Astronomia

Fasi lunari se la Terra fosse agganciata alle maree della Luna

Fasi lunari se la Terra fosse agganciata alle maree della Luna


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

So che la Terra non sarà mai agganciata alla Luna, quindi questo è puramente ipotetico.

Se ho capito bene, in questo ipotetico scenario un giorno terrestre è ora molto più lungo intorno ai 29 giorni attuali e puoi vedere la Luna solo da metà della Terra.

Quindi stando sul lato "fortunato" della Terra dovresti essere in grado di vedere tutte le fasi lunari durante una sola notte. La Luna diventa gradualmente più illuminata, raggiunge il picco come una luna piena e poi si oscura quando la notte finisce.

È corretto?


tl; dr: Un osservatore dal "lato della Luna" vedrebbe solo metà le fasi della notte quindicinale: dalla mezzaluna crescente alla mezzaluna calante. Vedrebbero anche la Luna durante il giorno (mattina presto, tardo pomeriggio), come possiamo attualmente, ma non vedrebbero mai la Luna Nuova o le lune crescenti di notte poiché questi sarebbero visibili solo durante il giorno.


sfondo
Mentre la Terra è bloccata in base alle maree rispetto alla Luna significherebbe in effetti che il lato della Terra rivolto verso la Luna vede sempre la Luna, il fasi della Luna risulta dall'angolo tra la Terra, la Luna e il Sole, e probabilmente non cambierebbe in modo significativo.

La Luna orbita attorno al baricentro Terra-Luna con un periodo orbitale di 27,3 giorni e un periodo sinodico (cioè da Luna Piena a Luna Piena) di 29,5 giorni. Un osservatore sul lato della Terra rivolto verso la Luna vedrebbe sicuramente la Luna attraversare le sue diverse fasi, ma impiegherebbe comunque 29,5 giorni. [Ai fini di questa domanda sto ignorando l'aumento del periodo lunare dovuto all'allontanamento della Luna dalla Terra.]

Come osserva la domanda, un risultato ovvio del fatto che la Terra sia bloccata in base alle maree rispetto alla Luna è che il "giorno" della Terra diventa lo stesso del periodo sinodico della Luna: 29,5 giorni. La luce del giorno durerà per circa 15 giorni, cuocendo tutto tranne che ai poli. La notte di 360 ore sarà gelida, anche ai tropici. Il tempo locale sarà completamente diverso.

Un altro risultato degno di nota è che ci saranno solo piccole maree "solari" distanziate di circa 15 giorni l'una dall'altra (a causa della lenta rotazione della Terra rispetto al Sole). La perdita di significativi flussi di marea avrebbe probabilmente un drammatico effetto negativo sulla vita marina.

La Terra in rotazione sincrona sulla Luna è uno scenario da incubo!

La domanda centrale

Quindi stando sul lato "fortunato" della Terra dovresti essere in grado di vedere tutte le fasi lunari durante una sola notte. La Luna diventa gradualmente più illuminata, raggiunge il picco come una luna piena e poi si oscura quando la notte finisce.

No: vedresti solo solo metà le fasi della notte quindicinale: dalla mezzaluna crescente alla mezzaluna calante. Vedresti anche la Luna durante il giorno (mattina presto, tardo pomeriggio), come possiamo attualmente, ma non vedresti mai la Luna Nuova o le lune crescenti di notte poiché questi sarebbero visibili solo durante il giorno.

Attualmente vediamo la Luna Nuova perché quando è all'incirca sopra la testa per alcuni a mezzogiorno, non è molto al di sopra dell'orizzonte appena prima dell'alba o subito dopo il tramonto per altri. Poiché la fase della Luna Nuova attualmente dura circa 3-5 giorni (a seconda di come si definisce "nuovo"), ma la Terra ruota in un solo giorno di 24 ore, la maggior parte dei luoghi abitabili sulla Terra può vedere questa fase ogni mese lunare. Tuttavia, nello scenario della Terra bloccata dalle maree, la fase dura ancora 3-5 giorni ma la Terra ruota una volta ogni 29,5 giorni. Coloro che osservano la Luna subito dopo il tramonto lo faranno solo mai vedere la Luna in quella posizione sopra l'orizzonte - più o meno "siede" lì, a parte gli effetti di librazione e periodo nodale - e perderanno alcune delle altre fasi perché il Sole sarà troppo luminoso, diciamo, nella metà calante -Luna.


