Astronomia

La luna della Terra è l'unica in cui un'eclissi totale di sole copre l'intero sole?

La luna della Terra è l'unica in cui un'eclissi totale di sole copre l'intero sole?

La luna della Terra è l'unica in cui un'eclissi totale di sole copre l'intero sole?

Ci sono altre lune delle stesse dimensioni del sole visto dal loro pianeta come la luna della Terra?


Man mano che i pianeti si allontanano dal Sole, il Sole occupa una parte più piccola del cielo. Il Sole è di circa 31 minuti d'arco se visto dalla Terra, ma solo 6-7 da Giove e 3-4 da Saturno. Meno di 2 da Urano e circa 1 minuto d'arco da Nettuno, non molto più grande di Venere appare dalla Terra quando Venere è visibilmente grande nel cielo e quando Venere transita per il Sole, vista dalla Terra, la sua dimensione è di circa 1 minuto d'arco, all'incirca delle stesse dimensioni con cui il Sole appare da Nettuno. Per avere un'idea delle dimensioni del Sole rispetto a Nettuno, guarda una foto di un transito di Venere.

Giove ha 5 satelliti in grado di creare un'eclissi totale, i 4 satelliti galileiani e il minuscolo ma vicino Almathea, che è di forma irregolare, quindi non sarebbe delle stesse dimensioni del Sole.

Saturno ne ha 6. Tutti sono più grandi del Sole se visti da Saturno.

Urano, poiché il Sole è piuttosto piccolo così lontano, ha 12 lune che possono creare un'eclissi totale. Tutti e 12 sono considerevolmente più grandi del Sole nel cielo di Urano, ma a causa dell'inclinazione assiale quasi laterale di Urano, le eclissi solari sono rare e si verificano solo nei punti medi della sua orbita ogni 42 anni.

Nettuno ne ha 7, ma a causa della sua inclinazione assiale e dell'orbita fuori dall'equatore di Tritone, le eclissi sono rare.

Io probabilmente proietta l'ombra più grande. Sebbene Plutone e Caronte gettino un'ombra sulla più grande percentuale dell'altro oggetto, circa una volta ogni 120 anni. Due delle lune più piccole di Plutone, Nix e Hydra, sono abbastanza grandi da bloccare completamente il Sole, anche se le eclissi da esse sono probabilmente rare.

Per quanto posso dire, dopo aver verificato, la nostra Luna sembra unica nel nostro sistema solare per essere una misura quasi perfetta sopra il sole.

Ulteriori letture se interessati, sebbene ci siano alcune variazioni nelle risposte, menzionano solo 4 delle lune di Giove.


Maggio-giugno 2021: una coppia speciale di eclissi

L'amico di EarthSky Tom Wildoner & #8211 del sito web LeisurelyScientist & #8211 ha catturato questa immagine di un'eclissi lunare totale nel 2019 da Weatherly, Pennsylvania.

Scritto da Graham Jones e ristampato con il permesso di timeanddate.com. Modifiche aggiuntive di EarthSky.

Le eclissi solari e lunari possono verificarsi solo durante un breve periodo di tempo noto come stagione delle eclissi. Non esistono due stagioni di eclissi uguali e alcune sono particolarmente degne di nota. L'imminente stagione delle eclissi – maggio-giugno 2021 – produrrà un paio di eclissi complete: un'eclissi lunare totale il 26 maggio 2021 e un'eclissi solare anulare il 10 giugno 2021. Questo tipo di abbinamento non è raro. Succede, in media, una volta ogni otto anni circa. Tuttavia, questa coppia imminente di eclissi è insolita in quanto avremo un'eclissi lunare particolarmente breve e un'eclissi solare particolarmente lunga. Puoi guardare entrambe queste eclissi in diretta su timeanddate.com.

Quando due eclissi complete vengono compresse in una sola quindicina di giorni, l'allineamento della Terra, della luna e del sole per ogni evento è solo appena abbastanza buono da produrre una totalità o un'anularità.

Una breve eclissi lunare … Nell'eclissi lunare totale del 26 maggio 2021, la totalità, quando la luna sarà completamente sommersa dall'ombra della Terra, durerà poco più di 14 minuti. Tale durata la renderà la decima totalità più breve per qualsiasi eclissi lunare per l'arco di circa 1.000 anni tra il 1600 e il 2599. In termini di durata totale mondiale dell'eclisse, che include fasi parziali e penombrali, l'evento del 26 maggio è ancora più eccezionale: è la seconda più breve di tutte le 693 eclissi lunari totali nello stesso arco di 1.000 anni.

… e una lunga eclissi solare. Nello stesso periodo, anche l'eclissi solare anulare del 10 giugno è notevole per la sua lunghezza. Sebbene non sia particolarmente lungo rispetto alle eclissi solari in generale, si distingue per avere la quinta durata mondiale più lunga (comprese le fasi parziali) di qualsiasi eclissi solare totale o anulare che è abbinata a un'eclissi lunare totale nella stessa stagione di eclissi .

Tra gli anni 1600 e 2599, ci sono 2.108 stagioni di eclissi. Di queste, solo 126 stagioni contengono un paio di eclissi complete: un'eclissi solare totale o anulare, più un'eclissi lunare totale.

Su timeanddate.com, abbiamo esaminato la durata mondiale di ciascuna eclissi in queste coppie. Questo è il periodo di tempo tra il primo e l'ultimo momento in cui l'eclissi è visibile da qualche parte nel mondo, comprese le fasi parziali e penombrali.

In generale, migliore è l'allineamento della Terra, della luna e del sole, più lunga è la durata mondiale dell'eclissi. (Ci sono diversi modi per misurare quanto strettamente i tre corpi sono allineati, come la grandezza dell'eclisse, o un numero più tecnico indicato come gamma. Tuttavia, per divertimento, abbiamo esaminato la lunghezza totale dell'eclisse in secondi.)

Visualizza le foto della community di EarthSky. | Progressione dentro e fuori l'eclissi solare anulare del 26 dicembre 2019, catturata da Tumon Bay, Guam, da Eliot Herman di Tucson, in Arizona. Grazie, Eliot!

Come le eclissi di maggio-giugno 2021 si confrontano con le altre. La durata mondiale dell'eclissi solare anulare del 10 giugno 2021 è di 17.939 secondi, ovvero poco meno di cinque ore. Per un'eclissi solare completa che si verifica nella stessa stagione di un'eclissi lunare totale, questa risulta essere insolitamente lunga: è la quinta eclissi solare più lunga nel nostro campione di 1.000 anni di 126 coppie di eclissi complete.

Ciò significa che la durata mondiale dell'eclissi lunare totale del 26 maggio 2021 sarà probabilmente breve … e in effetti lo è. La sua lunghezza totale di 18.127 secondi, o poco più di cinque ore, potrebbe non sembrare così rapida. Ma per un'eclissi lunare che include fasi penombrali, parziali e totali, è eccezionalmente veloce.

In tutte le 2.108 stagioni di eclissi nel periodo dal 1600 al 2599, ci sono 695 eclissi lunari totali. Solo uno di questi ha una durata mondiale più breve rispetto all'eclissi di maggio 2021. È letteralmente più breve di pochi secondi – quattro secondi, per la precisione – e accadrà tra 345 anni da oggi (il 25 maggio 2366).

Se consideriamo solo la totalità – in altre parole, se ignoriamo le fasi parziale e penombrale – l'eclissi di maggio 2021 ha una durata di 858 secondi (circa 14 minuti). Secondo questo criterio, è la decima più breve di tutte le 695 eclissi lunari totali nel nostro periodo campione di un millennio.

Alla massima eclissi del 26 maggio, l'ombra umbrale della Terra copre appena la faccia della luna. Immagine ©timeanddate.com.

Le eclissi hanno bisogno di una luna nuova o di una luna piena. Il requisito di base per un'eclissi solare è una luna nuova, che si verifica quando la luna passa tra la Terra e il sole. Un'eclissi lunare richiede una luna piena, quando la luna si trova sul lato opposto della Terra rispetto al sole.

La luna impiega circa 29,5 giorni per attraversare tutte le sue fasi e le lune nuove e le lune piene sono separate da circa due settimane.

Le eclissi non accadono ogni mese. L'orbita della luna intorno alla Terra è inclinata di circa 5,1 gradi rispetto all'orbita della Terra intorno al sole. Questo è il motivo per cui le eclissi non si verificano ogni mese: alla luna nuova e alla luna piena, il più delle volte, la luna è troppo alta o troppo bassa per allinearsi con precisione con la Terra e il sole.

L'inclinazione orbitale della luna significa che gli allineamenti perfetti possono avvenire solo ogni 6 mesi circa. Immagine ©timeanddate.com.

