Astronomia

La Luna che si allontana dalla Terra

La Luna che si allontana dalla Terra

wiki dice che la distanza media dalla terra aumenta di 3,8 cm all'anno, puoi dire quanto di questo è dovuto al espansione dell'universo?

wiki dice anche:

Attraverso l'azione delle forze di marea, il momento angolare sta lentamente venendo trasferito dalla rotazione terrestre all'orbita lunare. Il risultato è che la velocità di rotazione della Terra sta diminuendo impercettibilmente (a una velocità di 2,3 millisecondi/secolo),[20] e il l'orbita lunare si sta gradualmente espandendo.

Puoi fornire alcuni dettagli su questo processo, l'orbita sta cambiando forma, eccentricità? la velocità orbitale media è decrescente, di quale valore? la velocità angolare di spin aumenta, di quale valore?

Se non ho capito male, l'attuale visione delle maree dice che i rigonfiamenti di marea esercitano una coppia sulla luna, e L viene trasferito ad esso, se è corretto, che L essendo trasferito al suo spin lo sta aumentando o diminuendo? Puoi chiarire anche come una coppia sullo spin può produrre un cambiamento dell'orbita, che implica solo un cambiamento (una diminuzione, infatti) del suo velocità orbitale e non della velocità di rotazione? Lo spin (L) può influenzare l'orbitale L, e come?

modificare

  • Ho posto domande specifiche, che non vengono poste o risposte lì. In particolare mi chiedo: se come si suol dire il rigonfiamento mareale/equatoriale aumenta il momento angolare di spin, com'è questo trasferimento di resina a sua volta al momento angolare orbitale? O, in alternativa
  • la gravità può aumentare direttamente il momento orbitale di un satellite?
  • In realtà la risposta, oltre ad essere incompleta, potrebbe essere sbagliata perché momentum/KE non viene aggiunto, ma sottratto alla luna, poiché la sua orbita diventa più grande. Ci può essere nessun trasferimento, poiché sia ​​la terra che la luna stanno rallentando
  • la coppia non è spiegata correttamente

Puoi fornire alcuni dettagli su questo processo, l'orbita sta cambiando forma, eccentricità?

Questa non è una risposta semplice. Inoltre, vuoi sapere questo per un semplice sistema a 2 corpi o il più complesso, essenzialmente sistema a 3 corpi di Sole-Terra-Luna.

Se la Terra e la Luna fossero sole nel cosmo, lontane da tutto il resto, nel tempo le forze di marea circolerebbero l'orbita della Luna mentre spinge via la Luna. La ragione di ciò è che la stessa forza che spinge lentamente la Luna lontano dalla Terra spinge più forte quando la Luna è più vicina, e meno forte quando la Luna è più lontana, quindi per un lungo periodo di tempo che circola la sua orbita. Tutti e 2 i sistemi corporei in cui la luna viene allontanata tendono a circolare. Questo può essere osservato nel nostro sistema solare. Due sistemi corporei molto lontani dai disturbi orbitali, come Plutone-Caronte o Nettuno-Tritone o anche Sole-Nettuno, sono orbite altamente circolari.

Ma quando metti il ​​Sole nell'immagine, tutto cambia. La Luna orbita attorno alla Terra e il sistema lunare terrestre orbita attorno al sole, e in un senso molto reale, anche la Luna orbita attorno al sole, ma è all'interno della regione stabile della Terra della sua sfera collinare, quindi l'orbita della Luna intorno alla Terra rimarrà stabile per miliardi di anni. Ma mentre è stabile, è misurabilmente incostante. L'orbita della luna oscilla molto, essendo allungata e contratta in base alla sua posizione rispetto alla Terra e al Sole. 3 meccanica del corpo è piuttosto complessa, anche con orbite stabili. Isaac Newton ne era consapevole, ma non era in grado di capirlo. I matematici che vennero dopo furono in grado di capire le interazioni orbitali con più di 2 corpi, chiamata teoria delle perturbazioni.

Quindi, la tua domanda dipende dal fatto che tu intenda un sistema a 2 corpi o un sistema a 3 corpi.

L'eccentricità della Terra, ad esempio, cambia su un ciclo di circa 100.000 anni, principalmente a causa di Giove, ma quell'effetto è piuttosto lento, su un ciclo di circa 100.000 anni.

L'apogeo e il perigeo della Luna avvengono ogni 27,3 giorni (orbita siderale) e la sua eccentricità cambia in modo misurabile ad ogni orbita. In un certo senso, non è molto accurato dire che la Luna orbita intorno alla Terra in un'ellisse, è troppo schiacciata e allungata perché il modello ellittico sia accurato.

