Fotografie storiche

Atlante della luna Dal Rinascimento ad oggi

Atlante della luna Dal Rinascimento ad oggi

Nel 1647, Johann Hevelius (1611-1687) pubblicò il suo atlante lunare "Selenographia", composto da dieci anni di osservazione della Luna.

In questo lavoro, Hevelius fece una descrizione grafica dettagliata delle caratteristiche della Luna, dando a ciascuna di esse un nome. Hevelius battezzò i "mari" e le montagne lunari secondo i seguenti criteri:

Le montagne lunari avrebbero ricevuto il nome delle loro simili terrestri, per questo motivo nella Luna troviamo le montagne lunari Appennino, Pirenei, Caucaso, Giura e Atlante.

I "mari" furono battezzati con nomi di stati d'animo o condizioni della natura. Ad esempio: Mar Frigoris (Mare freddo), Lacus Somniorum (Lago dei sogni), Mare Tranquilitatis (Mare della tranquillità), Sinus Iridum (Babia dell'arcobaleno), Oceanus Porcellarum (Oceano delle tempeste). Questi nomi sono rimasti fino ad oggi.

◄ PrecedenteAvanti ►
Dal Rinascimento ad oggiSfere di Keplero
Album: Immagini dalla storia Galleria: dal Rinascimento ad oggi

Video: La Storia di ATLANTIDE - DOCUMENTARIO italiano (Febbraio 2020).