Astronomia

Tipo di telescopio su Star Trek

Tipo di telescopio su Star Trek


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nella prima puntata di Star Trek: Scoperta, apprendiamo che il capitano Georgiou ha un telescopio vecchio stile nella sua sala tattica. Michael Burnham lo eredita un po' più avanti nella stagione. Mi chiedo se qualcuno può identificare esattamente di che telescopio si tratta. Qual è il modello e il produttore? Sembra un rifrattore montato equatoriale con un cercatore.


Non sono sicuro che si adatti a questo sito, forse meglio per TV e film, ma non sembra essere un telescopio storico o attuale.

Questo sito web pubblicizza che vendono quel modello in base all'aspetto ed è simile. Potrebbe essere un bel telescopio ma non è niente di speciale. Certamente non è degno di essere un cimelio di famiglia tramandato da generazioni, quindi non ha molto senso e non è nemmeno un abbinamento perfetto, anche se è simile.

Immagine più grande qui.

Non essendo una corrispondenza perfetta e non essendoci praticamente alcun riferimento a quel telescopio che rappresenta qualcosa di reale, probabilmente non è un telescopio storico, il che va bene. Potrebbe essere un futuro telescopio ed essere ancora nella famiglia del Capitano Georgiou per generazioni. Funzionerebbe perché l'hanno usato nello show per guardare cose che la nave non poteva percepire a causa di una sorta di oscuramento. Un telescopio storico probabilmente non sarebbe in grado di farlo.

In definitiva, penso che Signourney Weaver nei panni del tenente Madison l'abbia detto meglio.


Perché senza fili?

Ammettiamolo, i telescopi computerizzati GoTo, che individuano e inseguono automaticamente gli oggetti nel cielo notturno, sono già fantastici e divertenti. Ma l'utilizzo del telescopio tramite telecomando lo porta a un altro livello. Di recente ho provato il controller del telescopio wireless SkyFi III da Simulation Curriculum. In precedenza avevo utilizzato i dispositivi SkyFi 2 WiFi e SkyBT Bluetooth dell'azienda, quindi ero ansioso di dare un'occhiata allo SkyFi III. I miei telescopi di prova includevano un sistema GoTo altazimutale Meade LightSwitch, una montatura equatoriale tedesca iOptron SmartEQ e una montatura equatoriale tedesca Skywatcher HEQ5 Pro con un controller manuale SynScan. Tutti e tre i sistemi sono stati controllati facilmente dall'unità SkyFi III. Il controllo del telescopio wireless abbinato all'app SkySafari 5 offre alcuni importanti vantaggi agli skywatcher di tutti i livelli di esperienza. Diamo un'occhiata ad alcuni di loro.

I telescopi computerizzati GoTo da cortile dispongono di un database integrato di oggetti tra cui scegliere, tra cui la luna, i pianeti, gli asteroidi, le stelle più luminose e ammassi stellari, nebulose e galassie selezionati. I sistemi entry-level di Celestron, Meade, Skywatcher e altri fornitori in genere memorizzano tra poche migliaia e 40.000 oggetti astronomici, la maggior parte dei quali sono stelle. Alcuni dei sistemi semiprofessionali di fascia alta hanno 150.000 oggetti nei loro database.

Di tanto in tanto, man mano che vengono scoperte nuove comete e asteroidi, stelle deboli esplodono mentre vengono lanciate novae e nuovi satelliti, i database degli oggetti devono essere aggiornati. La maggior parte dei sistemi GoTo ha un modo per collegare il telescopio al computer per farlo. Ma il processo può essere pignolo e talvolta frustrante per i principianti. E molti astronomi veterani, me compreso, non si preoccupano di farlo.

Il controller del telescopio wireless SkyFi III ti consente di utilizzare il tuo telescopio con il tuo dispositivo mobile, utilizzando l'app SkySafari 5 Plus (o versione Pro) per Android o iOS. La versione Plus di SkySafari 5 contiene quasi 3 milioni di oggetti, inclusi più di 31.500 oggetti del cielo profondo, 16.000 asteroidi e pianeti minori, quasi 1.500 satelliti e più di 600 comete. Man mano che vengono scoperti nuovi oggetti o vengono perfezionate le orbite degli oggetti esistenti, l'app aggiorna automaticamente il suo database per te.

La versione Pro di SkySafari 5 contiene quasi 28 milioni di oggetti. Ora, ovviamente qui c'è più di quanto il tuo telescopio può vedere &mdash, ma la capacità di richiamare posizioni aggiornate, descrizioni e immagini per oggetti con pochi tocchi di dita è estremamente utile. E se scambi con un telescopio più potente, il controller SkyFi III migrerà su di esso. I telescopi e le montature supportati sono elencati in questa pagina.

