Biografie

Carl Sagan e la scienza popolare

Carl Sagan e la scienza popolare

Carl Edward Sagan era un cosmologo americano, astronomo, astrofisico, scrittore e divulgatore, un uomo di mentalità aperta, affascinato dalle stelle e dal mistero della vita.

È nato il 9 novembre 1934 a New York e ha completato i suoi studi preparatori alla Radway High School nel New Jersey.

A 20 anni si laureò come fisico puro e poco dopo ottenne il dottorato in astronomia e astrofisica. È apparso nella comunità scientifica come un giovane uomo, le cui congetture affascinavano e minacciavano a loro volta le persone affermate.

Ha partecipato attivamente al progetto Mariner 4, la prima sonda per raggiungere Marte, nel giugno 1965. Il suo lavoro alla NASA lo ha combinato come professore all'Università di Harvard. Carl iniziò a collaborare con lo scienziato sovietico I. S. Shklovski per discutere scientificamente della ricerca di vita extraterrestre. Questi dibattiti sono stati pubblicati nel libro "UFOs: A Scientific Debate". Tuttavia, l'Università di Harvard conservatrice non ha approvato queste attività e gli ha negato il rinnovo del suo contratto.

Ha poi frequentato la Cornell University di Ithaca, New York. È diventato direttore dello Space Science Laboratory di Cornell, dal momento che, insieme alle sue lezioni presso quell'università, ha tenuto per il resto della sua vita. Alla Cornell ha condotto numerosi esperimenti sull'origine della vita e ha confermato che le molecole organiche della vita possono riprodursi in condizioni controllate in laboratorio.

Ha partecipato attivamente al progetto Apollo 11 nel 1969 e alla missione Mariner 9 su Marte, progettata per orbitare attorno al pianeta e dalla quale è stato dedotto che una volta poteva ospitare la vita. Faceva anche parte dei progetti Pionner e Voyager, sondaggi che, dopo aver esplorato i pianeti più lontani dal sistema solare, dovevano viaggiare indefinitamente nell'universo. In ognuna di queste navi Sagan includeva un disco d'oro con informazioni sulla vita sulla terra, foto, suoni, saluti in diverse lingue e le onde cerebrali di una donna dalla terra (Ann Druyan, allora sua moglie).

Fu anche su insistenza di Sagan che il Voyager fotografò la Terra dai confini del sistema solare. È stato cofondatore e presidente della Planetary Society, la più grande organizzazione con interessi spaziali al mondo.

Ha criticato le grandi potenze per la produzione di armi nucleari. Ha partecipato attivamente all'eradicazione dei CFC e di altri programmi di protezione ecologica. È stato cofondatore del Comitato per la ricerca scettica sui fenomeni paranormali (CISCOP).

Mantenne una costante opposizione e critica contro le pseudo-scienze e nel suo libro Il mondo e i suoi demoni li critica duramente, così come le religioni. Ha studiato l'origine degli organismi con i genetisti Hermann J. Muller e Joshua Lederberg. Ha lavorato come astrofisico presso l'Osservatorio Astrofisico Smithsonian dal 1962 al 1968.

Ha dedicato gran parte della sua vita a diffondere le scienze. Ha pubblicato numerosi libri e articoli su riviste e giornali. La sua vasta conoscenza del cosmo ha reso possibile la sua spiegazione con parole semplici. Uno dei suoi primi libri "I draghi dell'Eden", pubblicato nel 1978, ricevette un premio Pulitzer.

Nel 1979 ebbe la grande idea di usare i mezzi di comunicazione più attraenti e massicci per diffondere cosmologia, storia e astronomia: la televisione.

Attraverso di esso, ha portato migliaia di persone in un affascinante viaggio attraverso l'universo nella serie "Cosmos" di cui è stato anche pubblicato uno dei suoi libri più popolari. La serie ha vinto 3 Emmy Awards e un Peabody, ed è diventata la serie scientifica di maggior successo in tutta la storia della televisione.

Dopo aver recitato in "Cosmos", Sagan si dedica un po 'di tempo alla stesura di un romanzo, "Contact", in cui, consigliato da un gruppo di scienziati, voleva scrivere un libro di fantascienza in cui tutto e tutti i propositi erano teoricamente possibili .

Carl Sagan ha guidato progetti come SETI (Search for extraterrestrial intelligence). Dopo la diagnosi di una malattia chiamata mielodisplasia, iniziò una fase agonizzante e fatale nella vita di Sagan. Fu sottoposto a trapianto di midollo osseo e chemioterapia tre volte l'ultimo nel 1995. All'alba del 20 dicembre 1996, morì a Seattle a 62 anni a causa di polmonite.

◄ PrecedenteAvanti ►
Arno Penzias e la radiazione cosmica di fondoValentina Tereshkova, la prima cosmonauta


Video: OGGETTI FUORI DAL TEMPO? Lastronauta di Palenque e la Pila di Baghdad - Strane Storie (Gennaio 2022).