Terra e luna

Il Paleozoico: Cambriano, Ordoviciano, Silurico

Il Paleozoico: Cambriano, Ordoviciano, Silurico

Questa era antica, il Paleozoico, durò circa 290 milioni di anni. Il pianeta era molto diverso da oggi. L'era paleozoica o era primaria appartiene all'eone Fanerozoico.

Con l'emergere di organismi pluricellulari, il Precambrian terminò e iniziò, circa 541 milioni di anni fa, l'eone fanerozoico, che si concluse circa 251 milioni di anni fa.

Le terre emerse sembravano isole più o meno sparse intorno all'equatore terrestre. Alcune di queste isole erano il Sud America, Laurentia e Gondwana. Durante il Paleozoico vi furono numerose pieghe che originarono le montagne.

La vita in acqua e sulla terra

Questa era è caratterizzata da un gran numero di fossili che dimostrano la presenza di vita multicellulare su un pianeta abitabile. Il clima era ancora caldo e umido. Ciò ha favorito la proliferazione di organismi sempre più complessi e la loro successiva evoluzione.

All'inizio, la vita in mare divenne molto ricca. I fossili della prima metà del Paleozoico sono alcuni invertebrati come trilobiti, graptoliti e crinoidi. Quelle corrispondenti alla seconda metà comprendono alcuni fossili di piante e vertebrati, come pesci, anfibi e rettili. La vita animale uscì dall'acqua e iniziò a colonizzare la terraferma.

The Cambrian, l'esplosione della vita pluricellulare

Nel periodo cambriano si verificò una vera esplosione di vita, con una cinquantina di gruppi di organismi (bordi) di cui non si conoscono precursori e che, per la maggior parte, non si sono evoluti verso nessun bordo o specie attuali. Questo straordinario fenomeno, unico nella storia della Terra, è noto come Esplosione cambriana.

La vita delle piante e degli animali era limitata ai mari. Apparvero le prime lumache e molluschi cefalopodi; anche il primo cordati, precursori dei vertebrati e nostri. Alghe negli oceani e licheni sulla terra predominavano nel regno vegetale. La sua enorme proliferazione ha contribuito all'aumento dell'ossigeno nell'atmosfera terrestre.

Un altro progresso evolutivo fondamentale nel Cambriano fu la formazione dei primi scheletri ed esoscheletri. Da un lato, c'era di più materia prima disponibile, più carbonati nelle acque marine; dall'altro sono comparsi nuovi predatori, quindi avere una protezione per i tessuti molli e una maggiore capacità di movimento ha aumentato notevolmente le possibilità di sopravvivenza e, con esso, di riproduzione. Ecco come funziona la selezione naturale.

Ordoviciano, arrivano i vertebrati

In Ordoviciano, iniziato 485 milioni di anni fa, c'erano due estinzioni di massa, all'inizio e alla fine del periodo. Gli animali emersero con una struttura anatomica precursore della colonna vertebrale, i primi vertebrati, pesci primitivi senza mascelle chiamati ostracodermi. Non c'erano animali terrestri perché l'ossigeno nell'atmosfera era ancora scarso.

I fossili dell'ordinativo abbondano trilobiti. Le piante di questo periodo erano simili a quelle del periodo precedente. Apparvero anche le prime barriere coralline. L'abbondanza di vita, in particolare quella vegetale, ha causato la formazione di depositi di petrolio e gas in alcune aree.

La rotazione della Terra ha continuato a rallentare a causa dell'influenza della Luna, che era più vicina di oggi. La giornata è già durata 21 ore. I livelli del mare erano i più alti dell'intera storia della Terra.

Silurian, piante vascolari e animali che respirano aria

443 milioni di anni fa iniziò il periodo siluriano, che si concluse 420 milioni di anni fa. Il più importante progresso evolutivo fu la comparsa del primo animale di respirazione aerea, uno scorpione che voleva lasciare il mare.

Il primo fossile di a pianta vascolare (impianto di terra con tessuti che trasportano il cibo), anche se gli steli e le foglie non erano ancora ben differenziati. La comparsa di questi organismi suggerisce che la composizione dell'atmosfera ha iniziato a somigliare a quella attuale, con un po 'meno ossigeno.

Il livello degli oceani all'inizio del Silúrico rimase molto alto e scese solo verso la fine del periodo. In questi mari i pesci cartilaginei, gli squali spinosi e il placodermos, che furono i primi pesci con mascelle e denti.

La Terra è entrata in una lunga fase di clima molto caldo e stabile, al punto che entrambe le calotte polari sono quasi scomparse.

Scopri di più:
• Charles Darwin e l'evoluzione delle specie
• Trilobiti ed esplosione cambriana
• Placodermos, alcuni pesci già estinti che sono stati fertilizzati con penetrazione


◄ PrecedenteAvanti ►
Storia geologica: il PrecambrianoIl Paleozoico: Devoniano, Carbonifero, Permiano

Video: ERA PALEOZOICA (Ottobre 2020).