Decidere cosa osservare dopo può essere una sfida per i principianti che stanno ancora imparando il cielo. L'app SkySafari 5 può mostrarti a colpo d'occhio cosa succede ora abilitando la modalità bussola e facendo una panoramica. In alternativa, puoi ottenere suggerimenti su cosa osservare accedendo all'elenco Tonight's Best nel menu Cerca, toccando l'icona Sky & Telescope SkyWeek sul display principale o toccando l'icona Tonight. Quest'ultimo elenca le posizioni e i tempi di sorgere e tramontare per i principali pianeti e satelliti. Quindi, scegli semplicemente un oggetto e ordina al telescopio di ruotare (il termine per il movimento del telescopio) per dare un'occhiata. Tratteremo come di seguito. [SkySafari 5 è qui: cosa devi sapere per scegliere il livello della tua app]

Uno dei miei vantaggi preferiti per un controller di telescopio wireless si verifica durante l'osservazione invernale. Una volta che il controller è collegato al tuo telescopio, puoi selezionare e ruotare gli oggetti usando uno stilo sul tuo telefono o tablet, lasciando le dita calde all'interno dei guanti. E se hai bisogno di entrare per riscaldarti, puoi spegnere SkyFi III e riavviarlo quando torni, il telescopio sarà ancora allineato e pronto per l'uso. Se ti dedichi all'astronomia con video o fotocamere DSLR, SkyFi III ti consentirà di utilizzare il tuo telescopio dall'interno.

Continua a leggere per sapere cosa include SkyFi III, come collegarlo e come controllare il tuo telescopio.


Commenti

17 settembre 2018 alle 14:34

"Affascinante." Se Vulcano è una super-Terra, l'elevata gravità superficiale del pianeta natale del signor Spock potrebbe spiegare la sua forza sovrumana quando impazzisce. Ma mi dispiace per la sua povera madre umana!

Chi ha trovato la connessione tra questo esopianeta appena scoperto e una lettera di 27 anni all'editore? È un ottimo aggancio per una storia.

Lasciando l'universo di Star Trek e tornando nel nostro per un minuto, spero che questa vicina super-Terra aiuterà gli scienziati planetari a caratterizzare meglio questa classe di pianeti. Sono davvero solo versioni più grandi della Terra o qualcosa di diverso?

Devi essere loggato per pubblicare un commento.

17 settembre 2018 alle 16:35

Anthony, devo dare credito all'ufficio stampa dell'Università della Florida per il gancio, altrimenti non avrei saputo della lettera di Gene Roddenberry all'editore! Speriamo che avere una super-Terra così vicina renda più facile rispondere alle domande interessanti sollevate da questi pianeti!

Devi essere loggato per pubblicare un commento.

17 settembre 2018 alle 19:39

Grazie! Ben fatto, pubblicista dell'Università della Florida.

Devi essere loggato per pubblicare un commento.

21 settembre 2018 alle 16:38

Quando ero solo un semplice ragazzo nella Star Fleet Academy Junior ROTC (cioè, tra la fine degli anni '50 e l'inizio degli anni '60), Tau Ceti ed Epsilon Eridani erano i punti di riferimento per gli scrittori di fantascienza in cerca di una probabile casa per gli alieni. Evidentemente una migliore comprensione dell'astrofisica e migliori misurazioni o indagini più estese hanno ancorato l'età di Epsilon Eridani a un giovane miliardo di anni, con ogni probabilità inadeguato per l'evoluzione della vita intelligente. Ma come è stata stimata la sua età? È una stella K2 di sequenza principale di classe di luminosità V, una nana come il Sole, di circa 0,7 massa solare. Ciò significa che alla fine trascorrerà circa 30 miliardi di anni sulla sequenza principale. Capisco come si possa stimare l'età di un ammasso di stelle contemporanee dal diagramma H-R dell'ammasso, ma come si determina l'età di una singola stella della sequenza principale? Stimato dalla sua velocità di rotazione?

Devi essere loggato per pubblicare un commento.

26 settembre 2018 alle 12:43

Ho fatto qualche ricerca e ho trovato un articolo pubblicato su Astronomy and Astrophysics che esamina il sistema Epsilon Eridani e menziona al suo interno diversi metodi che hanno trovato nella letteratura sulla determinazione dell'età. Non sono sicuro che funzionerà, ma un collegamento che ho usato era: https://arxiv.org/abs/0807.0301.

Il titolo dell'articolo è "Un esame completo del sistema Eps Eri - Verifica di un approccio di imaging ad alto contrasto a banda stretta da 4 micron per ricerche di pianeti", di Markus Janson, Sabine Reffert, Wolfgang Brandner, Thomas Henning, Rainer Lenzen , Stefan Hippler, presentato il 2 luglio 2008. Concludono un'età inferiore a un miliardo di anni e ne spiegano le ragioni nella sezione 5.3 dell'articolo.


La nostra recensione di Stellina: un "telescopio intelligente" per l'astronomia del 21° secolo

È una scena comune alle feste delle star, dopo il Natale. Al calare dell'oscurità, qualcuno ci si avvicina con un nuovo telescopio, spesso ancora smontato. "Non riesco a capire questa cosa", è l'inevitabile ritornello. “Puoi mostrarmi come usare questo @#$%! cosa?"

Ovviamente siamo sempre obbligati. Imparare il cielo notturno e come usare un telescopio è un'abilità permanente e può presentare una curva di apprendimento ripida. Ogni osservatore giovane e vecchio ricorda la frustrazione iniziale della prima notte sotto le stelle con un nuovo telescopio. Spesso può allontanare completamente le persone dalla ricerca dell'astronomia.

Ora, una nuova generazione di telescopi intelligenti è pronta per portare gli utenti oltre questi ostacoli e farli uscire sotto il cielo notturno. Di recente abbiamo avuto la possibilità di mettere alla prova il "telescopio intelligente" Stellina di Vaonis e siamo incuriositi dallo sguardo che offre sul futuro dell'astronomia osservativa.

