Astronomia

Fotografare Venere con un telefono attraverso un telescopio

Fotografare Venere con un telefono attraverso un telescopio

ho fatto una foto Venere attraverso il mio telescopio (Celestron Astromaster 130eq) utilizzando una lente da 10mm con una lente di Barlow.

L'immagine non è molto buona poiché l'ho scattata con il mio telefono e non ho ancora una fotocamera.

Inoltre, non è una questione di messa a fuoco poiché ci ho giocato molto.

Non so cosa fare per cancellare l'immagine e ridurre la luminosità. Devo usare un filtro? e quale?


Le fotocamere dei telefoni non sono progettate per scattare buone fotografie di oggetti astronomici. Il sensore è troppo piccolo e le opzioni di configurazione (come il tempo di esposizione) sono minime.

Per la fotografia astronomica, un'opzione migliore è utilizzare (il corpo di) una DSLR (o la versione analogica); l'obiettivo è fornito dal telescopio. Un'altra opzione è una telecamera CCD specializzata.


Il tuo telefono cellulare non ti darà il controllo sull'esposizione e la messa a fuoco e l'immagine sarà molto probabilmente sovraesposta se l'hai scattata contro un cielo scuro.

La sovraesposizione provoca la saturazione dei pixel sul sensore, cioè pixel che ottengono lo stesso numero di fotoni (il valore massimo possibile) ma da punti di diversa intensità luminosa. I dettagli (Venus non ne ha comunque) vengono persi sul sensore e non possono essere recuperati dagli strumenti di manipolazione delle immagini. Non c'è niente che tu possa fare in quel caso.

Solo se puoi impostare l'esposizione (e la messa a fuoco) manualmente, sarai in grado di ottenere un'immagine utilizzabile. Se ciò non è possibile, potresti provare a scattare quando il cielo è ancora chiaro per forzare un tempo di esposizione più breve.


È possibile ottenere foto utilizzabili di oggetti astronomici utilizzando un telefono con fotocamera, ma come dicono @Glorfindel e @Jee, in questo caso è necessario ridurre il tempo di esposizione. Ci sono app che danno un maggiore controllo sulla fotocamera rispetto all'app standard (beh, questo è vero per gli iPhone, non sono sicuro per gli altri), che sono gratuite o non costose.

L'uso di un filtro probabilmente non funzionerebbe perché l'app della fotocamera standard probabilmente sta calcolando la media della luminosità su un'area centrata su Venere, quindi probabilmente allungherà semplicemente l'esposizione per compensare, riportandoti al punto di partenza.


Come catturare immagini scientifiche di Mercurio e Venere

L'uso di filtri rivela le sottigliezze nei pianeti più interni del Sistema Solare, come Il cielo di notte Pete Lawrence rivela.

Pubblicato: 9 gennaio 2020 alle 9:55

Ottenere risultati decenti quando si tenta di fotografare Mercurio e Venere può essere piuttosto impegnativo. Ma con cura e dedizione, entrambi questi mondi hanno il potenziale per fornire una vita di risultati interessanti.

I progressi nell'imaging amatoriale hanno aperto un nuovo territorio che non era possibile esplorare fino a pochi anni fa.

L'uso di filtri specializzati consente di estrarre più dettagli e di fornire viste con un contrasto più elevato in determinate condizioni, come alla luce del giorno per i pianeti interni Mercurio e Venere.

Come fotografare Mercurio e Venere

I pianeti inferiori Mercurio e Venere mostrano entrambi fasi. Poiché è un mondo roccioso, registrare la fase di Mercurio rivela poche sorprese, ma ciò che è più interessante sono le immagini che mostrano variazioni di albedo sulla superficie del pianeta.

Ciò richiede aperture maggiori di 8 pollici (200 mm) per ottenere buoni risultati. Le immagini di Mercurio sono migliori durante le ore diurne quando il pianeta è più alto sopra l'orizzonte. L'uso di un filtro rosso o infrarosso aiuta ad aumentare il contrasto del pianeta, oscurando il cielo blu circostante.

Leggi altre guide di astrofotografia:

Venere ha un'atmosfera densa e le immagini che mostrano la sua fase attraverso diversi filtri forniscono dati che registrano l'anomalia di fase del pianeta.

Questo è più evidente intorno alla dicotomia quando il pianeta dovrebbe, almeno matematicamente, apparire esattamente mezzo illuminato.

In pratica, l'anomalia di fase significa che Venere raggiunge questa fase presto quando è visibile nel cielo serale e tardi quando è nel cielo mattutino. Si ritiene che l'effetto sia correlato al modo in cui la luce solare si disperde nell'atmosfera di Venere.

L'atmosfera venusiana può rispondere bene a determinati filtri. La maggior parte delle variazioni tende a diventare evidente attraverso filtri a lunghezze d'onda più corte, in particolare l'ultravioletto.