Le eclissi arrivano nelle stagioni. Circa ogni sei mesi, la Terra arriva a un punto debole nella sua orbita in cui può verificarsi un perfetto – o quasi perfetto – allineamento a tre vie della Terra, della luna e del sole. Ogni punto debole dura circa 34,5 giorni: una stagione di eclissi.

Se c'è una luna nuova vicino al centro di una stagione di eclissi, formerà una linea retta con la Terra e il sole. Il risultato sarà un'eclissi solare totale, o un'eclissi solare anulare, se la luna è troppo lontana dalla Terra per coprire completamente il sole. In modo simile, una luna piena vicino alla metà di una stagione di eclissi produrrà un'eclissi lunare totale.

D'altra parte, se una luna nuova o una luna piena si avvicinano all'inizio o alla fine di una stagione di eclissi, l'allineamento a tre vie non sarà del tutto perfetto. In questo caso, il risultato sarà un'eclissi solare parziale, un'eclissi lunare parziale o, se la luna attraversa solo la debole parte esterna dell'ombra terrestre, un'eclissi lunare di penombra.

Eclissi garantite. Poiché un mese lunare (il tempo impiegato dalla luna per passare da nuova a piena a nuova) è di soli 29,5 giorni, è garantito che ogni stagione di eclissi produrrà – da qualche parte nel mondo – un'eclissi solare e un'eclissi lunare . Può esserci anche una seconda eclissi solare o lunare, se la prima si verifica nei primi giorni della stagione.

Eclissi in equilibrio. Nella maggior parte dei casi, le eclissi solari e lunari all'interno di ogni stagione si bilanciano a vicenda: se una è un'eclissi completa, l'altra tende ad essere parziale. Per dirla in altro modo, se l'allineamento della Terra, della luna e del sole è perfetto per un'eclissi, l'altra sarà probabilmente vicino all'inizio o alla fine della stagione, quando l'allineamento è meno perfetto.

Ad esempio, l'eclissi solare totale "Great American" del 21 agosto 2017 è stata preceduta da una piccola eclissi lunare parziale 14 giorni prima. E l'eclissi lunare totale del 27 luglio 2018 – la più lunga del 21° secolo – è stata inserita tra due piccole eclissi solari parziali (il 13 luglio e l'11 agosto).

Visualizza ingrandito. | Guardando avanti alle eclissi future, questo calendario mostra come un'eclissi totale sia spesso, ma non sempre, bilanciata da un'eclissi parziale o penombrale. Immagine ©timeanddate.com.

Due eclissi complete in una stagione. Occasionalmente, tuttavia, sia la luna nuova che la luna piena cadono abbastanza vicino al punto intermedio di una stagione da produrre un paio di eclissi complete. È possibile inserire due eclissi complete come questa, ma è una compressione: in ogni caso, l'allineamento della Terra, della luna e del sole è appena sufficiente per produrre un'eclissi completa.

Di nuovo, c'è un equilibrio tra le due eclissi. Migliore è l'allineamento per uno, peggiore sarà per l'altro. Questo è ciò che rende particolarmente interessante la prossima stagione delle eclissi.

Nota sull'accuratezza delle previsioni sulle eclissi. Tutte le previsioni di eclissi contengono un piccolo margine di errore. Una delle incertezze nei calcoli dell'eclissi lunare, ad esempio, è che l'atmosfera conferisce all'ombra della Terra un bordo sfocato.

Questo può portare a casi limite come il 17 ottobre 2024. Noi di timeanddate.com classifichiamo questa come un'eclissi lunare "quasi", mentre alcune fonti la elencano come un'eclissi di penombra.

In conclusione: le eclissi solari e lunari possono verificarsi solo durante un breve periodo di tempo noto come stagione delle eclissi. L'imminente stagione delle eclissi di maggio-giugno 2021 è insolita. Ecco come comprenderlo nel contesto di 1.000 anni di eclissi.


4.7 Eclissi di Sole e Luna

Una delle coincidenze del vivere sulla Terra in questo momento è che i due oggetti astronomici più importanti, il Sole e la Luna, hanno quasi la stessa dimensione apparente nel cielo. Sebbene il Sole abbia un diametro circa 400 volte più grande della Luna, è anche circa 400 volte più lontano, quindi sia il Sole che la Luna hanno la stessa dimensione angolare, circa 1/2°. Di conseguenza, la Luna, vista dalla Terra, può sembrare coprire il Sole, producendo uno degli eventi più impressionanti in natura.

Qualsiasi oggetto solido nel sistema solare proietta un'ombra bloccando la luce del Sole da una regione dietro di esso. Questa ombra nello spazio diventa evidente ogni volta che un altro oggetto si muove in esso. In generale, an eclisse si verifica ogni volta che una parte della Terra o della Luna entra nell'ombra dell'altra. Quando l'ombra della Luna colpisce la Terra, le persone all'interno di quell'ombra vedono il Sole almeno parzialmente coperto dalla Luna, cioè assistono a un'eclissi solare. Quando la Luna passa nell'ombra della Terra, le persone sul lato notturno della Terra vedono la Luna scurirsi in quella che viene chiamata un'eclissi lunare. Diamo un'occhiata a come avvengono in modo più dettagliato.

Le ombre della Terra e della Luna sono costituite da due parti: un cono in cui l'ombra è più scura, chiamato umbra, e una regione di oscurità più chiara e diffusa chiamata penombra. Come puoi immaginare, le eclissi più spettacolari si verificano quando un oggetto entra nell'ombra. La Figura 4.21 illustra l'aspetto dell'ombra della Luna e come apparirebbero il Sole e la Luna da diversi punti all'interno dell'ombra.

Se il percorso della Luna nel cielo fosse identico al percorso del Sole (l'eclittica), potremmo aspettarci di vedere un'eclissi del Sole e della Luna ogni mese, ogni volta che la Luna si trova davanti al Sole o nel ombra della Terra. Tuttavia, come abbiamo detto, l'orbita della Luna è inclinata rispetto al piano dell'orbita terrestre attorno al Sole di circa 5° (immagina due hula hoop con un centro comune, ma leggermente inclinato). Di conseguenza, durante la maggior parte dei mesi, la Luna è sufficientemente al di sopra o al di sotto del piano dell'eclittica per evitare un'eclissi. Ma quando le due strade si incrociano (due volte all'anno), allora è la "stagione delle eclissi" e le eclissi sono possibili.

Eclissi di Sole

Le dimensioni apparenti o angolari sia del Sole che della Luna variano leggermente di volta in volta al variare delle loro distanze dalla Terra. (La Figura 4.21 mostra la distanza dell'osservatore che varia nei punti A–D, ma l'idea è la stessa.) La maggior parte delle volte, la Luna sembra leggermente più piccola del Sole e non può coprirlo completamente, anche se i due sono perfettamente allineati . In questo tipo di "eclissi anulare", c'è un anello di luce attorno alla sfera oscura della Luna.

Tuttavia, se si verifica un'eclissi di Sole quando la Luna è leggermente più vicina della sua distanza media, la Luna può nascondere completamente il Sole, producendo un totale eclissi solare. Un altro modo per dirlo è che un'eclissi totale di Sole si verifica in quei momenti in cui l'ombra dell'ombra della Luna raggiunge la superficie della Terra.

La geometria di un'eclissi solare totale è illustrata nella Figura 4.22. Se il Sole e la Luna sono allineati correttamente, l'ombra più scura della Luna interseca il suolo in un piccolo punto sulla superficie terrestre. Chiunque sulla Terra all'interno della piccola area coperta dalla punta dell'ombra della Luna, per alcuni minuti, non sarà in grado di vedere il Sole e sarà testimone di un'eclissi totale. Allo stesso tempo, gli osservatori su un'area più ampia della superficie terrestre che si trovano nella penombra vedranno solo una parte del Sole eclissata dalla Luna: chiamiamo questo un parziale eclissi solare.

Tra la rotazione della Terra e il movimento della Luna nella sua orbita, la punta dell'ombra della Luna spazia verso est a circa 1500 chilometri all'ora lungo una sottile fascia sulla superficie della Terra. La zona sottile attraverso la Terra all'interno della quale è visibile un'eclissi solare totale (tempo permettendo) è chiamata percorso dell'eclissi. All'interno di una regione di circa 3000 chilometri su entrambi i lati del percorso dell'eclissi, è visibile un'eclissi solare parziale. Non ci vuole molto perché l'ombra della Luna passi oltre un dato punto sulla Terra. La durata della totalità può essere solo un breve istante, non può mai superare i 7 minuti circa.