Abbiamo utilizzato e costruito telescopi di tutti i tipi e siamo sopravvissuti a ogni iterazione dei telescopi "GoTo", dai primi modelli degli anni '90 ai moderni telescopi dotati di GPS. Tutti avevano il loro posto... ma non erano abbastanza facili da usare, spesso richiedendo all'utente di risolvere i problemi di allineamento polare, controllare e ricontrollare il livellamento e il bilanciamento della montatura e calibrare manualmente l'allineamento per convincere il telescopio al suo obiettivo. Sai che quando il tuo "cannocchiale" è puntato a terra, ad esempio, è necessaria un'ulteriore risoluzione dei problemi.

Non così con Stellina. Dopo mezzo secolo nell'astronomia amatoriale, questo è il primissimo telescopio che abbiamo usato che ha funzionato la prima notte come pubblicizzato, appena uscito dalla scatola.

Vi presentiamo Stellina

Il cuore del sistema di telescopi Stellina è un ibrido rifrattore/riflettore apocromatico con apertura di 80 mm, con messa a fuoco nasmyth e lunghezza focale f/5, che fornisce un campo visivo generoso di quasi un grado quadrato, adatto per l'imaging del cielo profondo. Su Stellina non c'è l'oculare: le immagini vengono invece focalizzate su un imager elettronico e inviate tramite connessione wireless al tuo smartphone o tablet. L'utente deve solo installare l'app, seguire le istruzioni, accendere il telescopio e lasciarlo eseguire i suoi passi di allineamento e calibrazione prima di osservare. L'alimentatore da 10000 mAh (milliamp/ora) fornito con il telescopio è più che sufficiente per alimentare Stellina per una notte di osservazione sul campo, oppure puoi alimentare il telescopio tramite alimentazione CA, se disponibile, utilizzando un cavo USB-C.

Un primo piano del vano batteria interno.

Nota che il telescopio assorbe ancora un po' di energia quando è spento, e vale la pena scollegare la batteria quando il telescopio non è in uso e completarlo prima di uscire per una notte di osservazione.

Il vano di alimentazione è inoltre dotato di due porte USB standard: una per collegare una chiavetta USB e un'altra per caricare il telefono o il tablet se necessario sul campo. Una volta che una chiavetta USB è collegata a Stellina, genererà e scaricherà automaticamente immagini FITS (Flexible Image Transport System) per l'elaborazione successiva. Simile ai fotogrammi RAW, la NASA utilizza le immagini FITS per elaborare i dati del telescopio spaziale Hubble. Un'estensione plug-in di elaborazione FITS gratuita per Photoshop denominata FITS Liberatore è disponibile qui.

Stellina è progettato per l'imaging del cielo profondo ed è uno strumento meraviglioso per portare un astro-imager per la prima volta oltre la soglia dall'imaging di bersagli luminosi alla cattura di deboli nebulose, ammassi e galassie. L'intera procedura di acquisizione e impilamento delle immagini è automatizzata dall'allineamento all'acquisizione, impilamento e controllo della rotazione del campo: l'utente seleziona semplicemente l'oggetto dal campo libero Stellinapp, che suggerisce i migliori obiettivi per la serata, e Stellina fa il resto. Nessuna noiosa autoguida o gestione di frame piatti, scuri e bias, anche se un astrofotografo avanzato può certamente modificare le immagini tramite frame FITS in post-elaborazione. Le immagini vengono impilate lentamente mentre Stellina raccoglie i fotoni e vengono elaborate come pronte per essere condivise, direttamente dal tuo smartphone.

Screenshot del controller StellinApp, inclusa la nuova funzione di controllo manuale (all'estrema sinistra).

Stellina è uno dei numerosi modelli di "scopi intelligenti" sul mercato, comprese le offerte di Unistellar e il telescopio intelligente di Hiuni.

Stellina ha un prezzo di $ 3,999 USD e viene fornito con una garanzia di 2 anni. Si spera che quel cartellino del prezzo diminuirà un po', una volta che la tecnologia progredirà. Ricordi i primi lettori CD da 500 $ negli anni '80?

Usare Stellina è stata un'esperienza senza complicazioni la prima notte fuori. Il telescopio ha bisogno della completa oscurità post-crepuscolo e di un breve periodo di raffreddamento per iniziare l'allineamento e la messa a fuoco. Questa procedura richiede circa 10-15 minuti per essere completata, quindi sei pronto per iniziare a osservare. Abbiamo scoperto che anche usando Stellina dal centro di Norfolk, in Virginia, inquinato dalla luce, in un fine settimana di luna piena, il telescopio ha funzionato egregiamente, catturando nebulose e galassie che probabilmente non mi sarei preso la briga di provare con un telescopio tradizionale. Stellina è inoltre dotata di filtro antinquinamento luminoso integrato, un altro plus.

Nel complesso, abbiamo scoperto che Stellina era facile da usare, tanto che gli amici senza precedenti esperienze di astrofotografia sono stati in grado di scaricare l'app, collegarsi al telescopio e iniziare a scattare immediatamente le immagini. Il telescopio è un ottimo gateway per portare gli osservatori oltre l'ostacolo più difficile nell'astrofotografia del profondo cielo di livello base. Il telescopio ha anche un riscaldatore di rugiada incorporato e un sistema di controllo della temperatura e ricalibra automaticamente la sua messa a fuoco mentre si raffredda alla temperatura ambiente.

