Biografie

Christopher Scheiner e macchie solari

Christopher Scheiner e macchie solari

Christopher Scheiner nacque a Wald, vicino Mindelheim, in Svevia, il 25 luglio 1575. Entrò nella società di Gesù nel 1595 e poi studiò matematica a Ingoldstadt, diventando professore di materia a Dillingen. Nel 1610 tornò a Ingoldstadt dove insegnò ebraico e matematica, e iniziò anche con i suoi primi lavori di ricerca scientifica.

In questo momento ha inventato il "pantografo", un dispositivo con il quale è possibile disegnare un oggetto in scala. Inizia anche la costruzione di telescopi e iniziano le osservazioni solari. Inizialmente ha posizionato lenti colorate, ma poi ha iniziato a usare la tecnica di proiezione che, sebbene fosse stata descritta da Keplero, Scheiner fu la prima a usarla.

Nel marzo del 1611 Christoph Scheiner scoprì le macchie solari, un fenomeno che contraddiceva l'idea della perfezione del sole e, per questo motivo, evitò la pubblicazione. Comunicò la sua scoperta a un amico, che la pubblicò nel 1612 con uno pseudonimo. In lavori successivi descrisse la rotazione dei punti e l'aspetto delle facule.

Galileo Galilei iniziò una disputa con Scheiner su chi avesse scoperto per la prima volta le macchie solari, quello che sembra essere è che non era nessuno dei due, ma David Fabricius.

Scheiner continuò a studiare il Sole altri 16 anni prima della pubblicazione del suo lavoro più importante, intitolato "Rosa Ursina". Contiene il rapporto di numerose osservazioni e la descrizione di più gruppi di osservazione. Uno dei suoi risultati più preziosi per la scienza fu la sua spiegazione del piano di rotazione delle macchie solari.

Ha chiarito il fenomeno della forma ellittica del Sole vicino all'orizzonte, a causa della rifrazione atmosferica. Nel 1616 l'arciduca Massimiliano di Tirolo lo portò a lavorare a Innsbruck, dove condusse studi sull'editoria "Oculus", un'opera in cui descrive correttamente ciò che è nella retina in cui viene percepita la luce.

Diede un telescopio all'arciduca, ma in realtà era più interessato all'osservazione del suolo che alle stelle, e osservando tutto invertito, Scheiner inserì un'altra lente per correggere l'immagine, creando così il primo telescopio di terra.

Ha costruito diversi tipi di telescopi, in particolare uno con 2 lenti convesse, che ha migliorato significativamente la qualità delle immagini. Fu direttore dell'Università di Neisse nel 1623 e, successivamente, professore di matematica a Roma. Ha fatto lavori sulle meridiane e sulla loro costruzione.

Scheiner ha organizzato dibattiti pubblici sull'astronomia in cui sono stati discussi argomenti come il sistema geocentrico. eliocentrica. Morì il 18 luglio 1650.

◄ PrecedenteAvanti ►
Keplero e le orbite dei pianetiRené Descartes, "Penso, allora esisto"


Video: Galileo Galilei. Wikipedia audio article (Dicembre 2021).