Poiché un'eclissi totale di Sole è così spettacolare, vale la pena provare a vederne una, se puoi. Ci sono alcune persone il cui hobby è "inseguire l'eclissi" e che si vantano di quante ne hanno viste nella loro vita. Poiché gran parte della superficie terrestre è acqua, la caccia all'eclissi può comportare lunghi viaggi in barca (e spesso richiede anche viaggi aerei). Di conseguenza, la caccia all'eclissi raramente rientra nel budget di un tipico studente universitario. Tuttavia, un elenco di future eclissi è fornito come riferimento nell'Appendice H, nel caso in cui ti arricchisci presto. (E, come puoi vedere nell'Appendice, ci saranno eclissi totali visibili negli Stati Uniti nel 2017 e nel 2024, verso le quali anche gli studenti universitari potrebbero permettersi di viaggiare.)

Aspetto di un'eclissi totale

Cosa puoi vedere se sei abbastanza fortunato da catturare un'eclissi totale? Un'eclissi solare inizia quando la Luna inizia a profilarsi contro il bordo del disco solare. Segue una fase parziale, durante la quale sempre più Sole è coperto dalla Luna. Circa un'ora dopo l'inizio dell'eclissi, il Sole si nasconde completamente dietro la Luna. Nei pochi minuti immediatamente prima dell'inizio di questo periodo di totalità, il cielo si oscura notevolmente, alcuni fiori si chiudono e i polli possono andare al posatoio. Mentre un inquietante crepuscolo scende improvvisamente durante il giorno, altri animali (e persone) potrebbero disorientarsi. Durante la totalità, il cielo è abbastanza scuro da rendere visibili i pianeti nel cielo, e di solito anche le stelle più luminose.

Quando il disco luminoso del Sole viene completamente nascosto dietro la Luna, la straordinaria corona del Sole appare alla vista (Figura 4.23). Il corona è l'atmosfera esterna del Sole, costituita da gas sparsi che si estendono per milioni di miglia in tutte le direzioni dalla superficie apparente del Sole. Normalmente non è visibile perché la luce della corona è debole rispetto alla luce degli strati sottostanti del Sole. Solo quando il bagliore brillante del disco visibile del Sole viene cancellato dalla Luna durante un'eclissi totale è visibile la corona bianco perla. (Parleremo di più della corona nel capitolo su The Sun: A Garden-Variety Star.)

La fase totale dell'eclissi termina, così bruscamente come è iniziata, quando la Luna inizia a scoprire il Sole. Gradualmente, le fasi parziali dell'eclisse si ripetono, in ordine inverso, fino a quando la Luna non ha completamente scoperto il Sole. Dovremmo fare un importante punto di sicurezza qui: mentre i pochi minuti del totale le eclissi sono sicure da guardare, se una parte del Sole è scoperta, devi proteggere i tuoi occhi con occhiali da eclissi 2 o proiettando un'immagine del Sole (invece di guardarlo direttamente). Per ulteriori informazioni, leggi il riquadro Come osservare le eclissi solari in questo capitolo.

Eclissi di Luna

Un'eclissi lunare si verifica quando la Luna entra nell'ombra della Terra. La geometria di un'eclissi lunare è mostrata nella Figura 4.24. L'ombra scura della Terra è lunga circa 1,4 milioni di chilometri, quindi alla distanza della Luna (una media di 384.000 chilometri), potrebbe coprire circa quattro lune piene. A differenza di un'eclissi solare, che è visibile solo in alcune aree locali della Terra, un'eclissi lunare è visibile a tutti coloro che possono vedere la Luna. Poiché un'eclissi lunare può essere vista (tempo permettendo) dall'intero lato notturno della Terra, le eclissi lunari vengono osservate molto più frequentemente da un dato luogo sulla Terra rispetto alle eclissi solari.

Un'eclissi di Luna è totale solo se il percorso della Luna la porta attraverso l'ombra della Terra. Se la Luna non entra completamente nell'ombra, abbiamo un'eclissi parziale di Luna. Ma poiché la Terra è più grande della Luna, la sua ombra è più grande, quindi le eclissi lunari durano più a lungo delle eclissi solari, come discuteremo in seguito.

Un'eclissi lunare può aver luogo solo quando il Sole, la Terra e la Luna sono in linea. La Luna è opposta al Sole, il che significa che la Luna sarà in piena fase prima dell'eclissi, rendendo l'oscuramento ancora più drammatico. Circa 20 minuti prima che la Luna raggiunga l'ombra scura, si attenua leggermente poiché la Terra blocca parzialmente la luce solare. Quando la Luna inizia a immergersi nell'ombra, la forma curva dell'ombra della Terra su di essa diventa presto evidente.

Anche quando è completamente eclissata, la Luna è ancora debolmente visibile, di solito appare di un opaco rosso ramato. L'illuminazione sulla Luna eclissata è la luce solare che è stata piegata nell'ombra della Terra passando attraverso l'atmosfera terrestre.

Dopo la totalità, la Luna esce dall'ombra e la sequenza degli eventi si inverte. La durata totale dell'eclisse dipende da quanto il percorso della Luna si avvicina all'asse dell'ombra. Per un'eclissi in cui la Luna passa attraverso il centro dell'ombra terrestre, ogni fase parziale consuma almeno 1 ora e la totalità può durare fino a 1 ora e 40 minuti. Le eclissi di luna sono molto più "democratiche" delle eclissi solari. Poiché la luna piena è visibile su tutto il lato notturno della Terra, l'eclissi lunare è visibile per tutti coloro che vivono in quell'emisfero. (Ricordate che un'eclissi totale di Sole è visibile solo in uno stretto sentiero dove cade l'ombra dell'ombra.) Le eclissi totali di Luna si verificano, in media, circa una volta ogni due o tre anni. Un elenco delle future eclissi totali di Luna si trova nell'Appendice H. Inoltre, poiché l'eclissi lunare si verifica con la luna piena, e una luna piena non è pericolosa da guardare, tutti possono guardare la Luna durante tutte le parti del eclisse senza preoccuparsi della sicurezza.

Grazie alla nostra comprensione della gravità e del movimento (vedi Orbite e gravità), le eclissi possono ora essere previste con secoli di anticipo. Abbiamo fatto molta strada da quando l'umanità era spaventata dall'oscuramento del Sole o della Luna, temendo il dispiacere degli dei. Oggi ci godiamo lo spettacolo del cielo con un sano apprezzamento delle forze maestose che mantengono in funzione il nostro sistema solare.

Usa la simulazione dell'eclissi solare e lunare per esplorare tu stesso le condizioni delle eclissi solari e lunari.

Vedere di persona

Come osservare le eclissi solari

Un'eclissi totale di sole è uno spettacolo spettacolare e da non perdere. Tuttavia, è estremamente pericoloso guardare direttamente il Sole: anche una breve esposizione può danneggiare gli occhi. Normalmente, poche persone razionali sono tentate di farlo perché è doloroso (e qualcosa che tua madre ti ha detto di non fare mai!). Ma durante le fasi parziali di un'eclissi solare, la tentazione di dare un'occhiata è forte. Pensa prima di arrenderti. Il fatto che la Luna copra parte del Sole non rende la parte scoperta meno pericolosa da guardare. Tuttavia, ci sono modi perfettamente sicuri per seguire il corso di un'eclissi solare, se sei abbastanza fortunato da trovarti nel percorso dell'ombra.

La tecnica più semplice è realizzare un proiettore stenopeico. Prendi un pezzo di cartone con un piccolo foro (1 millimetro) e tienilo a diversi piedi sopra una superficie leggera, come un marciapiede di cemento o un foglio di carta bianco, in modo che il foro sia "puntato" verso il Sole . Il buco produce un'immagine sfocata ma adeguata del Sole eclissato. In alternativa, se è il periodo giusto dell'anno, puoi lasciare che i piccoli spazi tra le foglie di un albero formino più immagini stenopeiche contro un muro o un marciapiede. Guardare centinaia di piccoli soli a mezzaluna che danzano nella brezza può essere accattivante. Un colino da cucina è anche un eccellente proiettore stenopeico.

Sebbene esistano filtri sicuri per guardare direttamente il Sole, le persone hanno subito danni agli occhi guardando attraverso filtri impropri o senza alcun filtro. Ad esempio, i filtri fotografici a densità neutra non sono sicuri perché trasmettono radiazioni infrarosse che possono causare gravi danni alla retina. Anche il vetro fumé, la pellicola a colori completamente esposta, gli occhiali da sole e molti altri filtri fatti in casa non sono sicuri. I filtri sicuri includono occhiali per saldatori e occhiali Eclipse appositamente progettati.