Mentre la Terra impiega circa 100.000 orbite per attraversare un periodo ellittico, la Luna ha bisogno solo di 6 o 7 orbite per farlo. Nota quanto sia misurabile il perigeo e l'apogeo che cambiano ogni orbita. Consultare tabella.

Ci sono molte informazioni disponibili sull'orbita irregolare della Luna, ma sospetto che non abbia quasi nulla a che fare con la tua domanda principale. In generale, nel sistema a 3 corpi, man mano che la Luna si allontana dalla Terra la sua orbita diventa più irregolare, quindi in un certo senso, a causa del sole, l'orbita della Luna diventa più eccentrica, nel tempo, dove, se il sole non fosse t lì, diventerebbe più circolare.

la velocità orbitale media è decrescente, di quale valore? la velocità angolare di spin aumenta, di quale valore?

In media, man mano che la Luna si allontana, la sua velocità orbitale diminuisce. Orbite più distanti hanno meno energia cinetica, ma ancora una volta, con un sistema a 3 corpi è più complesso.

OK, credo di aver capito cosa stai chiedendo su Spin.

da Wiki "il momento angolare viene lentamente trasferito dalla rotazione della Terra all'orbita della Luna".

e

Non ci può essere trasferimento, poiché sia ​​la terra che la luna stanno rallentando

Dovresti considerare la Terra-Luna come un sistema chiuso. Per un sistema chiuso, il momento angolare rimane costante, ma il momento angolare in questo senso è intorno al baricentro. Il momento angolare della Luna, nel senso che Wikipedia significa non è la rotazione della Luna, ma l'orbita della Luna. Quando la Luna si allontana dalla Terra, la sua velocità diminuisce ma il momento angolare attorno al baricentro aumenta perché il momento angolare è un prodotto sia della velocità che della distanza dal centro.

Giove, ad esempio, ha circa il 71% del momento angolare totale del sistema solare. Vedi articolo, che penso sia correlato alla tua domanda.

Finalmente,

wiki dice che la distanza media dalla terra aumenta di 3,8 cm all'anno, puoi dire quanto è dovuto all'espansione dell'universo?

L'espansione si comprende meglio se gli oggetti non orbitano l'uno intorno all'altro. Se la Luna fosse stazionaria e la Terra fosse stazionaria, e l'unico modo per farlo nel nostro esperimento mentale è dare a uno di loro una massa pari a zero, quindi non c'è orbita né attrazione gravitazionale. Stiamo infrangendo quasi tutte le regole del libro con questo esperimento mentale, ma abbi pazienza.

Se prendiamo l'espansione misurata dello spazio di 74,3 km/s su 3 milioni di anni luce. Fonte.

Distanza media lunare 384.400 km. E, 9,461 trilioni di km in 1 anno luce, quindi circa 2,8 x 10^19 km in 3 milioni di anni luce. Circa 74 trilioni di distanze lunari. che funziona abbastanza bene, 74,3 km/s diviso per 74 trilioni ci danno un trilionesimo di KM/s, 31,5 milioni di secondi in un anno ci danno circa .0000315 km/anno di espansione tra una luna stazionaria, senza attrazione gravitazionale e la Terra , che equivale a circa 3,15 cm all'anno di espansione dello spazio su 1 distanza lunare, che curiosamente non è lontano da 3,8 cm all'anno di aumento della distanza dovuto alle forze di marea, ma la somiglianza è puramente casuale e irrilevante.

(troppo lungo?)


La vera ragione per cui la luna si sta lentamente allontanando dalla terra

La luna della Terra, come la maggior parte dei corpi celesti, è una costante nella vita di tutti gli abitanti del nostro pianeta. L'umanità ha guardato la luna per migliaia di anni e probabilmente continuerà a farlo finché esisterà. Ma per quanto la luna ci sembri costante, in realtà si allontana molto lentamente, come una persona bloccata in una conversazione con un parlante ravvicinato.

Proprio come volere qualcuno fuori dal tuo spazio personale, il lento allontanarsi della luna è perfettamente naturale. Sta anche andando avanti a ritmi diversi per miliardi di anni, secondo Business Insider, che riferisce che oggi la luna si sta attualmente ritirando dalla Terra a circa 1,5 pollici all'anno.

La velocità del cosiddetto "ritiro lunare" cambia e attualmente sta accadendo alla stessa velocità con la crescita delle unghie, come descritto dalla BBC. Altre volte negli ultimi miliardi e milioni di anni, la luna si è allontanata fino a 8,2 pollici all'anno, con la sua deriva che oscilla da un minuscolo 0,05 pollici a un enorme 10,9 pollici in un anno, secondo Business Insider.


La Luna si sta allontanando dalla Terra?

Mentre la Luna è sempre stata una fonte di mistero per le persone di tutto il mondo, una nuova osservazione ha aumentato ulteriormente la curiosità nei circoli astronomici: la Luna si sta allontanando dalla Terra?