EDIT - Due cose aggiuntive da notare:

(1) Fasi della Terra
Mentre la Terra che si aggancia alla Luna è ipotetica, la Luna è già agganciata alla Terra, il che significa che le descrizioni di cui sopra possono essere applicate al contrario per un vero osservatore sulla Luna:

  • un "giorno" lunare (dall'alba all'alba) è di 29,5 giorni terrestri;
  • la posizione della Terra nel cielo lunare è relativamente costante durante il giorno lunare, entro circa 15º (a causa di una lenta ma evidente librazione);
  • l'orbita della Luna è ellittica, quindi per periodi molto più lunghi la Terra si ritirerebbe e si ingrandirebbe alternativamente (una "Super Terra");
  • a differenza dello scenario bloccato dalla Terra, tutte le fasi della Terra - dalla Terra Piena alla mezzanotte lunare alla Nuova Terra a mezzogiorno lunare - sarebbero visibili, perché non c'è atmosfera e quindi nessun "cielo diurno luminoso" per bloccare la luce terrestre.

Si noti inoltre che la famosa esperienza Earthrise degli astronauti dell'Apollo 8 non sarebbe disponibile per un osservatore sulla superficie della Luna. La Terra "si alzò" sopra il lembo della Luna perché gli astronauti erano in orbita. Tuttavia, qualcuno che si trova al confine del "lato oscuro della Luna" vedrebbe la Terra sull'orizzonte lunare e la librazione potrebbe far sì che la Terra si alzi alternativamente sotto l'orizzonte e si alzi di nuovo durante un giorno lunare. Per quell'osservatore, tuttavia, il sorgere e il tramontare della terra si verificano approssimativamente a at lo stesso punto all'orizzonte!

(2) La Terra finirà davvero per essere bloccata in marea sulla Luna?
La frenata delle maree sta rallentando la rotazione della Terra di 23 millisecondi (e aumentando la distanza della Luna da noi di 38 metri) ogni 1.000 anni. A quel ritmo, la Galassia di Andromeda si sarà scontrata con la Via Lattea molto prima che la rotazione della Terra sia rallentata abbastanza da avvicinarsi al blocco delle maree.

In effetti, questa risposta di AstronomySE suggerisce che poiché gli oceani della Terra "sono responsabili di quasi tutta la decelerazione delle maree" (commento di David Hammen), l'evaporazione degli oceani in un miliardo di anni eliminerà la principale resistenza alla rotazione della Terra e al blocco delle maree. potrebbe quindi non verificarsi mai.


La luna avrà l'aspetto normale per quanto riguarda le fasi, ma sarà in una posizione fissa nel cielo.

In pratica, questo è tutto ciò che cambierà. (Almeno per quanto riguarda l'aspetto della luna, cioè, avere un giorno di 29 giorni provocherebbe il caos sulla geologia della terra.)

La luna sarà visibile solo da metà dell'emisfero terrestre, come hai ipotizzato.

Vale anche la pena notare, in risposta alla risposta di Chappo, che non essere in grado di vedere una luna nuova di notte è qualcosa che accade attualmente, non solo in questo scenario. Non puoi vederlo di notte perché è nella stessa direzione approssimativa del sole. Allo stesso modo, puoi vedere una falce di luna di notte, ma solo se sei vicino al bordo dell'emisfero verso la luna e la terra sta bloccando il sole.


Fasi lunari se la Terra fosse bloccata in base alle maree sulla Luna - Astronomia

Il fase lunare o fase della luna è la forma della porzione di Luna illuminata direttamente dal sole vista dalla Terra. Le fasi lunari cambiano gradualmente e ciclicamente nell'arco di un mese sinodico (circa 29,53 giorni), man mano che si spostano le posizioni orbitali della Luna attorno alla Terra e della Terra attorno al Sole.