Dovresti certamente guardare direttamente il Sole quando è totalmente eclissato, anche attraverso binocoli o telescopi. Sfortunatamente, la fase totale, come abbiamo discusso, è troppo breve. Ma se sai quando va e viene, assicurati di guardare, perché è uno spettacolo indimenticabile. E, nonostante l'antico folklore che presenta le eclissi come periodi pericolosi per essere all'aperto, le fasi parziali delle eclissi, purché non si guardi direttamente il Sole, non sono più pericolose dell'essere fuori alla luce del sole.

Durante le eclissi passate, è stato creato un panico non necessario da parte di funzionari pubblici disinformati che agiscono con le migliori intenzioni. Ci sono state due meravigliose eclissi totali in Australia nel ventesimo secolo durante le quali i cittadini tenevano i giornali sopra la testa per proteggersi e gli scolari si nascondevano in casa con la testa sotto i banchi. Che peccato che tutte quelle persone si siano perse quella che sarebbe stata una delle esperienze più memorabili della loro vita.

Il 21 agosto 2017, un'eclissi totale di Sole è stata visibile in un'ampia fascia degli Stati Uniti continentali ed è stata vista da milioni di persone provenienti da tutto il paese e dal mondo (a).

Link all'apprendimento

Per l'eclissi dell'agosto 2017, il servizio postale degli Stati Uniti ha emesso uno speciale francobollo commemorativo, il primo in assoluto con "inchiostro termocromico" che cambia quando lo si tocca.


Contenuti

Esistono quattro tipi di eclissi solari:

  • UN eclissi totale si verifica quando la sagoma scura della Luna oscura completamente la luce intensamente brillante del Sole, rendendo visibile la corona solare molto più debole. Durante una qualsiasi eclissi, la totalità si verifica nella migliore delle ipotesi solo in una stretta traccia sulla superficie della Terra. [6] Questo stretto sentiero è chiamato il sentiero della totalità. [7]
  • Un eclissi anulare si verifica quando il Sole e la Luna sono esattamente in linea con la Terra, ma la dimensione apparente della Luna è inferiore a quella del Sole. Quindi il Sole appare come un anello molto luminoso, o anello, che circonda il disco oscuro della Luna. [8]
  • UN eclissi ibrida (chiamato anche eclissi anulare/totale) passa da un'eclissi totale a una anulare. In alcuni punti della superficie terrestre appare come un'eclissi totale, mentre in altri punti appare come anulare. Le eclissi ibride sono relativamente rare. [8]
  • UN eclissi parziale si verifica quando il Sole e la Luna non sono esattamente in linea con la Terra e la Luna oscura solo parzialmente il Sole. Questo fenomeno di solito può essere visto da gran parte della Terra al di fuori della traccia di un'eclissi anulare o totale. Tuttavia, alcune eclissi possono essere viste solo come un'eclissi parziale, perché l'ombra passa sopra le regioni polari della Terra e non interseca mai la superficie terrestre. [8] Le eclissi parziali sono praticamente impercettibili in termini di luminosità del Sole, poiché ci vuole ben oltre il 90% di copertura per notare un eventuale oscuramento. Anche al 99%, non sarebbe più buio del crepuscolo civile. [9] Ovviamente si possono osservare eclissi parziali (e stadi parziali di altre eclissi) se si osserva il Sole attraverso un filtro oscurante (che dovrebbe essere sempre usato per sicurezza).

La distanza del Sole dalla Terra è circa 400 volte la distanza della Luna e il diametro del Sole è circa 400 volte il diametro della Luna. Poiché questi rapporti sono approssimativamente gli stessi, il Sole e la Luna visti dalla Terra sembrano avere approssimativamente le stesse dimensioni: circa 0,5 gradi di arco in misura angolare. [8]

Una categoria separata di eclissi solari è quella del Sole occluso da un corpo diverso dalla Luna terrestre, come si può osservare in punti dello spazio lontani dalla superficie terrestre. Due esempi sono quando l'equipaggio dell'Apollo 12 osservò l'eclissi di Sole della Terra nel 1969 e quando il Cassini la sonda ha osservato Saturno eclissare il Sole nel 2006.

L'orbita della Luna attorno alla Terra è leggermente ellittica, così come l'orbita della Terra attorno al Sole. Le dimensioni apparenti del Sole e della Luna variano quindi. [10] La magnitudine di un'eclissi è il rapporto tra la dimensione apparente della Luna e la dimensione apparente del Sole durante un'eclissi. Un'eclissi che si verifica quando la Luna è vicina alla sua distanza più vicina alla Terra (cioè, vicino al suo perigeo) può essere un'eclissi totale perché la Luna apparirà abbastanza grande da coprire completamente il disco luminoso del Sole o la fotosfera un'eclissi totale ha una magnitudine maggiore o uguale a 1.000. Al contrario, un'eclissi che si verifica quando la Luna è vicina alla sua massima distanza dalla Terra (cioè, vicino al suo apogeo) può essere solo un'eclissi anulare perché la Luna apparirà leggermente più piccola del Sole la magnitudine di un'eclissi anulare è inferiore a 1. [11]

Un'eclissi ibrida si verifica quando la magnitudine di un'eclissi cambia durante l'evento da minore a maggiore di uno, quindi l'eclissi sembra essere totale in punti più vicini al punto medio e anulare in altri luoghi più vicini all'inizio e alla fine, poiché i lati del La Terra è leggermente più lontana dalla Luna. Queste eclissi sono estremamente strette nella loro larghezza del percorso e relativamente brevi nella loro durata in qualsiasi punto rispetto alle eclissi completamente totali la totalità dell'eclissi ibrida del 2023 aprile 2023 dura più di un minuto in vari punti lungo il percorso della totalità. Come un punto focale, l'ampiezza e la durata della totalità e dell'anularità sono prossime allo zero nei punti in cui si verificano i cambiamenti tra i due. [12]

Poiché anche l'orbita della Terra intorno al Sole è ellittica, la distanza della Terra dal Sole varia in modo simile durante l'anno. Ciò influenza la dimensione apparente del Sole allo stesso modo, ma non tanto quanto la distanza variabile della Luna dalla Terra. [8] Quando la Terra si avvicina alla sua massima distanza dal Sole all'inizio di luglio, un'eclissi totale è un po' più probabile, mentre le condizioni favoriscono un'eclissi anulare quando la Terra si avvicina alla sua distanza minima dal Sole all'inizio di gennaio. [13]

Terminologia per l'eclissi centrale

Eclissi centrale è spesso usato come termine generico per un'eclissi totale, anulare o ibrida. [14] Questo, tuttavia, non è del tutto corretto: la definizione di eclissi centrale è un'eclissi durante la quale la linea centrale dell'ombra tocca la superficie terrestre. È possibile, anche se estremamente raro, che parte dell'ombra si intersechi con la Terra (creando così un'eclissi anulare o totale), ma non la sua linea centrale. Questa viene quindi chiamata eclissi totale o anulare non centrale. [14] Gamma è una misura di quanto l'ombra colpisce centralmente. L'ultima (ancora umbrale) eclissi solare non centrale è stata il 29 aprile 2014. Si trattava di un'eclissi anulare. La prossima eclissi solare totale non centrale sarà il 9 aprile 2043. [15]

Le fasi osservate durante un'eclissi totale sono chiamate: [16]

  • Primo contatto: quando il lembo (bordo) della Luna è esattamente tangenziale al lembo del Sole.
  • Secondo contatto, a partire da Baily's Beads (causato dalla luce che brilla attraverso le valli sulla superficie lunare) e l'effetto anello di diamanti. Quasi l'intero disco è coperto.
  • Totalità: la Luna oscura l'intero disco solare ed è visibile solo la corona solare.
  • Terzo contatto: quando la prima luce brillante diventa visibile e l'ombra della Luna si allontana dall'osservatore. Anche in questo caso si può osservare un anello di diamanti.
  • Quarto contatto: quando il bordo d'uscita della Luna cessa di sovrapporsi al disco solare e l'eclissi termina.