In diverse occasioni durante l'ultimo decennio, gli scienziati hanno sparato raggi laser su pannelli riflettenti posti a circa 240.000 miglia (385.000 chilometri) di distanza dalla Terra, sulla Luna. Misurando quanto tempo impiega la luce laser per tornare sulla Terra, circa 2,5 secondi in media, i ricercatori calcolano la distanza tra le stazioni laser terrestri e i riflettori lunari.

I segnali che hanno ricevuto questa volta indicano che la Terra e la Luna si stanno lentamente allontanando alla velocità con cui crescono le unghie o 1,5 pollici (3,8 centimetri) all'anno. Questo divario crescente è il risultato delle interazioni gravitazionali tra i due corpi.

Non hai tempo per leggere ogni singolo post sulla LIM? Ricevi un elenco giornaliero di storie da leggere.

PER FAVORE, aggiungici ai preferiti, visita ogni giorno, invia la nostra pagina via email a tutti i tuoi amici e iscriviti alla nostra newsletter.

Se puoi, considera di fare una donazione oggi per sostenere il nostro lavoro. Grazie.


La Luna si sta allontanando dalla Terra?

Mentre la Luna è sempre stata una fonte di mistero per le persone di tutto il mondo, una nuova osservazione ha sollevato ulteriormente la curiosità nei circoli astronomici: la Luna si sta allontanando dalla Terra?

In diverse occasioni durante l'ultimo decennio, gli scienziati hanno sparato raggi laser su pannelli riflettenti posti a circa 240.000 miglia (385.000 chilometri) di distanza dalla Terra, sulla Luna. Misurando quanto tempo impiega la luce laser per tornare sulla Terra, circa 2,5 secondi in media, i ricercatori calcolano la distanza tra le stazioni laser terrestri e i riflettori lunari.

I segnali che hanno ricevuto questa volta indicano che la Terra e la Luna si stanno lentamente allontanando alla velocità con cui crescono le unghie o 1,5 pollici (3,8 centimetri) all'anno. Questo divario crescente è il risultato delle interazioni gravitazionali tra i due corpi.

I risultati sono stati pubblicati questo mese nel Journal Terra, pianeti e spazio.

"Ora che raccogliamo dati da 50 anni, possiamo vedere tendenze che altrimenti non saremmo stati in grado di vedere", ha affermato Erwan Mazarico, scienziato planetario del Goddard Space Flight Center della NASA, che ha coordinato l'esperimento LRO.

Ci sono cinque pannelli riflettenti sulla Luna. Due furono consegnati dagli equipaggi dell'Apollo 11 e 14 rispettivamente nel 1969 e nel 1971. Sono composti ciascuno da 100 specchi che gli scienziati chiamano "cubi angolari", poiché sono angoli di un cubo di vetro, questi specchi riflettono la luce in qualsiasi direzione provenga.

Un altro pannello con 300 cubi angolari è stato lanciato dagli astronauti dell'Apollo 15 nel 1971. I rover robotici sovietici chiamati Lunokhod 1 e 2, atterrati nel 1970 e nel 1973, trasportano due riflettori aggiuntivi, con 14 specchi ciascuno. Collettivamente, questi riflettori costituiscono l'ultimo esperimento scientifico funzionante dell'era Apollo ancora attivo sul satellite naturale.

È la polvere il colpevole sulla Luna?

Alcuni esperti sospettano che il motivo per cui alcuni riflettori restituiscono solo un decimo del segnale previsto potrebbe essere la polvere. Sospettano che la polvere possa essersi depositata sui pannelli per decenni dopo essere stata sollevata dagli impatti di micrometeoriti. Queste particelle di polvere potrebbero impedire alla luce di raggiungere gli specchi, isolandoli con conseguente surriscaldamento e riducendo la loro efficienza.

A seguito della ricerca, gli scienziati sperano di utilizzare il riflettore Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) per determinare se ciò è vero cercando di trovare una discrepanza nella luce restituita dal riflettore di LRO rispetto a quelli di superficie, potrebbero utilizzare modelli al computer per verificare se polvere o qualcosa del genere. altro, è responsabile.

I riflettori a cui miravano gli scienziati sono montati sull'LRO, un veicolo spaziale che studia la Luna dalla sua orbita dal 2009. I riflettori sono stati posizionati sul veicolo spaziale in modo che potesse fungere da bersaglio per aiutare a testare il potere riflettente dei pannelli lasciati sul La superficie della Luna dalle missioni Apollo circa 50 anni fa.

