Universo

L'universo osservabile

L'universo osservabile

Anche con la tecnologia più avanzata, vediamo solo una piccola parte dell'Universo. Si chiama Universo osservabile, ed è la parte del Cosmo la cui luce ha avuto il tempo di raggiungerci.

L'universo osservabile ha la forma di una sfera, con la Terra al centro. Quindi possiamo vedere la stessa distanza in tutte le direzioni.

Viene chiamato il limite dell'Universo osservabile orizzonte di luce cosmica. Gli oggetti situati su quell'orizzonte sono i più lontani che possiamo vedere. La sua luce è partita verso di noi quasi dall'origine dell'Universo, 13,7 miliardi di anni fa. Quindi li vediamo come erano più di 13.000 milioni di anni fa. Ecco perché sono così importanti da conoscere l'evoluzione dell'Universo.

Ma, mentre l'Universo si espande, in realtà quegli oggetti sono molto più lontani. Attualmente sono già 46.500 milioni di anni luce.

telescopioTipo di luce
HubbleLuce visibile, ultravioletta e vicino all'infrarosso
ChandraA raggi X
ComptonRaggi gamma
SpitzerInfrarosso lontano

Grandi osservatori della NASA

Per esplorare l'intero Universo osservabile, la NASA orbitò attorno a quattro telescopi spaziali: Hubble, Chandra, Compton e Spitzer. Ognuno cattura un diverso tipo di luce. Attualmente, Compton non è più operativo.

L'universo visibile ad occhio nudo

Si chiama la parte dell'Universo che vediamo ad occhio nudo sfera celeste. È una sfera immaginaria, con la Terra al centro, dove si trovano le costellazioni. Raggiunge fino a 2,5 milioni di anni luce.

La più lontana che si può vedere è la vicina galassia di Andromeda e le due galassie satellitari della Via Lattea: la Piccola e la Grande Nuvola di Magellano. Tutto il resto appartiene alla nostra galassia, la Via Lattea.

◄ PrecedenteAvanti ►
Strutture dell'UniversoTipi di particelle nell'universo