Tali filtri possono essere costosi, sebbene siano stati ottenuti risultati di imaging interessanti utilizzando filtri viola visivi (ad es. Wratten # 23A) dotati di un filtro di blocco IR aggiuntivo.

All'altra estremità dello spettro, i filtri nel vicino infrarosso sono stati in grado di rivelare l'emisfero notturno di Venere, in genere quando il pianeta appare come una spessa mezzaluna.

Quando Venere è una mezzaluna più sottile, alcune persone (tra cui William Herschel e Patrick Moore) hanno affermato che è possibile vedere un fenomeno noto come Ashen Light, che rende visibile all'occhio la parte scura del disco di Venere.

Altri attribuiscono questi avvistamenti all'errore dell'osservatore o al malfunzionamento dell'attrezzatura. Ad oggi, non ci sono state immagini a supporto di resoconti visivi di questo effetto. Potresti essere il primo a coglierne la prova?

Sebbene il prossimo transito di Venere non sia previsto prima del 2117, i transiti di Mercurio sono più comuni e le immagini cronometrate di tali eventi sono sempre utili.

In particolare, i tempi attraverso filtri speciali, come l'H-alfa, forniscono un'altra dimensione a questo evento raro.

Hardware e software utili

  • Fotocamere con frame rate elevato
  • Filtri immagine RGB per l'uso con una fotocamera mono
  • Filtri speciali, ad es. passa-lungo
  • Ruota portafiltri
  • Correttore di dispersione atmosferica
  • Telescopio di grande apertura e lunghezza focale su una montatura guidata
  • Un computer portatile

Pete Lawrence è un astrofotografo esperto e co-presentatore di The Sky at Night.


Spedizione gratuita per ordini superiori a $ 75 e fatturazione rateale per ordini superiori a $ 350 (si applicano esclusioni)

<"closeOnBackgroundClick":true,"bindings":<"bind0":<"fn":"function()<$.fnProxy(arguments,'#headerOverlay',OverlayWidget.show,'OverlayWidget.show')>","type":"quicklookselected","element":".ql-thumbnail .Quicklook .trigger">>,"effectOnShowSpeed":"1200","dragByBody":false,"dragByHandle":true,"effectOnHide":"fade","effectOnShow":"fade","cssSelector":"ql-thumbnail","effectOnHideSpeed":"1200","allowOffScreenOverlay":false,"effectOnShowOptions":"<>","effectOnHideOptions":"<>","widgetClass":"OverlayWidget","captureClicks":true,"onScreenPadding":10>

Ami il tuo cellulare con la sua funzione di fotocamera integrata? Che ne dici della vista attraverso il tuo telescopio? Hai mai desiderato poter inviare a un amico o un parente una fotografia di ciò che stai osservando e includerli nel divertimento? Se questo suona come te, allora ci sono due prodotti che sarai molto entusiasta di conoscere: l'adattatore fotografico per telescopio universale per smartphone Orion SteadyPix e l'adattatore fotografico per telescopio Orion SteadyPix per iPhone. Questi due fantastici gadget sono progettati per funzionare con il tuo smartphone, iPhone e la maggior parte dei cellulari medi dotati di fotocamera.

Cosa fanno? Controllalo?

Questi economici adattatori sono una connessione rigida che tiene fermo il telefono all'oculare del telescopio o del cannocchiale. Non hai bisogno di niente di speciale. È fondamentalmente un morsetto delicato che tiene intorno all'oculare e una staffa, sostenendo il telefono e puntando l'obiettivo della fotocamera nell'oculare. Quello che vedi è quello che ottieni!

Quello che stai facendo si chiama "imaging afocale". In altre parole, stai usando il tuo telescopio come un tipo di teleobiettivo e l'oculare sta facendo il lavoro. Puoi utilizzare qualsiasi livello di ingrandimento che ti piace e metti a fuoco l'immagine guardando nel mirino in tempo reale della tua fotocamera.

Vuoi un video? Puoi farlo anche tu. Qualsiasi tipo di fotografia di cui è capace il tuo telefono può essere tradotto attraverso il telescopio. Non dimenticare che anche la fotocamera del tuo telefono ha delle regolazioni. Sperimenta con le impostazioni!

Cosa puoi aspettarti di vedere? Prima di tutto, non sarai in grado di far funzionare il tuo telefono come il telescopio spaziale Hubble. Per quanto entusiasmante sia la tecnologia, la tua fotografia sarà limitata a soggetti relativamente semplici, come la Luna, i pianeti, le stelle luminose e il Sole adeguatamente filtrato. Tuttavia, non escludere oggetti dello spazio profondo più luminosi. Tutto ha a che fare con la sensibilità della fotocamera del telefono alla scarsa illuminazione, il fattore lux. Lux è la quantità di luce necessaria alla fotocamera per fornire un'immagine. Più basso è il numero, minore è la luce necessaria alla fotocamera per riprodurre un'immagine chiara. Se riesci a vedere l'oggetto sullo schermo, è probabile che appaia nella tua fotografia.