L'esperimento laser sulla Luna è in corso da quando l'astronauta Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono atterrati sulla sua superficie nel 1969. Quattro telescopi negli osservatori in New Mexico, Francia, Italia e Germania sparano laser contro gli array di retroriflettori, misurando il tempo che serve a un impulso laser per rimbalzare sui riflettori e tornare sulla Terra. Oltre a misurare la distanza, i raggi hanno contribuito a determinare l'orbita, la rotazione e l'orientamento della Luna nel corso degli anni, fattori critici per i veicoli spaziali che orbitano e atterrano sulla superficie lunare.

I raggi hanno aiutato a comprendere il fenomeno naturale delle maree sul pianeta, che sono più alte non quando la Luna è in alto, ma ore dopo. La marea più alta è a est della Luna. Hanno aiutato a identificare i rimorchiatori gravitazionali della Terra sulla Luna, causando due rigonfiamenti di marea della roccia lunare. Secondo la NASA, le posizioni degli array riflettenti sono variate fino a sei pollici (15 centimetri) su e giù ogni mese mentre la Luna si flette.

L'analisi dei dati del laser lunare mostra che la Luna ha un nucleo fluido. Inoltre, gli esperimenti laser potrebbero aiutare a rivelare se c'è un materiale solido nel nucleo della Luna che avrebbe aiutato ad alimentare il campo magnetico ormai estinto. "La precisione di questa misurazione ha il potenziale per affinare la nostra comprensione della gravità e dell'evoluzione del sistema solare", ha affermato Xiaoli Sun, uno scienziato planetario di Goddard che ha aiutato a progettare il riflettore di LRO.


La Luna si sta allontanando dalla Terra? I raggi laser svelano un nuovo mistero

L'esperimento laser sulla Luna è in corso da quando l'astronauta Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono atterrati sulla sua superficie nel 1969. (NASA)

Mentre la Luna è sempre stata una fonte di mistero per le persone di tutto il mondo, una nuova osservazione ha aumentato ulteriormente la curiosità nei circoli astronomici: la Luna si sta allontanando dalla Terra?

In diverse occasioni durante l'ultimo decennio, gli scienziati hanno sparato raggi laser su pannelli riflettenti posti a circa 240.000 miglia (385.000 chilometri) di distanza dalla Terra, sulla Luna. Misurando quanto tempo impiega la luce laser per tornare sulla Terra, circa 2,5 secondi in media, i ricercatori calcolano la distanza tra le stazioni laser terrestri e i riflettori lunari.

I segnali che hanno ricevuto questa volta indicano che la Terra e la Luna si stanno lentamente allontanando alla velocità con cui crescono le unghie o 1,5 pollici (3,8 centimetri) all'anno. Questo divario crescente è il risultato delle interazioni gravitazionali tra i due corpi.

I risultati sono stati pubblicati questo mese nel Journal Terra, pianeti e spazio.

"Ora che raccogliamo dati da 50 anni, possiamo vedere tendenze che altrimenti non saremmo stati in grado di vedere", ha affermato Erwan Mazarico, scienziato planetario del Goddard Space Flight Center della NASA, che ha coordinato l'esperimento LRO.

Ci sono cinque pannelli riflettenti sulla Luna. Due furono consegnati dagli equipaggi dell'Apollo 11 e 14 rispettivamente nel 1969 e nel 1971. Sono composti ciascuno da 100 specchi che gli scienziati chiamano "cubi angolari", poiché sono angoli di un cubo di vetro, questi specchi riflettono la luce in qualsiasi direzione provenga. Un altro pannello con 300 cubi angolari è stato lanciato dagli astronauti dell'Apollo 15 nel 1971. I rover robotici sovietici chiamati Lunokhod 1 e 2, atterrati nel 1970 e nel 1973, trasportano due riflettori aggiuntivi, con 14 specchi ciascuno. Collettivamente, questi riflettori costituiscono l'ultimo esperimento scientifico funzionante dell'era Apollo ancora attivo sul satellite naturale.

È la polvere il colpevole sulla Luna?

Alcuni esperti sospettano che il motivo per cui alcuni riflettori restituiscono solo un decimo del segnale previsto potrebbe essere la polvere. Sospettano che la polvere possa essersi depositata sui pannelli per decenni dopo essere stata sollevata dagli impatti di micrometeoriti. Queste particelle di polvere potrebbero impedire alla luce di raggiungere gli specchi, isolandoli con conseguente surriscaldamento e riducendo la loro efficienza.

Ci sono cinque pannelli riflettenti sulla Luna. Due furono consegnati dagli equipaggi dell'Apollo 11 e 14 nel 1969 e nel 1971. (NASA)

A seguito della ricerca, gli scienziati sperano di utilizzare il riflettore Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) per determinare se ciò è vero cercando di trovare una discrepanza nella luce restituita dal riflettore di LRO rispetto a quelli di superficie, potrebbero utilizzare modelli al computer per verificare se polvere o qualcosa del genere. altro, è responsabile.

