Biografie

Bessel e le distanze dalle stelle

Bessel e le distanze dalle stelle

Friedrich Wilhelm Bessel (1784-1846). Astronomo e matematico tedesco, noto principalmente per aver effettuato la prima misurazione accurata della distanza di una stella. Bessel supervisionò la costruzione dell'Osservatorio di Königsberg e ne fu il direttore dal 1813 fino alla sua morte. Ha istituito il sistema uniforme per calcolare le posizioni delle stelle che sono ancora utilizzate oggi.

Nacque il 22 luglio 1784 a Minden, Westfalia (ora Germania). Fin da giovane e durante il suo lavoro a Brema ha iniziato ad interessarsi alla geografia e alla navigazione, considerando il problema della posizione delle navi nel mare. Queste domande lo hanno portato a studiare astronomia, matematica e iniziare a fare osservazioni per determinare la lunghezza geografica.

Nel 1804 Bessel scrisse un documento sul calcolo dell'orbita della cometa di Halley e lo inviò a Heinrich Olbers, che a quel tempo era la persona più esperta sulle comete. Questo lavoro impressionò Olbers, che lo pubblicò e raccomandò a Bessel di diventare un astronomo professionista. Nel 1806 iniziò a lavorare all'osservatorio di Lilienthal, vicino a Brema. In questo sito ha acquisito una grande esperienza nell'osservazione planetaria, in particolare di Saturno, dei suoi anelli e dei suoi satelliti.

Nel 1809 divenne direttore dell'Osservatorio del Nuovo Königsberg in Prussia e professore di astronomia. In precedenza aveva ricevuto un dottorato in astronomia dall'Università di Gottinga su raccomandazione di Gauss. Mentre l'Osservatorio di Königsberg terminò la sua costruzione, continuò il suo lavoro e gli fu assegnato il Premio Lalande dell'Istituto di Francia per le sue ricerche sulla rifrazione. Bessel intraprese il lavoro di determinazione della posizione e del movimento di oltre 50.000 stelle, che lo portò alla determinazione della parallasse della stella 61 Cygni, la prima nella storia, e calcolò la sua distanza in 10, 3 anni- luce.

Bessel progettò un sistema di riferimento per la posizione delle stelle e dei pianeti, dedusse gli errori dati dalla rifrazione atmosferica della luce, dalla precessione della terra e da altri effetti. Nel 1830 calcolò la posizione media e apparente di 38 stelle per un periodo di 100 anni. Nel 1841 annunciò che Sirius aveva una stella compagna, che fu confermata dieci anni dopo, nel calcolo dell'orbita di Sirius B. Questa stella fu osservata nel 1862 da Alvan Graham Clark.

Bessel ha anche sottolineato le irregolarità nel movimento di Urano, che ha aperto le porte alla scoperta di Nettuno. Nel 1817 ha introdotto le funzioni di Bessel o funzioni cilindriche, che ha usato nella meccanica gravitazionale, ma che sono applicati in altri campi come la propagazione delle onde elettromagnetiche e di calore. Le funzioni di Bessel appaiono come coefficienti nella serie di espansione del disturbo indiretto di un pianeta causato dal movimento del Sole.

◄ PrecedenteAvanti ►
Alexander von Humboldt: geografia modernaAnders Jonas Angstrom e spettroscopia solare


Video: I segreti delle stelle: di cosa sono fatte documentario Spazio (Gennaio 2022).