ordinate.

Sei mai stato testimone di un fenomeno astronomico e senti il ​​bisogno di ricordarlo, salvare tutti i punti specifici, cioè dove, quando, in quale zona e in quali circostanze si è verificato? In questo programma la cosa utile è un database, i cosiddetti time-sites, che raccoglie tutti i dati necessari - variabili di input necessarie per calcolare i dati individuali.

  • Posizione geografica
  • Nome dell'osservatore (città)
  • Data e ora
  • Fuso orario
  • informazioni in caso di modifica dell'ora legale
  • i dati dell'osservatore, cioè l'altitudine, la temperatura e la pressione atmosferica

Il database può anche essere richiamato in qualsiasi momento. È uno strumento molto comodo, perché ci permette di fare un confronto rapido e diretto dei due fenomeni (es. eclissi solare in SunSim) che si verificano in tempi, luoghi diversi e condizioni meteorologiche diverse. Il nome del record aggiunto è composto da un nome o posizione geografica (se il nome non esiste) data e ora.
I file con base time-sites hanno l'estensione *.cmf e sono memorizzati nella directory cmf situata nella directory principale del programma.
Lo strumento di creazione di database Cmf viene utilizzato nel programma anche per generare report specifici, la cui creazione, come ad esempio: eclissi solari, richiede tempo e la cui visualizzazione successiva è molto conveniente.


Mappa illustrativa per il rapido cambiamento di posizione geografica.

La posizione geografica può essere scelta anche tramite mappa illustrativa dell'Europa.

Se qualcuno lo desidera, può selezionare i fusi orari. Quando questa opzione è abilitata, ogni selezione di una posizione geografica e approvazione significa il trasferimento della posizione geografica, insieme alle informazioni sul numero della zona.

La mappa è realizzata con metodo vettoriale e si basa sulla base di circa 6000 località geografiche, che compongono il contorno del continente e dei confini. La precisione della mappa varia a seconda di quale parte dell'Europa era misurato.

Per ragioni pratiche, la mappa è stata visualizzata in proiezione di Mercatore e copre un intervallo di lunghezze da 349 a 45 e larghezze da 34,5 a 72 , ovvero l'intera Europa.
Sulla mappa possiamo selezionare le città dal database delle città, solo i preferiti (rosso) ei punti dal mio database.

Nel programma è disponibile anche la mappa illustrativa di tutto il mondo. Come negli altri strumenti di questo programma, ogni 'viaggio' del mouse si traduce in un calcolo immediato dei dati nel programma principale. Grazie al rapido movimento intorno alla mappa possiamo apprendere rapidamente una serie di fenomeni, che apparentemente sembrano evidenti e che, grazie a questo strumento, assumono un'altra dimensione.

Se non desideriamo che i dati vengano trasmessi al programma principale e attualmente calcolati, possiamo disattivare (opzione "link")

Ogni "viaggio" del mouse sulla mappa risulta in:

  • Visualizzazione della posizione geografica attuale
  • Il fuso orario corrente, che si applica a una particolare località
  • Informazione se nell'area è in vigore o meno il passaggio all'ora legale
  • Fuso orario corrente, inclusa l'ora legale
  • Paese o posizione geografica

e la maggior parte delle isole caratteristiche. Ad esempio, una delle ben descritte sono Line Islands of Kirbati, dove è in vigore il fuso orario +14 (gli abitanti di queste isole salutano il giorno per primi), Baker e Howland Islands appartenenti agli Stati Uniti, che sono le uniche ad avere fuso orario -12 in vigore o Chatkam, che hanno il fuso orario esotico di 12 3/4. Il viaggio su questa mappa non può essere molto accurato, perché è difficile, ma comunque riprodurre fedelmente il mondo intero, è una garanzia di divertimento ed educazione.
In aggiunta, è disponibile anche la tabella dell'ora locale, valida per l'ingresso e la posizione selezionata. Tutti i dati necessari, come zona e se il cambio dell'ora è in vigore o, se è in vigore l'ora legale, sono presi dalla mappa (dopo aver cliccato) o dal database (dopo aver selezionato la posizione). Quando appare "+" accanto all'ora, significa l'informazione che l'ora corrisponde già al giorno successivo. Quando c'è "-" si riferisce al giorno precedente. Inoltre, possono apparire anche due vantaggi: "++". Significa che l'ora corrisponde a dopodomani. Una tale differenza di tempo è possibile, ad esempio, tra le isole relativamente meno distanti. Baker Island e l'isola di Natale di Kirbati. Ad esempio, se nelle Isole Baker ci sono le 23:00 del 7 febbraio, nelle Isole di Natale ci sarà l'1:00, ma sarà già il 9 febbraio!
Ci sono molte più notizie del genere sulla linea del cambiamento dei dati :)

L'Ortodromo, ovviamente, è la via più breve tra due punti sulla superficie della palla, correndo sulla sua superficie. Ma tutto ciò che sappiamo è che sulle mappe pubblicamente disponibili di Mercatore, cioè proiezione cilindrica, questa linea, con due eccezioni, è l'arco.

Ortodromo di volo Berlino- Los Angeles sembra seguire

e il volo più breve da Londra alla Nuova Zelanda, si scopre, passa attraverso la Norvegia e il Circolo Polare Artico, sebbene l'intuizione suggerisca qualcosa di completamente diverso.

Interessante anche l'Ortodromo di Dehli - New York

Orodromo appare dopo ogni clic sulla posizione selezionata. Inoltre, viene convertita anche la distanza.

