Terra e luna

Il mesozoico: giurassico e cretaceo

Il mesozoico: giurassico e cretaceo

Mentre il mesozoico avanza, il supercontinente Pangaea è frammentato; Ciò favorisce l'evoluzione delle specie vegetali e animali in ambienti separati, aumentando così la diversità.

Il giurassico è diventato famoso oggi grazie al cinema. Era il tempo dello splendore dei dinosauri, quando dominavano la Terra.

Tuttavia, la popolarità dovrebbe essere presa dal Cretaceo, un periodo cruciale nella storia geologica del nostro pianeta. Vedremo perché.

Giurassico, splendore dei dinosauri

Il periodo giurassico si estende da circa 201 a 145 milioni di anni fa e prende il nome dagli strati rocciosi della catena montuosa del Giura. È caratterizzato dall'egemonia dei grandi dinosauri e dall'escissione di Pangea nei continenti nordamericano, eurasiatico e Gondwana. Da quest'ultima l'Australia si separò (tra il Giurassico e il Cretaceo), dando origine a nuove specie, in particolare i mammiferi.

Man mano che i mari crescevano e si univano, alcune aree di acqua marina poco profonde e calde si diffondevano in gran parte dell'Europa e in altre masse continentali che confinavano con il Mare di Teti.

Verso la fine del Giurassico, questi bassi mari iniziarono ad asciugarsi, lasciando spessi depositi di calcare dove si formarono alcuni dei più ricchi accumuli di petrolio e gas.

La separazione dei continenti favorì la varietà delle specie. Nel Giurassico c'era più vegetazione, con enormi foreste e giungle, specialmente alle alte latitudini. Il clima era caldo e umido, variabile tra l'equatore e i poli, anche se si ritiene che non ci fossero calotte polari.

Nel giurassico apparvero i primi uccelli, tutti piccoli. Ma nel cielo continuarono a dominare i pterosauri, che pescavano nei mari con le loro lunghe punte di denti aguzzi.

In quei mari si sono evolute varie specie di pesci e rettili. Gli ittiosauri del periodo precedente vivevano con i primi coccodrilli acquatici, che avevano pinne invece di zampe, e con il teleosteo, da cui discendono la maggior parte dei pesci attuali.

Sulla terra apparvero le rane e si consolidarono vecchi rettili, come i coccodrilli. I dinosauri si sono evoluti, diversificati e hanno dominato l'intera Terra. un po ' saurópodos, come Diplodocus e Brachiosaurus, sono cresciuti molto in numero e dimensioni. C'erano grandi dinosauri in ebollizione. Con così tanto cibo a disposizione, i predatori, come l'Allosaurus, progredirono notevolmente in varietà, dimensioni e strategie di caccia.

Cretaceo, boom e fine dei dinosauri

Il Cretaceo o cretaceo È iniziato circa 145 anni fa ed è durato fino a 66 milioni di anni fa. La datazione della fine dell'era è molto precisa, poiché è fatta coincidere con quella di uno strato geologico con una forte presenza di Iridio, nella penisola dello Yucatan e nel Golfo del Messico, e che dovrebbe coincidere con la caduta di un enorme meteorite che potrebbe causare l'estinzione dei dinosauri. Questo evento segna la fine dell'era mesozoica.

Il livello del mare è aumentato molto nel Cretaceo, inondando quasi un terzo della superficie terrestre. In questo modo, il calore del sole potrebbe essere distribuito maggiormente verso nord grazie alle correnti marine, dando origine a un clima globale caldo e mite, senza calotte polari ai poli e con una temperatura nelle acque artiche di 14 ºC o di più. 100 milioni di anni fa ha raggiunto il picco con gli oceani circa 10 ° C più caldi di adesso. Da allora ha iniziato a raffreddarsi, normalizzandosi alla fine del periodo.

Nei mari il plancton era già simile a quello attuale. Gli ittiosauri erano scomparsi, ma sono emersi altri grandi rettili. il mosasauri Misurarono fino a 17 metri e furono feroci predatori con denti aguzzi nelle loro lunghe mascelle e pagaie invece delle gambe.

A terra i dinosauri erano i maestri indiscussi del periodo. Durante il Cretaceo raggiunsero il loro massimo sviluppo in termini di dimensioni, diversità e popolazione. C'erano molte specie, con morfologie e stili di vita molto diversi, che possono essere classificate in due grandi gruppi:

• Il ornitópodos avevano i piedi simili a quelli degli uccelli, con tre dita. Svilupparono un apparato masticatorio molto efficiente e, quindi, furono gli erbivori che prosperarono maggiormente nel Cretaceo. La maggior parte ha combinato il movimento a quattro zampe con la posizione bipede, che ha permesso loro di accedere alle aree ad alta vegetazione. Alcuni misuravano fino a 10 metri, come l'Iguanodon, un bipede con un teschio simile a quello di un cavallo. Altri, come il Triceratopo, misuravano fino a 9 metri e pesavano più di 10 tonnellate.

• Il teropodi Erano bipedi e carnivori. Erano i cacciatori di terre dominanti fino alla loro estinzione. Ce n'erano da meno di un metro, come l'Eoraptor lunensis, a più di 11, come il Tyrannosaurus rex, che attraversavano tutte le dimensioni. Il Velociraptor, famoso per la letteratura e il cinema, era un predatore veloce che misurava fino a 1,8 metri di altezza e si distingueva per avere un'unghia lunga, affilata, a forma di falce su ciascun piede. Probabilmente era anche uno spazzino, il suo corpo era coperto di piume e, quindi, presumibilmente il suo sangue era caldo.

In questo senso, Crichton e Spielberg ci hanno ingannato: i dinosauri che compaiono nella famosa saga sono quasi tutti del periodo Cretaceo. Anche se dobbiamo riconoscere che "Jurassic Park" (Jurassic Park) è più commerciale.

Alla fine del Cretaceo, la flora aveva già adottato un aspetto moderno e includeva molti degli attuali generi di alberi, come gli antenati di quercia, faggio o acero. Tra gli animali fiorirono mammiferi e uccelli primitivi, che erano gli unici dinosauri sopravvissuti.

L'era mesozoica pose fine all'estinzione di massa del Cretaceo-Paleogene, circa 66 milioni di anni fa. Il 75% delle specie conosciute è scomparso, tra cui ammoniti, dinosauri, pterosauri e rettili acquatici. Esistono diverse ipotesi che spiegano questa estinzione. Il più noto indica che è stato causato dall'impatto di un oggetto extraterrestre.

Scopri di più:
• L'estinzione di massa del Cretaceo-Paleogene
• Tethys, il titanide da cui è emerso il Mediterraneo
• Sei errori scientifici nel mondo giurassico


◄ PrecedenteAvanti ►
Inizia il mesozoico: il periodo triassicoIl Paleogene: Paleocene, Eocene e Oligocene


Video: ERA MESOZOICA (Gennaio 2022).