Geometria

I diagrammi a destra mostrano l'allineamento del Sole, della Luna e della Terra durante un'eclissi solare. La regione grigio scuro tra la Luna e la Terra è l'ombra, dove il Sole è completamente oscurato dalla Luna. La piccola area in cui l'ombra tocca la superficie terrestre è dove si può vedere un'eclissi totale. L'area grigio chiaro più grande è la penombra, in cui si può vedere un'eclissi parziale. Un osservatore nell'antumbra, l'area d'ombra oltre l'ombra, vedrà un'eclissi anulare. [17]

L'orbita della Luna attorno alla Terra è inclinata di un angolo di poco più di 5 gradi rispetto al piano dell'orbita della Terra attorno al Sole (l'eclittica). Per questo motivo, al momento della luna nuova, la Luna di solito passerà a nord oa sud del Sole. Un'eclissi solare può verificarsi solo quando si verifica una luna nuova vicino a uno dei punti (noti come nodi) in cui l'orbita della Luna attraversa l'eclittica. [18]

Come notato sopra, anche l'orbita della Luna è ellittica. La distanza della Luna dalla Terra può variare di circa il 6% dal suo valore medio. Pertanto, la dimensione apparente della Luna varia con la sua distanza dalla Terra, ed è questo effetto che porta alla differenza tra eclissi totale e anulare. Anche la distanza della Terra dal Sole varia durante l'anno, ma si tratta di un effetto minore. In media, la Luna sembra essere leggermente più piccola del Sole vista dalla Terra, quindi la maggior parte (circa il 60%) delle eclissi centrali sono anulari. È solo quando la Luna è più vicina alla Terra della media (vicino al suo perigeo) che si verifica un'eclissi totale. [19] [20]

Luna Sole
al perigeo
(più vicino)
all'apogeo
(il più lontano)
al perielio
(più vicino)
all'afelio
(il più lontano)
raggio medio 1.737,10 km
(1.079,38 miglia)
696.000 km
(432.000 miglia)
Distanza 363.104 km
(225,622 miglia)
405.696 km
(252.088 miglia)
147.098.070 km
(91.402.500 miglia)
152.097.700 km
(94.509.100 miglia)
Angolare
diametro [21]
33' 30"
(0.5583°)
29' 26"
(0.4905°)
32' 42"
(0.5450°)
31' 36"
(0.5267°)
Dimensione apparente
scalare
Ordinato da
decrescente
dimensione apparente

La Luna orbita intorno alla Terra in circa 27,3 giorni, rispetto a un sistema di riferimento fisso. Questo è noto come il mese siderale. Tuttavia, durante un mese siderale, la Terra ha ruotato in parte attorno al Sole, rendendo il tempo medio tra una luna nuova e l'altra più lungo del mese siderale: è di circa 29,5 giorni. Questo è noto come mese sinodico e corrisponde a quello che viene comunemente chiamato mese lunare. [18]

La Luna attraversa da sud a nord dell'eclittica al suo nodo ascendente, e viceversa al suo nodo discendente. [18] Tuttavia, i nodi dell'orbita lunare si stanno gradualmente muovendo con moto retrogrado, a causa dell'azione della gravità del Sole sul moto della Luna, e compiono un circuito completo ogni 18,6 anni. Questa regressione significa che il tempo tra ogni passaggio della Luna attraverso il nodo ascendente è leggermente più breve del mese siderale. Questo periodo è chiamato mese nodico o draconico. [22]

Infine, il perigeo della Luna avanza o precede nella sua orbita e compie un giro completo in 8,85 anni. Il tempo tra un perigeo e il successivo è leggermente più lungo del mese siderale e noto come mese anomalo. [23]

L'orbita della Luna si interseca con l'eclittica in corrispondenza dei due nodi che distano 180 gradi. Pertanto, la luna nuova si verifica vicino ai nodi in due periodi dell'anno a circa sei mesi (173,3 giorni) di distanza, noti come stagioni delle eclissi, e ci sarà sempre almeno un'eclissi solare durante questi periodi. A volte la luna nuova si verifica abbastanza vicino a un nodo per due mesi consecutivi da eclissare il Sole in entrambe le occasioni in due eclissi parziali. Ciò significa che, in un dato anno, ci saranno sempre almeno due eclissi solari e possono essercene fino a cinque. [24]

Le eclissi possono verificarsi solo quando il Sole si trova a circa 15-18 gradi da un nodo (da 10 a 12 gradi per le eclissi centrali). Questo è indicato come limite di eclissi ed è indicato in intervalli perché le dimensioni e le velocità apparenti del Sole e della Luna variano durante l'anno. Nel tempo impiegato dalla Luna per tornare a un nodo (mese draconico), la posizione apparente del Sole si è spostata di circa 29 gradi, rispetto ai nodi. [2] Poiché il limite dell'eclissi crea una finestra di opportunità fino a 36 gradi (24 gradi per le eclissi centrali), è possibile che si verifichino eclissi parziali (o raramente un'eclissi parziale e centrale) in mesi consecutivi. [25] [26]

Durante un'eclissi centrale, l'ombra (o antumbra, nel caso di un'eclissi anulare) della Luna si sposta rapidamente da ovest a est attraverso la Terra. Anche la Terra ruota da ovest a est, a circa 28 km/min all'equatore, ma poiché la Luna si muove nella stessa direzione della rotazione terrestre a circa 61 km/min, l'ombra sembra quasi sempre muoversi in un direzione approssimativamente ovest-est attraverso una mappa della Terra alla velocità della velocità orbitale della Luna meno la velocità di rotazione della Terra. [28] Rare eccezioni possono verificarsi nelle regioni polari in cui il percorso può superare o avvicinarsi al polo, come nel 2021 il 10 giugno e il 4 dicembre.

La larghezza della traccia di un'eclissi centrale varia a seconda dei relativi diametri apparenti del Sole e della Luna. Nelle circostanze più favorevoli, quando si verifica un'eclissi totale molto vicino al perigeo, la pista può essere larga fino a 267 km (166 mi) e la durata della totalità può essere superiore a 7 minuti. [29] Al di fuori del binario centrale, si osserva un'eclissi parziale su un'area molto più ampia della Terra. Tipicamente, l'ombra è larga 100-160 km, mentre il diametro della penombra supera i 6400 km. [30]

Gli elementi besseliani vengono utilizzati per prevedere se un'eclissi sarà parziale, anulare o totale (o anulare/totale) e quali saranno le circostanze dell'eclissi in un dato luogo. [31] : Capitolo 11 I calcoli con elementi besseliani possono determinare la forma esatta dell'ombra dell'ombra sulla superficie terrestre. Ma a cosa? longitudini sulla superficie terrestre cadrà l'ombra, è una funzione della rotazione terrestre, e di quanto tale rotazione è rallentata nel tempo. Un numero chiamato ΔT viene utilizzato nella previsione dell'eclissi per tenere conto di questo rallentamento. Quando la Terra rallenta, ΔT aumenta. ΔT per le date future può essere stimato solo approssimativamente perché la rotazione della Terra sta rallentando in modo irregolare. Ciò significa che, sebbene sia possibile prevedere che ci sarà un'eclissi totale in una certa data in un lontano futuro, non è possibile prevedere esattamente in un lontano futuro a quale longitudine quell'eclissi sarà totale. Le registrazioni storiche delle eclissi consentono stime dei valori passati di ΔT e quindi della rotazione terrestre.

Durata

I seguenti fattori determinano la durata di un'eclissi solare totale (in ordine decrescente di importanza): [32] [33]

  1. La Luna è quasi esattamente al perigeo (rendendo il suo diametro angolare il più grande possibile).
  2. La Terra è molto vicina all'afelio (più lontana dal Sole nella sua orbita ellittica, rendendo il suo diametro angolare il più piccolo possibile).
  3. Il punto medio dell'eclisse è molto vicino all'equatore terrestre, dove la velocità di rotazione è massima.
  4. Il vettore del percorso dell'eclissi nel punto medio dell'eclissi allineato con il vettore della rotazione terrestre (cioè non diagonale ma verso est).
  5. Il punto medio dell'eclissi è vicino al punto subsolare (la parte della Terra più vicina al Sole).

L'eclissi più lunga che è stata calcolata finora è l'eclissi del 16 luglio 2186 (con una durata massima di 7 minuti e 29 secondi sulla Guyana settentrionale). [32]

Le eclissi solari totali sono eventi rari. Sebbene si verifichino da qualche parte sulla Terra in media ogni 18 mesi, [35] si stima che si ripetano in un dato luogo solo una volta ogni 360-410 anni, in media. [36] L'eclissi totale dura solo un massimo di pochi minuti in qualsiasi luogo, perché l'ombra della Luna si sposta verso est a oltre 1700 km/h. [37] La ​​totalità attualmente non può mai durare più di 7 min 32 s. Questo valore cambia nel corso dei millenni ed è attualmente in diminuzione. Entro l'VIII millennio, l'eclissi totale più lunga teoricamente possibile sarà inferiore a 7 min 2 s. [32] L'ultima volta che si è verificata un'eclissi più lunga di 7 minuti è stato il 30 giugno 1973 (7 min 3 sec). Gli osservatori a bordo di un aereo supersonico Concorde sono stati in grado di allungare la totalità per questa eclissi a circa 74 minuti volando lungo il percorso dell'ombra lunare. [38] La prossima eclissi totale superiore a sette minuti di durata non si verificherà fino al 25 giugno 2150. L'eclissi solare totale più lunga durante il periodo di 11.000 anni dal 3000 a.C. ad almeno l'8000 d.C. si verificherà il 16 luglio 2186, quando la totalità sarà ultimi 7 min 29 s. [32] [39] Per fare un confronto, l'eclissi totale più lunga del 20 ° secolo a 7 min 8 s si è verificata il 20 giugno 1955 e non ci sono eclissi solari totali di durata superiore a 7 min nel 21 ° secolo. [40]