Ortodrome è contato su Sferoide. Nel campo del risultato, come suggerimento, possiamo anche leggere la distanza su loksodrome e la differenza di distanze tra due percorsi.
L'input e le posizioni selezionate possono essere selezionate da "Base di posizioni geografiche" o da "La mia base". Naturalmente, il corso dell'ortodromo può essere osservato anche durante la selezione di questi siti (può essere disattivato - opzione "collegamento").

L'input e la posizione geografica selezionata possono essere modificati anche manualmente. Dopo aver cliccato sul simbolo 'lamda' si apre la finestra di modifica.


Linea giorno e notte, ombra gnomone


Precisione dei calcoli. Effemeridi JPL DE406, DE422 e DE431

I calcoli vengono effettuati secondo la teoria DE406/DE422/DE431 e se prendiamo DE406/DE422/DE431 allora saranno fatti secondo la teoria DE406/DE422/DE431. I dati necessari per calcolare secondo questa teoria sono presi da file esterni della directory DE406, DE422 o DE424. In questa directory possiamo mettere i file per qualsiasi 3-secoli che ci interessa. Possiamo mettere lì tutti i file abilitati dalla NASA/JPL, cioè dall'anno 3000 all'anno 3000, file selezionato (per l'attuale 3-secolo) o per niente. In tale disposizione, l'impostazione di DE406 non sarà abilitata.
Un insieme di file distribuiti da JPL e disponibili in: DE406

unxm3000.406 -3000 .. -2700
unxm2700.406 -2701 .. -2400
unxm2400.406 -2401 .. -2100
unxm2100.406 -2101 .. -1800
unxm1800.406 -1801 .. -1500
unxm1500.406 -1501 .. -1200
unxm1200.406 -1201 .. -900
unxm0900.406 -901 .. -600
unxm0600.406 -601 .. -300
unxm0300.406 -301 ..-1
unxp0000.406 1 .. 300
unxp0300.406 301 .. 600
unxp0600.406 601 .. 900
unxp0900.406 901 .. 1200
unxp1200.406 1201 .. 1500
unxp1500.406 1501 .. 1800
unxp1800.406 1801 .. 2100
unxp2100.406 2101 .. 2400
unxp2400.406 2401 .. 2700
unxp2700.406 2701 .. 3000

20 file contengono effemeridi del Sole. Luna e pianeti. Una serie di file richiede 200 MB. Come già accennato, è consigliabile archiviare solo file dell'attuale trecento, ovvero unxp1800.406

Possiamo ottenere informazioni su quale file è attualmente utilizzato dal programma selezionando DE406.

Nel pannello di Sole si contano i parametri attuali del Sole, dati dagli annuari astronomici, cioè declinazione, equazione del tempo, GHA, ascensione retta, latitudine dell'eclittica, longitudine dell'eclittica, diametro angolare, distanza del Sole e inclinazione dell'eclittica.

Pannello perielio e afelio

Qui abbiamo i valori del perielio e dell'afelio del Sole per l'anno in corso. I valori sono calcolati con il metodo numerico DE406 e sono forniti con una precisione di un secondo per mostrare la coerenza degli algoritmi applicati.

Qui otteniamo il tempo siderale attuale e il GHA di Aries Point.

Pannello Posizione attuale

In questa tabella viene calcolata la posizione attuale del Sole: altitudine, azimut e altitudine di rifrazione, che dipende dalla temperatura e dalla pressione atmosferica. Valore l'altitudine con la rifrazione (altitudine apparente) dipende anche dall'altezza dell'occhio. La modifica per abbassare l'orizzonte, tenendo conto dell'altezza dell'occhio, si calcola da una semplice formula:
p = 1.76'*sqrt(h)
L'altitudine apparente viene calcolata con il metodo numerico e il valore di rifrazione astronomica viene calcolato dalle formule fornite in Almanac for Computers 1990.

Perché a quanto pare, la semplice questione della correzione dell'altitudine è difficile per gli appassionati di astronomia, per comprendere meglio la questione l'autore del programma ha implementato una sorta di assistenza. Facendo clic su "?" L'icona consente di ottenere un set completo di tutte le possibili modifiche, inclusa la divisione dell'altitudine del disco superiore e inferiore. In questa finestra c'è anche la possibilità di modificare alcuni parametri (altitudine, altitudine dell'osservatore, temperatura, pressione) per capire meglio cosa e in che misura dipende da qualcosa. Nel caso di una modifica dell'altitudine del Sole, la modifica della parallasse è stata abbandonata.

Pannello Orologio astronomico

Astro Panel Clock è una visualizzazione grafica del livello di esposizione durante il giorno. Questo strumento ha un grande valore educativo, perché in modo rapido puoi valutare la proporzione tra la lunghezza del giorno e della notte e la lunghezza dell'alba/tramonto. Grazie al rapido cambio di giorno da dicembre a gennaio si nota anche il fatto che la crescita della giornata avviene prima da ovest.

Astro Clock 15.04.2008, 16:40:04, Varsavia

Orologio astronomico 20.06.2008, 16:40:04, Varsavia

Astro Clock 20.06.2008, 16:40:04, Helsinki qui possiamo 'vedere' le notti bianche

e qui Helsinki ma 2008.12.20

Astro Clock 2008.03.20, 16:40:04, Nairobi, Kenya - si prega di notare un crepuscolo molto breve

e qui Spitsbergen 2008.04.09. Qui il crepuscolo dura mezza giornata.


e ancora una volta Varsavia 2008.06.20

e, per confronto, Parigi in quel giorno, che è nello stesso fuso orario

Poiché l'applicazione consuma molto il processore e per i computer lenti può rallentare il calcolo, è possibile disattivarla. Puoi farlo cliccando sull'immagine del Sole nel pannello della Posizione Attuale.