La rotazione della Luna è bloccata in ordine di marea dalla gravità terrestre, quindi la maggior parte dello stesso lato lunare è sempre rivolto verso la Terra. Questo lato vicino è variamente illuminato dal sole, a seconda della posizione della Luna nella sua orbita. Pertanto, la parte illuminata dal sole di questa faccia può variare dallo 0% (alla luna nuova) al 100% (alla luna piena). Il terminatore lunare è il confine tra gli emisferi illuminati e oscurati.

Ognuna delle quattro fasi lunari "intermedie" (vedi sotto) è di circa 7,4 giorni, ma questo varia leggermente a causa della forma ellittica dell'orbita della Luna. A parte alcuni crateri vicino ai poli lunari, come Shoemaker, tutte le parti della Luna vedono circa 14,77 giorni di luce diurna, seguiti da 14,77 giorni di "notte". (Il lato della Luna rivolto lontano dalla Terra è talvolta chiamato "lato oscuro della Luna", sebbene questo sia un termine improprio.)


Che cos'è il blocco delle maree?

Potresti non aver mai sentito parlare del blocco delle maree prima e potresti chiederti, cos'è esattamente il blocco delle maree? Che aspetto ha e cosa significa?

Il blocco delle maree si verifica quando un corpo nello spazio orbita attorno a un altro corpo in modo che l'anno e il giorno del corpo siano uguali in lunghezza. Ciò significa che il corpo ruota attorno al proprio asse una volta per ogni volta che orbita attorno a un altro corpo specifico nello spazio. Avendo uguali anni e giorni, questo corpo orbitante mostra lo stesso lato della sua faccia a coloro che lo guardano dall'altro corpo, o il corpo che viene ruotato intorno.

Pensa alla Terra e alla sua luna. Vediamo lo stesso lato della luna, senza mai intravedere l'altro lato dalla Terra. Questo perché la luna è bloccata in base alle maree rispetto alla Terra. La luna orbita intorno alla Terra ogni 28 giorni e la luna ruota completamente attorno al suo asse in 28 giorni.

Il blocco delle maree si verifica perché entrambi i corpi, la luna e la Terra nell'esempio precedente, esercitano una forza l'uno sull'altro. La forza che viene esercitata sarà sempre più forte sui lati uno di fronte all'altro, il che significa che la forza esercitata sulla luna e sulla Terra è più forte dove si affrontano. Questa forza fa allungare e distorcere i corpi, che in realtà causa le maree della Terra.

La luna viene tirata e allungata, il che la fa rallentare. Il rallentamento della luna alla fine fa sì che l'orbita corrisponda alla sua rotazione. Anche altri pianeti hanno lune bloccate dalle maree. La luna di Plutone, Caronte, è bloccata in ordine di marea al suo corpo primario (Plutone). Tuttavia, Plutone e Caronte sono un caso speciale perché sono entrambi legati l'uno all'altro. Ciò significa che Plutone mostra sempre lo stesso lato a Caronte e Caronte mostra sempre lo stesso lato a Plutone. Sarebbe come se la Terra mostrasse lo stesso lato del pianeta alla luna e la luna mostrasse lo stesso lato a noi.

Il blocco delle maree influenza il modo in cui si muove il nostro pianeta, perché il blocco delle maree rallenta la rotazione del nostro pianeta. Ciò significa che tra milioni di anni potremmo essere come Plutone e Caronte, il che significa che potremmo vedere solo un lato della luna e la luna vede solo un lato della Terra.

Il blocco delle maree non deve esistere solo tra una luna e un pianeta, può succedere anche con altri corpi nello spazio! Gli astronomi spesso affermano che le stelle binarie, o sistemi stellari che hanno due stelle al centro, sono molto probabilmente legate l'una all'altra in base alle maree. Un telescopio canadese potrebbe anche aver confermato che una stella è agganciata alla marea con un pianeta vicino. Pertanto, è possibile bloccare le maree di più dei semplici pianeti e delle loro lune.

Ora, ogni volta che qualcuno ti chiede cos'è il blocco delle maree, ora sai cosa dirgli: È quando un corpo nello spazio orbita un altro in un modo che fa sì che il suo giorno e l'anno siano della stessa lunghezza.


Quando la Terra si attaccherà alla Luna?