È possibile prevedere altre eclissi usando i cicli di eclissi. Il saros è probabilmente il più noto e uno dei più accurati. Un saros dura 6.585,3 giorni (poco più di 18 anni), il che significa che, dopo questo periodo, si verificherà un'eclissi praticamente identica. La differenza più notevole sarà uno spostamento verso ovest di circa 120° in longitudine (dovuto ai 0,3 giorni) e un po' in latitudine (nord-sud per i cicli dispari, il contrario per quelli pari). Una serie di saros inizia sempre con un'eclissi parziale vicino a una delle regioni polari della Terra, quindi si sposta sul globo attraverso una serie di eclissi anulari o totali e termina con un'eclissi parziale nella regione polare opposta. Una serie di saros dura da 1226 a 1550 anni e da 69 a 87 eclissi, di cui da 40 a 60 centrali. [41]

Frequenza all'anno

Ogni anno si verificano da due a cinque eclissi solari, almeno una per stagione di eclissi. Da quando il calendario gregoriano è stato istituito nel 1582, gli anni che hanno avuto cinque eclissi solari sono stati il ​​1693, il 1758, il 1805, il 1823, il 1870 e il 1935. Il prossimo evento sarà il 2206. [42] In media, ci sono circa 240 eclissi solari ciascuno secolo. [43]

Le 5 eclissi solari del 1935
5 gennaio 3 febbraio 30 giugno 30 luglio 25 dicembre
Parziale
(Sud)
Parziale
(nord)
Parziale
(nord)
Parziale
(Sud)
Anulare
(Sud)

Saros 111

Saros 149

Saros 116

Saros 154

Saros 121

Totalità finale

Sulla Terra si osservano eclissi solari totali a causa di una combinazione fortuita di circostanze. Anche sulla Terra, la diversità delle eclissi familiari alle persone di oggi è un fenomeno temporaneo (su una scala temporale geologica). Centinaia di milioni di anni fa, la Luna era più vicina alla Terra e quindi apparentemente più grande, quindi ogni eclissi solare era totale o parziale e non c'erano eclissi anulari. A causa dell'accelerazione della marea, l'orbita della Luna attorno alla Terra diventa di circa 3,8 cm più distante ogni anno. Milioni di anni nel futuro, la Luna sarà troppo lontana per occludere completamente il Sole e non si verificheranno eclissi totali. Nello stesso lasso di tempo, il Sole può diventare più luminoso, facendolo apparire di dimensioni maggiori. [44] Le stime del tempo in cui la Luna non sarà in grado di occludere l'intero Sole se vista dalla Terra vanno da 650 milioni [45] a 1,4 miliardi di anni nel futuro. [44]

Le eclissi storiche sono una risorsa molto preziosa per gli storici, in quanto consentono di datare con precisione alcuni eventi storici, dai quali si possono dedurre altre date e calendari antichi. [46] Un'eclissi solare del 15 giugno 763 aC menzionata in un testo assiro è importante per la cronologia del Vicino Oriente antico. [47] Ci sono state altre affermazioni sulla data di eclissi precedenti. Il Libro di Giosuè 10:13 descrive il sole che rimane fermo per un intero giorno nel cielo un gruppo di studiosi dell'Università di Cambridge ha concluso che si trattava dell'eclissi solare anulare avvenuta il 30 ottobre 1207 aC. [48] ​​Il re cinese Zhong Kang avrebbe decapitato due astronomi, Hsi e Ho, che non erano riusciti a prevedere un'eclissi 4.000 anni fa. [49] Forse la prima affermazione ancora non dimostrata è quella dell'archeologo Bruce Masse, che collega presumibilmente un'eclissi avvenuta il 10 maggio 2807 aC con un possibile impatto di meteoriti nell'Oceano Indiano sulla base di diversi antichi miti sulle eclissi solare totale. [50]

Le eclissi sono state interpretate come presagi o presagi. [51] L'antico storico greco Erodoto scrisse che Talete di Mileto predisse un'eclissi avvenuta durante una battaglia tra i Medi e i Lidi. Entrambe le parti deposero le armi e dichiararono la pace a seguito dell'eclissi. [52] L'esatta eclissi coinvolta rimane incerta, sebbene il problema sia stato studiato da centinaia di autorità antiche e moderne. Un probabile candidato ebbe luogo il 28 maggio 585 a.C., probabilmente vicino al fiume Halys in Asia Minore. [53] Un'eclissi registrata da Erodoto prima che Serse partisse per la sua spedizione contro la Grecia, [54] che è tradizionalmente datata al 480 a.C., fu abbinata da John Russell Hind a un'eclissi anulare di Sole a Sardi il 17 febbraio 478 a.C. [55] In alternativa, un'eclissi parziale era visibile dalla Persia il 2 ottobre 480 a.C. [56] Erodoto riporta anche un'eclissi solare a Sparta durante la seconda invasione persiana della Grecia. [57] La ​​data dell'eclissi (1 agosto 477 aC) non corrisponde esattamente alle date convenzionali per l'invasione accettate dagli storici. [58]

Le registrazioni cinesi di eclissi iniziano intorno al 720 a.C. [59] L'astronomo del IV secolo a.C. Shi Shen descrisse la previsione delle eclissi utilizzando le posizioni relative della Luna e del Sole. [60]

Sono stati fatti tentativi per stabilire la data esatta del Venerdì Santo presumendo che l'oscurità descritta alla crocifissione di Gesù fosse un'eclissi solare. Questa ricerca non ha prodotto risultati conclusivi, [61] [62] e il Venerdì Santo è registrato come a Pasqua, che si tiene al momento della luna piena. Inoltre, l'oscurità è durata dalla sesta alla nona ora, o tre ore, che è molto, molto più lunga del limite superiore di otto minuti per la totalità di qualsiasi eclissi solare. Le cronache contemporanee parlano di un'eclissi all'inizio di maggio 664 che coincise con l'inizio della peste del 664 nelle isole britanniche. [63] Nell'emisfero occidentale, ci sono poche registrazioni affidabili di eclissi prima dell'800 d.C., fino all'avvento delle osservazioni arabe e monastiche nel periodo altomedievale. [59] L'astronomo cairota Ibn Yunus scrisse che il calcolo delle eclissi era una delle tante cose che collegano l'astronomia con la legge islamica, perché permetteva di sapere quando si può fare una preghiera speciale. [64] La prima osservazione registrata della corona fu fatta a Costantinopoli nel 968 d.C. [56] [59]

La prima osservazione telescopica conosciuta di un'eclissi solare totale fu fatta in Francia nel 1706. [59] Nove anni dopo, l'astronomo inglese Edmund Halley predisse e osservò accuratamente l'eclissi solare del 3 maggio 1715. [56] [59] Entro la metà -19° secolo, la comprensione scientifica del Sole stava migliorando attraverso le osservazioni della corona solare durante le eclissi solari. La corona fu identificata come parte dell'atmosfera del Sole nel 1842, e la prima fotografia (o dagherrotipo) di un'eclissi totale fu presa dell'eclissi solare del 28 luglio 1851. [56] Furono fatte osservazioni spettroscopiche dell'eclissi solare di agosto 18, 1868, che ha contribuito a determinare la composizione chimica del Sole. [56]

John Fiske ha riassunto i miti sull'eclissi solare in questo modo nel suo libro del 1872 Miti e creatori di miti,

il mito di Ercole e Caco, l'idea fondamentale è la vittoria del dio solare sul brigante che ruba la luce. Ora, se il ladro toglie la luce la sera quando Indra è andato a dormire, o alza audacemente la sua forma nera contro il cielo durante il giorno, facendo sì che l'oscurità si diffonda sulla terra, farebbe poca differenza per gli autori del mito. Per un pollo un'eclissi solare è la stessa cosa del calar della notte, e di conseguenza va al posatoio. Perché allora il pensatore primitivo avrebbe dovuto distinguere tra l'oscuramento del cielo causato dalle nuvole nere e quello causato dalla rotazione della terra? Non aveva una concezione della spiegazione scientifica di questi fenomeni più di quanto ne abbia il pollo della spiegazione scientifica di un'eclissi. A lui bastava sapere che la radianza solare era stata rubata, in un caso come nell'altro, e sospettare che lo stesso demone fosse responsabile di entrambe le rapine. [65]