Con questo pannello puoi anche cambiare l'ora. In modo approssimativo, muovendo il mouse.
A sua volta, se facciamo doppio clic su Orologio astronomico, vedremo un grafico dell'altitudine del Sole in funzione del tempo, quindi in senso figurato - il percorso del Sole durante il giorno.

Ulteriori clic causano anche la visualizzazione del grafico del percorso della Luna, contrassegnato in blu.

Visualizzazione del movimento diurno della Mini Terra.

Nel pannello Posizione attuale c'è anche una mini visualizzazione della rotazione della Terra. La Terra è sempre impostata sulla posizione geografica corrente.

La visualizzazione della rotazione terrestre può essere effettuata anche in una finestra separata e di conseguenza estesa. Una volta richiamata la finestra con la virtualizzazione, come indipendente sarà presente (anche quando si chiameranno altri programmi) e mostrerà sempre lo stato attuale.

Nel pannello Posizione Attuale, accanto alla mini-visualizzazione della rotazione terrestre, ci sono anche informazioni sul livello di energia luminosa che ci raggiunge in quel momento, sullo sfondo del cielo.

Nel pannello Posizione Attuale è disponibile anche la finestra con il riepilogo dettagliato delle modifiche dell'altitudine.

Se qualcuno vuole vedere più vividamente il corso del Sole, della Luna e occasionalmente del Pianeta selezionato, l'icona "Grafico h=(t)" ci consentirà di visualizzare il corso giornaliero del Sole e della Luna. Cose apparentemente semplici, ma sul tema ci permettono di capire alcune interessanti dipendenze tra andamento del Sole e della Luna cioè in Nuovo, in I quarto o Pieno. Sul grafico possiamo anche vedere come accade che ci siano giorni in cui la Luna semplicemente non tramonta.

Grazie a questo programma, in modo relativamente veloce (modificando la data) possiamo anche trovare il periodo più adatto in cui possiamo osservare un determinato Pianeta.

Come nel programma principale, possiamo chiamare un database delle principali città del mondo e rivedere rapidamente come tutto cambia in base alla posizione desiderata sulla Terra.

Vi siete mai chiesti a che ora il Sole raggiunge un certo azimut? Certo, ogni giorno succede in un momento diverso. Puoi trovarlo nel programma principale cambiando l'ora e se vuoi renderlo più veloce, ti sarà utile un piccolo sottoprogramma che imposta l'ora per un particolare azimut.

Se qualcuno desidera averlo come report per l'intero anno, è sufficiente fare clic sull'icona "report". Rapporto di esempio per Parigi e azimut 90 è: QUI
Durante la generazione di un report possiamo visualizzarlo direttamente in IE in formato html. Browser e report verranno aperti automaticamente (se attiviamo questa opzione). Il rapporto di esempio generato da AlmSun ha il seguente aspetto: Sun_Azumut_90.00_year_2012.html

A che ora il Sole raggiunge un'altitudine predeterminata?
Inoltre può essere rapidamente determinato dal piccolo sottoprogramma e produce anche un rapporto annuale, anche da visualizzare nel browser: Sun_Alt_45.00_year_2012.html

E quando il Sole, la Luna o qualche altro Pianeta raggiunge una certa posizione, cioè un'altitudine e un azimut definiti? Ad esempio, in una data e un'ora specifiche il Sole fa capolino dalla finestra e vogliamo sapere quando si ripresenterà questa opportunità. Possiamo farlo con un sottoprogramma:

Tempo = f(h,az) - Il calcolo del tempo per una data altitudine e azimut

I calcoli vengono eseguiti con metodo numerico, con passo ben definito e la dimensione angolare del set point, che dal punto di vista del programma è un cerchio di raggio r. Più alto è r, più momenti corrispondono. Questa idea è più simile alla figura sottostante.

Se si desidera un'elevata precisione di ricerca, si consiglia di impostare il passo possibilmente più piccolo (es. 1 s) e possibilmente il raggio più piccolo r (1 un angolo minuto)

In questo pannello sono riportati i momenti delle stagioni, calcolati con metodo numerico basato su DE404 o DE406 (a seconda della scelta).

Se qualcuno vuole conoscere i momenti esatti di transizione del Sole attraverso il segno zodiacale, può chiamare questo elenco facendo clic sul piccolo pulsante accanto alla longitudine eclittica del Sole.

it nell'intervallo di 1000 anni. Esempio di confronto generato da AlmSun: Zodiac_1910_count_100.html

Utilizzando la stessa applicazione, si può chiamare una collazione delle stagioni: Season_1910_count_100.html

Pannello Alba e tramonto

In questa tabella sono calcolati i momenti di alba e tramonto. Tempo e azimut. I momenti di salita e di tramonto sono calcolati tenendo conto l'altezza degli occhi, effettivo raggio del Sole così come rifrazione astronomica del pressione e temperatura.

Va notato che il parametro dell'altitudine dell'osservatore non è l'altitudine sul livello del mare, ma l'altitudine dell'osservatore al mare (Altitudine dell'occhio).



Calcoli numerici di albe e tramonti.

Questo metodo può essere utilizzato in situazioni specifiche. Ad alte latitudini, dove c'è il sospetto che il Sole attraversi l'orizzonte solo per un momento.

Ecco un esempio. 2 giugno, luogo: sede di San Nicola in Finlandia, intorno al Polo Nord. Il sole sorge a quest'ora circa 2 minuti dopo la mezzanotte. Tramonta alle 22:32, ma per poco tempo, perché anche lo stesso giorno alle 23:55 si rialza. Wow!

Pannello Crepuscoli regalano i momenti di albe e crepuscoli civili, nautici e astronomici. Ci sono anche informazioni sulla durata dell'alba.


Mappa delle curve di livello dell'altitudine, delle albe e dei tramonti.

