Biografie

Anders Jonas Angstrom e spettroscopia solare

Anders Jonas Angstrom e spettroscopia solare

Anders Jonas Angstrom è nato il 13 agosto 1814 a Lodgo, in Svezia. Ha studiato all'università di Uppsala. Dopo la laurea, ha insegnato fisica nella stessa università dal 1839 fino alla sua morte. Dal 1867 fu segretario della Royal Science Society di Uppsala. Ha lavorato negli osservatori di Uppsala e Stoccolma.

Il suo lavoro più importante è stato svolto in materia di spettroscopia. È stata la sua ricerca che lo ha portato a scoprire che le lunghezze d'onda assorbite da un corpo sono le stesse di quelle emesse quando riscaldate.

La combinazione di spettroscopia e fotografia è stata la chiave del suo successo. Nel 1862, studiando lo spettro solare, trovò idrogeno nella sua atmosfera. Angstrom fu il primo ad analizzare lo spettro dell'aurora boreale, nel 1867. Quindi, nel 1868, pubblicò una mappa spettrografica completa del sole: "Recherches sur le spectre solaire", che include misurazioni dettagliate di oltre 1000 linee spettrali.

In un documento presentato all'Accademia di Stoccolma nel 1853, non solo fece notare che una scintilla elettrica produce due spettri sovrapposti, uno del metallo dell'elettrodo e l'altro del gas in cui si trova, ma che dedusse, dalla teoria della risonanza di Leonhard Euler, che un gas incandescente emette raggi di luce con la stessa capacità di rifrazione di quelli che può assorbire. Questa dichiarazione di Anders Angstrom contiene uno dei principi fondamentali dell'analisi dello spettro.

Per esprimere le lunghezze d'onda che ha usato come unità di misura il decimilionesimo di millimetro e, come omaggio a lui, è noto come Angstrong. È usato nelle misure atomiche e per le lunghezze d'onda della radiazione elettromagnetica. Il simbolo dell'angstrom è Å.

Ha studiato la conduttività termica dei corpi e l'ha correlata con la loro conduttività elettrica. Ha svolto molteplici lavori di misurazione delle forze geomagnetiche in diverse parti della Svezia.

Morì a Uppsala nel 1874.

◄ PrecedenteAvanti ►
Bessel e le distanze dalle stelleLéon Foucault e la rotazione della Terra