Immagine lunare afocale per gentile concessione di Tammy Plotner

Come puoi vedere, anche a bassa risoluzione e dimensioni molto ridotte, l'imaging afocale produce risultati sorprendenti. Con un po' di pratica di messa a fuoco, sarai in grado di scattare (e inviare) fotografie di caratteristiche lunari, gli anelli di Saturno, le cinture di Giove, le fasi di Venere, ammassi stellari luminosi e immagini stellari. Se vuoi davvero riscaldare le cose, puoi anche scattare immagini del Sole! Assicurati di utilizzare sempre un filtro solare adeguato sul telescopio.

Ma non fermarti qui. Una volta collegato il telefono al telescopio, puoi anche utilizzare l'immagine del display come una sorta di "mini monitor" in modo che gli altri possano vedere a cosa è mirato il tuo cannocchiale. Questo può essere uno strumento molto utile quando si fa sensibilizzazione pubblica. Basta centrare l'immagine su qualcosa come un particolare cratere lunare che vorresti spiegare e più osservatori possono vedere di cosa stai parlando contemporaneamente! L'uso del telefono per visualizzare le immagini funziona particolarmente bene quando si osservano le stelle con i bambini, soprattutto perché i bambini piccoli non sempre capiscono di non afferrare un telescopio intorno all'oculare quando vogliono guardare, e ora possono vedere senza toccarsi!

Hai bisogno di altro per convincerti? Poi pensa a tutte le cose che puoi fare con le immagini che scatti. Non solo puoi condividerle con i tuoi amici, familiari e colleghi, le immagini della fotocamera del telefono possono tenere un diario fotografico di crateri, caratteristiche lunari, pianeti e macchie solari, registrare eclissi, transiti e occultazioni. Puoi persino creare il tuo video di astronomia su YouTube o pubblicarlo su Facebook o creare un account Instagram. Trasferisci le immagini sul tuo computer e aggiungile ai tuoi rapporti di osservazione, oppure prova a migliorarle. Le possibilità sono limitate solo dalla tua immaginazione!

Tammy Plotner è un autore di astronomia professionista, presidente emerito dell'Osservatorio Warren Rupp e segretario esecutivo in pensione della Astronomical League. Ha ricevuto un gran numero di riconoscimenti astronomici e di osservazione, tra cui il Great Lakes Astronomy Achievement Award, RG Wright Service Award e la prima donna astronoma a raggiungere lo status d'oro di Comet Hunter. Tammy Plotner è un collaboratore retribuito della comunità di Orion dal novembre 2012. La politica di revisione dei prodotti di Orion consiste nel pubblicare recensioni indipendentemente dal feedback positivo o negativo dell'autore sul prodotto.


Equipaggiamento necessario

  • Un telescopio. La maggior parte dei telescopi andrà bene. Idealmente, si desidera averne uno con più oculari poiché oggetti diversi potrebbero apparire meglio in uno o nell'altro.
  • Una fotocamera. Questo dipenderà dal tipo di fotocamera che hai a disposizione. Qualsiasi moderna fotocamera per smartphone andrà bene. ma migliore è la fotocamera, migliori sono le immagini che puoi catturare. Se hai accesso a una fotocamera DSLR o anche a un punto e scatta, puoi usare anche quelli.
  • Adattatori. Questo dipenderà completamente dalla fotocamera che desideri utilizzare. Questi adattatori ti aiuteranno a collegare la fotocamera direttamente all'oculare in modo che rimanga stabile. Se provi a mettere semplicemente la tua fotocamera sull'oculare senza alcun aiuto, scoprirai rapidamente che anche il minimo movimento della mano ti darà immagini sfocate che molto probabilmente sembreranno macchie irriconoscibili. La maggior parte degli adattatori ha un prezzo molto ragionevole, quindi non dovrai spendere molti soldi per acquistarli.
  • (opzionale) Un'app per l'esposizione manuale. Sebbene le applicazioni di fotografia stock sia per iOS che per Android siano fantastiche e ti consentano di modificare manualmente le impostazioni di cui avrai bisogno, non hanno la migliore interfaccia per queste impostazioni avanzate. Alcuni astrofotografi preferiscono utilizzare app di terze parti che sono state progettate pensando a queste opzioni e hanno un accesso più facile ad esse. Il nostro preferito è Open Camera su Android, anch'esso gratuito al 100%. Sfortunatamente, non esiste un'opzione equivalente completamente gratuita per iOS, ma arriva VSCO. Offre la maggior parte delle funzionalità gratuitamente e poi ha alcuni filtri e preimpostazioni premium che puoi pagare.

Per le prossime sezioni, assumeremo che tu abbia già selezionato un telescopio e una fotocamera. Ancora una volta, se stai iniziando e non vuoi rompere la banca, qualsiasi smartphone di fascia media e superiore sarà un buon inizio. Puoi ottenere una fotocamera professionale in un secondo momento, una volta che hai un po' di esperienza e vuoi fare il passo successivo.