  • ogni spostamento sulla mappa da parte del mouse risulta mostrando l'attuale posizione geografica così come il calcolo della posizione attuale del Sole e gli istanti di albe e tramonti.
  • la nostra posizione prescelta può essere selezionata (è indicata dalla croce rossa) il modo per avere ad esempio il confronto dei risultati attuali, cioè quelli risultanti dal "viaggio col mouse".
  • Se sono stati selezionati fusi orari e opzioni automatiche, la posizione selezionata viene calcolata nell'ora locale.

Questo assicura che pochi spostamenti del mouse per tutta l'Europa dopo pochi giorni caratteristici dell'anno (giorno più lungo, giorno più corto, equinozio) permetteranno anche al profano medio di comprendere le leggi che regolano il moto della Terra durante il giorno, in qualsiasi giorno dell'anno. Se nonostante ciò qualcuno non sa perché in tale Brest il Sole sorge 1,5 più tardi che in Polonia, allora propongo di imporre sulla mappa le linee di contorno di albe e tramonti.
Questa è la linea di contorno del tramonto 24.11.2008. Le ore intere sono contrassegnate dalla linea in grassetto.

E questa è la linea di contorno dell'alba in uno dei giorni più lunghi dell'anno. Si prega di notare che a latitudini superiori a 65 parallele le curve di livello non esistono. Certo, perché sopra il circolo polare il sole non sorge. Si accende tutto il tempo.

Non meno divertenti ci danno le curve di livello dell'attuale altitudine del Sole.

Questa è la linea di contorno dell'altitudine del Sole e della mezzanotte in uno dei giorni più lunghi dell'anno. Si prega di notare che la linea di contorno "6" è il confine del luogo, dove ci sono le cosiddette notti bianche.


Astro-calendario grafico

Astro-calendario è una visualizzazione grafica della lunghezza del giorno, insieme alla selezione delle albe e dei tramonti durante l'anno.

Sebbene tutti sappiano che alle grandi larghezze in estate si verificano notti bianche e il crepuscolo lungo e l'equatore del crepuscolo è breve, e durante tutto l'anno la lunghezza del giorno è paragonabile alla notte, tuttavia, la rappresentazione grafica di questo fatto illumina la cosa in una certa misura.
Sopra è mostrata la visualizzazione di Reykjavik e del Cairo.

Interessante è la visualizzazione al palo o con il cambio dell'ora.

Astro-calendario contiene molte funzioni preziose. Riguardano i Pianeti, quindi maggiori informazioni possono essere trovate nella descrizione della scheda denominata "Pianeta".
Gli astro-calendari "elencano" una finestra di visualizzazione della Terra e della Luna, che sono sempre in primo piano. Mentre "viaggiamo" con il mouse sulla carta possiamo cambiare rapidamente la data e l'ora e osservare immediatamente l'effetto nella finestra menzionata, fornendo così all'utente divertimento e persino illuminando un po' la questione della rotazione terrestre.

Tutti probabilmente hanno visto l'analemme e da vicino la rappresentazione della declinazione così come l'equazione del tempo durante tutto l'anno.

Tuttavia, quasi nessuno sa come l'analemma si sia evoluto nel corso dei secoli, cioè come appariva 3000 anni fa e come sarà dopo 4000 anni. Ecco qui:

Analemma in risoluzione più grande: analema1900.png

Grafici di declinazione, equazioni del tempo, diametro apparente della dimensione del disco e altri parametri del Sole

Se qualcuno, nell'ambito dell'istruzione, volesse guardare l'andamento della declinazione del Sole o l'equazione del tempo, allora questi grafici sono disponibili cliccando sui piccoli pulsanti accanto ai valori di declinazione e l'equazione del tempo .

Per confronto, puoi anche "chiamare" il corso della declinazione della Luna.

ed ecco l'equazione del corso del tempo

Vale anche la pena vedere come cambia l'equazione del corso del tempo dopo 5000 anni.

Interessante è anche il grafico delle dimensioni del diametro del Sole e della Luna.

L'insolazione, in altre parole, la luce solare, l'energia fornita dal Sole durante il giorno. L'energia è espressa in pollici per cm 2. 2.
Il grafico ci dà l'andamento dell'insolazione durante tutto l'anno e ci dà anche l'insolazione annuale.

L'insolazione dipende dalla latitudine geografica, quindi modificando questo parametro possiamo osservarla attentamente.

E' disponibile anche la carta del sole di tutto il globo in funzione della latitudine geografica.

sottoprogramma Osservazioni di macchie solari è stato scritto appositamente per gli appassionati di astronomia che amano le osservazioni delle macchie solari. Il programma dispone di algoritmi e teoria completa utilizzati per calcolare i parametri e la posizione attuale del disco solare. Il programma permette di caricare le immagini delle misurazioni preimpostate e quindi con l'uso del mouse, raccogliendo i punti osservati e inserendoli nel programma. Parlando in modo più vivido, il programma calcola i punti dei punti sull'immagine di X, coordinate dell'immagine caricata in coordinate eliografiche del Sole l,B con gli attuali parametri del Sole P, Bo io Lo.

L'immagine delle misurazioni dovrebbe avere 641x641 pixel, mentre il disco solare dovrebbe avere 601 pixel. Il disco dovrebbe essere posizionato centralmente.
Il file BMP di esempio è: QUI

Dopo aver caricato il file:

E qui dopo sganciare l'immagine con spot in un giorno completamente diverso:

Visualizzazione della rotazione terrestre, ovvero la vista della Terra nello spazio :)

Il programma è in 3D ed è scritto in OpenGL. Tutte le texture sono prese dal sito web della NASA.
C'è la possibilità di caricare la propria texture.