I riflettori a cui miravano gli scienziati sono montati sull'LRO, un veicolo spaziale che studia la Luna dalla sua orbita dal 2009. I riflettori sono stati posizionati sul veicolo spaziale in modo che potesse fungere da bersaglio per aiutare a testare il potere riflettente dei pannelli lasciati sul La superficie della Luna dalle missioni Apollo circa 50 anni fa.

L'arte delle travi

L'esperimento laser sulla Luna è in corso da quando l'astronauta Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono atterrati sulla sua superficie nel 1969. Quattro telescopi negli osservatori in New Mexico, Francia, Italia e Germania sparano laser contro gli array di retroriflettori, misurando il tempo che serve a un impulso laser per rimbalzare sui riflettori e tornare sulla Terra. Oltre a misurare la distanza, i raggi hanno contribuito a determinare l'orbita, la rotazione e l'orientamento della Luna nel corso degli anni, fattori critici per i veicoli spaziali che orbitano e atterrano sulla superficie lunare.

Sono composti ciascuno da 100 specchi che gli scienziati chiamano "cubi d'angolo", poiché sono gli angoli di un cubo di vetro. (NASA)

I raggi hanno aiutato a comprendere il fenomeno naturale delle maree sul pianeta, che sono più alte non quando la Luna è in alto, ma ore dopo. La marea più alta è a est della Luna. Hanno aiutato a identificare i rimorchiatori gravitazionali della Terra sulla Luna, causando due rigonfiamenti di marea della roccia lunare. Secondo la NASA, le posizioni degli array riflettenti sono variate fino a sei pollici (15 centimetri) su e giù ogni mese mentre la Luna si flette.

L'analisi dei dati del laser lunare mostra che la Luna ha un nucleo fluido. Inoltre, gli esperimenti laser potrebbero aiutare a rivelare se c'è un materiale solido nel nucleo della Luna che avrebbe aiutato ad alimentare il campo magnetico ormai estinto. "La precisione di questa misurazione ha il potenziale per affinare la nostra comprensione della gravità e dell'evoluzione del sistema solare", ha affermato Xiaoli Sun, uno scienziato planetario di Goddard che ha aiutato a progettare il riflettore di LRO.

Raggi laser sparati sulla luna per studiarne le proprietà. (NASA Goddard)

Portare più fotoni sulla Luna e tornare indietro e contabilizzare meglio quelli persi a causa della polvere sono un paio di modi per aiutare a migliorare la precisione in futuro. Ma è un compito titanico.


La Luna si sta allontanando dalla Terra?

L'orbita della Luna intorno alla Terra sta diventando più grande, anche se di una quantità minuscola. Ogni anno la sua orbita aumenta di circa 3,8 centimetri (1,5 pollici), ma rispetto alla sua orbita di 384.000 chilometri (240.000 miglia) è minuscola.

Il motivo dell'aumento è dovuto alla natura dell'orbita della Luna. Il nostro compagno lunare impiega 27,3 giorni per orbitare attorno alla Terra, mentre il nostro pianeta ruota in 24 ore. Pertanto, mentre la Terra ruota, le forze di marea tra i due significano che il nostro pianeta cerca di "accelerare" l'orbita della Luna. Questo ha un piccolo effetto di allargare l'orbita della Luna, ma la fa anche viaggiare più lentamente.

Tieniti aggiornato con ilultimo notizie in All About Space –a disposizione ogni mese a soli £ 4,99. In alternativa puoi iscrivertiQui per una frazione del prezzo!


Come potremmo distruggere la luna?

Niente rovina un bel cielo notturno come quell'orribile lucernario butterato. Cosa ci vorrebbe per distruggere la nostra luna ed eliminare per sempre il nemico dell'astronomia stellare?

Clicca sulla foto sopra per andare a Universo oggila pagina di Patreon per guardare il video!

Nelle parole immortali del signor Burns, "sin dall'inizio dei tempi, l'uomo ha desiderato distruggere il Sole". I tuoi giorni sono contati, Sun.

Ma i supercriminali, essendo le persone pratiche che sono, sanno che un obiettivo più degno sarebbe quello di distruggere la Luna, o almeno deturparla orribilmente. Niente rovina un bel cielo notturno come quell'orribile riflettore butterato. Cosa ci vorrebbe per distruggerlo ed eliminare per sempre il nemico dell'astronomia stellare?

Tira fuori il tuo progetto di carta del marchio Acme e le matite bianche, è il momento di Wile E. Coyote.

L'energia necessaria per smantellare un oggetto trattenuto gravitazionalmente è conosciuta come la sua energia vincolante, ne abbiamo parlato in un episodio della Morte Nera e modi fantasiosi per superarlo.

