Biografie

Severo Ochoa, RNA e DNA

Severo Ochoa, RNA e DNA

Severo Ochoa è stato uno dei più importanti scienziati spagnoli della storia, nato a Luarca (Asturie) nel 1905 e morto a Madrid nel 1993. Grazie al suo lavoro scientifico, è riuscito a vincere il premio Nobel per la fisiologia e la medicina nel anno 1959 insieme all'americano Arthur Kornberg per le sue scoperte sul meccanismo di sintesi biologica dell'acido ribonucleico (RNA) e dell'acido desossiribonucleico (DNA).

Dopo aver esercitato varie posizioni sia in Spagna che all'estero, viaggiò negli Stati Uniti, dove sviluppò numerosi esperimenti nel campo della farmacologia e della biochimica, in particolare in relazione agli enzimi, che lo portarono a vincere la medaglia di Bewberg nel 1591.

In questo modo, studiando il metabolismo degli acidi grassi e dei carboidrati è emersa l'esistenza di un nuovo enzima, il polinucleotide fosfotilasi, che ha chiarito il meccanismo di ossidazione dell'acido piruvico.

Durante gli anni '50, in particolare nel 1955, Severo Ochoa pubblicò con il biochimico Marianne Grunberg-Manago nel "Journal of the American Chemical Society" la scoperta e l'isolamento di detto enzima, che catalizza la sintesi di RNA, la molecola necessaria per sintetizzare le proteine.

Un anno dopo, il biochimico e discepolo americano di Severo Ochoa, Arthur Kornberg, dimostrò che il DNA può anche essere sintetizzato da un altro enzima polimerasi. Pertanto, insieme hanno condiviso il Premio Nobel per la fisiologia e la medicina per le loro scoperte in questo campo per le loro scoperte.

Successivamente, Severo Ochoa ha continuato a studiare il meccanismo molecolare. Pertanto, ha condotto esperimenti sulla replicazione di virus che contengono RNA come materiale genetico, con i quali ha scoperto le fasi principali di questo processo. Ha anche studiato il meccanismo di sintesi proteica, scoprendo i fattori di inizio della traduzione.

Tuttavia, dopo la morte di sua moglie, Severo Ochoa non ha pubblicato alcun lavoro scientifico, limitandosi a tenere conferenze e frequentando gli studenti del Centro di biologia molecolare di Madrid.

◄ Precedente
Guglielmo Marconi, inventore della radio