Il treppiede Gitzo in fibra di carbonio in dotazione è anche molto robusto e fornisce un buon baricentro basso per il telescopio pesante. (Stellina pesa circa 24,7 libbre/11,2 chilogrammi).

L'anatra selvatica Cluster Messier 11, 5 minuti di esposizione.

La spia di accensione blu sembra un po' controintuitiva in termini di conservazione della visione notturna. Inoltre, abbiamo scoperto che Stellina inizia a protestare quando al mattino arriva il crepuscolo, interrompendo una sessione di osservazione un po' prima. Naturalmente, questi sono problemi molto minori.

Aggiornare: Una delle nostre maggiori obiezioni, la mancanza di controllo manuale, è stata in realtà appena risolta da un recente aggiornamento dell'app: oltre a selezionare oggetti da un database prestabilito di bersagli luminosi del cielo profondo dal catalogo Messier e New General (NGC), gli utenti possono ora inserire le coordinate di ascensione retta e declinazione. Ciò ora mette altri obiettivi allettanti come nuove comete, asteroidi e nebulose più deboli non nel database dell'app alla portata di un utente.

Ci piacerebbe vedere la piattaforma Stellina abbinata ai driver di controllo del telescopio ASCOM da utilizzare con un programma planetario come Starry Night o Stellarium. Questa sarebbe una funzionalità potente, che consente all'utente di selezionare gli obiettivi per la notte dal desktop. Naturalmente, si tratta di aggiornamenti software e non hardware e potrebbero essere facilmente risolti con un futuro aggiornamento dell'app. Al momento, il team di Vaonis sembra molto entusiasta di rilasciare nuovi aggiornamenti per Stellina, e vale sempre la pena aggiornare l'app per assicurarti di avere l'ultima versione prima di uscire per una notte di osservazione.

Il Whirlpool Galaxy Messier 51, esposizione completa di 30 minuti.

I telescopi per smartphone sono una buona cosa? È una discussione che abbiamo visto fare il giro sui social media negli ultimi tempi. Spesso paragono la costruzione e l'uso di un telescopio alle capacità di accordare rispetto a suonare un pianoforte. Estendendo questa metafora a Stellina, usare questo telescopio è come usare un pianista. Come molte tecnologie, Stellina porta l'effetto "scatola magica" nell'astronomia, consentendo a un utente per la prima volta di saltare l'apprendimento dell'allineamento polare, della rotazione e della messa a fuoco fine.

Naturalmente, i telescopi erano attesi da tempo per entrare nel 21° secolo, ed eliminare i cavi aggrovigliati e i primitivi display a pulsante che sembravano più a loro agio su una calcolatrice degli anni '70 che su un telescopio moderno. Se non altro, Stellina rompe gli ingorghi nel design del controllo del telescopio, per qualcosa di veramente originale.

L'ammasso globulare Messier 3, esposizione di 5 minuti.

Cosa potrebbero fare i telescopi di tipo Stellina per il futuro dell'astronomia amatoriale? Stellina sarebbe uno strumento straordinario per la divulgazione pubblica. Dicono che il miglior telescopio è quello che usi di più, e ci siamo ritrovati a portare Stellina sul tetto del garage del nostro appartamento ogni notte serena. Potevo facilmente vedere Stellina parcheggiata permanentemente in un mini osservatorio nel cortile, predisposto per un facile dispiegamento sotto il cielo notturno mentre l'osservatore siede calorosamente all'interno.

Se Vaonis aprisse la piattaforma software Stellina alla comunità astronomica, potrebbe addirittura diventare un potente strumento di ricerca. Posso immaginare una legione di stazioni di osservazione Stellina sparse "attraverso il globo per monitorare stelle variabili, seguire asteroidi e occultazioni e persino seguire transiti di esopianeti".

La luna gibbosa crescente, ripresa con Stellina.

Diamine, anche se Stellina non è realmente pensato per l'imaging lunare o planetario, fornisce un'ampia vista del disco completo della Luna e sarebbe un modo divertente per trasmettere in streaming un'eclissi lunare totale.

È un mondo nuovo e coraggioso per l'astronomia del ventunesimo cortile, e Stellina lo offre sicuramente. Ora, se solo potessero realizzare un telescopio in grado di fulminare le nuvole...

Immagine principale: Stellina, pronta per una notte di osservazione. Credito: tutte le foto nell'articolo di Dave Dickinson


Nichelle Nichols, Uhura in "Star Trek", cavalca audacemente l'Osservatorio volante della NASA

Uhura vola di nuovo: l'attrice di "Star Trek" Nichelle Nichols ha avuto la possibilità il mese scorso di salire a bordo dello Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy della NASA, un aereo Boeing 747 con telescopio.

Nichols, meglio conosciuta per il suo ruolo di tenente Uhura nell'originale "Star Trek", si è unita a scienziati ed educatori a bordo del telescopio ad alta quota, chiamato SOFIA. Un recente video della NASA ha documentato il viaggio SOFIA di Nichols per i fan di Trek di tutto il mondo.