Guardare direttamente la fotosfera del Sole (il disco luminoso del Sole stesso), anche per pochi secondi, può causare danni permanenti alla retina dell'occhio, a causa dell'intensa radiazione visibile e invisibile che la fotosfera emette. Questo danno può causare danni alla vista, fino alla cecità inclusa. La retina non ha sensibilità al dolore e gli effetti del danno retinico potrebbero non apparire per ore, quindi non c'è alcun avviso che si stia verificando una lesione. [66] [67]

In condizioni normali, il Sole è così luminoso che è difficile fissarlo direttamente. Tuttavia, durante un'eclissi, con così tanto sole coperto, è più facile e più allettante fissarlo. Guardare il Sole durante un'eclissi è pericoloso quanto guardarlo al di fuori di un'eclissi, tranne durante il breve periodo della totalità, quando il disco solare è completamente coperto (la totalità si verifica solo durante un'eclissi totale e solo molto brevemente non si verifica durante un'eclissi parziale o anulare). Guardare il disco solare attraverso qualsiasi tipo di ausilio ottico (binocolo, telescopio o anche un mirino di una fotocamera ottica) è estremamente pericoloso e può causare danni irreversibili agli occhi in una frazione di secondo. [68] [69]


Sicurezza Eclipse

Osservare il sole può essere molto pericoloso se non viene fatto con l'attrezzatura giusta. Il Sole è l'oggetto più luminoso del cielo e guardarlo direttamente può causare danni permanenti agli occhi in pochi secondi. Visualizzarlo attraverso qualsiasi strumento ottico, anche un binocolo o il cercatore sul lato di un telescopio, può causare cecità istantanea e permanente.

Se hai dei dubbi sulla sicurezza della tua attrezzatura, è meglio non rischiare di usarla. La cosa di gran lunga più sicura da fare è partecipare a un evento pubblico di osservazione. È probabile che molte società astronomiche organizzeranno eventi di osservazione durante il giorno e sicuramente accoglieranno i nuovi arrivati. Potresti incontrare nuove persone mentre vedi l'eclissi.

Molti fornitori di astronomia vendono filtri speciali speciali che possono essere montati sui telescopi per renderli sicuri per l'osservazione solare. Questi includono filtri in mylar alluminato, o filtri in polimero nero, identificati come adatti per la visione diretta del sole. Verificare che il filtro abbia un marchio CE e una dichiarazione di conformità alla Direttiva della Comunità Europea 89/686/CEE. In alternativa, è possibile utilizzare un vetro da saldatore classificato n. 14 o superiore. Leggere sempre attentamente le istruzioni del produttore.

Non tentare mai di creare il tuo filtro. Oltre alla luce visibile, il Sole produce anche quantità prodigiose di radiazioni infrarosse e ultraviolette che non possono essere viste ma possono comunque danneggiare i tuoi occhi. Anche se un filtro homebrew sembra adeguato, potrebbe consentire il passaggio di questa radiazione invisibile.


Cos'è un'eclissi solare?

Un'eclissi solare si verifica quando la luna passa tra il sole e la Terra, creando un'ombra sopra il nostro pianeta. Un'eclissi solare è visibile da qualche parte sulla Terra ogni anno e mezzo. Nel 21° secolo ci saranno 224 eclissi solari, incluse sei eclissi totali negli anni 2020.

Durante un'eclissi totale, a differenza dell'eclissi anulare di giovedì, la luna blocca completamente la vista del sole sulla Terra.

La prossima eclissi anulare cadrà il 14 ottobre 2023 e sarà visibile da parti degli Stati Uniti occidentali, dell'America centrale, della Colombia e del Brasile.

La prossima eclissi totale sarà visibile dall'Antartide e dall'Oceano Antartico il 4 dicembre 2021, seguita da un'altra visibile da Timor Est, Indonesia e Australia il 20 aprile 2023.

Le persone negli Stati Uniti, in Messico e in Canada dovranno aspettare fino al 2024 per la prossima eclissi totale.

Le eclissi solari possono sembrare un fenomeno relativamente comune, ma noi terrestri siamo incredibilmente fortunati a poterle assistere, perché una serie di condizioni devono coincidere affinché si verifichino.

Ad esempio, la luna è circa 400 volte più piccola del sole ed è anche 400 volte più vicina alla Terra rispetto al sole.

Poiché la luna continua ad allontanarsi dalla Terra di circa 1,6 pollici ogni anno, le eclissi solari totali non si vedranno più dal nostro pianeta tra circa 500 e 600 milioni di anni.


Eclissi lunare 2019: miti e superstizioni sulla luna di sangue

Con l'eclissi "Super Blood Wolf Moon" del 20 gennaio 2019, l'ultima eclissi lunare totale fino al 2021, rivisitiamo le antiche storie e superstizioni su questo fenomeno celeste! Per secoli, una "eclissi totale di luna" ha ispirato mitologia, folklore, canzoni e persino film. (Attenti ai licantropi!)

Prima di tutto, i semplici fatti: questo sarà un eccellente eclissi lunare, poiché è in alto nel cielo, opportunamente programmata (non nelle prime ore del mattino) e visibile in tutte le Americhe!

Tempi totali di eclissi lunare

Nel fuso orario orientale, l'eclissi parziale inizia il domenica 20 gennaio 2019 a circa 22:34 e termina dopo la mezzanotte di lunedì 21 gennaio 2019 alle 01:50

  • Inizia solo l'eclissi "completa" Domenica 20 gennaio alle 23:41 orientale e il il massimo èsubito dopo la mezzanotte alle 12:12 . L'eclissi completa termina lunedì 21 gennaio alle 00:43.

Nel fuso orario del Pacifico, l'eclissi di quest'anno è un'eclissi all'ora di cena. Si estende da domenica sera alle 19:36. PST e termina alle 22:50 PST.

  • L'eclissi completa stessa inizia domenica alle 20:41. Pacifico e il massimo è Domenica, 21:12 Pacifico. L'eclissi completa termina domenica alle 21:43.

(Inoltre, un'eclissi lunare di penombra si verifica prima e dopo l'eclissi lunare parziale. Tuttavia, è così debole che molte persone non se ne accorgono nemmeno mentre sta accadendo.)

Non devi nemmeno impostare la sveglia come hai fatto per l'ultima eclissi lunare totale visibile in Nord America, che si è svolta il 31 gennaio 2018 alle 5:50. EST .

Non potrebbe essere più facile vedere questa eclissi lunare totale, a patto che le condizioni meteorologiche dell'eclissi funzionino. Vedi la previsione dell'eclissi a corto raggio.

Questa non è solo l'ultima eclissi lunare totale visibile dal Nord America quest'anno (e fino al 2021), ma anche l'UNICA eclissi totale, lunare o solare, visibile dal Nord America nel 2019.

qui a L'Almanacco del Vecchio Contadino, registriamo eventi celesti e date di eclissi dal 1792, ma la mitologia risale a secoli fa. È divertente separare i fatti dal folklore...

Perché la luna "scompare" durante un'eclissi?

Folclore: Per secoli, le persone di tutto il mondo hanno lottato per spiegare la momentanea scomparsa della Luna che è il risultato di un'eclissi lunare totale. Questo fenomeno astronomico è stato spesso affrontato con paura, sebbene occasionalmente con stupore. Ecco due (di tante) storie antiche da tutto il mondo:

L'Impero Inca era un vasto impero in Sud America che fiorì dall'inizio del XV secolo d.C. fino alla sua conquista da parte degli spagnoli nel 1530.

Chiamarono la loro dea della luna Mama Quilla e pensarono che piangesse lacrime d'argento. Credevano che le eclissi lunari fossero causate da un animale o da un serpente che attaccava Mama Quilla. La loro abitudine era cercare di spaventare le eclissi facendo più rumore possibile.

Nella mitologia, questo animale è spesso un grosso gatto (un giaguaro) che attacca la Luna il colore rosso sangue è il risultato dell'attacco del gatto. Tuttavia, i guerrieri Inca alla fine prevalgono nello spaventare il predatore facendo rumore, oltre a eccitare i loro cani in modo che ululano e abbaiano.

La prima civiltà del mondo si sviluppò in Mesopotamia nel sud-ovest asiatico. L'influenza di questa cultura si estese in tutto l'Egitto, il Mediterraneo e il Medio Oriente dal periodo preistorico fino alla conquista araba nel VII secolo d.C.

I mesopotamici credevano che la Luna fosse stata attaccata durante un'eclissi lunare totale. Per associazione, videro che anche il loro re poteva essere assalito.

Questi antichi popoli erano in grado di prevedere le fasi lunari e il modello naturale di quando poteva verificarsi un'eclissi lunare totale, quindi durante un'eclissi lunare totale avrebbero protetto il loro re nascondendolo e installando un sovrano sostitutivo durante questo periodo. When the total eclipse had passed, their king came out of protection and resumed his position as ruler.