Ad esempio, l'energia di legame della Terra è 2,2 x 10^32 joule. È molto. L'energia di legame di un oggetto più piccolo, come la nostra Luna, è un piccolo e ordinato 1.2 x 10^29 joule. Ci vuole circa 1800 volte più energia per distruggere la Terra di quella che serve per distruggere la Luna.

È 1800 volte più facile. È assolutamente fattibile, non è vero? È quasi 2000 volte più facile. Che, sulla scala da facile a meno facile, è decisamente più vicino al facile.


Quando la luna si staccherà dalla sua orbita intorno alla Terra?

Stavo guardando un documentario sull'origine della vita sulla Terra e nella prima parte parlava della Luna: la sua creazione e il suo impatto sulla Terra primordiale. Parlava di come fosse molto vicino, ma come effetto della sua interazione gravitazionale con la Terra e delle sue maree ha guadagnato energia e si è allontanato sempre di più. Oggi si sta allontanando dalla Terra a 3,4 cm/anno.

Così ho iniziato a chiedermi se qualcuno avesse fatto i conti e calcolato una stima di quando la Luna sarebbe stata abbastanza lontana da staccarsi dalla sua orbita e andare alla deriva nello spazio. Sembra un semplice caso di calcoli fisici complessi che, anche se sono al di là di me, non dovrebbero essere una seccatura per un fisico con conoscenze in questo particolare campo.

Qualcuno sa? (Una rapida ricerca su Google ha prodotto solo speculazioni e romanticismo. Potrei aver usato i termini sbagliati però.)

La domanda è mal posta in primo luogo, per due ragioni:

È già vero che, in un certo senso molto reale, la luna non orbita attorno alla Terra, orbita attorno al sole la luna non inverte mai la rotta per fare loop-de-loop, si muove solo intorno al centro di gravità del sistema terra-luna (come fa anche la Terra).

Continuerà a farlo man mano che la sua distanza media dalla Terra aumenta fino a quando la risonanza orbitale con Giove (e in misura minore, Marte e Venere) inizia a rendere la sua orbita solare gradualmente più ellittica.

Cosa succede dopo quella sarà difficile da prevedere perché le interazioni tendono ad essere caotiche. Dato che stiamo parlando di un punto nel tempo abbastanza distante con molte possibilità di biforcazione del percorso nell'evoluzione del sistema, dubito piuttosto che qualcuno sappia con certezza esattamente cosa accadrà alla fine, ma vedere di più sotto.

Il secondo problema è l'intera nozione di "drifting" che si pone ripetutamente nella domanda. Questo è un pensiero intrinsecamente sbagliato in ogni luogo in cui si verifica, ma è particolarmente eclatante nella frase "staccati dalla sua orbita e scivola nello spazio".

Non è così che funzionano le cose. Le cose non vanno alla deriva, orbitano. Le orbite più semplici sono circolari o ellittiche. I corpi che rimangono semi-permanentemente nelle vicinanze del Sole (ad esempio, a 1/10 di anno luce di distanza) hanno orbite circolari o ellittiche.

Se un corpo si muove alla velocità di fuga del sole o superiore, allora non sarà in un'orbita ellittica, sarà in una "quotazione" parabolica o iperbolica che ha un singolo avvicinamento al sole e poi si allontana dal sole per sempre.

In prima approssimazione, queste sono tutte le categorie di orbite nel nostro sistema solare, anche se ci sono complicazioni minori che coinvolgono una geometria molto più piccola a breve termine, e sebbene la forma di una data orbita cambi praticamente sempre in un modo o nell'altro nel corso del tempo. molto lungo termine.

Quindi tornando al punto, la luna non andrà mai alla deriva nello spazio, perché ciò violerebbe le 3 leggi del moto di Newton e la sua legge di gravitazione universale, ma potrebbe anche prendere un'orbita ellittica intorno al sole, e in seguito ancora potrebbe ottenere una fionda gravitazionale da eg Giove che concepibilmente (sebbene non probabile) gli dia abbastanza energia per uscire del tutto su un percorso parabolico dal sistema solare (tra le molte possibilità, come diventare una luna di Giove, ecc.)

La maggior parte dei programmi televisivi e dei film fa sembrare che (1) i pianeti del sistema solare siano a poche decine di miglia di distanza, (2) come le altre stelle siano a poche centinaia di miglia dalla Terra e (3) che le cose nello spazio vadano alla deriva senza effetti da qualsiasi campo gravitazionale fino a (4) si avvicinano davvero molto a un pianeta, a quel punto la gravità li risucchia come un tornado, cosa particolarmente diffusa per (5) buchi neri - che in realtà hanno perfettamente -comportamento gravitazionale, in prima approssimazione.