"Volare su SOFIA ha molti parallelismi con l'astronave Enterprise", ha affermato Nichols in una nota. [L'evoluzione di 'Star Trek' (Infografica)]

"Siamo andati dove nessun uomo o donna è mai arrivato prima, e penso che questo sia ciò che SOFIA ci offre e uno strumento per studiare dove vogliamo andare in futuro", ha aggiunto. "È magnifico."

Nichols ha volato con cinque educatori il 15 settembre come parte del programma Airborne Astronomy Ambassadors della NASA, un programma di sviluppo professionale principalmente per insegnanti dalla sesta alla dodicesima e educatori dei centri scientifici che volano insieme agli scienziati. Al loro ritorno a casa, gli educatori condividono la ricerca scientifica e il lavoro di squadra che hanno sperimentato con gli studenti e il pubblico in generale, incoraggiando gli altri a perseguire carriere scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche.

Più conosciuta per aver interpretato il primo importante ruolo femminile afroamericano in televisione, Nichols ha usato la sua fama per sostenere la scienza reclutando donne e candidati svantaggiati per la NASA e le carriere scientifiche. Nonostante fosse all'ottavo decennio, ha continuato questo impegno con il suo volo a bordo di SOFIA.

L'imbarcazione è dotata di una speciale porta nella parte posteriore che si apre per consentire al telescopio di sbirciare all'esterno mentre vola sopra il vapore acqueo nella bassa atmosfera che rende impossibili simili osservazioni a infrarossi a terra. In questo modo, l'oscilloscopio può ottenere immagini ultra nitide senza il costo monumentale del lancio di un nuovo telescopio orbitante. Può anche essere riparato e aggiornato molto più facilmente rispetto a uno strumento spaziale.

Con gli ambasciatori della NASA a bordo, SOFIA ha studiato più regioni di formazione stellare, oltre a osservare una protostella nella costellazione del Toro per determinare il modo in cui le particelle ghiacciate nello spazio trasportano composti organici nelle regioni in cui si formano stelle e pianeti. Nichols e gli ambasciatori hanno risposto alle domande attraverso i social media durante il loro addestramento pre-volo e una volta in aria per il loro volo di 10 ore, che è atterrato proprio dove è iniziato.

"Essere sul volo con Nichelle Nichols è stata un'incredibile pietra miliare per la mia partecipazione alla scoperta scientifica su SOFIA", ha affermato Jeffrey Killebrew nella stessa dichiarazione. Killebrew è un ambasciatore di astronomia aerotrasportata e un insegnante presso la New Mexico School for the Blind and Visually Impaired. "Il processo di ricerca in sé è sorprendente, ma le ramificazioni sociali ed educative che rappresenta sono ciò che ha mandato l'intera esperienza oltre la stratosfera", ha detto.

"Essere in grado di parlare con i miei studenti e mostrare loro un video clip di Nichols che parla di come il dottor Martin Luther King Jr. l'ha incoraggiata a rimanere con il ruolo del tenente Uhura, ed essere quella persona che illumina positivamente gli afroamericani durante quel Il periodo tumultuoso della fine degli anni '60 e dei primi anni '70 è molto potente per i miei studenti", ha aggiunto Killebrew.


MIGLIOR TELESCOPIO – Top 8 Migliori telescopi nel 2021

CONTROLLA L'ULTIMO PREZZO PER I 8 migliori telescopi nel 2021

8. TELESCOPIO LUNARE DELLA NASA PER BAMBINI – https://geni.us/68uvf
7. TELESCOPIO CELESTRON 21036 POWERSEEKER 70AZ – https://geni.us/BLsN9w
6. TELESCOPIO RIFLETTORE ORION SKYVIEW PRO 8 GOTO -https://geni.us/DLrGB5
5. TELESCOPIO CELESTRON 11069 NEXSTAR 8SE – https://geni.us/dBzsSvY
4. TELESCOPIO RIFRATTORE SVBONY SV25 – https://geni.us/BGNB
3. TELESCOPIO RIFLETTORE ORION STARBLAST II 4.5 EQ – https://geni.us/XcTxlE
2. CELESTRON 22203 TELESCOPIO ASTROFI 130 – https://geni.us/0hY7Pp
1-SKYWATCHER EXPLORER 130M TELESCOPIO – https://geni.us/lbGMDaQ

**************************
ma questi telescopi significano che possiamo ancora esplorare i cieli e persino avventurarci in altre galassie, tutte senza mai uscire di casa. Sia che tu stia appena iniziando con l'osservazione delle stelle e che tu stia cercando il miglior telescopio per principianti, che sia facile da usare e di buon valore, o sia più esperto e desideri un telescopio ricco di funzionalità che ti permetta di portare il tuo hobby un passo avanti, abbiamo qualcosa per te in questa guida.

Ora è un ottimo momento per iniziare a osservare le stelle. Con meno traffico aereo e inquinamento in generale nell'atmosfera, abbiamo una maggiore possibilità di cieli sereni attraverso i quali osservare quei corpi celesti con la massima chiarezza. Trasforma la camera da letto sul retro in un osservatorio personale, spegni l'interruttore della luce, rimuovi il copriobiettivo del telescopio in questione e fissa direttamente il cielo.

