Terra e luna

Sedimenti e strati

Sedimenti e strati

Il risultato dell'attività interna del pianeta modifica la superficie terrestre. Questi sono i cosiddetti "agenti geologici interni". La nuova crosta riceve presto l '"attacco" di altri agenti, quelli esterni, che la erodono.

L'erosione produce residui di materiale roccioso di varie dimensioni che, nel tempo, vengono frammentati in pezzi più piccoli. Gravità e trasporto per azione di depositi di acqua o vento e li accumula nelle aree più basse del rilievo terrestre. Ciò si traduce nella comparsa di sedimenti che si depositano in strati, che chiamiamo "strati". Successivamente, gli strati inferiori, che supportano più peso, vengono trasformati in nuove rocce, le rocce sedimentarie.

Formazione di strati e rocce sedimentarie

La superficie del pianeta è rotta, a causa dell'erosione, in pezzi più o meno grandi, dai blocchi di roccia alla melma molto sottile, passando attraverso tutte le dimensioni di ghiaie e sabbia. La forza di gravità e la resistenza dell'acqua tendono a depositare questi frammenti nelle aree basse dove, a volte, si accumulano enormi quantità.

Questi materiali stanno formando strati successivi che chiamiamo "strati". Il tipo di strato dipende dal tempo e dall'erosione che si verificano in ogni epoca. Questo rende il suo studio interessante per conoscere le condizioni delle epoche passate. Il ramo della geologia che studia sedimenti e strati è chiamato "stratigrafia".

Gli strati superficiali delle aree sedimentarie di solito hanno una consistenza morbida, spesso ideale per l'agricoltura. Ma nel tempo, man mano che si accumulano nuovi strati, quelli inferiori devono sopportare più peso e le loro particelle, sotto una maggiore pressione, vengono compattate. Questo, insieme all'aumento della temperatura, causa cambiamenti chimici che alla fine trasformano il sedimento in roccia dura.

L'età dei fossili

I processi sedimentari possono verificarsi ovunque sulla superficie terrestre dove c'è erosione, ma non tutto il materiale depositato diventa roccia sedimentaria. poiché l'erosione stessa può trascinare i sedimenti prima che si induriscano. Fondamentalmente, i processi sedimentari sono di tre tipi:

Marinos, si formano depositi sulla piattaforma continentale e nelle aree abissali.

Continentales, i materiali si accumulano ai piedi delle catene montuose, nei ghiacciai, lungo i bacini fluviali e nei deserti.

transizione, che è la sedimentazione che avviene nei punti di contatto tra il mare e i continenti, come aree paludose e delta.

I resti organici intrappolati nei sedimenti possono essere fossilizzati se diventano rocce metamorfiche. L'insieme dei vari strati che contengono gli stessi tipi di fossili è chiamato "unità stratigrafica".

Lo spessore di un sedimento consente di dedurre il tempo impiegato a formarsi, se è noto il tasso di sedimentazione. Ogni tipo di sedimento indica alcune caratteristiche dell'epoca in cui si è formato, come piogge, glaciazioni, desertificazione, ... Tutto ciò consente ai geologi di conoscere l'età del sedimento e, quindi, anche l'età dei fossili che contiene, risultando Un buon metodo di incontri.

◄ PrecedenteAvanti ►
Minerali e rocceminerali


Video: I sedimenti della baia di Napoli fanno vacillare l'evoluzionismo (Gennaio 2022).