Texture di maggiore risoluzione.

Ed ecco la Terra di notte.

  • Le posizioni dell'osservatore possono essere selezionate arbitrariamente, ad esempio osservando la Terra intorno e su - giù.
  • Per due località geografiche selezionate (selezionando manualmente o selezionando dalla base) viene calcolata la posizione attuale del Sole (altitudine, azimut). La posizione 1 è contrassegnata in verde, mentre la posizione 2 in rosso.
  • Le posizioni 1 e 2 possono essere collegate tra loro da ortodroma, cioè la connessione più breve tra due punti su una sfera.

Ed ecco il collegamento tra la Polonia e le Hawaii. La connessione più breve va ovviamente in tutto il polo.

Ed ecco le trame selezionate dal set per ogni mese. La selezione della trama è automatica, a seconda della data selezionata.

Nel pannello chiamato Luna vengono scelti i parametri attuali della Luna, dati dagli annali astronomici.

Precisione dei calcoli:
Come per il Sole.

Pannello chiamato Posizione attuale Fornisce la posizione attuale della Luna, cioè l'altitudine, l'azimut e l'altitudine apparente, cioè l'altitudine inclusa l'altitudine dell'osservatore, le correzioni geocentriche, la rifrazione astronomica inclusa la temperatura e la pressione atmosferica.

Questa tabella include anche la visualizzazione grafica delle fasi lunari e il calcolo del momento culminante. Vale la pena ricordare che viene calcolato anche l'azimut del climax e non è di 180 gradi, come in altri corpi celesti.

Allo stesso modo come nel caso del Sole, facendo clic su "?" Il pulsante provoca il richiamo della finestra con un riepilogo dettagliato delle modifiche di quota, scomposte anche per la quota dell'arto superiore e inferiore.

Mini visualizzazione della Luna

Nel pannello denominato "La posizione attuale" viene presentata la mini visualizzazione della Luna. Questa non è una semplificazione, ma una visualizzazione completa, con una rappresentazione accurata delle fasi e dell'aspetto della Luna. La sua apparente dimensione e posizione, perché come sappiamo a causa della librazione la Luna è soggetta ad alcuni movimenti. Quindi questa non è sempre la stessa sequenza visualizzata di immagini pre-preparate per la fase, ma l'aspetto è tenuto al passo.

Disponibile anche la visualizzazione della Luna in una finestra separata e indipendente.

Una volta chiamato sarà presente la finestra di visualizzazione (anche durante la chiamata di altri programmi) e mostrerà sempre lo stato corrente. Dopo aver chiuso il programma, vengono salvate tutte le sue impostazioni, cioè la dimensione, la posizione e se durante l'avvio del programma principale deve essere mostrato.

Pannello Sorgere e calare della luna

In questa tabella sono calcolati i momenti di sorgere e tramontare della Luna. Il tempo e l'azimut dei momenti di salita e di tramonto sono calcolati tenendo conto dell'altitudine dell'osservatore, del raggio effettivo della Luna e delle rifrazioni della pressione e della temperatura.

In questo pannello, come nella scheda "Sole" possiamo chiamare finestra numerica di calcolo di alba e tramonto della Luna.

Pannello chiamato Orologio astronomico

Il pannello Astro-clock, come nella scheda SUN, è la visualizzazione grafica del livello di esposizione durante l'intera giornata, insieme ai grafici del corso del Sole e della Luna.
Il tutto può essere disabilitato cliccando sull'immagine della visualizzazione delle fasi lunari.

Pannello chiamato Fasi della luna

Mostra le fasi lunari del mese. Le fasi vengono calcolate secondo algoritmi riportati nel libro di Jeean Meusa chiamato "Astronomical Algorithms", e poi corrette numericamente secondo la scelta della teoria DE404 o DE406.

Come sappiamo, il periodo tra le fasi selezionate (es. da New Moon a New Moon) è chiamato mese sinodico. La letteratura afferma che ammonta a una media di 29d 12h 44m 2,8s. Tuttavia, vale la pena sapere che in effetti a causa di molti fattori, tra cui il cambiamento dell'orbita lunare, nel caso degli effetti gravitazionali del Sole, la lunghezza del mese cambia anche fino a 12 ore. Per vedere questo, possiamo produrre una dichiarazione dei mesi sinodici in un dato anno, insieme alle statistiche del valore più grande, più piccolo e medio per un dato anno.

Pannello chiamato Massime declinazioni e Perigeo e Apogeo

Specifica i valori calcolati con metodo numerico secondo la teoria di DE404 o DE406 (a seconda della scelta).

Nel pannello denominato Perigeo e Apogeo è inoltre disponibile una compilazione della lunghezza dei mesi anomali (da Perigeo a Perigeo), che come sappiamo è molto diversa dal valore medio, che secondo la letteratura è 27d 13h 18m 33.1s .
Nel 2010 la differenza era di 3,8 giorni.

Come sappiamo, il piano orbitale della Luna è inclinato rispetto al luogo dell'orbita terrestre (eclittica) di un angolo di circa 5 gradi. I punti di intersezione di questi piani sono chiamati nodi.Nodo, dove la larghezza dell'eclittica cambia da negativo a positivo è chiamato nodo ascendente, mentre il nodo, dove la larghezza cambia da positivo a negativo è chiamato nodo discendente.
Il pannello dei nodi ascendenti e discendenti è disponibile nella stessa posizione del pannello delle Massime declinazioni e la selezione del pannello si effettua tramite l'apposito pulsante.

E così, una volta possiamo avere il pannello delle declinazioni massime e una volta i nodi ascendenti e discendenti.
Se qualcuno vuole avere a disposizione tutti i pannelli, può chiamare un piccolo sottoprogramma con l'enunciato dei nodi più vicini.