Battere la vista

La fotografia di immagini planetarie ad alta risoluzione è incentrata sul vedere. Il vedere descrive quanto l'immagine di un oggetto celeste sia offuscata dalla turbolenza nell'atmosfera terrestre. Con una buona visibilità, un'immagine può essere nitida e stabile, rivelando dettagli fini. Anche se nulla compenserà una visione molto scarsa, i video ad alta velocità combinati con un software di stacking avanzato aumenteranno le tue possibilità di un'immagine nitida eliminando i fotogrammi più sfocati e impilando solo quelli più nitidi.

Per accedere ai dati pixel 1:1, a seconda della fotocamera, utilizzare il software di ingrandimento 5× o 10× durante la registrazione Live View. Alcuni software ti danno anche la possibilità di ingrandire del 200%, ma questa è solo l'anteprima che viene ingrandita e non fornisce alcun guadagno reale in termini di risoluzione. I file SID di Live View registrati utilizzando Immagini Plus non sono compressi, ma i fotogrammi al secondo (fps) sono soggetti alla velocità del computer.


Collegato tramite risonanza

Le congiunzioni di Venere e delle Pleiadi accadono ogni anno ma il pianeta passa attraverso il cluster solo una volta ogni otto anni. Questo è successo l'ultima volta il 3 aprile 2012 e accadrà di nuovo il 3 aprile 2028. In effetti, ovunque ti capiti di vedere Venere nel cielo in una determinata notte, tornerà quasi nello stesso punto otto anni dopo.

Nel tempo, ripetute interazioni gravitazionali tra la Terra e Venere hanno portato i due corpi in a vicino alla risonanza tale che per ogni otto anni terrestri Venere gira intorno al Sole quasi esattamente 13 volte. Questo rapporto 8:13 significa che i due pianeti ritornano quasi nelle stesse posizioni nelle loro orbite a intervalli di otto anni, e Venere lo ripete nel cielo. Fortunatamente, questo include una passeggiata attraverso uno degli ammassi aperti più iconici!

Poiché sia ​​Venere che la Terra orbitano in ellissi anziché in cerchi perfetti, e l'orbita di Venere è inclinata di 3,4° rispetto al piano dell'eclittica, la risonanza non è perfetta. Questo è il motivo per cui ciascuno dei passaggi di Venere attraverso le Pleiadi è simile ma unico. Nel 2028 Venere taglierà un percorso più centrale attraverso l'ammasso mentre il 5 aprile 2060 sfiorerà il bordo occidentale.

Grafico che mostra l'ascesa di Venere e il passaggio attraverso le Pleiadi durante le prossime sere. L'orario è fissato alle 21:30. EDT.
Stellarium

Trovare Venere nella notte speciale richiederà poco sforzo. Rivolgiti alla direzione del tramonto durante il crepuscolo della tarda sera e guarda in alto. Il pianeta brilla di magnitudine -4,6 e attraverso un telescopio presenta una grossa mezzaluna illuminata al 45%. Mentre il cielo si oscura vedrai alcune stelle delle Pleiadi senza ausilio ottico, scintillare sul pianeta come falene attorno a un lampione.

Ma per apprezzare davvero la vista usa un binocolo da 3 mm o 50 mm, o ancora meglio, un piccolo telescopio con un oculare a campo largo. Il potere extra di raccolta della luce rivelerà molte più stelle a grappolo e l'ampio campo visivo in entrambi gli strumenti incornicerà il duo in un modo meraviglioso. In caso di maltempo è comunque possibile seguire l'evento in livestream sul sito del Virtual Telescope di Gianluca Masi a partire dalle 13:30. Ora legale orientale (17:30 UT). Masi descrive appropriatamente l'accoppiamento raro come un "abbraccio cosmico" - una descrizione meravigliosa.


Astrofotografia da smartphone: come catturo la luna e i pianeti con il mio telefono

Mi viene spesso chiesto come posso scattare immagini di alta qualità del sistema solare utilizzando il mio iPhone. In breve, la qualità delle odierne fotocamere per smartphone consente di acquisire immagini di tutto rispetto della Luna e dei pianeti attraverso un telescopio con il telefono, ma richiede un po' di lavoro.

Anche se i risultati finali potrebbero non corrispondere a quelli ottenuti con la webcam o l'attrezzatura DSLR, l'astrofotografia da smartphone può essere un buon punto di partenza per gli astrofotografi in erba. Può anche essere un'utile alternativa per gli astronomi esperti che desiderano catturare un'immagine rapidamente con poca attrezzatura.

Quello che ti serve

1) Un adattatore per smartphone

Un adattatore per smartphone manterrà il telefono in posizione sopra l'oculare.

Un adattatore per smartphone manterrà il telefono in posizione sopra l'oculare.
Il modo più semplice per scattare una foto al telescopio è semplicemente avvicinare la fotocamera del telefono all'oculare, ma questo approccio raramente produce buoni risultati. Non solo è molto difficile centrare correttamente l'oggetto, ma può essere complicato garantire che l'oggetto sia ben esposto.