Vediamo sempre lo stesso lato della Luna. È sempre lassù, a fissarci con il suo volto terrificante. O forse è un coniglio inquietante? Ad ogni modo, ci mostra sempre la stessa faccia, e mai nessun'altra parte.

Questo perché la Luna è bloccata in base alle maree sulla Terra, lo stesso destino che colpisce ogni singola grande luna in orbita attorno a un pianeta. La Luna è agganciata alla Terra, le lune di Giove sono agganciate a Giove, Titano è agganciato a Saturno, ecc.

Mentre la Luna orbita attorno alla Terra, ruota lentamente per mantenere lo stesso emisfero rivolto verso di noi. Il suo giorno è lungo quanto il suo anno. E stando sulla superficie della Luna, vedresti la Terra più o meno nello stesso punto nel cielo. Per sempre.

A causa del blocco delle maree, vedresti la Terra all'incirca nello stesso punto dalla Luna per sempre. Per-e-ver. Per-EH-VER. Credito: NASA / Goddard / Arizona State University

Lo vediamo in tutto il Sistema Solare.

Ma c'è un posto in cui questo blocco mareale va al livello successivo: il pianeta nano Plutone e la sua grande luna Caronte sono legati l'uno all'altro. In altre parole, lo stesso emisfero di Plutone è sempre rivolto verso Caronte e viceversa.

Plutone impiega circa 6 giorni e mezzo perché il Sole ritorni nello stesso punto del cielo, che è lo stesso tempo che impiega Caronte per completare un'orbita, che è lo stesso tempo che impiega il Sole a passare attraverso il cielo su Caronte.

Dal momento che Plutone alla fine si è bloccato sulla sua luna, può succedere la stessa cosa qui sulla Terra. Alla fine ci bloccheremo con la Luna?

Prima di rispondere a questa domanda, spieghiamo cosa sta succedendo qui. Sebbene la Terra e la Luna siano sfere, in realtà hanno una piccola variazione. La gravità che tira su ogni mondo crea rigonfiamenti di marea della maniglia dell'amore su ogni mondo.

E questi rigonfiamenti agiscono come un freno, rallentando la rotazione del mondo. Poiché la Terra ha 81 volte la massa della Luna, era la forza dominante in questa interazione.

Nel primo sistema solare, sia la Terra che la Luna ruotavano indipendentemente. Ma la gravità della Terra si è aggrappata a quelle maniglie dell'amore e ha rallentato la rotazione della Luna. Per compensare la perdita di quantità di moto nel sistema, la Luna si è allontanata dalla Terra fino alla sua posizione attuale, a circa 370.000 chilometri di distanza.

Ma la Luna ha lo stesso impatto sulla Terra. Le stesse forze di marea che causano le maree sulla Terra stanno rallentando la rotazione terrestre poco a poco. E la Luna continua ad allontanarsi di qualche centimetro all'anno per compensare.

È difficile stimare esattamente quando, ma nel corso di decine di miliardi di anni, la Terra si bloccherà con la Luna, proprio come Plutone e Caronte.

Plutone e Caronte sono legati l'uno all'altro. Credito: NASA / JHUAPL / SwRI

Naturalmente, questo avverrà molto tempo dopo che il Sole sarà morto come gigante rossa. E non c'è modo di sapere che tipo di caos causerà al sistema Terra-Luna. Altri pianeti del Sistema Solare potrebbero spostarsi e forse anche espellere la Terra nello spazio, portando con sé la Luna.

E il Sole? È possibile che la Terra alla fine si blocchi gravitazionalmente sul Sole?

Gli astronomi hanno scoperto pianeti extrasolari in orbita attorno ad altre stelle che sono in rotazione sincrona. Ma sono estremamente vicini, ben all'interno dell'orbita di Mercurio.

Qui nel nostro Sistema Solare, siamo troppo lontani dal Sole perché la Terra possa agganciarsi ad esso. L'influenza gravitazionale degli altri pianeti come Venere, Marte e Giove perturba la nostra orbita e ci impedisce di bloccarci. Senza altri pianeti nel Sistema Solare, però, e con un Sole che durerebbe per sempre, sarebbe inevitabile.