Nel pannello del nodo lunare è disponibile anche un riassunto di questi fenomeni, insieme alle statistiche sulla durata del mese del drago.

Nei citati pannelli della Fase Lunare, Massime declinazioni, Perigeo e Apogeo, Nodi ascendenti e discendenti, sono stati aggiunti dei pulsanti aggiuntivi, grazie ai quali possiamo impostare questi parametri estremi e caratteristici, osservandone gli effetti anche per la visualizzazione della Luna.

Qui possiamo vedere i grandi valori educativi di questo supplemento. Ad esempio, un rapido "salto di Luna dopo la Luna Piena" ci permette di osservare come cambia l'aspetto apparente del satellite. La Luna assume dimensioni estremamente diverse e cambia posizione come risultato della librazione.

Sopra possiamo vedere la sequenza di visualizzazione della Luna Piena. Come possiamo vedere la Pienezza non è uguale alla Pienezza.

E ora, per favore, "salta" rapidamente vicino alla Luna sul suo Perigeo e osserva se la librazione nella lunghezza forse non ruota attorno a un valore.

e qual è la conclusione?

Se vogliamo vedere i nodi ascendente e discendente, le declinazioni massime, il perigeo e l'apogeo nonché le fasi lunari nella dichiarazione annuale, come previsto da un annali astronomico, allora guarda:


In tutti i casi possiamo scegliere l'anno e anche la teoria (DE404 o DE406) secondo cui contare i dati.

Tutte queste dichiarazioni possono essere visualizzate in un browser Web con indotto insieme alla dichiarazione, anche in un periodo di 100 anni.
Sopra possiamo vedere rapporti di esempio:

Come nella scheda Sole, anche qui abbiamo gli strumenti per calcolare il tempo, per una data altitudine o azimut della Luna. Esiste anche un sottoprogramma che consente la designazione del tempo per queste due variabili (h,Az) contemporaneamente.

La ricerca di una stretta falce di Luna

Di sicuro, ognuno di noi ha visto la Luna 36 ore, ma vedere la Luna 24 ore o anche più giovane è possibile e sicuramente molto emozionante. Se vogliamo afferrare la Luna più giovane possibile, allora subito dopo la Luna Nuova dobbiamo tendere un'imboscata dopo il tramonto e ovviamente in primavera, perché allora l'eclittica è intitolata con un ampio angolo rispetto al tramonto della stagione autunnale. Sotto c'è la pendenza dell'eclittica al tramonto in autunno e primavera.

Quando si cerca una mezzaluna stretta l'utile può essere l'applicazione che ci permette di redigere un prospetto dei giorni in cui tale osservazione è possibile. Il report è preparato in formato html o base di time-sites, che è una base che possiamo chiamare ovunque in AlmSun.

In occasione della creazione della base di time-sites viene creato un report in formato html, che possiamo aprire in IE.
Il rapporto di esempio di html ha questo aspetto: M_Warsaw, PL_1990_10.html

La declinazione massima della Luna

Come sappiamo il valore assoluto della declinazione massima della Luna in una serie di 18 anni varia nel range di circa 23,5-5,1 do 23,5+5,1.

Grafici di declinazione e latitudine eclittica, distanza dalla Terra, librazione ecc.

Il meccanismo delle variazioni della declinazione massima della Luna può essere facilmente osservato analizzando l'andamento della declinazione e della latitudine dell'eclittica su una singola carta.

Sotto, c'è un caso speciale, quando il nodo ascendente della via della Luna (quando l'ampiezza dell'eclittica cambia da negativa a positiva) cade nel punto dell'equinozio di primavera (per precisione, la cosa nel grafico seguente si trova nelle sue vicinanze)
Quindi si sommano la pendenza dell'eclittica rispetto all'equatore e l'inclinazione della via della Luna e si crea così con l'equatore l'angolo uguale 23 27' + 5 9' = 28 36'.
Quindi entro un mese la declinazione della Luna varia da +28 36' a -28 36'

Ed ecco il caso in cui al punto dell'equinozio di primavera c'è un nodo discendente (si verifica quando la larghezza dell'eclittica cambia da positiva a negativa). Quindi, per calcolare la pendenza del percorso della Luna, dobbiamo sottrarre 23 27' k t 5 9'. La via della Luna forma quindi un angolo di 18,18' insieme al piano dell'equatore, e quindi la declinazione della Luna varia da +18,18' a -18,18'. Possiamo anche aggiungere che l'intervallo di tempo tra successivi passaggi della Luna attraverso lo stesso nodo che è chiamato mese del drago ed è una media di 27.2122 d

Non meno interessante è anche l'andamento del diametro del disco della Luna o librazione

Tuttavia, il più interessante è il grafico della distanza dalla Terra alla Luna nell'intervallo durante tutto l'anno.
Il grafico seguente mostra come cambia la distanza dalla Luna alla Terra nel 2011.
Una situazione interessante si verifica verso il 19.03.2011.

Come possiamo vedere, l'apogeo cambia molto leggermente intorno al valore di 405 migliaia di chilometri, mentre le fluttuazioni delle distanze del perigeo sono molto grandi. Se qualcuno desidera avere tutti i grafici insieme, può creare un sottoprogramma.

