Storia

Un telescopio fatto a mano

Un telescopio fatto a mano

Nel 1609, il matematico Galileo creò un telescopio fatto in casa a 8 ingrandimenti. Con lui ha dimostrato alle autorità di Venezia, in Italia, il pieno potenziale di questo nuovo strumento. La dimostrazione con il suo telescopio gli valse la posizione di matematico e filosofo a Firenze, al servizio di Cosme II de Medici, Granduca di Toscana. Ha ricoperto questa posizione dal 1610 fino alla sua morte, nell'anno 1642.

Quando Galileo era nella città di Venezia, nel 1609, venne a sapere di una scoperta unica fatta in Olanda. Consisteva in un tubo con due lenti che permettevano di vedere gli oggetti distanti molto più da vicino. Galileo, che era un grande artigiano, fece immediatamente il suo aggeggio. Si ritiene che per questo telescopio abbia usato il tubo di un organo, al quale ha incorporato otto ingrandimenti.

Con il suo rudimentale telescopio Galileo fece alcune delle scoperte più importanti della storia dell'astronomia.

Le osservazioni di Galileo

Galileo stava perfezionando il suo telescopio e le sue osservazioni con lui portarono alla luce il suo libro "Dialogo sui due grandi sistemi del mondo" nel 1632. Questa pubblicazione offriva tutte le prove che le osservazioni con il telescopio avevano fornito a favore del sistema copernicano o eliocentrico.

Molti sono i risultati ottenuti da Galileo attraverso le sue osservazioni. Scoprì che il Sole, considerato fino ad allora un simbolo di perfezione, aveva delle macchie e che la Luna aveva una superficie irregolare, con valli e montagne. Notò anche che Saturno aveva strane appendici, che in seguito furono conosciute per essere i suoi anelli popolari.

Ma sono le osservazioni che ha fatto su Giove a dimostrarsi molto trascendentali. Galileo riuscì a dimostrare che questo pianeta era circondato da lune che assomigliavano a un piccolo sistema solare. Questa affermazione è stata un grande supporto per gli argomenti a favore dell'universo copernicano.

Galileo, padre della moderna astronomia

Il telescopio Galileo servì a rivelare la presenza di numerose stelle e altri fenomeni che fino ad allora erano troppo deboli per essere apprezzati dall'occhio umano. L'astronomia moderna è iniziata in questo modo. Galileo, per la prima volta dall'antichità, offrì la possibilità di contemplare un nuovo universo, pieno di fenomeni in attesa di essere scoperti e studiati. Ecco perché gli è stato assegnato il titolo di "padre dell'astronomia moderna".

Inoltre, la razionalità dimostrata da Galileo in tutti i suoi processi scientifici gli ha conferito il titolo di "padre della scienza". La sua passione per queste discipline lo ha portato ad essere sottoposto a un processo dalla Chiesa cattolica. Fu costretto a respingere pubblicamente la teoria copernicana, subì gli arresti domiciliari e non fu in grado di ripubblicare nuove opere o ristampare quelle precedenti.

◄ PrecedenteAvanti ►
Osserva il cielo ad occhio nudoIl telescopio riflettore


Video: Quieres un Telescopio? Primero compra Binoculares (Gennaio 2022).