Un semplice adattatore migliorerà immensamente l'astrofotografia del tuo smartphone. Un adattatore ti aiuterà a centrare un oggetto nello schermo del telefono, a stabilizzare la fotocamera e a garantire la messa a fuoco e l'esposizione corrette. Una manciata di aziende stanno ora producendo adattatori, tra cui Orion il cui adattatore per iPhone 4s (non più disponibile) è raffigurato qui. Orion produce anche un adattatore universale per smartphone che si dice si adatti alla maggior parte delle marche di telefoni.

Ecco un video dell'Orion Steadypix in azione per darti un'idea di come viene utilizzato un adattatore:

2) Filtri per oculari

Sebbene le fotocamere degli smartphone abbiano una risoluzione eccellente, non hanno ancora le impostazioni di controllo dell'esposizione manuale necessarie per esporre uniformemente l'intero disco lunare o per catturare sottili caratteristiche planetarie. Per far risaltare tali dettagli, dovrai utilizzare filtri per oculari come un filtro lunare e/o un filtro colorato per ridurre la luminosità dell'oggetto nell'oculare.

È una buona idea avere una gamma di filtri a tua disposizione poiché l'ingrandimento che stai utilizzando e la grandezza dell'oggetto stesso determineranno quanto luminoso o fioco apparirà l'oggetto alla fotocamera. Una luna quasi piena attraverso un oculare a bassa potenza richiederà un filtro scuro, mentre una luna crescente al tramonto potrebbe non richiedere affatto un filtro.

Quando fotografi un pianeta come Giove, un filtro oculare ti aiuterà a visualizzare le caratteristiche del disco. Senza un filtro, uno smartphone catturerà Giove come un blob luminoso e sovraesposto. Con un filtro lunare, puoi ridurre la luminosità del disco di Giove e far emergere dettagli importanti. Nell'esempio seguente, l'aggiunta di un filtro lunare di trasmissione del 13% all'oculare ha eliminato la luce delle lune galileiane, ma ha permesso alle cinture di nuvole di Giove di apparire alla vista.

Ad alto ingrandimento, a volte è possibile utilizzare un filtro che consente una maggiore trasmissione della luce (come un filtro colorato) per l'immagine di un pianeta. Di seguito è riportata un'immagine di Saturno scattata con un filtro blu #80A. Sebbene questo filtro dia a Saturno una tonalità blu innaturalmente, fa risaltare i dettagli di anelli e nuvole che non sarebbero visibili attraverso uno scatto non filtrato. Offre anche una visione più luminosa di quella che si otterrebbe utilizzando un filtro lunare.

3) Stacking & Software di editing

Sebbene sia possibile scattare istantanee di alta qualità della Luna con uno smartphone, è difficile scattare una singola immagine planetaria che corrisponda alla vista attraverso l'oculare.

Per ottenere il massimo dei dettagli da un pianeta, è meglio registrare un breve videoclip dell'oggetto utilizzando la funzione video della fotocamera. È quindi possibile utilizzare il software di impilamento delle immagini disponibile gratuitamente per selezionare e combinare (impilare) i migliori singoli fotogrammi dal video.

Il tutorial Stargazers Lounge su Stacking Planetary Images offre un'eccellente introduzione all'impilamento e alla modifica delle immagini. AutoStakkert, Registax e AviStack sono popolari strumenti software di stacking gratuiti e gli utenti Apple possono anche importare video iPhone direttamente in un programma shareware chiamato Keith's Image Stacker per ottenere risultati simili.

4) Pratica

Primo piano lunare catturato con un iPhone 4s attraverso un telescopio da 8".

Come con la maggior parte delle attività astronomiche, le tue abilità miglioreranno con la pratica. Non essere deluso se le tue prime immagini non corrispondono a quelle che vedi online. Sperimenta con diversi oculari, filtri e software e capisci che la qualità dell'immagine è solo parzialmente nelle tue mani. Il tuo successo dipenderà anche dal grado di turbolenza atmosferica o dal "vedere" nel momento in cui scatti le tue immagini. Le stesse tecniche potrebbero produrre risultati notevolmente migliori (o peggiori!) da una notte all'altra.

Ripresa di oggetti del cielo profondo

È anche possibile scattare foto degli oggetti del cielo profondo più luminosi con uno smartphone. Utilizzando l'app NightCap, che imita le lunghe esposizioni delle fotocamere DSLR, sono stato in grado di ottenere un'immagine di alta qualità della Nebulosa di Orione che è stata recentemente pubblicata sul sito web io9!

Fotogramma singolo della Nebulosa di Orione scattato con l'app NightCap e illuminato con l'app Fotocamera+.

Non è stato richiesto alcun impilamento per registrare il colore e i dettagli trovati in questa nebulosa. Ho semplicemente schiarito l'immagine originale con l'app Camera+.