Ritorno sulla luna

4. La superficie della Luna è in realtà buia

Anche se rispetto al cielo notturno è sembra molto luminoso, con una riflettanza di poco superiore a quella dell'asfalto usurato. La sua influenza gravitazionale produce le maree oceaniche, le maree corporee e il leggero allungamento della giornata.​

Immagine della Super Luna di Giorgia Hofer.

5. Il Sole e la Luna non hanno la stessa dimensione

Dalla Terra, sia il Sole che la Luna sembrano della stessa dimensione. Questo perché, la Luna è 400 volte più piccolo del Sole, ma anche 400 volte più vicino alla Terra.

6. La Luna si sta allontanando dalla Terra

La Luna si sta muovendo di circa 3,8 cm di distanza dal nostro pianeta ogni anno.

7. La Luna è stata creata quando una roccia si è schiantata sulla Terra

La spiegazione più accettata è che la Luna sia stata creata quando una roccia delle dimensioni di Marte sbatté contro la Terra, poco dopo che il sistema solare iniziò a formarsi circa 4,5 miliardi di anni fa.

Immagine della luna filtrata © Steve Brown.

8. La Luna fa muovere la Terra così come le maree

Tutti sanno che la Luna è in parte responsabile della causa del maree dei nostri oceani e mari sulla Terra, con il Sole che ha anche un effetto. Tuttavia, poiché la Luna orbita attorno alla Terra, provoca anche l'innalzamento e la caduta di una marea di roccia nello stesso modo in cui fa con l'acqua. L'effetto non è così drammatico come con gli oceani, ma tuttavia è un effetto misurabile, con la superficie solida della Terra che si sposta di diversi centimetri ad ogni marea.

9. Anche la Luna ha i terremoti

Non si chiamano terremoti ma terremoti lunari. Sono causati dall'influenza gravitazionale della Terra. A differenza dei terremoti sulla Terra che durano solo pochi minuti al massimo, i terremoti lunari possono durare fino a mezz'ora. Sono però molto più deboli dei terremoti.

10. C'è acqua sulla Luna!

Questo è sotto forma di ghiaccio intrappolato all'interno di polvere e minerali sopra e sotto la superficie. È stato rilevato su aree della superficie lunare che sono in ombra permanente e quindi molto fredde, consentendo al ghiaccio di sopravvivere. L'acqua sulla Luna è stata probabilmente portata in superficie dalle comete.


La luna si sta lentamente allontanando dalla terra?

Ho sentito dire che la luna orbita più lontana dalla terra. Inoltre, la luna è raffigurata come molto più vicina alla terra in film come 300, che accadono in un lontano passato. È vero? È possibile che la terra possa perdere la sua luna in un futuro molto lontano?

Sì. Ma non perderemo la Luna. Ci vorranno 23 miliardi di anni per lasciare la sfera di influenza della Terra, quindi il Sole diventerà una gigante rossa e distruggerà la Terra molto prima che la Luna si allontani.

A causa delle forze di marea, la Luna provoca una leggera deformazione sulla Terra. Combinando questo effetto con la rotazione della Terra, risulta che la deformazione è un po' più avanti del punto sublunare. Quindi la gravità non è distribuita uniformemente e la Luna viene tirata leggermente in avanti, facendola migrare naturalmente verso orbite più alte.

La distanza lineare della Luna dalla Terra sta attualmente aumentando a una velocità di 3,82±0,07 cm all'anno, ma questa velocità non è costante.

La figura in questo link lo spiega abbastanza bene: http://what-if.xkcd.com/26/

Modifica: in realtà il collegamento spiega solo il rallentamento della Terra, ma è la stessa causa per entrambi gli effetti se si pensa al principio di reazione.

La luna non lascerà l'orbita terrestre. Una volta che l'orbita si sposta abbastanza, si stabilizza e diventa bloccata in base alle maree. Quando la luna si allontana, la rotazione della terra rallenta per conservare il momento angolare.

La Luna si sta gradualmente allontanando dalla Terra verso un'orbita più alta e i calcoli suggeriscono che ciò continuerà per circa cinquanta miliardi di anni. A quel punto, la Terra e la Luna sarebbero state coinvolte in quella che viene chiamata "risonanza rotazione-orbita" o "blocco di marea" in cui la Luna girerà intorno alla Terra in circa 47 giorni (attualmente 27 giorni), e sia la Luna che la Terra ruoterebbero intorno i loro assi nello stesso tempo, sempre rivolti l'uno verso l'altro con lo stesso lato.

Inoltre, la luna è raffigurata come molto più vicina alla terra in film come 300, che accadono in un lontano passato.

Sebbene sia assolutamente vero che la luna si è ritirata dai tempi di "300", mi aspetto che la luna più grande sia più per un effetto cinematografico che per qualsiasi dedizione alla rigorosa precisione. La battaglia delle Termopili ebbe luogo nel 280 a.C. e, sebbene per noi 'lontano passato', è un battito di ciglia ad attività di questa portata.