È teoricamente possibile che la Terra si bloccherà con le maree sulla Luna tra circa 50 miliardi di anni o giù di lì. Supponendo che la Terra e la Luna non siano state consumate durante la fase di gigante rossa del Sole. Immagino che dovremo aspettare e vedere.


Luna bloccata in marea sulla terra, non sul sole

Anche se di fatto hai ragione, suona semplicemente meglio delle alternative. Intendo di questi tre:

Il lato della luna che non affronta mai la terra
L'altro lato della luna
Il lato oscuro della luna

Quale suona come un bel titolo di album?

Akashrao

Helio

Anche se di fatto hai ragione, suona semplicemente meglio delle alternative. Intendo di questi tre:

Il lato della luna che non affronta mai la terra
L'altro lato della luna
Il lato oscuro della luna

Quale suona come un bel titolo di album?

Kryptonite! [Bella canzone.]

È forse un buon esempio di come vengono accettate le etichette. Uno scientifico duro può essere troppo freddo per un uso piacevole. Le cose che sono "scure" possono significare cose semplicemente invisibili, come il lato posteriore di un satellite bloccato dalle maree. Ma è anche fuorviante poiché il buio più spesso significa "senza luce", e il lato posteriore è illuminato dal Sole tanto quanto il lato rivolto verso di noi. In realtà, vediamo un po' di meno poiché solo la dimensione frontale incontra l'oscurità durante un'eclissi lunare, quindi nel tempo, la luce totale incontrata è maggiore sul lato "oscuro". La la lato oscuro più luminoso vince e, infine, un ossimoro. Questa è la materia di cui sono fatti i testi. [Ho appena visto il Falcone Maltese ieri, per chi ricordasse l'ultima riga di Bogart.]


Crateri lunari nominati in onore dell'Apollo 8

Il Working Group for Planetary System Nomenclature dell'International Astronomical Union ha approvato oggi ufficialmente la denominazione di due crateri sulla Luna per commemorare il 50° anniversario della missione Apollo 8. I nomi sono Earthrise di Anders e 8 Homeward.

I crateri appena nominati sono visibili in primo piano dell'iconico Earthrise fotografia a colori scattata dall'astronauta William Anders. Raffigura il momento in cui la nostra lucente Terra blu è tornata alla vista mentre la navicella spaziale emergeva dall'oscurità da dietro la Luna grigia e sterile. Questa è probabilmente la foto più famosa scattata dall'Apollo 8. È diventata iconica ed è stata accreditata come l'inizio del movimento ambientalista.

Dal momento che la Luna è bloccata in ordine di marea rispetto alla Terra e ha sempre lo stesso lato rivolto verso la Terra, la Terra non sembrerà mai sollevarsi al di sopra della superficie a qualcuno che si trova sul lato opposto della luna. L'orbita intorno alla Luna, tuttavia, ha offerto agli astronauti dell'Apollo 8, Frank Borman, James Lovell e William Anders questa vista mozzafiato, prima che tornassero sani e salvi a casa sulla Terra.

La missione Apollo 8 si svolse dal 21 al 27 dicembre 1968. Dopo aver completato 10 orbite intorno alla Luna alla vigilia di Natale, trasmettendo immagini sulla Terra e dando trasmissioni televisive in diretta, l'equipaggio tornò sulla Terra e sbarcò nell'Oceano Pacifico.

Il gruppo di lavoro per la nomenclatura del sistema planetario (WGPSN) dell'Unione Astronomica Internazionale, che ha chiamato i crateri, è l'autorità responsabile della denominazione delle caratteristiche planetarie del nostro Sistema Solare. I due crateri nominati erano precedentemente designati da lettere.

Maggiori informazioni

L'IAU è l'organizzazione astronomica internazionale che riunisce più di 13 500 astronomi professionisti provenienti da più di 100 paesi in tutto il mondo. La sua missione è promuovere e salvaguardare la scienza dell'astronomia in tutti i suoi aspetti attraverso la cooperazione internazionale. L'IAU funge anche da autorità riconosciuta a livello internazionale per l'assegnazione di designazioni ai corpi celesti e alle caratteristiche della superficie su di essi. Fondato nel 1919, l'IAU è il più grande organismo professionale al mondo per gli astronomi.