Infine, ho creato una galleria di Flickr che contiene le mie foto astronomiche più recenti per iPhone.

Esempi

All'inizio del 2014 ho scattato alcune delle mie migliori foto iPhone di Saturno e Marte utilizzando le tecniche descritte sopra:

Circa l'autore: Andrew Symes è un astronomo dilettante, prestigiatore part-time, fanatico del calcio e comunicatore canadese con sede a Ottawa, in Canada. Scrive sul blog di Canadian Astronomy e lo si può trovare anche su Twitter e Flickr. Questo articolo è apparso originariamente qui.


Scattare foto con un dobson

Per scattare foto con un telescopio Dobson, devi allineare con attenzione l'obiettivo della fotocamera del tuo smartphone o della fotocamera point-and-shoot con l'oculare del telescopio. L'ingrandimento dell'oculare inserito nel tubo di messa a fuoco del telescopio determinerà la dimensione dell'oggetto nell'immagine.

Questo metodo può produrre alcuni risultati entusiasmanti sugli oggetti più luminosi nel cielo notturno come i pianeti e la Luna. Tuttavia, poiché la montatura del telescopio (la base che sostiene il tubo ottico) è fissa, gli ingrandimenti più elevati risulteranno in un bersaglio in rapido movimento, che è difficile da fotografare con successo.

La Luna Piena. Catturato attraverso l'oculare di un telescopio Dobson con una fotocamera digitale Point-and-shoot.

Per fotografare i pianeti, gli astrofotografi girano brevi file video dell'oggetto e selezionano i fotogrammi migliori da “impilare” insieme. Questo può aiutare a compensare la scarsa visibilità e la trasparenza nell'aria e produrre un'immagine nitida dei pianeti o della Luna.

Anche se una montatura equatoriale di localizzazione computerizzata fornirà la stabilità per incredibili fotografie di pianeti, non è raccomandata per i principianti che cercano di godersi lo spazio casualmente e condividere le loro foto.

Ecco un esempio di un telescopio Dobson che fornirà un'esperienza positiva all'inizio e ti consentirà di scattare semplici foto della Luna e dei pianeti più luminosi attraverso il tuo smartphone:

Il modello mostrato sopra è piccolo e conveniente. Per una visione migliore, un Dobson con apertura più ampia come Apertura DT8 8″ è una scelta solida.

Le mie prime foto dello spazio sono state catturate attraverso l'oculare del mio telescopio Dobson come quello mostrato sopra. Ciò includeva i pianeti Giove, Saturno e Marte, nonché alcuni ritratti incredibilmente dettagliati della superficie della Luna.


Come scattare foto con un binocolo con un adattatore?

Questo è il punto che non vedevo l'ora di ottenere e, ad essere onesti, potresti essere in grado di scattare foto brillanti con il tuo telefono principalmente attraverso qualsiasi binocolo, anche palmare.

Ci sono alcuni adattatori universali su Internet in cui è possibile collegarlo a una delle lenti oculari e quindi al telefono cellulare. Quindi puoi allineare la fotocamera dal tuo telefono direttamente al raggio di luce della pupilla di uscita.

Quali sono i vantaggi in questo caso?

  • Mentre il telefono è allineato con la pupilla di uscita, la tua fotocamera può esporre correttamente l'immagine e mettere a fuoco per la migliore qualità come viene scattata senza binocolo
  • Potrebbe non essere necessario lottare per tenere entrambi i dispositivi con entrambe le mani, quindi sarebbe un po' più facile scattare fotografie a mano libera
  • Puoi vedere una vista dal vivo attraverso lo schermo del telefono per ciò che stai fotografando.
  • In combinazione con un treppiede, puoi raggiungere il massimo potenziale di scattare fotografie con il binocolo (tieni presente che una fotocamera compatta o DSLR potrebbe non essere un'opzione in questa situazione).

Come scattare foto con un binocolo con un adattatore, passo dopo passo.

  1. Monta il binocolo su un treppiede e metti a fuoco perfettamente il punto di interesse (che vuoi fotografare, ad esempio la luna)
  2. Innanzitutto, monta l'adattatore universale sull'obiettivo oculare, quindi collega il tuo telefono cellulare ad esso.
  3. Ora prova ad allineare perfettamente la fotocamera del cellulare al raggio di luce della pupilla di uscita del tuo binocolo. Il tuo adattatore universale DOVREBBE avere gli assi X e Y
  4. Imposta la giusta esposizione e metti a fuoco il punto di interesse (ad esempio la luna) e poi imposta un timer su 5sec
  5. Allora spara! È necessario un timer per ridurre al minimo il tremolio indotto risultante dall'impostazione o dallo scatto della foto
  6. Sulla tua immagine finale, potresti notare qualcosa come l'immagine è presa attraverso un foro stenopeico. Ora è necessario modificare l'immagine e ritagliarla nel punto in cui si trova la buona zona dell'immagine.
  7. Suggerimento extra: puoi usare uno zoom leggermente digitale e ti consiglio di farlo tramite un telefono cellulare con una fotocamera a risoluzione più alta, quindi, quando ritagli hai ancora una discreta quantità di megapixel rimasti. Non utilizzare uno zoom digitale superiore a 2x (come me lol)

Cose di cui essere a conoscenza:

  • Non provare a farlo in condizioni ventose perché sarebbe molto difficile mettere a fuoco
  • Assicurati che l'obiettivo della fotocamera del telefono e le lenti oculari/obiettive siano pulite
  • Potrebbe volerci un po' di tempo per imparare a farlo correttamente
  • Consiglio di scattare in RAW e un po' di post-elaborazione.