**************************
CONTROLLA L'ULTIMO PREZZO PER I 10 migliori power bank del 2021

10. Anker Power Core 20100 – https://geni.us/OvwHo3
9. Mophie Power station Plus XL – https://geni.us/OHltV
8. iMuto 20.000 mAh – https://geni.us/VUlXe0
7. Power bank RAV Power da 20.000 mAh – https://geni.us/fKdX
6. MAXOAK Power Bank da 50.000 mAh – https://geni.us/7CQ5
5. Power bank Aukey da 20.000 mAh – https://geni.us/WRhpwuE
4. Power bank Anker Power Core II da 10.000 mAh – https://geni.us/VtLIq
3. Potenza aggiunta Pilot 2GS 23.000mAh – https://geni.us/twRK
2. Caricabatteria da viaggio universale Power Bank RAV Power – https://geni.us/k5E2km
1. Power Bank portatile Omni 20 USB-C – https://geni.us/BWUB0

**************************
I power bank vengono utilizzati per fornire alimentazione portatile per caricare oggetti alimentati a batteria come telefoni cellulari e altri oggetti simili che dispongono di un'interfaccia USB: possono caricare tramite USB o in modalità wireless. I power bank sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni e per soddisfare molte persone diverse e le loro esigenze. Esistono diversi tipi di caricabatterie portatili per power bank che possono essere acquistati. Ovviamente, la dimensione è uno dei criteri principali, ma ci sono alcune altre caratteristiche che dovrebbero essere considerate.

La capacità è semplice: maggiore è il numero di ore milliampere che vedi, più a lungo puoi utilizzare il caricabatterie portatile prima che debba essere ricaricato da solo. In genere, i power bank più piccoli hanno una capacità di circa 1.000 mAh, le unità di medie dimensioni da 3.000 a 5.000 mAh e le unità più grandi possono raggiungere 10.000 o addirittura 20.000 mAh!

**************************
►Timestamp
Come scegliere i migliori telescopi 00:00
8. TELESCOPIO LUNARE DELLA NASA PER BAMBINI 02:10
7. CELESTRON 21036 POWERSEEKER 70AZ TELESCOPIO 03:12
6. ORION SKYVIEW PRO 8 TELESCOPIO RIFLETTORE GOTO 04:18
5. TELESCOPIO CELESTRON 11069 NEXSTAR 8SE 05:31
4. TELESCOPIO RIFRATTORE SVBONY SV25 06:45
3. TELESCOPIO RIFLETTORE ORION STARBLAST II 4.5 EQ 07:37
2. TELESCOPIO CELESTRON 22203 ASTROFI 130 08:47
1-SKYWATCHER EXPLORER 130M RIFLETTORE 10:07

**************************
Guarda la nostra balestra LIMBLESS – La recensione di 2.000 $ “Lancehead F1”

Guarda il nostro MIGLIOR SOFFIATORE PER FOGLIE – I 7 migliori soffiatori per foglie nel 2021

Guarda le nostre MIGLIORI GIACCHE DA CACCIA – Le 5 migliori giacche da caccia impermeabili 2021

Seguici
Facebook: https://www.facebook.com/10toptech
Il nostro sito web https://10toptech.com

Grazie per la visione ragazzi, spero che questo video vi sia piaciuto. Se questo video ti è stato utile, ricordati di lasciare un mi piace e di iscriverti al mio canale per vedere altri video come questo in futuro, e se hai domande relative ai prodotti che abbiamo elencato qui, lascia un commento in basso e io ti ricontatterò appena possibile!

►Disclaimer◄
Alcuni dei filmati utilizzati in questo video non sono contenuti originali prodotti da 10TopTech. Parti di filmati di stock di prodotti sono state raccolte da più fonti, tra cui produttori, altri creatori e varie altre fonti. Se qualcosa ti appartiene e vuoi che venga rimosso, non esitare a contattarci.


Spedizione gratuita per ordini superiori a $ 75 e fatturazione rateale per ordini superiori a $ 350 (si applicano esclusioni)

<"closeOnBackgroundClick":true,"bindings":<"bind0":<"fn":"function()<$.fnProxy(arguments,'#headerOverlay',OverlayWidget.show,'OverlayWidget.show')>","type":"quicklookselected","element":".ql-thumbnail .Quicklook .trigger">>,"effectOnShowSpeed":"1200","dragByBody":false,"dragByHandle":true,"effectOnHide":"fade","effectOnShow":"fade","cssSelector":"ql-thumbnail","effectOnHideSpeed":"1200","allowOffScreenOverlay":false,"effectOnShowOptions":"<>","effectOnHideOptions":"<>","widgetClass":"OverlayWidget","captureClicks":true,"onScreenPadding":10>

Di: David Jay Brown

Ogni appassionato di fantascienza ha familiarità con il concetto di "portale" interdimensionale, o un'apertura nel tessuto dello spazio e del tempo che consente ai viaggiatori spaziali di viaggiare più velocemente della velocità della luce, attraverso "l'iperspazio", come una rapida scorciatoia verso qualsiasi luogo. , o in qualsiasi momento, nell'universo.

Il concetto fittizio si basa sulla teoria dei "wormhole" nella fisica quantistica, che sono brevi "tunnel" che collegano in modo superluminale punti distanti del continuum spazio-temporale tra loro attraverso una dimensione superiore.