Contatti

Rita Schulz
Chair, IAU Working Group for Planetary System Nomenclature / ESA
Olanda
Tel: +31 71 565 48 21
E-mail: [email protected]

Lars Lindberg Christensen
Addetto stampa IAU
Garching bei München, Germania
Tel: +49 89 320 06 761
Cellulare: +49 173 38 72 621
E-mail: [email protected]


Fasi lunari

Qui parleremo delle fasi lunari. La fase lunare o fase della Luna è la forma della porzione della Luna illuminata direttamente dal sole vista da un osservatore dalla Terra. Quello che vedrebbe l'osservatore dalla Terra sarebbe un cambiamento ciclico e graduale delle fasi lunari nel periodo di circa 29,5 giorni. Questo è noto come mese sinodico e questi cambiamenti si verificano a causa dello spostamento delle posizioni orbitali della Luna attorno alla Terra e della Terra attorno al Sole.

Bloccata in ordine di marea dalla gravità della Terra, la rotazione della Luna significa che la maggior parte dello stesso lato lunare è sempre rivolto verso la Terra. Questo lato vicino della luna è variamente illuminato dal sole, a seconda della posizione della Luna nella sua orbita. Il lato vicino sempre illuminato dal sole può variare dallo 0% al 100% di luce. Il confine tra gli emisferi illuminati e oscurati è chiamato terminatore lunare. Si noti che si possono vedere più dettagli sulla superficie della luna, compresi i crateri attorno al terminatore lunare rispetto ad altre parti osservando dalla luna.

Vale la pena notare che ciascuna delle quattro fasi lunari si verifica ogni 7,4 giorni circa. Questo cambia leggermente a causa della forma ellittica dell'orbita della luna.

Ecco qualche informazione in più sui nomi delle diverse fasi lunari e quando sono i momenti migliori per vederle. Inoltre, abbiamo incluso anche il sorgere e il tramonto della luna medi per facilitare la comprensione dei tempi per ciascun tipo.


Librazione lunare

Nel corso di un ciclo lunare possiamo vedere più del 50% della superficie della Luna dalla Terra. Ciò è dovuto a una combinazione di effetti noti come "libraizioni" della Luna. Se osserviamo la faccia della Luna nel corso della sua orbita in rapido movimento, è come se la Luna stesse annuendo con la testa "sì" e scuotendo la testa "no" allo stesso tempo.

La librazione lunare in latitudine è dovuta al fatto che l'asse della Luna è leggermente inclinato rispetto all'asse della Terra. Dal nostro angolo possiamo un tempo sbirciare sopra il polo nord della Luna, e poi più tardi nel mese lunare sbirciare sotto il polo sud. Durante l'intero ciclo di quattro settimane dà l'effetto della Luna che lentamente "annuisce con la testa".

La librazione diurna (giornaliera) della Luna è dovuta all'osservatore che prima osserva dal bordo occidentale della Terra mentre la Luna sta sorgendo, e poi da un massimo di quattromila miglia di distanza a est mentre la Luna sta tramontando. Ciò è dovuto alla rotazione della Terra. La differenza di prospettiva tra il sorgere e il tramontare della Luna appare come un leggero giro della Luna prima verso ovest e poi verso est, come se "scuotesse la testa no".

La librazione della longitudine è un effetto della variazione della velocità di viaggio della Luna lungo la sua orbita leggermente ellittica attorno alla Terra. La Luna viaggia più veloce quando è più vicina alla Terra e più lenta quando è più lontana. La sua rotazione sul proprio asse è più regolare, la differenza riappare come una leggera oscillazione "no" est-ovest.

Sebbene la Luna ci presenti sempre la stessa faccia verso la Terra, poiché la sua rotazione e rivoluzione sono legate allo stesso periodo di marea, l'effetto combinato di tutte queste diverse librazioni ci consente nel tempo di vedere circa il 59% della superficie lunare.


100 giorni lunari - Parti I e II

Musica fornita da Killer Tracks: "Time is Running" - Dirk Ehlert, Guillermo De La Barreda "Buckaroo Instrumental" - Alan Gold & Fiona Hamilton.

Che cos'è un giorno lunare?