Ora sarai in grado di scattare foto con il binocolo.

Una piccola menzione qui, consiglierei questo adattatore universale. È economico, affidabile e l'ho usato e testato, quindi posso dire che (almeno per iPhone X) funziona perfettamente (sia sul mio binocolo Nikon 10否 che sullo Skymaster 25𴠼). Un'informativa da menzionare, il link è affiliato ad Amazon e se effettui un acquisto tramite questo link, riceveremo una piccola commissione per pagare le nostre bollette (non ti costerà nulla però), anche la prima immagine non è ospitata da noi ed è condivisa direttamente tramite il programma Amazon Affiliate SiteStrip per rispettare le loro politiche, mentre la seconda immagine è protetta da copyright da parte nostra.

Alcuni adattatori come quello collegato sopra (la stragrande maggioranza) avrebbero recensioni contrastanti a causa del fatto che NON tutti i telefoni potrebbero essere compatibili con quelli, quindi, consiglio vivamente di leggere alcune recensioni o informazioni sul prodotto prima di acquistarli (qualsiasi loro)

L'aspetto negativo di ogni adattatore è l'utilizzo di telefoni cellulari con doppia fotocamera, poiché la fotocamera viene costantemente scambiata per un ampio campo visivo per lo zoom. Ad esempio, con il sistema a doppia fotocamera di iPhone X è un incubo a causa del continuo scambio di fotocamere sull'app fotografica. Ho iniziato a utilizzare la fotocamera di Adobe Lightroom e funziona perfettamente.

Prima di inserire il mio cellulare con doppia fotocamera nell'adattatore universale del binocolo, apro sempre l'app della fotocamera Lightroom e passo al teleobiettivo (questo consentirà di aggiungere uno zoom ottico extra al binocolo).

Fai solo attenzione che all'inizio sarebbe una seccatura per te configurare il telefono cellulare con (quasi tutti) adattatori universali. Una volta acquisito il processo di utilizzo, potresti trovare più facile montare e utilizzare il binocolo per scattare fotografie.

Una storia relativamente breve è l'ansia di continuare a scattare quelle foto a mano libera anche con l'adattatore di montaggio e il telefono cellulare montati. Noterai attraverso la tua fotocamera che è difficile stabilizzare l'immagine a causa di enormi vibrazioni in particolare con uno zoom ottico extra.

Una modalità che ho trovato (tranne l'uso del binocolo sul treppiede) è appoggiare il binocolo su una superficie tenendolo per una migliore stabilizzazione.

Di seguito sono riportate alcune foto che sono riuscito a scattare con l'adattatore sopra, il mio iPhone X (zoom ottico 2x) + binocolo Nikon 10否.

Come scattare foto attraverso un telescopio con il telefono?

Se facciamo un salto in avanti per scattare foto con il telefono cellulare attraverso un telescopio, le cose dovrebbero essere più semplici che provare a scattare foto con un binocolo, per alcuni ovvi motivi:

  • Il telescopio è (almeno dovrebbe essere) montato su un treppiede – per questo ora hai una grande stabilità.
  • Tutta l'ottica dietro il telescopio è focalizzata sulla fornitura di una buona qualità dell'immagine a un singolo oculare, rendendo più facile la messa a fuoco collegando un telefono cellulare al telescopio
  • Normalmente, lo stesso adattatore utilizzato per scattare fotografie con il binocolo dovrebbe funzionare perfettamente con il telescopio (ma non sempre). Controlla il tuo diametro oculare prima di acquistarlo.
  • Offrendo una quantità extra di ingrandimento (ad esempio 75x) puoi scattare fotografie come mai prima d'ora con il tuo telefono cellulare.

Come osservando attraverso un telescopio, lo svantaggio sarebbe il tremolio indotto durante la regolazione o in caso di vento.

L'impostazione di un timer quando si scattano fotografie attraverso un telescopio sarebbe l'ideale perché riduce il tremolio sopra specificato che viene indotto ogni volta che si tocca il telescopio. Tieni presente che un telescopio è molto più sensibile alle vibrazioni a causa dell'elevato ingrandimento rispetto al binocolo.

Ma riferendomi ai tipi di fotografie che scatterai attraverso un telescopio, non consiglierei di puntare alla fotografia del cielo profondo poiché la fotocamera di un telefono cellulare non è così performante da essere in grado di catturare una grande quantità di scarsa illuminazione. Le osservazioni e le fotografie della luce del giorno e della luna dovrebbero andare bene per usare il telefono cellulare.

