Terra e luna

Proprietà fisiche dei minerali

Proprietà fisiche dei minerali

Possiamo classificare i minerali in base alle loro proprietà fisiche, ottiche, elettriche, magnetiche e alla loro composizione chimica, sebbene quest'ultimo non sia il solito metodo e la maggior parte può essere identificata mediante osservazione spettroscopica e persino visiva. Anche così, l'analisi chimica è l'unico modo per identificare accuratamente la natura di un minerale.

Le proprietà fisiche sono di grande importanza nello studio dei minerali. Molti possono essere facilmente osservati o ricorrere a uno spettroscopio.

Durezza di un minerale

La durezza di un minerale è la resistenza che presenta per essere graffiata. Un minerale ha una durezza maggiore di un altro, quando il primo è in grado di graffiare il secondo.

Il mineralogista tedesco Mohs ha istituito nel 1822 una scala di misure che porta il suo nome e viene oggi utilizzato, in cui ogni minerale può essere graffiato da coloro che lo seguono. Dieci minerali comparativi sono presi da più morbidi a più duri, che sono: talco, gesso, calcite, fluorite, apatite, ortesi (feldspato), quarzo, topazio, corindone e diamante.

Tenacia o coesione

La tenacia o la coesione è il grado maggiore o minore di resistenza che un minerale offre alla rottura, alla deformazione, alla schiacciamento, alla curvatura o alla spruzzatura. Si distinguono le seguenti classi di tenacia:
- fragile: è il minerale che si rompe o polverizza facilmente. Esempi: quarzo e zolfo.
- malleabile: quello che può essere battuto e steso in fogli o lastre. Esempi: oro, argento, platino, rame, stagno.
- Duttile: quello che può essere ridotto a fili sottili. Esempi: oro, argento e rame.
- Flessibile: se si piega facilmente ma, una volta interrotta la pressione, non è in grado di recuperare la sua forma originale. Esempi: gesso e talco.
- elastico: quello che può essere piegato e, una volta smesso di ricevere pressione, recupera la sua forma originale. Esempio: mica.

Frattura di un minerale

Quando un minerale si rompe, può farlo in vari modi:
- Esfoliazione: significa che il minerale può essere separato da superfici piane e parallelo alle facce reali. Esempi: mica, galena, fluorite e gesso.
- Laminare o fibroso: quando ha una superficie irregolare sotto forma di schegge o fibre. Esempio: actinolite.
- Concoidea: La frattura ha una superficie curva liscia e liscia, come quella che mostra un guscio all'interno. Esempi: selce e ossidiana.
- All'uncinetto: quando viene prodotta una superficie ruvida e irregolare, con bordi affilati e frastagliati. Esempi: magnetite e rame nativo.
- Lisa: è quello che ha una superficie liscia e regolare.
- Terroso: È quello che si frattura lasciando una superficie dall'aspetto granulare o polveroso.

Elettricità e magnetismo

Molti minerali conducono bene l'elettricità (conduttori), mentre si oppongono al suo passaggio (isolanti). Alcuni lo conducono equamente (semiconduttori). Grazie a quest'ultimo, sono stati sviluppati semiconduttori che consentono all'essere umano di raggiungere un alto livello tecnologico. Ma ci sono più comportamenti dei minerali in relazione alle forze elettromagnetiche:
- Magnetismo: consiste nell'attrarre ferro e suoi derivati. I magneti naturali sono permanenti. La magnetite è un magnete naturale conosciuto fin dall'antichità.
- piezoelettricità: è la capacità di produrre correnti elettriche quando viene applicata la pressione. Se una forza viene applicata alle facce di un cristallo, genera cariche elettriche e, se vengono applicate cariche elettriche, si verifica una deformazione delle facce del cristallo. Esempio: quarzo.
- Piroelettricità: le correnti elettriche vengono prodotte alla fine delle facce quando il minerale subisce un cambiamento di temperatura. Esempi: quarzo e tormalina.
- Radioattività: è la proprietà che alcuni minerali possiedono per emettere particelle in modo naturale e spontaneo. La radioattività naturale ha molte applicazioni scientifiche, mediche e industriali e i minerali che la possiedono raramente raggiungono livelli pericolosi. Esempio: uraninite.

◄ PrecedenteAvanti ►
mineraliTipi di minerali