Immagine: questa ipotetica navicella spaziale con un "anello di induzione negativo è stata ispirata da recenti teorie che descrivono come lo spazio potrebbe essere deformato con energia negativa per produrre un trasporto iperveloce per raggiungere sistemi stellari lontani. Negli anni '90, la NASA Glenn ha guidato il Breakthrough Propulsion Physics Project, il principale della NASA sforzo per produrre progressi a breve termine, credibili e misurabili verso le scoperte tecnologiche necessarie per rivoluzionare i viaggi nello spazio e consentire i viaggi interstellari.Credit:NASA.

Legati alla nozione di wormhole nella fisica quantistica sono i "portali magnetici" in astrofisica, poiché entrambi i tipi di fenomeni consentono a punti distanti nello spazio di essere strettamente collegati in modi che sembrano sfidare la logica convenzionale.

La NASA ha recentemente riferito che il fisico del plasma dell'Università dell'Iowa Jack Scudder ha scoperto che ci sono regioni del campo magnetico terrestre che lo collegano direttamente al campo magnetico del sole, attraverso 93 milioni di miglia di spazio.

Si pensa che queste regioni misteriose, note come "portali magnetici", si aprano e si chiudano decine di volte al giorno.

I portali che appaiono e scompaiono sono generalmente situati a molte migliaia di miglia sopra la terra, nell'atmosfera superiore, e un gran numero di particelle scorre avanti e indietro attraverso queste aperture.

Le particelle fluiscono attraverso questi portali tra il campo magnetico della nostra terra e quello del sole, e questo interscambio può avere effetti drammatici.

Secondo il comunicato stampa della NASA su questa scoperta, "Tonnellate di particelle energetiche possono fluire attraverso le aperture, riscaldando l'atmosfera superiore della Terra, scatenando tempeste geomagnetiche e accendendo luminose aurore polari".

Questi portali magnetici sono disponibili in una varietà di dimensioni e durate e alcuni sono piccoli e scompaiono rapidamente, mentre altri sono grandi, si espandono e durano più a lungo.

La NASA, che ha finanziato questa ricerca, studierà questi enigmatici portali in modo più dettagliato.

L'agenzia spaziale nazionale sta pianificando una missione che verrà lanciata nel 2014 chiamata Magnetospheric Multiscale Mission (MMS), che esaminerà questo strano fenomeno con 4 veicoli spaziali, dotati di potenti sensori magnetici e rilevatori di particelle energetiche per raccogliere nuovi dati.

Trovare i portali magnetici nell'atmosfera superiore, quando compaiono per un breve periodo, può rivelarsi un po' una sfida, poiché non sono solo instabili, sono anche invisibili.

Tuttavia, Scudder ha sviluppato un metodo per localizzare i curiosi portali mappando come i campi magnetici della terra e del sole si intersecano l'uno con l'altro.

I portali magnetici vengono creati quando le linee di forza magnetica tra la terra e il sole si incrociano l'una con l'altra il centro del punto "X", dove le linee si incontrano, è dove si formano i portali magnetici.

Le astronavi della NASA circonderanno e osserveranno i portali magnetici e, si spera, ci insegneranno come funzionano. Forse possiamo anche raccogliere qualche indizio per la futura applicazione di questa ricerca.

Quando ho intervistato il fisico quantistico Nick Herbert, mi ha parlato di come un giorno i portali quantistici potrebbero essere usati per veri viaggi nel tempo e nello spazio superluminale.

Ha spiegato che ". i wormhole escono continuamente dal vuoto quantistico, riappaiono di nuovo e sono instabili. Anche se potessi entrare in uno di questi, si chiuderebbe prima che tu possa attraversarlo. Quindi, come per stabilizzare i wormhole quantistici?"

"Il modo in cui lo fai è che devi avere un po' di energia che è meno di niente. energia negativa, che è inferiore al vuoto. c'è qualcosa chiamata "forza di Casimir" nella fisica quantistica, che è un esempio di energia negativa. infila questi wormhole con questa energia negativa e li apre. Quindi puoi usare queste cose come tunnel temporali."

Quindi, se riusciamo a trovare un modo per aprire questi portali magnetici temporanei e renderli stabili e trasversibili, forse la ricerca della NASA porterà davvero a qualcosa come la "velocità di curvatura" in Star Trek o l'"iperguida" in Star Wars.

Allora, forse, tutti quei sistemi stellari che sono lontani anni luce da noi, non sono poi così lontani come sembrano.

Qualcos'altro a cui pensare quando guardiamo il cielo.

Credi che ci sia un modo per "aprire" questi portali magnetici temporanei? Lasciaci il tuo commento qui sotto.

David Jay Brown è un pluripremiato scrittore scientifico, il cui lavoro è apparso sulle riviste Scientific American, Scientific American Mind e Discover. È autore di 12 libri sull'evoluzione della coscienza, sulla salute ottimale e sul futuro.


Questo fan di Star Trek-Star Wars di 16 anni di Pune ha catturato un'immagine epica e virale di Moon

Prathamesh Jaju con la sua attrezzatura astronomica a Nasrapur, vicino a Pune, Maharashtra | Previo accordo speciale

Nuova Delhi: Prathamesh Jaju, un astronomo e astrofotografo dilettante di 16 anni di Pune, Maharashtra, è riuscito a catturare una delle immagini più chiare e dettagliate della Luna.

L'immagine, che è stata ampiamente condivisa su Internet, è un composto di 55.000 immagini che ammontano a oltre 186 gigabyte di dimensione.

