Storia

Il Sunjammer diretto al sole

Il Sunjammer diretto al sole

La vela solare Sunjammer è un progetto spaziale lanciato insieme dagli scienziati dell'Imperial College di Londra e della NASA. La tua missione sarà quella di viaggiare verso il Sole per valutare l'efficacia dell'attuale tecnologia delle candele solari.

Gli scienziati britannici stanno progettando il magnetometro di missione (MAGIC) e un analizzatore di vento (SWAN). Questi saranno gli strumenti che studieranno il tempo spaziale. Anche le nuove tecnologie saranno testate in questo campo.

Il Sunjammer sarà caratterizzato la più grande vela solare Square mai costruito. La nave, che sarà varata a gennaio 2015, supera fino a sette volte qualsiasi altra vela solare creata finora.

Ha una superficie di quattro chilometri quadrati, il necessario per spingere quasi 3,2 milioni di chilometri in direzione del Sole. Il Sunjammer utilizzerà la pressione fotonica (luce solare) per manovrare nello spazio.

Un carico speciale: i capelli di Arthur C. Clarke

La candela Sunjammer ha preso il nome da una storia dello scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke (1917-2008), Il vento del sole. In esso, Clarke stava già parlando della navigazione solare. Ecco perché i capelli di molti scrittori viaggeranno verso il Sole a bordo della vela solare Sunjammer.

Clarke è autore di numerosi libri di fantascienza, sebbene il più popolare sia, senza dubbio, il 2001: Odissea nello spazio, che è stato portato al cinema da Stanley Kubrick.

Il viaggio dei capelli di Arthur C. Clarke è stato preparato dalla società Celestis, la cui attività è quella di inviare nello spazio ceneri di defunti. È il caso del romanziere Hunter S. Thompson, le cui ceneri furono gettate nello spazio dalla sua fattoria in Colorado (USA).

◄ Precedente
Voyager-1 lascia il Sistema Solare