Analisi dei parametri della Luna

In questo programma sono disponibili tutti i parametri della Luna insieme sotto forma di grafici nell'intervallo di 3 mesi. Spostando il mouse sul grafico possiamo cambiare rapidamente la data e l'ora e magari cogliere qualcosa di interessante.

finestra di la visualizzazione della Luna "ascolta" questa applicazione. È disponibile anche la descrizione (questa è per il principiante) grazie alla quale possiamo conoscere cosa è il mese sinodico, anomalo e draconico. Qual è il nodo ascendente. Cos'è l'apogeo o il perigeo. In che misura cambia la declinazione massima della Luna e da cosa dipende tutto, nonché quale influenza sull'aspetto diretto della Luna hanno le librazioni. È mostrato dalla piccola visualizzazione vicino al grafico.

Visualizzazione della Luna - 3D

In questo sottoprogramma la visualizzazione è ovviamente completa, tenendo conto delle dimensioni apparenti della Luna, insieme alla simulazione della luce cinerea (vicino alla Luna Nuova) ma soprattutto con la librazione in latitudine e longitudine, essendo la somma delle componenti della librazione ottica e fisica..

Un ulteriore vantaggio del programma è il fatto che possiamo sempre saltare su un'astronave, volare via per un po' e vedere la Luna dall'altra parte, più oscura, ad esempio durante la Luna Nuova. Le posizioni degli osservatori possono essere modifiche a qualsiasi intervallo.

Simulazione della Terra Sistema lunare

Il programma di simulazione Terra-Luna ci consentirà un'immediata approssimazione dei fenomeni associati alla fase lunare. Il sistema può essere ruotato e avvicinato in modo predefinito e grazie a ciò possiamo osservare sistemi interessanti.

Qui possiamo vedere la Terra e la Luna durante la Luna Piena.

E qui alla Luna Nuova, in cui possiamo vedere la parte invisibile della Luna.

Questa scheda consiste essenzialmente di due pannelli:

Pannello chiamato Pianeti, in cui sono riportati i parametri di Pianeti e Pannello chiamato La posizione attuale / sale e tramonta che fornisce la posizione attuale dei Pianeti, l'azimut, l'altitudine anche con il rispetto delle eventuali correzioni di fase (rifrazione, altitudine dell'osservatore), il diametro apparente del disco, la luminosità e nel caso di Saturno - la sua inclinazione attuale (pendenza).

Il programma mostra anche le dimensioni apparenti dei Pianeti insieme alla selezione della fase (nel caso di Mercurio, Venere e Marte) e dell'inclinazione (nel caso di Saturno), ovvero esattamente cosa possiamo aspettarci quando guarderemo il cielo con il nostro telescopio.

In questo pannello, come nelle schede "Sole" e "Luna" possiamo chiamare i calcoli numerici delle albe e dei tramonti dei Pianeti.

Visualizzazioni di pianeti

Nel pannello Pianeti sono disponibili visualizzazioni 3D complete di Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno. La visualizzazione è 3D con la simulazione della dimensione apparente del Pianeta, rotazione, fase e nel caso di Giove e Saturno tenendo conto anche dell'inclinazione e delle lune.

I pianeti possono essere visti dalla Terra, ma anche da qualsiasi punto dello spazio.


La scheda Pianeti è inoltre integrata da grafici di luminosità e diametro angolare

così come il tema dell'inclinazione di Saturno in un dato periodo di tempo - rispettivamente nell'intervallo dell'anno 2, 3, 6, 12, 24 e 48 anni.

Puoi anche visualizzare il corso della posizione delle lune di Giove sotto forma di grafico mensile

Grafico della visibilità stimata dei Pianeti su una specifica posizione geografica

Nell'applicazione sono disponibili anche le carte della massima altitudine apparente dei Pianeti.

Mercurio è più visibile nell'emisfero sud o nord? O forse non importa? In ogni caso, possiamo verificarlo rapidamente utilizzando questa applicazione.

Calendario astronomico (clessidra)

Nella scheda denominata "Pianeti" è inoltre disponibile il già citato Astro-calendario, ovvero rappresentazione grafica della distribuzione dell'intero anno, con selezione di rialzi e tramonti dei Pianeti.

Le identificazioni delle singole carte possono essere fatte per colori, ma per in bilico il mouse sul grafico. In questa situazione, nel pannello "Pianeta" appariranno le informazioni su quale grafico è quale.

Naturalmente, per ottenere la massima trasparenza, ogni grafico può essere attivato separatamente. L'interpretazione delle linee di alzate e tramontate non dovrebbe porre troppe difficoltà.

  • Visualizzazione della data e dell'ora sotto il mouse nel pannello "Ora" Calcolo dell'altitudine del Sole e della durata del giorno, anche civile (dall'alba al tramonto) per la data e l'ora sopra indicate Calcolo dell'altitudine del Pianeta Calcolo delle albe e dei tramonti del Pianeti

Le linee di ascesa e tramonto appaiono in modo piuttosto interessante alle alte latitudini, come Spitzbergen, come nell'esempio seguente.

Le coordinate geografiche possono essere modificate selezionando un database noto o una mappa visiva del mondo.

Configurazione dei pianeti

Nel sottoprogramma chiamato Configurazioni dei Pianeti viene presentato un elenco dettagliato di momenti specifici della configurazione dei Pianeti.


Se qualcuno non è molto esperto di cosa sta succedendo con queste configurazioni, può sempre chiamare il programma chiamato "Solar System Simulaton", che in questo caso chiamerà con la vista dall'alto per avvicinare la questione.

Il supplemento dell'applicazione è un elenco delle opposizioni di Marte nei prossimi 50 anni. La grande opposizione più vicina, quella che ci sarà nel 2003, avrà luogo solo nel 2050.

Configurazione Pianeti - Distanze angolari tra Sole, Luna e Pianeti

Transito di Mercurio e Venere

Simulazione del sistema solare

La scheda ha anche la simulazione del sistema solare. Il punto centrale del Sistema è ovviamente il Sole e noi osservatori possiamo vederlo da tutti i lati e da qualsiasi distanza, anche nel sistema equatoriale.

