Dizionario

Leonidas

Leonidas

Le Leonidi sono una pioggia annuale di stelle cadenti o meteore che sorge nel cielo tra il 14 e il 20 novembre, con una frequenza massima su 17, e che sembrano irradiarsi da un punto nel cielo vicino alla stella Leonis, in la costellazione di Leone, da cui deriva il nome di Leonida.

Le Leonidi sono conosciute fin dai tempi antichi, e ci sono cronache di molti anni fa che si riferiscono a piogge molto intense, caratterizzate dall'apparizione di migliaia di meteore ogni ora.

Il più spettacolare si è verificato nel 1799, 1831, 1866, 1899 e, molto più recentemente, la mattina del 17 novembre 1966, quando milioni di ignari spettatori americani hanno assistito per quasi mezz'ora alla comparsa di circa 50.000 meteore o stelle cadenti: veri fuochi d'artificio celesti.

Già nel 1833 due astronomi americani, Denison Olmsted e Alexander C. Twining, avevano formulato l'ipotesi che il fenomeno fosse prodotto da miriadi di particelle (micrometeori) che si muovevano come uno sciame in orbita attorno al Sole e che attraversavano l'orbita di La terra si disintegra nell'atmosfera.

È stato merito dell'astronomo Virginio Schiaparelli, meglio noto per i suoi studi su Marte, aver indicato che esiste una stretta relazione tra alcuni di questi sciami annuali e comete periodiche.

Schiaparelli lo ha dimostrato Perseidi (Questa è un'altra pioggia annuale di stelle cadenti che si verifica all'inizio di agosto) sono generate dalla disintegrazione della cometa Swift-Tuttle, mentre le Leonidi sono causate dalla disintegrazione della cometa Temple-Tuttle.

La spettacolarità minore o maggiore della pioggia delle stelle cadenti dipende dal fatto che, in alcuni anni, la Terra si interseca con parti più o meno coerenti dello sciame. L'ultima spettacolare pioggia di Leonida avvenne il 18 novembre 1999.


◄ PrecedenteAvanti ►
lenteLiberty Bell 7 (astronave)

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ

Video: Belik Boom - Leonidas Original Mix (Settembre 2020).