In alternativa con un telescopio, e questo è il più grande vantaggio, è che potresti essere in grado di collegare una reflex digitale con alcuni accessori di terze parti. Ma questo sarebbe un argomento per un altro post.

Dovresti comprare un binocolo con fotocamera?

La maggior parte dei binocoli con fotocamera presenti sul mercato, da quelli economici a quelli di prezzo medio, sono prodotti di bassa qualità e in molti casi le tue fotografie sembrerebbero peggiori di quelle che faresti direttamente con il binocolo con il tuo cellulare. Per non parlare della qualità del binocolo stesso.

Ci sono ancora pochissimi binocoli con fotocamera sul mercato che vale la pena acquistarli, ma sono molto costosi e non molte persone possono permetterselo. In alternativa, ci sono in commercio monocoli con fotocamera a prezzi più convenienti.

Ad ogni modo, ti consiglio vivamente di dare un'occhiata a uno dei miei altri post “dovrei acquistare un binocolo con fotocamera” per avere una migliore comprensione.

La cruda verità.

Imparare dalle esperienze è il modo migliore per progredire come scattare fotografie con il telefono cellulare attraverso il binocolo. All'inizio può essere difficile e l'intero processo, dal semplice guardare attraverso il binocolo, è diventato un complesso come il trasporto di accessori e treppiedi, il fissaggio e la regolazione e tanti altri mal di testa.

In realtà, questo vale lo stress, ma devi essere molto deciso se vuoi farlo correttamente.

Non ti consiglio di fare fotografie con il tuo cellulare direttamente con il binocolo poiché potresti non raggiungere mai le aspettative, tuttavia, questo non ti costerà nulla provarlo. Forse puoi essere migliore di me e ottenere risultati incredibili.

Ma il modo più semplice di cui parlavo sopra è l'uso di un adattatore. Devi assolutamente avere pazienza su questo, il motivo per cui il prodotto e altri simili hanno una recensione mista con alcuni negativi. Ci sono specifiche chiare che devi avere pazienza e pratica e adattarti e avere un altro mal di testa per avere successo. Beh, non esattamente così, ma hai capito.

And also, one another point to mention is about post-processing. I do recommend some basics edits to the photos (straight from your mobile phone would work well), as you may have to crop a bit, increase the contrast (if require) play with the shadows or highlights and increase the sharpness. Keep in mind that if your image format is JPEG, you may be very limited to post-processing compared to the photographs taken in RAW format.

I would recommend for you to have a quick read about JPEG VS RAW (if you are unsure about the differences) from my other blog (external link).

Related questions:

Q1: Are there alternative ways to take photos through binoculars with your mobile phone?

A1: No, at least not as far as I am aware. There can’t be many ways to do it, therefore, you either take photographs through your binoculars with your mobile phone handheld or attached with a 3rd party accessory. The best way is to have it attached and the binoculars mounted on a tripod.

Q2: Can you use a compact camera or DSLR to take photographs through binoculars?

A2: You may be able to somehow use them but there are a few key points to keep in mind:

  • There may not be adaptors on the market (at least I did not found any) to attach a compact camera or DSLR to your binoculars. Or by the size of a DSLR, better said to attach the binoculars to the DSLR.
  • The image sensor of the compact camera or DSLR it is much bigger than the exit pupil of your binoculars, which, in reality, will complicate things a lot (lots of light lost, image distortions etc.)
  • The lenses attached to the DSLR are massive, therefore, I don’t see any practical way to actually attach the lens to the binocular eyepiece.
  • Alternatively, you can attach a DSLR to a telescope as mentioned above, with some 3rd party accessories.

Q3: Which is better, to take photos with your phone through binoculars or monoculars?

A3: In reality, there is no much difference but me, personally, I rather take photographs with my mobile phone through monoculars. They are simpler to handle them and to attach the phone to them in the same way as you can do to binoculars.

The whole structure and overall stability and balance would be better. Think about the monocular as a small telescope. There are actually different monoculars created for perfect compatibility to some mobile phones, in order to take “zoom photographs”

As I did mention in another post, I am so bad at saying goodbye but thank you for sticking up to the end and I hope that you found your answer in this article. Take care and do not forget to share it to spread the love of binoculars.

I hope to see you around. You can have a quick check on recommended gear section if you are interested. Thank you!

Passionate about binoculars, photography and blogging with years experience behind, I love to split my time and observe the beauty of this world with different eyes.

Messaggi recenti

A pair of binoculars is an invaluable piece of equipment for many groups of people. Hunters, birdwatchers, stargazers, law enforcement officials, and hikers are among the many people who regularly.

After you expose a pair of binoculars to a great difference of temperature, (e.g. from cold outdoors to hot indoors - reaching dew point), in a very humid environment or even using them on a rainy.