La luna si allontana di circa 38 mm all'anno. Questo numero può cambiare nel tempo, ma se lo usiamo come una stima approssimativa, è circa 12 piedi e mezzo per secolo. Quindi durante il periodo della battaglia delle Termopili, circa 25 secoli fa, la luna sarebbe stata circa 300 piedi più vicina di quanto non sia oggi.

Questa è una differenza di circa lo 0,000024% della distanza media tra la Terra e la Luna.


La luna più grande di Saturno si sta allontanando nello spazio 100 volte più velocemente di quanto i ricercatori pensassero in precedenza

(CBS News) Il Titano, la più grande luna di Saturno, si sta allontanando dal suo pianeta a una velocità elevata, hanno annunciato gli astronomi questa settimana. La luna si sta allontanando nello spazio molto più velocemente di quanto precedentemente previsto, hanno detto gli scienziati, forse alterando la loro comprensione del nostro sistema solare.

Titano, che secondo gli scienziati potrebbe supportare la vita, si sta muovendo circa 100 volte più velocemente di quanto i ricercatori pensassero in precedenza, secondo uno studio pubblicato questa settimana sulla rivista Nature Astronomy. Utilizzando i dati della sonda spaziale Cassini della NASA, che ha osservato Saturno per più di 13 anni, gli astronomi hanno scoperto che Titano migra a una velocità di circa quattro pollici all'anno.

Non è insolito che le lune si allontanino lentamente dai pianeti ospiti: infatti, la nostra stessa luna fluttua costantemente lontano dalla Terra a una velocità di 1,5 pollici all'anno. Tuttavia, a causa della distanza di Titano da Saturno, gli scienziati pensavano che si stesse allontanando dal pianeta più lentamente.

Secondo la NASA, mentre una luna orbita, la sua gravità crea un rigonfiamento temporaneo nel pianeta, causando maree mentre gli oceani si muovono da un lato all'altro. Nel tempo, l'energia creata da questa interazione si trasferisce dal pianeta alla sua luna, spingendola più lontano.

Ma non preoccuparti per la nostra luna. “Earth will not ‘lose’ the moon until both the earth and moon are engulfed by the sun in roughly six billion years,” according to researchers at Caltech.

Larger than the planet Mercury, Titan is seen here as it orbits Saturn in 2012. NASA/JPL-CALTECH/SPACE SCIENCE INSTITUTE

While scientists know that Saturn formed 4.6 billion years ago, the details on the formations of its rings and its system of more than 80 moons are less certain. Knowing that Titan is currently 759,000 miles from the planet, this new discovery suggests the whole system expanded relatively quickly.

“This result brings an important new piece of the puzzle for the highly debated question of the age of the Saturn system and how its moons formed,” lead author Valery Lainey said in a news release.

“Most prior work had predicted that moons like Titan or Jupiter’s moon Callisto were formed at an orbital distance similar to where we see them now,” said co-author Jim Fuller. “This implies that the Saturnian moon system, and potentially its rings, have formed and evolved more dynamically than previously believed.”

For nearly 50 years, scientists estimated how fast a moon drifts from its planet under the assumption that outer moons migrate more slowly than closer moons because they are further away from the host planet’s gravity. Four years ago, Fuller countered those theories, publishing research suggesting that a new orbit pattern would allow outer moons to migrate at a similar rate to inner moons.

To reach their new findings on Titan, researchers mapped background stars in images captured by Cassini in order to track the moon over a period of 10 years. They then compared their findings to an independent radio science dataset measuring Cassini’s velocity as it was affected by the moon.

“By using two completely different datasets, we obtained results that are in full agreement, and also in agreement with Jim Fuller’s theory, which predicted a much faster migration of Titan,” said co-author Paolo Tortora.

With a diameter of 5,149 km, Titan is the second-largest moon in the entire solar system, larger even than the planet Mercury. It’s the only moon with a dense atmosphere, and it’s covered in rivers and seas made of liquid methane and ethane.

Under those bodies of liquid is a thick layer of ice. Data from Cassini revealed that a liquid water ocean lies even deeper, meaning Titan could potentially sustain life.

In 2026, NASA plans to further study the moon with its Dragonfly mission, which will arrive at Titan by 2034. The drone will monitor the moon for nearly three years to figure out if it could one day be habitable.

First published on June 10, 2020 / 3:21 PM

© 2020 CBS Interactive Inc. All Rights Reserved.

Copyright 2021 Nexstar Media Inc. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten, or redistributed.


Guarda il video: La luna si allontana Quali conseguenze Ulisse (Gennaio 2022).