Parlando con ThePrint, Jaju, che ha iniziato a esplorare la fotografia astronomica nel 2018, ha dichiarato: "Non mi aspettavo che la mia immagine della luna diventasse così virale, ma sì, è il mio scatto migliore finora".

The cancellation of his Class X exams amid the pandemic-induced lockdowns has further motivated Jaju into learning more about astrophotography.

“Our tenth standard exams got cancelled, and since I had a telescope with me at home, I started engaging more with it,” said the student of Vidya Bhavan High School in Pune.

Space-mad child prodigy

Since he was a child, Jaju had a passion for space and astronomy, and was a fan of the science fiction movie/TV franchises Star Trek e Star Wars.

At the age of 13, he finally got to learn more about space when he joined one of India’s oldest amateur astronomy clubs, Jyotirvidya Parisanstha (JVP) in Pune. JVP is an NGO that organises courses in astronomy and astrophotography, as well as star-gazing sessions.

“Since childhood, I have loved watching series and movies like Star Trek e Star Wars. I have always wanted to learn more about anything related to space and astronomy. I finally got to do this when I joined the JVP astronomy club as a volunteer when I was 13,” the 16-year-old said.

Since then, Jaju’s images of the moon and planets like Mars and Jupiter on Instagram have been featured on various photography accounts related to the science of astronomy, such as youresa, celestronuniverse, intospace0, and astrophotography.india.

How the Moon was captured

It took four hours for Jaju to capture the image of the Moon, and three days to complete processing and editing.

Uploading the composite on Instagram, Jaju wrote: “This image is an HDR Composite of two different images made to give it a 3 dimensional effect. This is my most detailed and clearest shot of the third quarter Mineral Moon… I captured around 50,000+ images over 186 GigaBytes of Data which almost killed my laptop with the processing.”

Jaju said he used a Celestron 5 Cassegrain OTA telescope high speed astronomy imaging camera ZWO ASI120MC-S SkyWatcher EQ3-2 GO-TO, a widely used mount for visual astronomy and the telescope lens GSO 2X BARLOW at 3 metres of focal length to produce the image.

Explaining the process further, he said: “I first captured them (images) by capturing multiple videos on different small areas of the Moon. Each video contains around 2000 frames first, we stabilise them, then we merge and stack each video into one image. So I took around 38 videos. Now we have 38 images.

“We sharpen each one of them manually and then stitch them together in Photoshop like a big mosaic. Once the mosaic is done, some more adjustments are made and some final touch-ups and boom!”

Jaju said he used software like PIPP, Autostakkert, IMPPG, Registax 6, Adobe Photoshop and Lightroom for some final touches.

Subscribe to our channels on YouTube & Telegram

Why news media is in crisis & How you can fix it

India needs free, fair, non-hyphenated and questioning journalism even more as it faces multiple crises.

But the news media is in a crisis of its own. There have been brutal layoffs and pay-cuts. The best of journalism is shrinking, yielding to crude prime-time spectacle.

ThePrint has the finest young reporters, columnists and editors working for it. Sustaining journalism of this quality needs smart and thinking people like you to pay for it. Whether you live in India or overseas, you can do it here.


Wall-E (2008)

  • Genere: Animated Sci-fi film
  • Director: Andrew Stanton
  • Main cast members: Ben Burt, Elissa Knight, Jeff Garlin, Fred Willard
  • Running Time: 1h 43m

Wall-E is one of the most successful animated films produced by Pixar (for Disney) and a story about what the future might look like for us if we don’t start treating our planet a little better. Set in a futuristic setting, Wall-E is a film about a little robot whose mission is to clean up the planet after every human left.

Earth is no longer habitable because of pollution, so humanity has decided to leave the planet in a spaceship and look for a new place to live in space. During this long journey, they regularly send scouting robots to Earth to check for signs of life. One of these robots, E.V.E, meets Wall-E on the same day he discovers a growing plant.

From there begins their crazy space adventure to bring the plant back to the spaceship and show mankind that Earth is habitable again! Ecology, robots, love story, morality, funny and cute moments… Wall-E has it all!


I think one of the things that distinguishes Star Trek from other sci-fi is its philosophical bent—its thoughtful consideration of life, the universe, and everything. Do you think that approach is the reason why it has endured and thrived for so long, finding new audiences across half a century?

There’s definitely something there for everyone, for different kinds of fans and generations. And that thoughtfulness you mention is what touches so many people. Even folks who aren’t science geeks, per se. They like the message that Star Trek has of a hopeful future for humankind. That we’ve passed through these petty problems and difficulties we have now amongst nations and cultures and races. Nel Star Trek future of humankind, we’ve gone beyond all that.

Also, this yearning and passion for exploring the unknown—for pushing the frontier. I think that’s very deeply rooted in the DNA of humans. The desire to go where no one has gone before. North America would not have been explored if we didn’t push beyond the European continent. In Star Trek, the stage is not one continent or planet it’s the entire Milky Way galaxy—and beyond.



Commenti:

  1. Colis

    Secondo me non hai ragione. Posso difendere la posizione.

  2. Colter

    Ed è qualcosa di simile?

  3. Vizilkree

    Mi scuso, ma secondo me è evidente.

  4. Burch

    Well done, excellent idea

  5. Malleville

    Compensare!



Scrivi un messaggio