Astronomia

Un asteroide killer frantumato in migliaia di pezzi produrrebbe la stessa devastazione?

Un asteroide killer frantumato in migliaia di pezzi produrrebbe la stessa devastazione?

Se facciamo esplodere un killer globale (nell'intervallo di 3 - 20 km) giorni prima dell'impatto in pezzi sufficienti che nessuno di loro superi, diciamo, un diametro di 30 m e il modello di impatto è disperso sulla maggior parte dell'atmosfera, sarebbe un possibilità che l'energia dell'impatto venga assorbita con conseguenze meno catastrofiche rispetto al colpo dell'asteroide tutto d'un pezzo? O l'energia distribuita riscalderebbe l'atmosfera così tanto da uccidere la vita superiore all'istante o eventualmente per reazioni a catena chimiche/biologiche? Oppure i primi impatti riscalderebbero o disturberebbero l'atmosfera così tanto che gli impatti successivi (nell'intervallo di secondi o minuti) non subirebbero un attrito sufficiente da provocare un bombardamento superficiale con milioni di piccoli pezzi?


Non credo sia fattibile polverizzare un assassino di dinosauri con così poco preavviso. Ma anni di fantascienza cinematografica e televisiva hanno allungato la mia bolla WSOD abbastanza da poterlo considerare.

Per un asteroide di 3 km di diametro che si muove di 13 km/s e ha una densità di 3 tonnellate per metro cubo, ottengo un'energia cinetica di circa 3.6e21 joule.

Se la mia aritmetica è corretta, la terra riceve circa 1,75e17 joule di luce solare al secondo.

Quindi il mio BOTE sembra indicare circa la stessa energia di 6 ore di luce solare.

Un emisfero che riceve l'energia equivalente a 6 ore di luce solare in un breve periodo di tempo non sarebbe piacevole.

Credo che saremmo fregati se l'impattatore fosse un pezzo o una nuvola di ghiaia.


Versione TL;DR: troppo grande e troppo tardi.

La dispersione non può essere fatta, nemmeno all'estremità inferiore di quella scala di 3-20 km. Holsapple afferma che sono necessari 5 kilojoule/kg per distruggere e disperdere un asteroide solido di 1 km, con scala di energia con raggio1.65. Distruggere e disperdere un asteroide solido di 3 km di diametro con una densità di 3 g/cc richiederebbe un'arma due Tsar Bomba profondamente sepolta. L'energia necessaria per distruggere e disperdere un asteroide solido di 20 km di diametro è al di là di qualsiasi cosa l'umanità possa raggiungere.

Questa interruzione e dispersione non saranno uniformi. Creerà invece alcuni pezzi grandi, forse 1/3 del diametro del corpo originale, un numero maggiore di pezzi di dimensioni intermedie e migliaia e migliaia di piccoli pezzi. Quei grossi pezzi sono ancora assassini di civiltà. I pezzi di dimensioni intermedie faranno sembrare Tunguska piccolo, e le migliaia e migliaia di piccoli pezzi -- abbiamo visto di recente cosa può fare un piccolo pezzo, sopra Chelyabinsk.

E se fosse un cumulo di macerie o una cometa? Sebbene non siano così densi, hanno bisogno di molta, molta più energia per disgregarsi e disperdersi. I cumuli di macerie e le comete sono molto bravi ad assorbire l'energia dell'impatto. Interrompere e disperdere una cometa del diametro di un km va oltre lo scopo della tecnologia umana.

Il lasso di tempo, due giorni, è estremamente breve. Un decennio di preavviso è considerato un preavviso molto breve quando si tratta di deviare un impattore di un km. Anche quelli più grandi richiedono un preavviso ancora maggiore. Un anticipo di un secolo potrebbe essere sufficiente per affrontare un oggetto di 20 km di diametro.

Holsapple, "Sulla deviazione di asteroidi e comete", Mitigazione di comete e asteroidi pericolosi: vol. 1, Cambridge University, 2004.


Guarda il video: Documentario Scienza - DMAX Come Funziona LUniverso Asteroidi Killer (Gennaio 2022).