Fact: We now know that a total lunar eclipse occurs when the Sun, Earth, and Moon line up so that Earth’s shadow covers the entire Moon. Consequently, the normally bright full Moon is shielded from the Sun’s direct rays and seemingly “disappears” (although not as much as a new Moon does).

What Exactly is a “Blood Moon”?

The name “Blood Moon” gathered a lot of attention back in 2014–2015, when there was a “lunar tetrad”—a rare occurrence of four consecutive total lunar eclipses occurring at approximately 6-month intervals. Some organizations attached religious significance to this astronomical event—suggesting that it was a sign of the end times. The term “Blood Moon” was attributed to statements in the Bible.

For example, statements in the Acts of the Apostles 2:20 read, “The sun will be turned into darkness and the moon into blood before the day of the Lord comes, that great and terrible Day.” The Blood Moon is also featured in The Revelation to John in passage 6:12, which states: “when he had opened the sixth seal, there was a violent earthquake and the sun went as black as sackcloth the moon turned red as blood all over.”

Fact: During a total lunar eclipse, thanks to the partial blocking-out of the Sun’s light by Earth’s shadow, the Moon turns an orange-red color, which results in a reddish glow throughout Earth’s atmosphere. This has been called a “Blood Moon,” although it appears to really be more of a coppery color to many of us.

Do Supermoons Cause Higher Tides and Tsunamis?

Folklore: Tsunamis and higher tides can be caused by the increased gravitational pull of a Supermoon.

Fact: The 2019 total lunar eclipse will occur during a Supermoon—when the Moon is closest to Earth in its orbit. The Moon’s orbit is elliptical, so it’s not unusual for the Moon to periodically come closer or go farther from the Earth. The tides, of course, do rise and fall because of the gravitational forces exerted by the Moon and Sun and the rotation of Earth. And the Supermoon will exert 42 percent more force at its closest point to Earth than it does at its farthest. So, yes, a Supermoon will cause higher tides.

Tsunamis, however, are caused by geological events here on Earth, such as shifting tectonic plates or landslides falling into the ocean. The tidal effect from the Moon won’t induce a tsunami.

Do Full Moons and Lunar Eclipses Cause Earthquakes?

Folklore: There is a higher chance of an earthquake occurring during a full Moon and a lunar eclipse.

Fact: In a recent study based on data from over 200 earthquakes, the U.S. Geological Survey ( USGS ) concluded that there’s no apparent correlation between the full Moon and the occurrence of earthquakes. However, a separate study from Japan found that when earthquakes did coincide with the full Moon, the earthquakes tended to be stronger.

This being said, the gravitational effects of the Moon are just so minute compared to the energy needed to move Earth that the probability of a high-magnitude earthquake being caused by any particular phase of the Moon seems very, very small.

Do Lunar Eclipses Affect Human Behavior?

Folklore: Here at The Old Farmer’s Almanac, we have collected and written much about Moon folklore—including the Moon and childbirth, marriage, good luck, and planting crops.

Many people believe that the full Moon affects human behavior and psychology. The Latin name for the Moon—Luna—is the root of modern words like “lunacy,” “lunatic,” and even “loon,” as in “crazy as a loon.”

Some police forces suggest that there is a correlation between violent incidents and full Moons. See our article “Does the Full Moon Make People Crazy?”

Fact: Science says that no, there is no clear statistical evidence of a full Moon affecting human behavior. Yet this belief about the Moon persists. Nurses and hospital staff will often claim that they also see more visits during a full Moon. Sometimes there is no explanation.

My conclusion? Just don’t call me on January 20. With this Super Blood Wolf Moon, I may be in werewolf form!


When is the super flower blood moon lunar eclipse?

The eclipse occurs in the morning or evening of Wednesday, May 26, depending on your global positioning, and is most visible for those in western North America, southern and far-western South America, the Pacific Ocean, New Zealand, Australia and Southeast Asia. By Coordinated Universal Time (UTC), a neutral time-zone used by astronomers, the process begins at 08:47 UTC (4:47 a.m. EDT), with the moon approaching Earth’s shadow around 9:45 UTC (5:45 a.m. EDT). The point at which the moon is completely engulfed by Earth’s shadow, called totality, occurs at 11:16 UTC (7:16 a.m. EDT), and will remain in darkness for approximately 14 minutes and 30 seconds. In other lunar eclipses, totality is known to last upwards of 100 minutes, or as few as seconds.

This sequence of images shows a Super Blood Wolf Moon — another type of total lunar eclipse — that was seen on Jan. 21, 2019, from the Netherlands. NurPhoto via Getty Images


Will We See A “Blood Moon”?

During the total phase, the Moon’s disk will not go completely dark, but rather will light up with an eerie copper or reddish-orange glow, which some call a “Blood Moon.” The reason is that some of the sunlight striking Earth is diffused and scattered by our atmosphere, so the Earth’s shadow is not completely dark the ruddy hue is the same coloration that is seen during sunrise and sunset. At this upcoming eclipse, the top part of the Moon will appear noticeably brighter during totality because that is the part of the Moon that will be closest to the outer edge of the umbral shadow.


Total Eclipse of the Moon

Students braved the cold in Presidents Park to watch the lunar eclipse which many knew little about.

A total lunar eclipse, visible throughout North and South America, reddened the moon Wednesday night.

This spectacle only occurs when the entire moon passes directly through the Earth’s shadow. The full lunar eclipse was visible for about an hour.

Mason students’ intrigue of the vibrant reddish-orange moon did not last long, as many retreated to the warmth of their dorm rooms.

One female freshman regretted her decision on her attire, realizing the limited warmth that spandex provides.

Another freshman braved the cold for the entire hour allotted for the full lunar eclipse.

Mike Rushin, eclipse enthusiast, came prepared with things such as a comfortable chair, a bag of Chex Mix and his computer.

As reproachful students looked on, Rushin said, “I’m in for the long run.”

To provide insight for students, Dr. Peter Becker, Associate Dean of graduate studies in the college of science as well as a professor of physics and astronomy, answered the questions raised by many confused students.
Becker explained that the lunar eclipse is caused when the moon moves through the Earth’s shadow.

“Lunar eclipses don't occur every month due to the tilt of the Moon's orbital plane relative to the Earth's orbital plane,” Becker said.

“The moon does not always pass directly through Earth’s shadow, but when it does, a lunar eclipse is witnessed by people on the night side of the Earth.

“The moon turns red during the lunar eclipse because it is illuminated by light that has passed through the Earth's atmosphere,” Becker said, “which tends to remove the blue light due to scattering with air molecules This leaves only the red to illuminate the moon.”

Comparing a lunar eclipse to a solar eclipse, Becker said, “The solar eclipse is a more dramatic one.”
During a solar eclipse, the sun is blocked from the Earth by the moon.

Solar eclipses are much shorter than lunar eclipses given the sizes of the moon and the sun.

During a solar eclipse, Becker said, “Birds stop singing because they think it is night. On the other hand, the lunar eclipse is less dramatic, but still interesting and beautiful to observe.”

This occurrence only lasts a few minutes whereas the total lunar eclipse lasted for almost an hour.

Lunar eclipses only occur between zero to three times a year.

If you missed the total lunar eclipse Wednesday night, it is projected to occur again on Dec. 21, 2010.

Most students did not know what they were getting into or why exactly the moon was turning red. Students were both mesmerized and easily bored by the red moon, discussing how exactly a lunar eclipse occurs.

Some students, like freshman Meg Patrick, were expecting a more exciting event than what took place.

“Especially after receiving a Facebook event invitation to the total eclipse of the moon weeks in advance,” Patrick said, “I was disappointed by the lack of excitement.”
Many students, unaware of the lunar eclipse unfolding above them, questioned the sanity of those students shivering in groups gazing at the night sky.

Some students had no expectations of the event but rather were coaxed into the cold weather by friends.

Freshman Anthony Loria was one of the students with no expectations, but found looking at the red moon to be enjoyable, though the cold weather made it unbearable to enjoy for long.

“I was glad I checked it out,” Loria said. “It was a good experience.”

Others thought the moon would be completely covered and total darkness would ensue.

One such freshman, Kenneth Harcrow, disappointed by the red moon, said, “I thought it was interesting that everyone got worked up over such a lame event.”

Freshmen ran back and forth between their warm buildings and the cold surrounding the overall anticlimactic event of the lunar eclipse.


Guarda il video: Beginilah Proses Gerhana Terjadi. Sangat Berbahaya!! Jangan Melihat Gerhana Matahari (Gennaio 2022).