Biografie

Tsiolkovsky e astronautica

Tsiolkovsky e astronautica

Konstantin Eduárdovich Tsiolkovsky (Russia, 1857-1935), fu un importante fisico e matematico sovietico. Essendo solo un bambino, divenne sordo dopo aver superato la scarlattina. Lungi dall'affondare, e con il sostegno di suo padre, divenne un grande lettore, specialmente del lavoro di Jules Verne.

Dopo aver studiato scienze a Mosca, ha lavorato come professore di matematica a Borovsk e successivamente a Kaluga, sebbene abbia combinato l'insegnamento con la ricerca. Konstantin Tsiolkovsky era un visionario molto più avanti del suo tempo, e anche oggi.

Ha pubblicato più di 500 opere legate ai viaggi nello spazio. Alcuni sono innovativi come schizzi di razzi a propulsione liquida, progetti di cabine a doppia pressione per la protezione da meteoriti, giroscopi per il controllo dell'altitudine o sedili per proteggere il pilota dall'accelerazione durante il varo della nave.

Nel 1883 realizzò un progetto di nave per retropropulsione per viaggi interplanetari. Qualche anno dopo, nel 1920, ho ideato un razzo composto da diversi moduli che si staccavano nelle fasi successive del viaggio. Era anche un visionario con i motori spaziali, proponendo un combustibile liquido basato su una miscela di idrogeno e ossigeno.

La maggior parte dei suoi studi non raggiunse la società scientifica fino al 1918. Nonostante ciò, molte delle sue idee servirono a consentire all'uomo di mettere in orbita il primo satellite artificiale.

Successivamente, i loro studi furono anche usati per creare il primo veicolo spaziale pilotato da un essere umano, Yuri Gagarin. Il cosmonauta russo orbita attorno al nostro pianeta in un razzo costruito secondo i principi stabiliti da Konstantin Tsiolkovsky.

◄ PrecedenteAvanti ►
Astronomi del 20 ° secolo (I)Max Planck e teoria quantistica


Video: Exploração Espacial: História e Política Internacional (Gennaio 2022).