Fotografie storiche

Roba da Big Bang. I progressi in astronomia

Roba da Big Bang. I progressi in astronomia

Sul ghiaccio ghiacciato vicino al polo sud, strumenti sempre più sofisticati stanno ascoltando un eco più preciso di come è iniziato il nostro universo.

Nell'aprile 2001, utilizzando tre di questi strumenti, collaborazioni indipendenti hanno annunciato l'evidenza che i rumori uditi sono coerenti con il nostro universo contenente solo circa il cinque percento della materia normale e il 95 percento della materia oscura o energia oscura. Questa quantità di materia normale era attesa mentre il nostro universo ha vissuto una fase iniziale particolarmente esplosiva del Big Bang nota come inflazione.

In realtà, le misurazioni sono state eseguite su una scala angolare di 1/10 gradi rilevando lievi fluttuazioni della luce a microonde che si verificano nella radiazione cosmica di fondo. Si pensa che queste fluttuazioni siano causate dal movimento delle onde sonore che ha avuto luogo all'inizio dell'universo.

Nella foto sopra troviamo il ricevitore remoto dell'Interferometer della scala angolare di grado (DASI) che ha registrato uno dei gruppi di dati.

◄ PrecedenteAvanti ►
Compton ObservatoryData center
Album: Immagini tratte dalla storia Galleria: Progressi in astronomia

Video: L'universo invisibile: Roberto Battiston at TEDxBergamo (Aprile 2020).