Biografie

Blaise Pascal, pressione e calcolatrici

Blaise Pascal, pressione e calcolatrici

Blaise Pascal era un filosofo, matematico e fisico francese, considerato una delle menti privilegiate nella storia intellettuale dell'Occidente.

Fu il primo a stabilire le basi di quali sarebbero stati i calcolatori e i computer attuali. Ha anche dato importanti contributi alla teoria della probabilità, ha studiato i fluidi e chiarito i concetti di pressione e vuoto.

Nacque a Clermont-Ferrand il 19 giugno 1623 e la sua famiglia si stabilì a Parigi nel 1629. Sotto la tutela di suo padre, Pascal si manifestò presto come un prodigio in matematica e all'età di 16 anni formulò uno dei teoremi Nozioni di base sulla geometria proiettiva, noto come teorema di Pascal e descritto nel suo saggio sulla conica.

Pascal ha inventato il primo calcolatore, per aiutare suo padre con i conti. La macchina, chiamata Pascalina, era simile ai calcolatori meccanici del 1940. Il design di questo calcolatore era complicato, perché a quel tempo la valuta francese non seguiva il sistema decimale. Sono state prodotte 50 macchine, ma non sono state vendute molto bene e hanno smesso di essere prodotte.

Nel 1647 dimostrò che c'era un vuoto e nel 1648 scoprì che la pressione atmosferica diminuiva con l'aumentare dell'altezza. Pascal ha dimostrato attraverso un esperimento che il livello della colonna di mercurio di un barometro è determinato dall'aumento o dalla diminuzione della pressione atmosferica circostante. Questa scoperta ha verificato l'ipotesi del fisico italiano Evangelista Torricelli riguardo all'effetto della pressione atmosferica sull'equilibrio dei liquidi.

Sei anni dopo, insieme al matematico francese Pierre de FermatPascal ha formulato la teoria matematica della probabilità, che è diventata di grande importanza nelle statistiche attuariali, matematiche e sociali, nonché un elemento fondamentale nei calcoli della fisica teorica moderna.

Altri importanti contributi scientifici di Pascal sono la deduzione del cosiddetto "principio Pascal", che afferma che i liquidi trasmettono pressioni con la stessa intensità in tutte le direzioni e la loro ricerca su quantità infinitesimali. Pascal credeva che il progresso umano fosse stimolato con l'accumulo di scoperte scientifiche.

Era uno dei più eminenti matematici e fisici del suo tempo. Fu fortemente influenzato dalla religione, scrisse persino articoli sulla religione e in difesa dei giansenisti che si opponevano ai gesuiti.

Blaise Pascal morì il 19 agosto 1662 a Parigi, a 39 anni, a causa di un tumore al cervello.

◄ PrecedenteAvanti ►
Pierre de Fermat e il suo famoso teoremaGottfried Wilhelm Leibniz, un genio universale

Video: Video Lezione Pascal (Aprile 2020).