Dizionario

Fuso orario

Fuso orario

A causa della rotazione della Terra attorno al proprio asse, giorno e notte si alternano in ogni luogo. In tutti i punti lungo il meridiano che si affaccia direttamente sul Sole è mezzogiorno; in tutti quelli che giacciono lungo il meridiano opposto, a 180 metri di lunghezza, è mezzanotte.

Quando il Sole è al di sopra del meridiano della nostra città, ovviamente non ha ancora raggiunto il meridiano di un'altra città immediatamente a ovest rispetto alla nostra. Ne segue che il mezzogiorno astronomico varia da punto a punto anche per i luoghi vicini. Da un punto di vista rigoroso, ogni città dovrebbe avere l'ora locale.

Per regolare la questione, nel 1884 fu raggiunto un accordo internazionale in base al quale la Terra è divisa in 24 fusi orari, ciascuno comprendente una banda di 15 contenuta tra due meridiani. Fu istituito per stabilire come meridiano di origine quello che attraversa Greenwich.

La base dell'attuale sistema temporale è il cosiddetto tempo medio di Greenwich (abbreviato G.M.T.) o l'ora universale (abbreviato U.T.). Ad esempio, l'Italia appartiene al secondo fuso orario chiamato anche Medioevo dell'Europa centrale. Tutti i paesi appartenenti a questa zona adottano, per convenzione, un ritardo di un'ora rispetto a quelli che fanno parte del meridiano di Greenwich (primo fuso orario). Il tempo stabilito in questo modo è anche chiamato tempo civile e non corrisponde necessariamente al tempo reale, cioè astronomico.


◄ PrecedenteAvanti ►
Uragano (uragani)Hyperion (Hyperion)

ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ

Video: i fusi orari (Aprile 2020).