Cosa intendiamo quando diciamo che LRO è stato sulla Luna per 100 giorni lunari? La risposta breve è questa: un giorno è l'intervallo di tempo tra due mezzogiorno o due tramonti. Sono 24 ore sulla Terra, 708,7 ore (29,53 giorni terrestri) sulla Luna. Possiamo vedere un giorno passare sulla Luna osservando il suo ciclo di fasi lungo un mese e, dal 16 ottobre 2017, LRO ha osservato questo ciclo 100 volte dall'inizio della sua missione di esplorazione e scienza il 15 settembre 2009.

Ma come spesso accade in astronomia, in realtà la situazione è un po' più complicata. Il problema inizia semplicemente con la definizione di una definizione della parola giorno.

In qualsiasi luogo sulla Terra, a giorno solare locale è il tempo impiegato dal Sole per tornare nello stesso punto del cielo. Per essere più precisi, definiamo una linea nel cielo, il meridiano, che corre tra il nord e il sud e passa per lo zenit (il punto dritto). Il mezzogiorno locale è l'ora in cui il Sole è centrato sul meridiano e un giorno solare locale è l'ora tra due mezzogiorno locali successivi.

La lunghezza di questo tipo di giorno varia durante l'anno. Attualmente, può durare fino a 21 secondi in meno o 29 secondi in più di 24 ore. Questa variazione è dovuta al eccentricità dell'orbita terrestre (l'orbita è un'ellisse, non un cerchio), e il obliquità dell'eclittica (l'asse terrestre è inclinato rispetto alla sua orbita).

Per non dover reimpostare continuamente i nostri orologi, è conveniente definire a significa giorno solare, la media del giorno solare locale su un anno intero. Un giorno solare medio dura esattamente 24 ore. In effetti, noi definire un'ora come 1/24 di un giorno solare medio.

Il giorno solare medio non può essere la media di un anno arbitrario. L'eccentricità e l'obliquità variano nel tempo e, a causa della precessione degli equinozi, l'effetto dell'obliquità scorre attraverso il calendario, alternativamente rafforzando e annullando l'effetto dell'eccentricità per decine di migliaia di anni. Anche la Terra sta rallentando, principalmente a causa delle interazioni di marea con la Luna.

Il giorno solare medio è il giorno solare locale medio teorico, calcolato fissando l'eccentricità, l'obliquità, la precessione e la velocità di rotazione ai valori di mezzogiorno a Greenwich, in Inghilterra, il 31 dicembre 1899, utilizzando la teoria del moto apparente del Sole sviluppata di Simon Newcomb nel 1890.

Ora abbiamo orologi atomici estremamente precisi. Definiamo la lunghezza di un secondo come un certo numero di onde nella radiazione di un atomo di cesio, e diciamo che un giorno solare medio è 86400 di questi secondi. Per continuità storica, il numero di onde è stato scelto in modo che questo secondo sia 1/86400 del giorno solare medio definito dalla teoria di Newcomb.

Il concetto di giorno solare può essere esteso ad altri corpi del sistema solare, inclusa la nostra Luna. Un giorno solare medio sulla Luna, a giorno lunare in breve, è 29,5306 giorni terrestri. I giorni lunari locali possono variare anche più dei giorni solari sulla Terra, oltre 6 ore in meno o 7 ore in più rispetto alla media. I 100 giorni lunari celebrati da LRO nell'ottobre del 2017 sono significare giorni lunari.

Poiché la Luna è bloccata in ordine di marea rispetto alla Terra, mostra sempre alla Terra la stessa faccia. Ciò significa anche che ruota alla stessa velocità con cui orbita. Un giorno lunare dura esattamente quanto un'orbita completa rispetto al Sole. Un giorno lunare corrisponde anche a un ciclo completo delle fasi visibili dalla Terra, quindi un giorno lunare equivale a un mese sinodico.

A questo punto, non dovrebbe sorprendere che ci siano altri tipi di giorni (siderali, per esempio) e mesi (anomalistici e draconici, per citarne due). Ma questa è una storia per un'altra volta.

Musica fornita da Killer Tracks: "Time is Running" - Dirk Ehlert, Guillermo De La Barreda "Wanna Feel Like This Forever" - Amir Aly, Henrik Lars Wikstrom.


