Dizionario

Singolarità

Singolarità

Secondo la teoria generale della relatività, una singolarità è un punto teorico con volume zero e densità infinita. È il risultato a cui ogni massa che diventa un buco nero deve collassare.

Le singolarità si formano quando si verifica il collasso gravitazionale di stelle solide. Il Big Bang deve essere stato una singolarità. Una singolarità è un luogo in cui la densità della materia e la curvatura dello spazio diventano infinite e non ha alcun significato dal punto di vista fisico teorico.

Secondo l'ipotesi della censura cosmica, proposta dal fisico e matematico britannico Roger Penrose, quando si formano questi tipi di singolarità, non sono nudi, nel senso di essere visibili agli osservatori esterni, ma sono nascosti discretamente all'interno dell'orizzonte di un buco nero e, quindi, sono accettabili.

Un altro fisico britannico, Stephen William Hawking, sostiene la teoria secondo cui la creazione dell'Universo ebbe origine da un Big Bang o Big Bang, derivante da una singolarità o da un punto di infinita distorsione dello spazio e del tempo.


◄ PrecedenteAvanti ►
silicatoSincrotrone (radiazione di)

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