Biografie

Cassini, Saturno e le distanze nel Sistema Solare

Cassini, Saturno e le distanze nel Sistema Solare

Cassini Era un famoso astronomo rinascimentale il cui nome è legato alla chiamata Divisione Cassini, la separazione tra gli anelli A (esterno) e B (interno) di Saturno.

Giovanni Domenico Cassini nacque a Perinaldo, nella Repubblica di Genova, l'8 giugno 1625 e morì a Parigi, in Francia, il 14 settembre 1712.

Nel 1650, con solo venticinque anni, fu professore di astronomia all'Università di Bologna, diventando professore. In questa città, nella cattedrale di San Petronio, ha tracciato l'immenso quadrante che attraversa obliquamente il pavimento della chiesa e per mezzo del quale ha corretto le tavole del movimento del Sole.

Nel 1665 scoprì il movimento di rotazione di Giove attorno al proprio asse e ne misurò la durata, facendo lo stesso nel 1666 con quello di Marte. Calcolò i periodi di rotazione di Giove, Marte e Venere, e nel 1668 elaborò le tabelle dei movimenti dei quattro satelliti di Giove scoperti da Galileo. L'astronomo danese Olaf Roemer ha quindi utilizzato questi risultati per calcolare la velocità della luce.

Nel 1669 fu nominato direttore dell'Osservatorio Astronomico di Parigi invitato dal ministro francese Colbert. Qui scoprì, tra il 1671 e il 1674, quattro satelliti di Saturno finora sconosciuti (Japeto, Rea, Teti e Dione), battezzati da lui come "Ludovici" in onore del "Re Sole". Nel 1675 Giovanni Cassini osservò una discontinuità (rilevata 10 anni prima da William Balle) che ora è conosciuta come Divisione Cassini.

Osservò per diversi anni, insieme al discepolo Fatio, la luce zodiacale e per la prima volta, nel 1683, mise in evidenza la sua natura extraterrestre e non meteorologica. Scoprì che l'asse di rotazione della terra non era perpendicolare all'eclittica, come si era creduto fino ad allora, e che le sue successive posizioni nello spazio non erano parallele tra loro; Ha aggiunto altri quattro al satellite di Saturno scoperto da Huygens e ha presentato le sue ricerche sul calendario indiano all'Accademia.

Il suo risultato più importante è stato quello di stabilire il primo calcolo adeguato ai dati di oggi (solo il 7% in meno del valore attuale) della distanza tra la Terra e il Sole. È arrivato a questi risultati osservando Marte da Parigi ( mentre Richter ha fatto lo stesso dalla Guiana francese a 10.000 km di distanza.)

Cassini calcolò la distanza da Marte alla Terra e determinò le distanze degli altri pianeti dal Sole (in base alla terza legge di Keplero). È morto cieco, probabilmente a causa dei lunghi anni dedicati all'osservazione del cielo, dopo aver dettato la sua autobiografia.

Come regista a Parigi, gli successe una dinastia Cassinis: suo figlio Giacomo, detto Cassini II, dopo di lui suo nipote Cesare Francesco, Cassini III, e infine suo nipote Giacomo Domenico, Cassini IV. Le sue opere sono state pubblicate con il titolo di "Astronomical Opera".

Il suo nome è anche legato alla navicella spaziale Cassini-Huygens, una missione spaziale lanciata il 15 ottobre 1997 con l'obiettivo di studiare il pianeta Saturno e i suoi satelliti naturali. Si formarono due elementi: la sonda Cassini e il modulo di discesa Huygens. Fu la prima sonda spaziale ad entrare tra il pianeta Saturno e gli anelli.

Nel marzo 2006 la sonda Cassini lo scoprì I Encelado vi sono grandi quantità di acqua, possibilmente gelata, che viene espulsa nell'atmosfera del satellite sotto forma di geyser.

◄ PrecedenteAvanti ►
Johannes Hevelius e le posizioni stellariChristian Huygens e la teoria ondulatoria della luce


Video: L' ultimo tuffo di CASSINI Le VERE IMMAGINI non manipolate da Saturno NO CGI (Gennaio 2022).