A prima vista, assomiglia a Skymap.
Ma no, l'intenzione dell'autore del programma non era quella di copiare questo programma noto. Il programma viene utilizzato per qualcos'altro, vale a dire l'analisi del sorgere o del tramonto del Sole o della Luna e una simulazione dettagliata dell'eclissi solare. Come possiamo vedere la mappa è caratterizzata da coordinate rettangolari. Vuoi vedere l'alba?
Basta fare clic sul pulsante W sotto TrovaSole poi inizio del tempo e. aspettare. In questo momento apparirà il disco superiore del Sole. Nella tabella Sole possiamo inoltre leggere l'azimut e l'altitudine del Sole (calcolato e apparente) così come il kedge superiore (hg) e inferiore (hd) del Sole. Quando il disco solare sarà visto nella sua interezza, si prega di notare che il disco è in un'ellisse. Con l'asse maggiore uguale al diametro del disco, e piccolo Dp = hg-hd. Si prega di verificare come cambia la dimensione dell'ellisse a seconda della pressione atmosferica e della temperatura dell'aria.

E cosa?
A quale temperatura osserveremo un Sole ellittico più grande, in alto (in estate) o in basso (in inverno)?
Aggiungo che il disco apparente di Sole o Luna viene ricalcolato ogni volta tenendo conto di tutte le possibili correzioni, comprese le rifrazioni della pressione e della temperatura.
Ci divertiamo allo stesso modo mentre osserviamo il tramonto (pulsante Z). Si prega di testare un fenomeno. Abbiamo appena osservato il tramonto, cioè il momento in cui il disco superiore del Sole si nasconde dietro l'orizzonte. Supponiamo di essere ora sulla scacchiera e in pochi secondi di poter salire le scale fino ad un piano più alto, che si trova a quota 3m (cambiando l'altitudine dell'osservatore). Vedremo di nuovo un tramonto?

In modo simile possiamo divertirci con la Luna, ma il miglior divertimento porta la simulazione dell'eclissi solare. Certo, possiamo chiamare città e osservare quale città la fase dell'eclisse è la più grande.

Nel programma sono indicati anche Pianeti e Stelle quindi è un po' come una mappa semplificata del cielo, ma in una proiezione simile a Mercator.

Nella scheda SunSim è presente un'applicazione grazie alla quale possiamo analizzare il disco solare o altri oggetti. Tuttavia, la proiezione è rettangolare, che funziona in alte approssimazioni. Quando 'partiamo' probabilmente perde il suo senso come vista, quindi con il titolo di alternativa abbiamo un'applicazione simile ma più naturale con un metodo di proiezione. Una tale minimappa del cielo. Quindi, l'applicazione in OpenGL è molto veloce, ma più schematicamente sono stati indicati: Sole, Luna, Pianeti e 182 Stelle, comprese 66 stelle di navigazione.

Le applicazioni possono essere eseguite in due versioni - come totalmente indipendenti e dipendenti dal programma principale, come una finestra che è sempre in cima all'ascoltatore di tutte le impostazioni - il programma principale, così come altri sottoprogrammi come Astro-calendario - clessidra.

In questa sezione, ovviamente, ci sono informazioni sulle eclissi di Sole e Luna. I momenti delle eclissi sono calcolati sulla base di algoritmi forniti da Jeean Meeus ma corretti numericamente sulla base di algoritmi DE404 o DE406 (a seconda della scelta). L'eclissi di sole viene calcolata per qualsiasi luogo sulla Terra. Il momento della fase massima è rappresentato graficamente. Vogliamo vedere una simulazione dell'eclisse? Nessun problema, basta fare clic partire pulsante e il programma ci porta nella scheda SunSim e lì possiamo vedere completamente le simulazioni dell'eclisse.

Vale anche la pena ricordare che anche in questa scheda è attivo il database delle città. Possiamo sempre chiamare questa base e cercare la città, dove c'è la massima fase di eclissi.

Possiamo anche richiamare la mappa e cercare una tale posizione geografica in cui vi sia la fase massima di eclissi.

Eclipse può anche essere cercato con il mouse in tutto il mondo. L'eclissi più vicina si vedrà il 20.03.2015, da qualche parte sul mare.

Il sottoprogramma ha anche le caratteristiche dell'eclissi solare più vicina - parziale o totale. Secondo il programma, la prossima eclissi solare totale sarà a Parigi il 3 settembre 2081. Allora non vivrò più per vederla.

Se si desidera avere tutte le eclissi in una dichiarazione, allora si può usare un'applicazione che genera tutte le eclissi dall'intervallo specificato (fino a 1000 anni) e creare un file di eventi nel suddetto formato di cmf (time -site base) che può essere aperto in qualsiasi momento.

Dopo aver terminato il processo, viene immediatamente aperto il database cmf corretto, ma possiamo aprirlo in un'altra applicazione, ad esempio, dove possiamo vedere molto di più.

La descrizione dei record nel database include: il tipo di eclissi, la data e l'ora, nonché la descrizione della fase. Se nella descrizione c'è "W" o " significa che la fase massima dell'eclissi locale avviene prima dell'alba o dopo il tramonto. Non significa che durante il giorno non sia visibile.

Possiamo eseguire una ricerca solo delle eclissi totali e di un ampio intervallo, ad es. dal 2010 al 2110.

In occasione della creazione di time-sites base è previsto anche il disegno di un report in formato html, che può essere aperto in IE.
Esempio di report html simile a questo: Z_Paris, FR_2011_400.html


Guarda il video: Areg Lusinyan. Наш Ереван. Սիրուն Երևան (Gennaio 2022).