Terra in piena fase dalla superficie lunare?

La luna piena a volte sembra enorme quando è bassa all'orizzonte. Mi chiedevo se lo stesso effetto si sarebbe verificato sulla Luna se vedessimo una Terra in piena fase dalla superficie lunare.
Non ci sono state molte foto scattate dalla superficie della Luna che mostrano la Terra. Eccone un paio:


La Terra può sembrare piuttosto grande in basso all'orizzonte dall'orbita lunare anche quando non è in piena fase, come mostrato da questa immagine dell'Apollo 11 presa dall'orbita:

Ci sono immagini prese dalla superficie lunare che mostrano l'aumento della Terra in o vicino alla fase piena?

SolarLiner

È necessario, TARS.
Membro dello staff in pensione

La Terra può sembrare piuttosto grande in basso all'orizzonte dall'orbita lunare anche quando non è in piena fase, come mostrato da questa immagine dell'Apollo 11 presa dall'orbita:

Ripley

Traduttore tutorial
Membro dello staff in pensione

Se ne è parlato qualche tempo in passato (da qui: [ame="http://en.wikipedia.org/wiki/Moon_illusion"]http://en.wikipedia.org/wiki/Moon_illusion[/ame] ):

RGClark

Matematico

Sarei anche felice di quanto sarebbe bella quell'immagine dell'Apollo 11 presa dall'orbita se fosse presa dalla superficie e allo stesso modo vicino all'orizzonte.

Non punto

Nuovo membro

Non ci sono state molte foto scattate dalla superficie della Luna che mostrano la Terra. Eccone un paio:

Ecco la versione che probabilmente è stata modificata:

MattBaker

Nuovo membro

Uhm, perché la Terra sia nella sua fase piena avresti bisogno di una linea retta Terra-Luna-Sole. Ma quando la Luna è tra la Terra e il Sole non è visibile dalla Terra perché il lato lunare vicino è scuro. Dal momento che gli umani sono atterrati solo sul lato rivolto verso la Terra, direi che non troverai immagini di una terra piena da missioni o lander con equipaggio, che andrebbero in letargo durante la notte lunare.

Tuttavia, c'erano dei lander che non andavano in letargo durante la notte lunare? Non riesco a pensare a nessuno poiché probabilmente richiederebbe un RTG.

BruceJohnJennerLawso

Terrore Signore degli Idioti

Non sono sicuro che questo sia correlato a quell'effetto allo stesso modo, ma trovo che la luna sembra più lontana quando la guardo in contrasto con un edificio alto che guarda in alto. È una sensazione davvero fantastica.

Statico

CatDog di Deimos

Sorindafabico

Nuovo membro

Statico

CatDog di Deimos

Uhm, perché la Terra sia nella sua fase piena avresti bisogno di una linea retta Terra-Luna-Sole. Ma quando la Luna è tra la Terra e il Sole non è visibile dalla Terra perché il lato lunare vicino è scuro allora. Dal momento che gli umani sono atterrati solo sul lato rivolto verso la Terra, direi che non troverai immagini di una terra piena da missioni o lander con equipaggio, che andrebbero in letargo durante la notte lunare.

Tuttavia, c'erano dei lander che non andavano in letargo durante la notte lunare? Non riesco a pensare a nessuno poiché probabilmente richiederebbe un RTG.

Correggimi se ho letto male, non intendi?
"Solo gli umani sbarcano e lavorano alla luce del giorno lunare"

In questa affermazione è più notevole che nessuna missione con equipaggio si è verificata nella notte lunare (quando la terra rivolta verso il lato rivolto verso la terra piena). Perché non sarebbe vero che la terra piena sarebbe? mai essere osservabile dal lato grasso della luna?


Guarda il video: Bagaimana fase bulan terjadi? Bulan sabit terjadi karena sinar matahari tertutup bumi? #Part1 (Luglio 2022).


Commenti:

  1. Xanthus

    Perfectly, and I thought.

  2. Weallcot

    Sei stato visitato semplicemente con un'idea brillante

  3. Tormod

    F Furnace You

  4. Edwald

    Hai pensato a una risposta così ineguagliabile?



Scrivi un messaggio